Fondi Pensione Vol.13 - Pagina 59
In Norvegia il primo rialzo tassi post pandemia, prossima la BOE? Tassi BTP, Bund, Gilt e Treasuries prezzano fine bazooka monetari
Focus sui tassi dei bond sovrani, in particolare di BTP, Bund, Gilt e Treasuries, che puntano con decisione verso l’alto. In particolare, stando a quanto riporta un articolo di Reuters, …
Sciopero Mps, il grido dei sindacati contro quello che non si dice: ‘Non siamo contro UniCredit’ ma ‘banca rischia spezzatino’. E intanto la Bce torna su Carige
Il giorno dello sciopero dei dipendenti di Mps è arrivato: oggi, venerdì 24 settembre, i bancari dell'istituzione senese perennemente sotto i riflettori per le incertezze sul suo destino incrociano le …
Twitter apre al Bitcoin: tra i metodi di pagamento delle mance agli utenti anche la criptovaluta
Twitter apre al Bitcoin. Il social network fondato da Jack Dorsey permetterà agli utenti di pagare usando la  criptovaluta. Nel dettaglio Twitter ha lanciato a livello globale il servizio Tips, ossia …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #581

    Data Registrazione
    Jul 2021
    Messaggi
    103
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    105 Post(s)
    Potenza rep
    316655
    Citazione Originariamente Scritto da Nemor Visualizza Messaggio
    Ha senso unicamente se vuoi la tranquillita'-comodita' in eta' di pensione, quindi se vuoi vederti accreditata una cifra mensile/annuale sul conto senza dover far nulla ( come la pensione pubblica ovviamente ), ricordandoti ovviamente che per essere sostenibili i FP non possono avere le tabelle di conversione INPS ( in genere recuperi la somma investita ( senza considerare il vantaggio delle deduzioni ) attorno ai 90 anni )
    Poi chi lo sa a 70 anni mentalmente come stiamo messi, se tutto va bene non ci dovrebbero essere problemi
    Personalmente ho fatto delle simulazioni se versare oltre il limite deducibile, ma ho preferito fare altro al momento
    sì, l'idea principale è di avere un posto dove parcheggiare costantemente dei soldi senza troppi sbattimenti (ovviamente un minimo di controllo ci sarà, anche solo per vedere l'andamento dei mercati) e poi in vecchiaia ritrovarmi un assegno integrativo

    riguardo il tempo di recupero del montante: è vero che prendendo un assegno mensile integrativo ci vogliono anni e anni prima di rientrare nell'investimento (quindi detta così avrebbe poco senso, mi tolgo dei soldi ogni mese e tra 30 anni non li riprendo?) --> potrei optare per incassare tutto il montante accumulato cash no? Arrivo all'età pensionabile e incasso tutto quello che è stato accumulato nel fondo, compresa la rivalutazione. E' possibile farlo giusto?


    Citazione Originariamente Scritto da marble Visualizza Messaggio
    Il fondo pensione ha dei vantaggi ma anche dei vincoli. Come ti è già stato detto , la deduzione fino a 5,1K è il vantaggio principale (non l'unico) e se togli il vantaggio principale ti restano in buona sostanza i vincoli. I tuoi soldi non li devi lasciare a marcire sul conto corrente, ma puoi facilmente parcheggiarli a rischio 0 in conto deposito, oppure ad es investirli in uno o più etf che più o meno fanno quel che fa un fondo pensione a costi ancora minori e in modo più trasparente ( ma senza vantaggi fiscali, senza rendita finale, e senza vincoli) .

    Esempio: se dopo avere messo i tuoi 10k nel fondo pensione hai bisogno di quella cifra, non te li danno. L'ETF lo vendi (a prezzo di mercato), e hai la somma sul CC in 3 giorni. Il conto deposito, non vincolato, è a distanza di un bonifico.

    Su come / quando alimentare il FP, sono a favore di una immissione graduale (mensile o al più trimestrale), con eventuale conguaglio a fine anno per raggiungere la quota massima deducibile nel caso in cui l'alimentazione non sia predeterminabile con certezza (tipico nei fondi negoziali tramite datore di lavoro) .

    In sintesi:

    a) è saggio non sforare i 5.1k nel fp
    b) è saggio alimentare il FP in modo graduale
    c) è saggio avere un gruzzolo da parte liquido o facilmente liquidabile per spese improvvise


    nota finale

    se versi 5k/anno + TFR ( diciamo 7K/anno per fare conto pari ) , in 30 anni avrai versato 210K (cifra a cui devi sottrarre il vantaggio fiscale immediato sui 5k) ; se la rivalutazione media annua in 30 anni fosse del 3% arriveresti a circa 350K di montante; se fosse il 5% arriveresti vicino ai 500k.

