Piani di accumulo capitale: un imbroglio per i risparmiatori - Pagina 4
Bitcoin e Nasdaq vanno a braccetto, si scalfisce il mito della decorrelazione delle crypto dalle asset classs tradizionali
Tentativo di stabilizzazione dei prezzi per le criptovalute dopo la grande caduta dell’ultima settimana. Rimane comunque alta l’attesa per la Fed in quanto toni hawkish della banca centrale Usa potrebbero …
Ica 2021: a Leonteq il Premio per il Certificato dell?Anno
Quest?anno è stata Leonteq ad aggiudicarsi con un suo prodotto il prestigioso Premio per il Certificato dell?Anno degli ICA 2021, un riconoscimento che è stato commentato dalle parole di Marco Occhetti. La quindicesima edizione dell?Italian Certificate Awards (ICA) si …
Fed Put ormai Kaput? Assist storico Greenspan non pervenuto: Borsa Usa lasciata al suo destino?
Addio Fed put per salvare i mercati? Sembra proprio di sì: l'espressione "Fed put" indica una situazione che vede la Fed soccorrere i mercati attraverso il lancio di misure di …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #31
    L'avatar di marble
    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    4,276
    Mentioned
    66 Post(s)
    Quoted
    2013 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da donsalieri Visualizza Messaggio
    Vero e a mia volta non seguo Scienza perchè non sono d'accordo su molte sue tesi.
    Ma non esageriamo con le critiche generalizzando a nostra volta.
    A me sembra che si parli di pac gestiti da un fondo infatti chiarisce che ci sono vincoli di impegno ad un versamento periodico e si fa esplicito riferimento ai "venditori specializzati" che propongono confronti taroccati.
    Questo esclude di per sè il pac su etf così come viene inteso nel forum, ossia aperto e gestito autonomamente e senza vincoli.
    Per quanto riguarda l'investire il più tardi possibile io ci leggo suggerimenti a non sottoscrivere piani decennali (nel senso appena detto) con vincoli sui versamenti perchè sai cosa devi versare oggi ma non sai cosa può succedere domani, tutto qui.
    In particolare ci vedo delle attenzioni al non sottovalutare il particolare momento storico con i mercati sovrastimati e possibili fiammate inflazionistiche.
    La seguente frase è inequivocabile per capire che non sta parlando dei pac su etf in autonomia:
    "Convengono così tanto a chi li vende che c’è una società (Fidelity) che addirittura sorteggia smartphone da 630 euro fra chi li sottoscrive."
    Il suggerimento di disinvestire quindi è per questo genere di pac.
    Io capisco tutto ma travisare in tal modo il senso di quello che si legge....

    mah...... io sono sempre molto comprensivo, e non mi faccio nemmeno fuorviare dalla firma o dalla testata (o almeno ci provo) . E cerco di ignorare il titolo.


    leggo :


    " Col termine Pac si intende però un contratto con cui uno s’impegna a versare periodicamente una certa cifra, per esempio 200 euro al mese per anni se non decenni, in un determinato fondo comune o altro contenitore: fondo pensione, Etf (Exchange traded fund) o polizza. Comunque di una ben precisa società."



    col termine pac NON si intende necessariamente un contratto.


    Per le decisioni un principio basilare è assumerle il più tardi possibile: più si va avanti, più si hanno informazioni. Non si decide ora un’escursione in montagna per il prossimo 22 settembre, ma a ridosso della data in base al tempo.



    Una cretinata colossale. Se per scalare una montagna servono 4 ore, e voglio arrivare in cima a mezzogiorno, non aspetto le 11:59 per avere più informazioni. Anzi parto ben prima delle 8:00 perché possono esserci imprevisti. Se il PAC mi serve per quando andrò in pensione, lo inizio a 66 anni? Se mi serve per mandare un figlio all'università, lo inizio quando esce dalla maturità?


    meglio dare subito disposizioni alla propria banca di sospendere i Pac sottoscritti


    se li puoi sospendere, allora non erano contrattuali!


