Fondi Pensione Vol.13 - Pagina 141
Italian Certificate Awards 2021: Société Générale vince il premio Miglior Certificato a Leva
Si è svolta il 18 gennaio, in modalità ibrida (sia online e sia in presenza), la cerimonia di premiazione dei migliori Certificati, Emittenti e Reti distributrici del 2021 per la …
Italian Certificate Awards 2021: BNP Paribas vince i premi innovazione e al certificato a partecipazione
Si è svolta il 18 gennaio, in modalità ibrida (sia online e sia in presenza), la cerimonia di premiazione dei migliori Certificati, Emittenti e Reti distributrici del 2021 per la …
Italian Certificate Awards 2021: Banca Generali vince il premio Reti Private
Si è svolta il 18 gennaio, in modalità ibrida (sia online e sia in presenza), la cerimonia di premiazione dei migliori Certificati, Emittenti e Reti distributrici del 2021 per la …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1401

    Data Registrazione
    Dec 2009
    Messaggi
    1,164
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    438 Post(s)
    Potenza rep
    14511617
    Citazione Originariamente Scritto da Nuova Leva Visualizza Messaggio
    Ciao Mander,

    se possibile un chiarimento ho ricevuto finalmente il dettaglio del trasferimento del Pip.

    Il lordo versato è di 24.418 (netto circa 23.700), il netto trasferito è di 32.549 ma alla voce "Redditi già assoggettati ad imposta sostitutiva" l'importo è di Euro 7.468,00.

    Come mai la quota rendimenti già tassata del 20% e quindi che sarà detassata al momento finale non è semplicemente la differenza tra netto incassato e netto versato?Nella nota è specificato "Totale redditi già assoggettati ad imposta sostitutiva (positivi o negativi a seconda del risultato di gestione) compresi quelli dell'anno in cui avviene il trasferimento al netto dell'imposta applicata.

    Grazie mille,
    Ormai in questo forum si volta troppo alto, troppo sul Piano Strategico. Mi confermate che per il mio problema sopra la spiegazione sta nelle minus che hanno abbattuto la quota di Rendimento sottoposta ad aliquota fiscale e quindi la parte che sarà detassata al momento dell'erogazione della prestazione?

    Grazie mille

  2. #1402
    L'avatar di mander
    Data Registrazione
    Feb 2015
    Messaggi
    18,196
    Mentioned
    658 Post(s)
    Quoted
    10320 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da Nuova Leva Visualizza Messaggio
    Ormai in questo forum si volta troppo alto, troppo sul Piano Strategico. Mi confermate che per il mio problema sopra la spiegazione sta nelle minus che hanno abbattuto la quota di Rendimento sottoposta ad aliquota fiscale e quindi la parte che sarà detassata al momento dell'erogazione della prestazione?

    Grazie mille
    Ti ho esaurientemente risposto, con il post 1062.

    In questo forum, non si vola alto, si usa il passo della quaglia come contraccettivo per sterilizzare e lasciare la PC cosi come con norme e fiscalità sui generis.

  3. #1403
    L'avatar di PiVi1962
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    2,727
    Mentioned
    36 Post(s)
    Quoted
    873 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da ared Visualizza Messaggio
    Io ti posso dire che:
    1) non hai risposto a quello che ti ho chiesto
    La risposta è politica, non economico-finanziaria.
    E' come domandare quanti anni vogliamo dare di condanna a un rapinatore a mano armata? La risposta è anche in questo caso politica.
    O se preferiamo una repubblica presidenziale come gli Stati Uniti, oppure come la Francia, oppure un governamento monocamerale o bicamerale, e così via.

    Potremmo essere io e te d'accordo o in completo disaccordo. Ma tutto ciò è sommamente irrilevante.
    A meno che uno di noi due non intenda candidarsi alle elezioni.

    Quindi la mia risposta è altrettanto irrilevante: inventane una tu.

    PS. Comunque, per quanto riguarda l'opzione donna, mi sembra di aver risposto.
    L'obiettivo di equità di genere lo considero più importante dell'obiettivo di equità tra generazioni. Quindi l'opzione donna è -dal mio punto di vista, politico- corretto e non deve essere eliminato.
    Altri punti di vista politici, altre soluzioni. Vince chi ottiene più voti, non chi scrive post più accattivanti in un forum.

