FOL: Veniamo ai fatti
Bitcoin e il sogno Amazon durato un giorno. La view e l’analisi tecnica (anche sull’Ethereum) di IG
Si sgonfiano, ma solo in parte, le quotazioni delle criptovalute. La smentita ufficiale di Amazon, dopo le speculazioni su un suo presunto interesse a entrare nel mondo delle criptovalute, magari …
Investimenti e la difficile gestione di cospicue eredità: i Millennial più propensi ad affidarsi a consulenti finanziari
Tre quarti degli investitori Millennial italiani desiderano espandere le loro conoscenze in materia di investimento e quasi un quarto indica che il proprio bisogno di consulenza finanziaria è aumentato negli …
Tutto dipende dalla Fed: gli strategist rimangono bullish per prossimi trimestri, tra i settori rimane alto l’appeal dello ‘stay-at-home’
Nonostante gli elevati ritorni dei mercati, l’economia globale non si è ancora completamente riaperta e più della metà (57%) degli strategist prevede che ci vorranno altri sei/nove mesi perché il processo di …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1

    Data Registrazione
    May 2021
    Messaggi
    151
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    97 Post(s)
    Potenza rep
    7488146

    FOL: Veniamo ai fatti

    Buongiorno, quanti di voi stanno usufruendo ( o hanno intenzione di usufruire ) di un servizio di consulenza, nello specifico di un consulente indipendente?
    Mi sono sempre chiesto se l'utente di questo forum, mediamente, sceglie di fare da solo o preferisce comunque affidarsi ad un professionista.

  2. #2
    L'avatar di bobsinclair
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    7,833
    Mentioned
    27 Post(s)
    Quoted
    3527 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da Gabriele01 Visualizza Messaggio
    Buongiorno, quanti di voi stanno usufruendo ( o hanno intenzione di usufruire ) di un servizio di consulenza, nello specifico di un consulente indipendente?
    Mi sono sempre chiesto se l'utente di questo forum, mediamente, sceglie di fare da solo o preferisce comunque affidarsi ad un professionista.
    A volte ci ho pensato ma poi ho sempre fatto da solo

  3. #3
    L'avatar di bomba84
    Data Registrazione
    Jan 2014
    Messaggi
    16,552
    Mentioned
    18 Post(s)
    Quoted
    7830 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Independent investor forever..

    Vive la libertè

  4. #4

    Data Registrazione
    Jul 2020
    Messaggi
    204
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    115 Post(s)
    Potenza rep
    3270469
    Io sono un cfaofs, e un po' come uno psicologo non ho l'arroganza di pensarmi infallibile e onnisciente, e quindi trovo sempre valido un confronto con un consulente che non sia solo chiacchiere e distintivo.

  5. #5
    L'avatar di Rotertag
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Messaggi
    440
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    267 Post(s)
    Potenza rep
    5541172
    Citazione Originariamente Scritto da Gabriele01 Visualizza Messaggio
    Buongiorno, quanti di voi stanno usufruendo ( o hanno intenzione di usufruire ) di un servizio di consulenza, nello specifico di un consulente indipendente?
    Mi sono sempre chiesto se l'utente di questo forum, mediamente, sceglie di fare da solo o preferisce comunque affidarsi ad un professionista.
    Sto studiando per diventare CF e vorrei dire la mia.