    Poi si vedrà.


    vabbeh, questo è un capolavoro che non merita commento.

  2. #32
    L'avatar di mander
    Data Registrazione
    Feb 2015
    Messaggi
    18,223
    Mentioned
    660 Post(s)
    Quoted
    10339 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Scienza parte dal pac sottoscritto da suo padre nel 68 con Fideuram. Nel 68 non c'era una legge che regolava i fondi che erano di diritto svizzero o lussemburghesi.

    Fideuram ha il merito di aver introdotto in italia il concetto di fondo di investimento, L'idea piacque agli italiani perchè ruppe l'arretratezza dei prodotti di investimento e il predominio delle banche e costrinse Consob ad emanare le prime norme X regolamentare la sollecitazione di pubblico risparmio dominato dai titoli atipici, quelli si veramente tossici.

    Cavalli di battaglia di Fideuram erano i PAC e i PIC su CAPIMI titoli obbligazionari emesse da da IMI è FONDITALIA primo fondo mobiliare azionario.

    Entrambi hanno avuto un successo strepitoso che molti vostri padri o nonni vi possono raccontare.

    Nello stesso periodo nacquero per merito di INA le prime polizze rivalutabili sempre legate ad emissioni obbligazionarie e più tardi legate allo storico Fondo INA VALORE ATTIVO.

    Prima di allora le polizze erano del tipo misto ed offrivano un tasso tecnico del 3 o 4%

    Era un mondo che cercava di cambiare, di migliorarsi. La classe politica per incapacità, demagogia, approssimazione, non seppe affrontare, non volle affrontare all'apparire dei primi segni dello sboom e della inflazione a 2 cifre.

    Quel periodo storico dimostra quanto è importante l'esercizio democratico del voto.

    Era quello il momento di introdurre la previdenza complementare e di sostituire il retributivo che a distanza di 50 anni portiamo ancora sul groppone.
    Ultima modifica di mander; 06-09-21 alle 17:35

  3. #33
    L'avatar di blaklyon
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Messaggi
    3,229
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    578 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Se andate indietro di qualche anno ci sono centinaia di pagine in cui quasi tutti si concordava che i fondi attivi venduti in italia erano improponibili per gli eccessivi costi , figuriamoci fare un Pac , sono a rischio persino i PIR esentasse fatti con fondi ad hoc , il male sono i distributori che si incassano fino all'80% del ter , non ti fanno acquistare in execution only, antica direttiva europea di cui ABI che controlla BI e NONSOB se ne frega bellamente, escludendo acomea e bancaSella una goccia nel mare , fare un pac di lungo termine in fondi che costano mediamente oltre il 40 % in più che negli USA ,il professore forse si è accorto per primo degli straordinari proffitti fatti da ABIe& pelando i risparmiatori con il 90% di fondi spazzatura e oltretutto con un sistema fiscale incredibile , va un pò meglio con gli etf ma la norma fiscale ha rovinato anche questi , si salvano quei 4 gatti che sono riusciti a sottoscrivere i pir fai da te,queste cose sono discussioni di molti anni fa ma le conclusioni sui fondi aperti attivi sono ancora più attuali.
    Io giro alla larga , directa fa i pac gratis di etf (indici) lodevole iniziativa , fino a quando? Di una casa sola è ancora poco

  4. #34
    L'avatar di alfa71
    Data Registrazione
    Nov 2014
    Messaggi
    10,697
    Mentioned
    115 Post(s)
    Quoted
    7378 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da i-z-i-o Visualizza Messaggio
    Beh, se lo scopo era quello ci è riuscito.

    Accodandomi a Berserk (che appena leggerà "Beppe Scienza" interverrà in real time), invito a non nominarlo più sul Forum né a dare eco ai suoi futuri deliranti manoscritti.