  4. #1404

    Data Registrazione
    Aug 2015
    Messaggi
    1,022
    Mentioned
    20 Post(s)
    Quoted
    621 Post(s)
    Potenza rep
    29599823
    Citazione Originariamente Scritto da PiVi1962 Visualizza Messaggio
    La risposta è politica, non economico-finanziaria.
    Tu mi hai detto che le quello che proponevo io era anticostituzionale.
    Io ti chiesto quale di quelle 4 idee che proponevo io fosse anticostituzionale.
    Tu non hai risposto e continui a non farlo.

  5. #1405

    Data Registrazione
    Dec 2009
    Messaggi
    1,164
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    438 Post(s)
    Potenza rep
    14511617
    Citazione Originariamente Scritto da mander Visualizza Messaggio
    Ti ho esaurientemente risposto, con il post 1062.

    In questo forum, non si vola alto, si usa il passo della quaglia come contraccettivo per sterilizzare e lasciare la PC cosi come con norme e fiscalità sui generis.
    RipescatoMi confermi però che mentre sul Rendimento che risulta tassato andrò in detassazione totale, sul Rendimento compensato con Minus o semplicemente su tutto il versato, ad oggi, pagherò un'aliquota compresa tra 15% e 9%?

    Grazie.

  6. #1406

    Data Registrazione
    Nov 2005
    Messaggi
    14
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    1 Post(s)
    Potenza rep
    0

    Aderire a Fondi pensione di categoria a 7 anni dalla pensione

    Ciao A tutti ,
    per vari motivi non ho mai aderito al fondi di categoria in passato (ALIFOND - Alimentare).
    Ora sto pensando di versare i contributi degli ultimi anni di lavoro sia per non incrementare ulteriormente la quota TFR.
    Inoltre avevo letto che sotto una certa cifra accumulata si puo' richiedere il riscatto totale se voluto. Questo punto non è chiaro (potete confermarmi se e quale è qs. cifra?) .
    Lo ritenete una scelta valida anche se fatta alla fine della vita lavorativa. ?
    quindi nel caso , meglio mettere il 100% o il 29% della quota destinata.(sono lavoratore ante 4/93).

    grazie 1000 a chi vorra' darmi il suo feedback.

    STe

  7. #1407
    L'avatar di PiVi1962
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    2,727
    Mentioned
    36 Post(s)
    Quoted
    873 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da ared Visualizza Messaggio
    Tu mi hai detto che le quello che proponevo io era anticostituzionale.
    Io ti chiesto quale di quelle 4 idee che proponevo io fosse anticostituzionale.
    Tu non hai risposto e continui a non farlo.
    Facciamo l'esempio.

    Tu hai scritto, tagliamo uno di questi servizi (opzione donna, eccetera) per i nuovi pensionati.
    Io ho chiesto se questo implicava aumento del debito o simili. Tu hai risposto di no.

    Allora l'unica possibilità è tagliare le pensioni a chi è già pensionato.

    Esempio:
    lavoratori # 100, reddito prodotto 100, tassazione diretta e indiretta 50; consumi 40, risparmi 10
    pensionati # 60, reddito percepito 70 (la tassazione diretta e indiretta di lavoratori + pensionati), tassazione diretta e indiretta (20); consumi 60, risparmi -10

    Riduco il cuneo fiscale (ha effetto solo sui lavoratori) di 5.
    Con normali propensioni al consumo si ha +4 di consumi e +1 di risparmi, diciamo +1 di tassazione indiretta (quindi -5+1=-4). Quindi

    lavoratori # 100, reddito prodotto 100, tassazione diretta e indiretta 46; consumi 44, risparmi 11

    I pensionati ricevono 4 in meno di trasferimenti -> le loro pensioni si abbassano, attualmente è incostituzionale.
    Si potrebbe aumentare il debito pubblico di 4, ma noi non vogliamo trasferire ai lavoratori futuri un ulteriore debito pubblico.

    L'unica è aumentare le tasse -> per diminuire le tasse devo aumentare le tasse.
    oppure diminuire i trasferimenti, e quindi le pensioni.