    Partiamo dal presupposto che non tutti hanno bisogno di un CF. Immagina un amante del fai-da-te e del bricolage, pensi si metterebbe mai a chiamare un esperto per fare un determinato lavoro in casa? Ne dubito. Non tanto per risparmiare quei pochi soldi bensì perché questa persona trova piacere nel fare i piccoli lavoretti in autonomia, ed è felice del processo stesso (ovvero della realizzazione materiale del progetto, della fatica, si sente realizzato nel mentre e non è importante solo il risultato finale quanto le ore spese a realizzarlo).
    Immagina adesso un avvocato, un medico, un imprenditore, o comunque una persona molto impegnata, con una famiglia, degli amici, molti impegni, e soprattutto, una persona che NON ha la passione per la finanza (in questo forum, quanti siamo appassionati di finanza? A quanti di noi piace passare le ore a leggere libri di finanza, a cercare gli ETF migliori per le nostre esigenze, magari anche ad aggiornarci sulla situazione macroeconomica mondiale per avere spunti sugli investimenti). Pensi che questa persona abbia voglia (ma soprattutto tempo) di mettersi a cercare informazioni sugli investimenti? E soprattutto, pensi che possa prendere decisioni razionali? Faccio un esempio. Immagina una persona che si avvicina per la prima volta al mondo della finanza, che non sa assolutamente niente di azioni, obbligazioni, ETF ecc. Potrebbe guardare un fondo attivo con commissioni assurde e pensare che sia un buon investimento solo per le performance passate. Potrebbe anche mettere parecchi soldi in meme stock o cripto assurde solo perché "ne ha sentito parlar bene". In questo caso, pensa al valore aggiunto di un CF.

    Quando si parla di CF l'errore che si fa sempre è pensare alle performance e basta. Purtroppo non è l'unica cosa che conta. Un CF (uno vero, di quelli che genuinamente vogliono aiutarti e si interessano a te perché la loro passione è proprio quella di aiutarti, davvero) non ti farà battere il mercato. Magari, con le fee che paghi, andrai pure a sottoperformarlo. Guadagnerai però di tranquillità, serenità, la notte farai sogni tranquilli, avrai più tempo da dedicare alla famiglia, agli amici e a te stesso, non commetterai errori, non cadrai nei bias della finanza comportamentale. Soprattutto, un CF vero e proprio ti accompagna nella vita, ti educa finanziariamente, ti da consigli anche su come risparmiare e su come essere un risparmiatore migliore in generale. Non si occupa solo di investimenti, ma anche di pensioni, successioni, eredità, patrimonio in generale, può essere un esperto anche in tasse (e quindi fornire pure una consulenza in materia fiscale), e perché no, anche opere d'arte (magari pure orologi, dipinti, penne, qualsiasi cosa).

    Bisogna sempre distinguere fra consulenti finanziari e promotori finanziari. I secondi ti vendono prodotti, tutto qua. Sono dei commessi e voi siete dei clienti. I primi sono psicologi dei soldi. Vi aiutano nelle scelte finanziarie e vi accompagnano per tutta la vostra vita (e magari anche quella dei vostri figli)

  6. #6

    Data Registrazione
    Jul 2010
    Messaggi
    5,636
    Mentioned
    20 Post(s)
    Quoted
    3090 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da Rotertag Visualizza Messaggio
    Sto studiando per diventare CF e vorrei dire la mia.

    Partiamo dal presupposto che non tutti hanno bisogno di un CF. Immagina un amante del fai-da-te e del bricolage, pensi si metterebbe mai a chiamare un esperto per fare un determinato lavoro in casa? Ne dubito. Non tanto per risparmiare quei pochi soldi bensì perché questa persona trova piacere nel fare i piccoli lavoretti in autonomia, ed è felice del processo stesso (ovvero della realizzazione materiale del progetto, della fatica, si sente realizzato nel mentre e non è importante solo il risultato finale quanto le ore spese a realizzarlo).
    Immagina adesso un avvocato, un medico, un imprenditore, o comunque una persona molto impegnata, con una famiglia, degli amici, molti impegni, e soprattutto, una persona che NON ha la passione per la finanza (in questo forum, quanti siamo appassionati di finanza? A quanti di noi piace passare le ore a leggere libri di finanza, a cercare gli ETF migliori per le nostre esigenze, magari anche ad aggiornarci sulla situazione macroeconomica mondiale per avere spunti sugli investimenti). Pensi che questa persona abbia voglia (ma soprattutto tempo) di mettersi a cercare informazioni sugli investimenti? E soprattutto, pensi che possa prendere decisioni razionali? Faccio un esempio. Immagina una persona che si avvicina per la prima volta al mondo della finanza, che non sa assolutamente niente di azioni, obbligazioni, ETF ecc. Potrebbe guardare un fondo attivo con commissioni assurde e pensare che sia un buon investimento solo per le performance passate. Potrebbe anche mettere parecchi soldi in meme stock o cripto assurde solo perché "ne ha sentito parlar bene". In questo caso, pensa al valore aggiunto di un CF.