    Stiamo parlando di un presunto esperto che ha manifesti problemi con l'ego e che non conosce l'ABC (sempre sulla stessa testata è riuscito ad asserire che ETF hanno rischio emittente)

    Allegato 2785676
    L'unica conclusione che mi viene leggendo una cosa così allucinante è che tali giornalisti sono a libro paga dell'industria del risparmio gestito (le banche e le reti di promotori) le quali tentano di fare controinformazione sugli ETF. Altrimenti davvero non saprei cosa altro pensare

  5. #35
    L'avatar di marble
    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    4,276
    Mentioned
    66 Post(s)
    Quoted
    2013 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da mander Visualizza Messaggio
    Scienza parte dal pac sottoscritto da suo padre nel 68 con Fideuram. Nel 68 non c'era una legge che regolava i fondi che erano di diritto svizzero o lussemburghesi.

    Fideuram ha il merito di aver introdotto in italia il concetto di fondo di investimento, L'idea piacque agli italiani perchè ruppe l'arretratezza dei prodotti di investimento e il predominio delle banche e costrinse Consob ad emanare le prime norme X regolamentare la sollecitazione di pubblico risparmio dominato dai titoli atipici, quelli si veramente tossici.

    Cavalli di battaglia di Fideuram erano i PAC e i PIC su CAPIMI titoli obbligazionari emesse da da IMI è FONDITALIA primo fondo mobiliare azionario.

    Entrambi hanno avuto un successo strepitoso che molti vostri padri o nonni vi possono raccontare.

    Nello stesso periodo nacquero per merito di INA le prime polizze rivalutabili sempre legate ad emissioni obbligazionarie e più tardi legate allo storico Fondo INA VALORE ATTIVO.

    Prima di allora le polizze erano del tipo misto ed offrivano un tasso tecnico del 3 o 4%

    Era un mondo che cercava di cambiare, di migliorarsi. La classe politica per incapacità, demagogia, approssimazione, non seppe affrontare, non volle affrontare all'apparire dei primi segni dello sboom e della inflazione a 2 cifre.

    Quel periodo storico dimostra quanto è importante l'esercizio democratico del voto.

    Era quello il momento di introdurre la previdenza complementare e di sostituire il retributivo che a distanza di 50 anni portiamo ancora sul groppone.
    scienza parte dal fideuram del 68...ed è rimasto lì. Avrebbe potuto mettere in guardia dai volponi, e sottolineare che è importante fare attenzione ai costi, spiegare che ci sono banche e banche, strumenti e strumenti. Invece fa un un unico calderone col risultato di proporre cosa? risparmiare in conto corrente? o in tds italiani?

    indecente.

  6. #36
    L'avatar di bow
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    2,310
    Mentioned
    181 Post(s)
    Quoted
    2065 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da Dedalo Invest Visualizza Messaggio
    Allora ci sarebbero stati meno fraintendimenti. E anche così, la parola imbroglio è forzata, perché quanto sopra lo puoi fare spiegando per filo e per segno tutti i costi e tutti i vincoli, oppure tenendo tutto nascosto all'ignaro investitore. Non è la stessa cosa.
    Credo che nella sua contorta esposizione la sua sia una polemica contro il fatto che i PAC costano solitamente più dei PIC. Ed è quindi obiettivo commerciale di Reti e Retail di collocare a prescindere tonnellate di PAC per avere con continuità flussi abbondanti di commissioni alte e 'fidelizzate'. Da lì il 'resistere' a questo collocamento 'a tutti i costi' (...intanto sospendente i vostri pac...) e cercare di valutare le proprie priorità/profilo/strategie (...poi si vedrà...).
    Allo stesso modo nel delirante articolo sugli ETF credo volesse fare una specie di monito al fai da te: chi è abituato al BTP ed alla semplice obbligazione corre con gli ETF un rischio di fraintendimento della rischiosità del prodotto (banalmente se compri un ETF che replica titoli di stato governativi lunghi non hai una 'certezza' come in un tds che compri a 100 all'emissione e rimborsi a 100 alla scadenza), la sua diatriba sul "paghi due volte" credo fosse un grossolano tentativo di mettere in guarda dai servizi 'fee on top' sugli ETF (es. Fineco, Advice etc...) dove credi di risparmiare ma da una parte magari paghi 1% di fee, poi le transazioni e i (minuscoli) costi dell'ETF.