    Il futuro non è scritto, ma sono ipotesi non particolarmente ottimiste o pessimiste. Si tratta di montanti di tutto rispetto per una pensione integrativa (sperando che l'inflazione non faccia brutti scherzi).
    Non so cosa sia un ETF, da come lo descrivi sembra una valida alternativa ad un fondo pensione: rinuncio alla deducibilità fiscale (che comunque in 30 anni è una bella cifra) però ho il vantaggio della liquidità, praticamente disponibile subito. Certo è che è legato al mercato però, se io oggi voglio ritirare perchè mi servono i soldi per comprarmi casa e il mercato è in discesa... rischio di perdeci un bel pò. Con il fondo pensio se non ho capito male hai una sorta di rendimento un pò più "stabile" e dopo 8 anni molti ti danno la possibilità di ritirare tutto o il una buona parte di ciò che hai accumulato.

    Insomma, ci sono tante variabili... comunque io sforerei giusto quest'anno i 5k di tetto, dal 2022 verserei comunque 5k non di più. Il resto della liquidità come giustamente hai suggerito potrei investirlo in altro (senza azzerare il conto), ma a questo punto ho bisogno di qualcuno che mi spieghi un pò le varie alternative sul mercato. Da chi vado? Banca?

    P.S. riguardo il calcolo finale che hai fatto, sì non è male ritrovarsi con 350k di montante avendone versati 210k (anzi, decisamente meno considerato la deducibilità), tra l'altro con un tasso del 5% .. ho visto diversi fondi a comparto azionario che hanno fatto anche il 10% ogni anno, troppo bello per essere vero? Boh ...

    comunque, che ne pensi di questa:
    - 5k in fondo pensione per massimizzare la deducibilità.
    - altra somma definire (in base ai risparmi che ho) in qualcosa di meno vincolato: conto deposito (va bene anche vincolato a 6 mesi, max 1 anno), etf (devo studiarmi cosa sia), altro? Sempre in ottica di avere liquidità subito in caso servisse

  2. #582
    L'avatar di santabrianza
    Data Registrazione
    Apr 2017
    Messaggi
    1,890
    Mentioned
    64 Post(s)
    Quoted
    1182 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da noncicredoneanche Visualizza Messaggio
    comunque, che ne pensi di questa:
    - 5k in fondo pensione per massimizzare la deducibilità.
    - altra somma definire (in base ai risparmi che ho) in qualcosa di meno vincolato: conto deposito (va bene anche vincolato a 6 mesi, max 1 anno), etf (devo studiarmi cosa sia), altro? Sempre in ottica di avere liquidità subito in caso servisse
    quanto hai scritto prima di questa conclusione contiene diverse inesattezze che credo sia opportuno chiarire prima di procedere.
    la conclusione però è giusta.

  3. #583
    L'avatar di marble
    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    3,654
    Mentioned
    46 Post(s)
    Quoted
    1537 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Fra le righe.

    Citazione Originariamente Scritto da noncicredoneanche Visualizza Messaggio
    sì, l'idea principale è di avere un posto dove parcheggiare costantemente dei soldi senza troppi sbattimenti (ovviamente un minimo di controllo ci sarà, anche solo per vedere l'andamento dei mercati) e poi in vecchiaia ritrovarmi un assegno integrativo

    riguardo il tempo di recupero del montante: è vero che prendendo un assegno mensile integrativo ci vogliono anni e anni prima di rientrare nell'investimento (quindi detta così avrebbe poco senso, mi tolgo dei soldi ogni mese e tra 30 anni non li riprendo?) --> potrei optare per incassare tutto il montante accumulato cash no? Arrivo all'età pensionabile e incasso tutto quello che è stato accumulato nel fondo, compresa la rivalutazione. E' possibile farlo giusto?

    Con le regole attuali, no. 50% lo ritiri, 50% lo metti a rendita. Ci sono deroghe in caso di montanti bassi (indicativamente sotto ai 100K)


    Non so cosa sia un ETF, da come lo descrivi sembra una valida alternativa ad un fondo pensione: rinuncio alla deducibilità fiscale (che comunque in 30 anni è una bella cifra) però ho il vantaggio della liquidità, praticamente disponibile subito.

    siamo nella sezione ETF , fondi, gestioni e certificates , per approfondire puoi quindi dare una occhiata ai tanti thread che ne parlano . Un ETF è un fondo passivo, ovvero che replica un mercato o un indice. Hai la sostanziale certezza di replicare ad esempio l'azionario mondiale, o quello italiano, o l'indice dei titoli energetici eccetera. Nel bene e nel male . Puoi acquistarlo e venderlo come una singola azione.


