Fondi Pensione Vol.13 - Pagina 34
Per Banco BPM il risiko non è più un must. AD Castagna mette a tacere sirene risiko, Carige affonda in Borsa
Il caso vuole che Giuseppe Castagna, amministratore delegato di Banco BPM, metta a tacere le sirene del risiko delle banche italiane proprio nel giorno in cui le borse mondiali, più …
Vontobel: ingresso di due risorse per presidiare il mercato italiano dei Certificati, il più importante dopo Germania e Svizzera
Jacopo Fiaschini e Gino Ercole Zincone hanno fatto il loro ingresso ufficiale in Vontobel. Entrambi saranno interamente dedicati al presidio e allo sviluppo del mercato italiano dei Certificati, dove Vontobel …
Collasso Evergrande e il rischio effetto domino: minaccia per immobiliare, banche e l’economia in generale
L’intensificarsi della crisi del gruppo cinese Evergrande, il costruttore più indebitato del mondo, sta causando scosse in tutto il mercato cinese dei bond e alimentando i timori che ci possano essere …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #331
    L'avatar di gove
    Data Registrazione
    Jan 2005
    Messaggi
    988
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    755 Post(s)
    Potenza rep
    16014416
    In effetti .ho già altri investimenti più propensi al rischio.
    Tipo un ptf 70_30 che accumulo trimestralmente e poi un secondo fondo pensione con amundi che ho spostato nel comparto 70% azionario.

  2. #332

    Data Registrazione
    Oct 2015
    Messaggi
    59
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    28 Post(s)
    Potenza rep
    6
    Citazione Originariamente Scritto da matmo Visualizza Messaggio
    Roba veloce sul discorso allargare la platea della previdenza complementare il più possibile, i forfettari non deducono
    il regime forfettario di per se è una gran cosa per la semplificazione, però è vero la conseguenza sulla prev complementare è stata che chi versava contributi, anche i 5k canonici, ora col forfettario senza deducibilità versa 0
    Ultima modifica di cratero; 15-07-21 alle 07:09

  3. #333

    Data Registrazione
    May 2021
    Messaggi
    439
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    300 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da gove Visualizza Messaggio
    In effetti .ho già altri investimenti più propensi al rischio.
    Tipo un ptf 70_30 che accumulo trimestralmente e poi un secondo fondo pensione con amundi che ho spostato nel comparto 70% azionario.
    Non conosco le proporzioni di investimento, però con due 70/30 e reddito 26/74 sei, a spanne, a circa una media del 55% di azionario, non poco per uno che va in pensione tra 12 anni.

  4. #334
    L'avatar di Benjamin_Malaussène
    Data Registrazione
    Aug 2019
    Messaggi
    3,616
    Mentioned
    7 Post(s)
    Quoted
    3007 Post(s)
    Potenza rep
    42949675
    Citazione Originariamente Scritto da gove Visualizza Messaggio
    Dove posso trovare la reddita media dei vari fondi negoziali degli ultimi 20 anni ? In particolare il cometa .sul sito covip ho trovato solo la media degli ultimi 10
    Devi andare sul sito del fondo e scaricarti i valori quote per l'anno di interesse (es. luglio 2001) e poi calcolare il rendimento rispetto al valore quota attuale

    Non è il mio fondo quindi non sono esperto, ma mi sembra che per cometa siano qui Reddito


    Citazione Originariamente Scritto da rh+ Visualizza Messaggio
    =INT.RENDIMENTO(20;11,151;19,821)

    oppure

    =(19,821/11,151)^(1/20)-1

    =(valorefinale/valoreiniziale)^(1/anni)-1
    oppure, detta in altri termini

    n= numero anni

    rendimento medio = radice n_esima(valore finale/valore iniziale) - 1

    Questa è la formula (media geometrica) per avere la formula del rendimento annuo che genera un rendimento composto equivalente per avere dopo n anni lo stesso rendimento finale.
    Ultima modifica di Benjamin_Malaussène; 15-07-21 alle 07:57

  5. #335

    Data Registrazione
    Jun 2021
    Messaggi
    77
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    38 Post(s)
    Potenza rep
    1817235
    Citazione Originariamente Scritto da matmo Visualizza Messaggio
    Roba veloce sul discorso allargare la platea della previdenza complementare il più possibile, i forfettari non deducono
    Verissimo, io non verso più niente nel FP. È lì bloccato

  6. #336
    L'avatar di Benjamin_Malaussène
    Data Registrazione
    Aug 2019
    Messaggi
    3,616
    Mentioned
    7 Post(s)
    Quoted
    3007 Post(s)
    Potenza rep
    42949675
    Citazione Originariamente Scritto da matmo Visualizza Messaggio
    Roba veloce sul discorso allargare la platea della previdenza complementare il più possibile, i forfettari non deducono
    Ma pagano anche Irpef molto ridotta, che dovrebbe permettergli in teoria di versare un cuscinetto di risparmi autonomamente.

    Questa è la teoria: meno tasse meno contributi Inps e ai risparmi per il futuro ci pensi da solo.
    Poi nella realtà il mercato porta i compensi ad abbassarsi, in modo che le retribuzioni nette rimangono uguali, ma allo stato vanno meno tasse e al lavoratore meno risparmi per il futuro.