    Tutti questi sforzi si integrano in un principio secondo me virtuoso, il cercare di fare formazione ed alfabetizzazione finanziaria.
    Purtroppo è un cialtrone.

  7. #37
    L'avatar di Dedalo Invest
    Data Registrazione
    May 2019
    Messaggi
    971
    Mentioned
    27 Post(s)
    Quoted
    656 Post(s)
    Potenza rep
    42949675
    Citazione Originariamente Scritto da bow Visualizza Messaggio
    Credo che nella sua contorta esposizione la sua sia una polemica contro il fatto che i PAC costano solitamente più dei PIC. Ed è quindi obiettivo commerciale di Reti e Retail di collocare a prescindere tonnellate di PAC per avere con continuità flussi abbondanti di commissioni alte e 'fidelizzate'. Da lì il 'resistere' a questo collocamento 'a tutti i costi' (...intanto sospendente i vostri pac...) e cercare di valutare le proprie priorità/profilo/strategie (...poi si vedrà...).
    Allo stesso modo nel delirante articolo sugli ETF credo volesse fare una specie di monito al fai da te: chi è abituato al BTP ed alla semplice obbligazione corre con gli ETF un rischio di fraintendimento della rischiosità del prodotto (banalmente se compri un ETF che replica titoli di stato governativi lunghi non hai una 'certezza' come in un tds che compri a 100 all'emissione e rimborsi a 100 alla scadenza), la sua diatriba sul "paghi due volte" credo fosse un grossolano tentativo di mettere in guarda dai servizi 'fee on top' sugli ETF (es. Fineco, Advice etc...) dove credi di risparmiare ma da una parte magari paghi 1% di fee, poi le transazioni e i (minuscoli) costi dell'ETF.

    Tutti questi sforzi si integrano in un principio secondo me virtuoso, il cercare di fare formazione ed alfabetizzazione finanziaria.
    Purtroppo è un cialtrone.
    Una cosa è quello che voleva dire (nessuno l'ha capito bene perché il suo è un articolo disfattista che non propone niente di alternativo), una cosa quello che dice, che si è giustamente preso un sacco di critiche.

    L'articolo è comunque pieno di inesattezze, imprecisioni e generalizzazioni, e la conclusione è la parte peggiore: interrompete tutto, poi si vedrà.

  8. #38

    Data Registrazione
    Dec 2020
    Messaggi
    2,653
    Mentioned
    37 Post(s)
    Quoted
    1820 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da bow Visualizza Messaggio
    Credo che nella sua contorta esposizione la sua sia una polemica contro il fatto che i PAC costano solitamente più dei PIC. Ed è quindi obiettivo commerciale di Reti e Retail di collocare a prescindere tonnellate di PAC per avere con continuità flussi abbondanti di commissioni alte e 'fidelizzate'. Da lì il 'resistere' a questo collocamento 'a tutti i costi' (...intanto sospendente i vostri pac...) e cercare di valutare le proprie priorità/profilo/strategie (...poi si vedrà...).
    Allo stesso modo nel delirante articolo sugli ETF credo volesse fare una specie di monito al fai da te: chi è abituato al BTP ed alla semplice obbligazione corre con gli ETF un rischio di fraintendimento della rischiosità del prodotto (banalmente se compri un ETF che replica titoli di stato governativi lunghi non hai una 'certezza' come in un tds che compri a 100 all'emissione e rimborsi a 100 alla scadenza), la sua diatriba sul "paghi due volte" credo fosse un grossolano tentativo di mettere in guarda dai servizi 'fee on top' sugli ETF (es. Fineco, Advice etc...) dove credi di risparmiare ma da una parte magari paghi 1% di fee, poi le transazioni e i (minuscoli) costi dell'ETF.