    Certo è che è legato al mercato però, se io oggi voglio ritirare perchè mi servono i soldi per comprarmi casa e il mercato è in discesa... rischio di perdeci un bel pò.

    assolutamente sì , infatti per un gruzzolo di emergenza NON è la soluzione migliore. Per quello va bene il conto deposito. A mio parere è la soluzione migliore per accumularci le somme che superano quanto deducibile con il FP.


    Con il fondo pensio se non ho capito male hai una sorta di rendimento un pò più "stabile" e dopo 8 anni molti ti danno la possibilità di ritirare tutto o il una buona parte di ciò che hai accumulato.

    Da nessuna parte c'è scritto che un FP è più stabile di un ETF. dipende da cosa c'è sotto in entrambi i casi. Un FP azionario sarà tipicamente più volatile di un ETF obbligazionario. Dopo 8 anni dal FP ritiri il 30% liberamente, il 70% solo in caso specifici. Se devi comprare la macchina, per capirci, non puoi ritirare oltre il 30% (e ci paghi un po' di tasse)

    Insomma, ci sono tante variabili... comunque io sforerei giusto quest'anno i 5k di tetto, dal 2022 verserei comunque 5k non di più. Il resto della liquidità come giustamente hai suggerito potrei investirlo in altro (senza azzerare il conto), ma a questo punto ho bisogno di qualcuno che mi spieghi un pò le varie alternative sul mercato. Da chi vado? Banca?

    Continua qui, approfondisci gli ETF: hai fatto presto a capirne un po' di FP, troverai chi ti dà una mano anche sugli etf.


    P.S. riguardo il calcolo finale che hai fatto, sì non è male ritrovarsi con 350k di montante avendone versati 210k (anzi, decisamente meno considerato la deducibilità), tra l'altro con un tasso del 5% .. ho visto diversi fondi a comparto azionario che hanno fatto anche il 10% ogni anno, troppo bello per essere vero? Boh ...

    Non è nè troppo bello nè troppo brutto. Semplicemente, mancano tanti anni e succederà di tutto

    comunque, che ne pensi di questa:
    - 5k in fondo pensione per massimizzare la deducibilità.
    - altra somma definire (in base ai risparmi che ho) in qualcosa di meno vincolato: conto deposito (va bene anche vincolato a 6 mesi, max 1 anno), etf (devo studiarmi cosa sia), altro? Sempre in ottica di avere liquidità subito in caso servisse

    Studia, senza fretta. Hai 30 anni davanti Ragiona per obiettivi. Guarda sempre per prima cosa ai costi, che sono certi. Buon tutto!

  4. #584

    Data Registrazione
    Mar 2018
    Messaggi
    2,078
    Mentioned
    7 Post(s)
    Quoted
    1229 Post(s)
    Potenza rep
    28529179
    Citazione Originariamente Scritto da noncicredoneanche Visualizza Messaggio
    che intendi "sul piatto"? Mica li butto quei 1,500€, semplicemente non mi vanno in deduzione tasse no?

    non so cosa un LS40/60 sia, me ignorante presumo siano altre forme di investimento
    Si è un peccato non sfruttarlo

    Per conoscenza, la discussione su LS Vanguard lifestrategy vol III

  5. #585

    Data Registrazione
    Jul 2021
    Messaggi
    103
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    105 Post(s)
    Potenza rep
    316655
    Citazione Originariamente Scritto da marble Visualizza Messaggio
    Fra le righe.
    Grazie mille davvero per tutte le info

    Mi sono già letto un pò di roba su ETF, alla fine mi sembrano prodotti semplici da capire e da gestire e probabilmente è questo il loro punto di forza principale.

    Mi sorge a questo punto una domanda: che senso hanno i fondi pensione a comparto azionario (o comunque tutti quei comparti potenzialmente volatili e senza capitale garantito) rispetto ad ETF che sotto hanno la stessa tipologia di comparto? Quindi FPA azionario vs ETF azioario --> ho la stessa volatilità, stesso rischio quindi, ma con FPA ho molti più vincoli di liquidità --> non vedo un singolo motivo valido per scegliere FPA azionario

    Dico male? Mi sembra di capire che:

    - Rendita mensile che va ad integrare la pensione INPS: FPA --> comparto garantito --> crescita molto contenuta ma praticamente "certa" e capitale garantito
    - Qualsiasi altro obiettivo di crescita con i propri risparmi --> ETF comparto azionario/obbligazionario (o prodotti simili, di cui attualmente ignoro l'esistenza)

    Oppure gli FPA a comparto azionario comunque sono storicamente sempre in crescita e quindi riescono a combiare il vantaggio della deduzione fiscale con l'alto rendimento tipico degli investimenti azionari? (mi sembra un pò una favola però). Mi riferisco al foglio del sole 24 ore postato qualche pagina fa in cui ad esempio l'azionario di Allianza negli ultimi 5 anni è crescito di circa il 50%, 10% annuo di media è tantissimo! Chiaro però, sarebbe utile vedere come si è comportato negli ultimi 10 anni, anzi forse meglio 20 visto che l'obiettivo è comunque la pensione quindi un orizzonte temporale molto più ampio di soli 5 anni