    Quando si parla di CF l'errore che si fa sempre è pensare alle performance e basta. Purtroppo non è l'unica cosa che conta. Un CF (uno vero, di quelli che genuinamente vogliono aiutarti e si interessano a te perché la loro passione è proprio quella di aiutarti, davvero) non ti farà battere il mercato. Magari, con le fee che paghi, andrai pure a sottoperformarlo. Guadagnerai però di tranquillità, serenità, la notte farai sogni tranquilli, avrai più tempo da dedicare alla famiglia, agli amici e a te stesso, non commetterai errori, non cadrai nei bias della finanza comportamentale. Soprattutto, un CF vero e proprio ti accompagna nella vita, ti educa finanziariamente, ti da consigli anche su come risparmiare e su come essere un risparmiatore migliore in generale. Non si occupa solo di investimenti, ma anche di pensioni, successioni, eredità, patrimonio in generale, può essere un esperto anche in tasse (e quindi fornire pure una consulenza in materia fiscale), e perché no, anche opere d'arte (magari pure orologi, dipinti, penne, qualsiasi cosa).

    Bisogna sempre distinguere fra consulenti finanziari e promotori finanziari. I secondi ti vendono prodotti, tutto qua. Sono dei commessi e voi siete dei clienti. I primi sono psicologi dei soldi. Vi aiutano nelle scelte finanziarie e vi accompagnano per tutta la vostra vita (e magari anche quella dei vostri figli)
    Distinzione fondata su situazioni più ideali che reali..
    Se uno ha un patrimonio medio (200 k) può andare in banca o da un promotore e, con un pò di consapevolezza, trovarsi bene (ovviamente spendendo un po di piu)

  7. #7

    Data Registrazione
    Jul 2009
    Messaggi
    11,036
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    2436 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da totuccio2 Visualizza Messaggio
    Distinzione fondata su situazioni più ideali che reali..
    Se uno ha un patrimonio medio (200 k) può andare in banca o da un promotore e, con un pò di consapevolezza, trovarsi bene (ovviamente spendendo un po di piu)
    Scusa totuccio per curiosità, quale è il patrimonio dei tuoi clienti oppure della tua banca, es. 40 % con 200 k, 10 con 300 k,

    Grazie

  8. #8

    Data Registrazione
    Jul 2010
    Messaggi
    5,636
    Mentioned
    20 Post(s)
    Quoted
    3090 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da Trendfriend Visualizza Messaggio
    Scusa totuccio per curiosità, quale è il patrimonio dei tuoi clienti oppure della tua banca, es. 40 % con 200 k, 10 con 300 k,

    Grazie
    A memoria non lo so, fai una media di 500-600, un 50% circa non usa internet

  9. #9

    Data Registrazione
    Jul 2009
    Messaggi
    11,036
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    2436 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da totuccio2 Visualizza Messaggio
    A memoria non lo so, fai una media di 500-600, un 50% circa non usa internet
    500/600 con 200 k su quanti, non ho capito bene, vivi in città/zona ricca.

  10. #10

    Data Registrazione
    Jul 2010
    Messaggi
    5,636
    Mentioned
    20 Post(s)
    Quoted
    3090 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    No, calcola un centinaio con 150 200 k, 50 con 300-400,il resto dal 600 al milione. Ma poi a te chettefrega

Accedi