    Tutti questi sforzi si integrano in un principio secondo me virtuoso, il cercare di fare formazione ed alfabetizzazione finanziaria.
    Purtroppo è un cialtrone.
    Bow...fai il bravo...sai bene quanta stima abbiamo di te qui dentro (tolto forse qualche dipendente ISP)...non fare l'esegesi del cialtrone

    L'esegesi lasciamola agli studiosi dei testi sacri...

  9. #39
    L'avatar di bow
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    2,310
    Mentioned
    181 Post(s)
    Quoted
    2065 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da Dedalo Invest Visualizza Messaggio
    Una cosa è quello che voleva dire (nessuno l'ha capito bene perché il suo è un articolo disfattista che non propone niente di alternativo), una cosa quello che dice, che si è giustamente preso un sacco di critiche.

    L'articolo è comunque pieno di inesattezze, imprecisioni e generalizzazioni, e la conclusione è la parte peggiore: interrompete tutto, poi si vedrà.
    Citazione Originariamente Scritto da i-z-i-o Visualizza Messaggio
    Bow...fai il bravo...sai bene quanta stima abbiamo di te qui dentro (tolto forse qualche dipendente ISP)...non fare l'esegesi del cialtrone

    L'esegesi lasciamola agli studiosi dei testi sacri...
    Scusate se è sembrata una difesa, per me "Beppe Scienza" è ormai un nomignolo derisorio dal tempo dell'articolo sugli ETF...

    (Ammazza, ma chi sei? Beppe Scienza?!)

    @izio

    BEPPE
    AREPO
    TENET
    OPERA
    SCENZ

  10. #40
    L'avatar di asimpleplan
    Data Registrazione
    Nov 2019
    Messaggi
    3,693
    Mentioned
    23 Post(s)
    Quoted
    3098 Post(s)
    Potenza rep
    23232636
    Citazione Originariamente Scritto da bow Visualizza Messaggio
    Purtroppo è un cialtrone.
    ho assistito a qualche sua conferenza dove parla alternando toni alti a mormorii semiincromprensibili; conferenze per la verita' sempre piene, dove ripeteva sempre gli stessi concetti, di per se' semplici ma non banali;

    1) non si può più vivere di rendita ( ma si ritornera')
    2) i bfp e i bfp i sono ancora strumenti di tutto rispetto da utilizzare per il risparmiatore
    3) i conti deposito sono protetti dal FITD
    4) con l'oro si può fare trading ma occorre evitare l'oro fisico e usare i futures
    5) evitare i fondi che il centro studi mediobanca ha analizzato sempre come perdenti rispetto alla media (fondi italiani)
    6) evitare le unit linked perché non sono vere assicurazioni
    7) utilizzare sempre gli indicizzati all'inflazione in un portafoglio ( anche gli OAT)

    E' un professore ordinario di matematica (in pensione credo ) all'universita' di Torino, sorprendentemente disponibile ma allo stesso tempo spesso criptico quando qualcuno gli fa delle domande...e come potete ben intuire dal mio profilo io di domande ne faccio tante.

    Definirlo un cialtrone mi sembra un'espressione un poco esagerata per una persona che pare abbia un nobile intento senza particolari conflitti di interesse ( o forse no)

    Il problema è che le sue spiegazioni sono d'impatto, anche perché visivamente è un personaggio pittoresco, ma la platea è sempre fatta ( quelle che ho visto io ) di pensionati e uomini di mezza eta' che quasi si divertono a vedere il suo show invece di riflettere su ciò che dice, che effettivamente , da decenni , è quasi sempre uguale.

    Altri autori al di fuori del FOL che non cito , lo hanno definito un pericoloso "controinformatore".

    Mi chiedo ( da non esperto e da non laureato in matematica) cosa ci sia di così tanto grave nella sua opera, sostanzialmente monocorde ma di giusti principi.

    attendo vostre.
    Ultima modifica di asimpleplan; 06-09-21 alle 20:58

Accedi