  6. #586

    Data Registrazione
    Jul 2021
    Messaggi
    103
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    105 Post(s)
    Potenza rep
    316655
    Citazione Originariamente Scritto da Cere86 Visualizza Messaggio
    Si è un peccato non sfruttarlo

    Per conoscenza, la discussione su LS Vanguard lifestrategy vol III
    Ah ok un tipo di ETF, grazie mille

  7. #587
    L'avatar di marble
    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    3,654
    Mentioned
    46 Post(s)
    Quoted
    1537 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da noncicredoneanche Visualizza Messaggio
    Grazie mille davvero per tutte le info

    Mi sono già letto un pò di roba su ETF, alla fine mi sembrano prodotti semplici da capire e da gestire e probabilmente è questo il loro punto di forza principale.

    Mi sorge a questo punto una domanda: che senso hanno i fondi pensione a comparto azionario (o comunque tutti quei comparti potenzialmente volatili e senza capitale garantito) rispetto ad ETF che sotto hanno la stessa tipologia di comparto? Quindi FPA azionario vs ETF azioario --> ho la stessa volatilità, stesso rischio quindi, ma con FPA ho molti più vincoli di liquidità --> non vedo un singolo motivo valido per scegliere FPA azionario

    Dico male? Mi sembra di capire che:

    - Rendita mensile che va ad integrare la pensione INPS: FPA --> comparto garantito --> crescita molto contenuta ma praticamente "certa" e capitale garantito
    - Qualsiasi altro obiettivo di crescita con i propri risparmi --> ETF comparto azionario/obbligazionario (o prodotti simili, di cui attualmente ignoro l'esistenza)

    Oppure gli FPA a comparto azionario comunque sono storicamente sempre in crescita e quindi riescono a combiare il vantaggio della deduzione fiscale con l'alto rendimento tipico degli investimenti azionari? (mi sembra un pò una favola però). Mi riferisco al foglio del sole 24 ore postato qualche pagina fa in cui ad esempio l'azionario di Allianza negli ultimi 5 anni è crescito di circa il 50%, 10% annuo di media è tantissimo! Chiaro però, sarebbe utile vedere come si è comportato negli ultimi 10 anni, anzi forse meglio 20 visto che l'obiettivo è comunque la pensione quindi un orizzonte temporale molto più ampio di soli 5 anni
    non considerarli prodotti alternativi. sono complementari, hanno punti in comune, ma anche differenze. Ha senso tirarci fuori il meglio da ognuno, sulla base di proprie strategie ed obiettivi. Io non aprirei mai un comparto garantito a 30 anni (costano molto) ma ciò non significa che non possa essere la soluzione giusta per te.

  8. #588

    Data Registrazione
    Jul 2021
    Messaggi
    103
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    105 Post(s)
    Potenza rep
    316655
    Citazione Originariamente Scritto da marble Visualizza Messaggio
    non considerarli prodotti alternativi. sono complementari, hanno punti in comune, ma anche differenze. Ha senso tirarci fuori il meglio da ognuno, sulla base di proprie strategie ed obiettivi. Io non aprirei mai un comparto garantito a 30 anni (costano molto) ma ciò non significa che non possa essere la soluzione giusta per te.
    eh... fatico a capire quali parametri utilizzare per trovare quella giusta
    al di là dei costi e dei vincoli, quelli sono scritti nero su bianco chiaramente

  9. #589
    L'avatar di marble
    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    3,654
    Mentioned
    46 Post(s)
    Quoted
    1537 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da noncicredoneanche Visualizza Messaggio
    eh... fatico a capire quali parametri utilizzare per trovare quella giusta
    al di là dei costi e dei vincoli, quelli sono scritti nero su bianco chiaramente
    lo so che non è facile. per quanto riguarda me, te l'ho detto all'inizio: io non accetto l'equazione azioni=scommessa

    Forse è proprio da qui che si deve partire: mettere in discussione i "pre-giudizi" che derivano più da sentito dire che da ragionamento.

    E poi, qualche errore di gioventù ci può stare..

  10. #590

    Data Registrazione
    Jul 2021
    Messaggi
    5
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    5 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Ragazzi sono abbastanza digiuno di termini finanziari ma stavo valutando di entrare in fondo pensione COMETA con comparto crescita quello più spregiudicato. Cosa significa di preciso la dicitura
    L’investimento è finalizzato a massimizzare il rendimento contenendo nel limite dell’8% la volatilità annua effettivamente realizzata ex-post dalla gestione.
    ? Che la perdita annua massima è dell' 8% sul montante ?

Accedi