  8. #1408
    L'avatar di PiVi1962
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    2,727
    Mentioned
    36 Post(s)
    Quoted
    873 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da claudea Visualizza Messaggio
    Ciao A tutti ,
    per vari motivi non ho mai aderito al fondi di categoria in passato (ALIFOND - Alimentare).
    Ora sto pensando di versare i contributi degli ultimi anni di lavoro sia per non incrementare ulteriormente la quota TFR.
    Inoltre avevo letto che sotto una certa cifra accumulata si puo' richiedere il riscatto totale se voluto. Questo punto non è chiaro (potete confermarmi se e quale è qs. cifra?) .
    1 Lo ritenete una scelta valida anche se fatta alla fine della vita lavorativa. ?
    2 quindi nel caso , meglio mettere il 100% o il 29% della quota destinata.(sono lavoratore ante 4/93).

    grazie 1000 a chi vorra' darmi il suo feedback.

    STe
    1 Sì. Utilizzerai l'aliquota del 15% al momento dell'incasso invece del 23%-25% (l'attuale tua aliquota MEDIA sui redditi da lavoro) del TFR, e investirai circa 3/4 Euro lordi per ogni Euro che investirai con il contributo minimo del lavoratore che scatena il massimo del datore.
    2 La decisione sulla quota, e su quanto eventualmente sfruttare le ulteriori detrazioni in caso di versamenti aggiuntivi, dipende anche da altri fattori (in primis la tua situazione economico-finanziaria, ma anche la tua salute, la tua situazione familiare...), ed è quindi non univoca. SE miri solo al capitale, e SE sei avverso al rischio, anche il 100% del TFR non dovrebbe farti sfondare il limite per prendere tutto cash, e un comparto liquidità ti assicurerebbe la certezza di non perdere il capitale. Da valutare anche un comparto un po' più aggressivo per 4/5 anni, con switch ad uno liquidità per gli ultimi 3/2 anni.

    Dovresti notare che, come dice giustamente @mander , i comparti liquidità od obbligazionari dei FP di settore sono in genere poco redditizi. Quindi -se l'inflazione resta vicina a zero- il TFR potrebbe battere il FP investito in un comparto a basso rischio, e quindi ridurre l'8% di vantaggio sulla tassazione finale. In ogni caso, però, perderesti il contributo datoriale, che in molti settori non è poco.

  9. #1409
    L'avatar di mander
    Data Registrazione
    Feb 2015
    Messaggi
    18,196
    Mentioned
    658 Post(s)
    Quoted
    10320 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da Nuova Leva Visualizza Messaggio
    RipescatoMi confermi però che mentre sul Rendimento che risulta tassato andrò in detassazione totale, sul Rendimento compensato con Minus o semplicemente su tutto il versato, ad oggi, pagherò un'aliquota compresa tra 15% e 9%?

    Grazie.
    Hai pagato la tassa sui rendimenti dal 2007 , fino al trasferimento.
    Ultima modifica di mander; 20-09-21 alle 16:02

  10. #1410

    Data Registrazione
    Aug 2015
    Messaggi
    1,022
    Mentioned
    20 Post(s)
    Quoted
    621 Post(s)
    Potenza rep
    29599823
    Citazione Originariamente Scritto da PiVi1962 Visualizza Messaggio
    Facciamo l'esempio.
    Ma cosa stai dicendo? Mi confondi con qualcun altro forse.

    Tu hai scritto:"
    Bene. Se questo è il tuo concetto, allora non posso che dirti che stai fuori dalla Costituzione.

    I diritti quesiti sono infatti relativi alla vita lavorativa di ciascuno: se una persona va in pensione dopodomani con 40 anni di contributi, e oggi approvi una legge, tu gli applicherai per 39 anni e 364 giorni le vecchie regole, e per un giorno le nuove.

    Ma, se ci poniamo fuori dalla Costituzione allora perché non intervenire anche su chi è già pensionato?"

    Io ti ho risposto:"
    Cioè secondo te non posso togliere quale delle seguenti:
    1) la reversibilità
    2) opzione donna
    3) quota 100
    4) cambiare i coefficienti

    Si parla sempre dei nuovi pensionati non dei vecchi"

    Aspetto di sapere quale dei 4 interventi qui sopra è fuori dalla costituzione.
    Il post è il #1344

Accedi