    Che sarebbe la stessa cosa che succederebbe ad abbassare le aliquote Inps a carico azienda.
    Gli stipendi intesi come RAL rimarrebbero uguali, i lavoratori avrebbero montanti Inps minori e si troverebbero a dover compensare in autonomia (ricordatevi che le aliquote Inps le pagano tutte le aziende, mentre i contributi azienda al fp solo quelle grandi e un minimo sindacalizzate).
    A stipendio netto invariato però non rimarrebbe nessun delta da risparmiare e quindi l'unico effetto sarebbe quello di avere pensioni future piu basse.

    Secondo me l'errore che fanno molti a partire da mander a questo forum è quello di confondere i fini della previdenza complementare.
    Per loro l'unico obiettivo non è quello di avere risparmi/pensioni adeguati al proprio tenore di vita (raggiunti con qualunque mezzo, non esclusivamente attraverso la PC), ma di avere il maggior numero possibile di persone iscritte alla previdenza complementare (anche a costo di svalutare pensioni e risparmi per il futuro).

  7. #337

    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    384
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    244 Post(s)
    Potenza rep
    7854504
    Citazione Originariamente Scritto da Benjamin_Malaussène Visualizza Messaggio
    Che sarebbe la stessa cosa che succederebbe ad abbassare le aliquote Inps a carico azienda.
    Gli stipendi intesi come RAL rimarrebbero uguali, i lavoratori avrebbero montanti Inps minori e si troverebbero a dover compensare in autonomia (ricordatevi che le aliquote Inps le pagano tutte le aziende, mentre i contributi azienda al fp solo quelle grandi e un minimo sindacalizzate).
    A stipendio netto invariato però non rimarrebbe nessun delta da risparmiare e quindi l'unico effetto sarebbe quello di avere pensioni future piu basse.
    Ma anche abbassando l'aliquota INPS ed alzando la RAL per fare pari non credo che le cose migliorerebbero: chi risparmia già metterebbe l'extra gettito nella PC, chi non lo fa adesso si spenderebbe il gruzzoletto in beni non essenziali, per poi approdare ad una pensione minima forse coperta dai contributi versati.

  8. #338
    L'avatar di gove
    Data Registrazione
    Jan 2005
    Messaggi
    988
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    755 Post(s)
    Potenza rep
    16014416
    Citazione Originariamente Scritto da Benjamin_Malaussène Visualizza Messaggio
    Devi andare sul sito del fondo e scaricarti i valori quote per l'anno di interesse (es. luglio 2001) e poi calcolare il rendimento rispetto al valore quota attuale

    Non è il mio fondo quindi non sono esperto, ma mi sembra che per cometa siano qui Reddito

    ho fatto il confronto tra reddito e crescita considerando gli utlimi 16anni (il massimo confrontabile)




    oppure, detta in altri termini

    n= numero anni

    rendimento medio = radice n_esima(valore finale/valore iniziale) - 1

    Questa è la formula (media geometrica) per avere la formula del rendimento annuo che genera un rendimento composto equivalente per avere dopo n anni lo stesso rendimento finale.

    il reddito ha reso una media di 3.19 e il crescita 3.61.
    in effetti per una differenza media di 0,42% forse non vale nememno tanto la pena esporsi di più.

    p.s. che percentuale di azionario effettivo ha attualmente il comparto crescita ?

  9. #339

    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    384
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    244 Post(s)
    Potenza rep
    7854504
    Citazione Originariamente Scritto da Benjamin_Malaussène Visualizza Messaggio
    Che sarebbe la stessa cosa che succederebbe ad abbassare le aliquote Inps a carico azienda.
    Gli stipendi intesi come RAL rimarrebbero uguali, i lavoratori avrebbero montanti Inps minori e si troverebbero a dover compensare in autonomia (ricordatevi che le aliquote Inps le pagano tutte le aziende, mentre i contributi azienda al fp solo quelle grandi e un minimo sindacalizzate).
    A stipendio netto invariato però non rimarrebbe nessun delta da risparmiare e quindi l'unico effetto sarebbe quello di avere pensioni future piu basse.
    Ma anche abbassando l'aliquota INPS ed alzando la RAL per fare pari non credo che le cose migliorerebbero: chi risparmia già metterebbe l'extra gettito nella PC, chi non lo fa adesso si spenderebbe il gruzzoletto in beni non essenziali, per poi approdare ad una pensione minima forse coperta dai contributi versati.

    Il problema rimane principalmente culturale, e secondo me solo in parte minore reddituale. Se si vuole abbassare la contribuzione INPS serve partire subito con attività divulgative.

  10. #340
    L'avatar di mander
    Data Registrazione
    Feb 2015
    Messaggi
    16,937
    Mentioned
    639 Post(s)
    Quoted
    9440 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da slv_slvmn Visualizza Messaggio
    Verissimo, io non verso più niente nel FP. È lì bloccato
    Secondo me molto fortettari non sanno fare bene i conti.

    Almeno fino a 30 k di ricavi, detraendo le spese previste , la semplificata conviene in termini assoluti .

    Da tenere presente che le aliquote contributive Inps sono basse, e che in ogni caso versare in un fondo pensione a basso costo e' una operazione intelligente .

    Non si capisce perché ad un vantaggio fiscale non debba corrispondere l'equivalente accantonamento previdenziale.

Accedi