Fondo Fonte capitolo 3 - fondo pensione per i dipendenti da aziende del terziario ... - Pagina 26
Dividendo Intesa Sanpaolo fa gola a tanti, titolo gongola e vede i top dal 2018 con +35% Ytd
Intesa Sanpaolo sugli scudi in attesa del corposo dividendo che verrà staccato lunedì 18 ottobre. Il titolo ha veleggiato oggi nelle posizioni di testa del Ftse Mib (close a +2,05% …
E’ frenesia da Bitcoin, +35% a ottobre con conto alla rovescia per lancio primo ETF ad hoc negli States. Occhio a trappola sell on news
Nuovo scatto del Bitcoin che si porta nei pressi dei 60.000 dollari per la prima volta in sei mesi avvicinandosi al suo massimo storico, mentre i trader esprimono fiducia sul …
ESG, più di $7 trilioni società esposte a cripto-shock. Ma Morgan Stanley teme più inflazione che criptovalute: ‘Fed faccia scoppiare un po’ quella bolla’
James Gorman, amministratore delegato di Morgan Stanley, lancia un appello alla Fed affinché “faccia scoppiare un po’ questa bolla” che ha creato, e sottolinea anche, guardando al Bitcoin e ad …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #251
    L'avatar di importante
    Data Registrazione
    Aug 2013
    Messaggi
    2,008
    Mentioned
    7 Post(s)
    Quoted
    1023 Post(s)
    Potenza rep
    38443045
    Citazione Originariamente Scritto da ared Visualizza Messaggio
    Ma tu avevi già comunicato le quote non dedotte e loro si sono persi i documenti oppure non le avevi mai comunicate?
    Nel primo caso puoi mandare una copia dei moduli già mandati, nel secondo caso è normale che non te le trovi.
    No non le avevo comunicate

  2. #252
    L'avatar di Makemake
    Data Registrazione
    Jun 2020
    Messaggi
    764
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    504 Post(s)
    Potenza rep
    9003117
    Salve a tutti,

    stavo aiutando mia moglie a compilare il modulo di adesione a Fonte, e a pagina 3, subito prima della firma è riportato questo punto

    L'aderente dichiara di essere a conoscenza che, nel caso in cui la posizione individuale rimanga priva del tutto di consistenza per un
    anno, l’aderente può perdere la propria qualifica; in tali casi infatti il fondo può avvalersi della clausola
    risolutiva espressa comunicando all’aderente, almeno 60 giorni prima del decorso del termine, che provvederà
    alla cancellazione dello stesso dal libro degli aderenti, salvo che questi effettui un versamento prima del
    decorso del suddetto termine.
    E' la prima volta che leggo di "consistenza". Cosa intendono? Che se quando aderisci per un anno intero non viene versato nulla (cioè il montante rimane pari a 0 euro), allora il fondo cancella l'iscrizione? Se invece è stato versato qualcosa si evita questa chiusura forzata?

    Grazie in anticipo
    Ultima modifica di Makemake; 23-09-21 alle 10:59

  3. #253

    Data Registrazione
    Jan 2009
    Messaggi
    167
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    71 Post(s)
    Potenza rep
    1718000
    Buongiorno,
    Dal 2014 al 2018 il mio tfr è stato depositato sul fondo Fonte (per silenzio assenso) per un totale di circa 10k€.
    Ad oggi il mio tfr è destinato in azienda.
    E' possibile riprendere a versare il tfr sul fondo, oppure effettuare dei versamenti personali / aziendali, una tantum o continuativi?
    Grazie mille a chi vorrà spiegarmi (con semplici esempi dando nulla per scontato essendo a digiuno su questo argomento )

  4. #254

    Data Registrazione
    Aug 2015
    Messaggi
    820
    Mentioned
    15 Post(s)
    Quoted
    492 Post(s)
    Potenza rep
    17221230
    Citazione Originariamente Scritto da Makemake Visualizza Messaggio
    Salve a tutti,

    stavo aiutando mia moglie a compilare il modulo di adesione a Fonte, e a pagina 3, subito prima della firma è riportato questo punto



    E' la prima volta che leggo di "consistenza". Cosa intendono? Che se quando aderisci per un anno intero non viene versato nulla (cioè il montante rimane pari a 0 euro), allora il fondo cancella l'iscrizione? Se invece è stato versato qualcosa si evita questa chiusura forzata?

    Grazie in anticipo
    Da come capisco io se la posizione rimane a zero per un anno (dunque non solo zero versamenti nell'anno ma anche zero capitale) possono decidere di cancellare la tua posizione con i preavvisi scritti qui sopra.
    Penso sia una norma fatta per chi ha svuotato perchè è ha preso il capitale oppure per chi ha aperto con 50 euro e le spese di gestione si sono mangiate il capitale e andrebbe in negativo.

  5. #255

    Data Registrazione
    Aug 2015
    Messaggi
    820
    Mentioned
    15 Post(s)
    Quoted
    492 Post(s)
    Potenza rep
    17221230
    Citazione Originariamente Scritto da luxor3 Visualizza Messaggio
    Buongiorno,
    Dal 2014 al 2018 il mio tfr è stato depositato sul fondo Fonte (per silenzio assenso) per un totale di circa 10k€.
    Ad oggi il mio tfr è destinato in azienda.
    E' possibile riprendere a versare il tfr sul fondo, oppure effettuare dei versamenti personali / aziendali, una tantum o continuativi?
    Grazie mille a chi vorrà spiegarmi (con semplici esempi dando nulla per scontato essendo a digiuno su questo argomento )
    Puoi spiegare in dettaglio il cambio di aziende, scelte di tfr fatte non fatte, settore della prima azienda e dell'attuale, dimensioni come dipendenti delle stesse?

  6. #256
    L'avatar di mander
    Data Registrazione
    Feb 2015
    Messaggi
    17,245
    Mentioned
    645 Post(s)
    Quoted
    9657 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da Makemake Visualizza Messaggio
    Salve a tutti,

    stavo aiutando mia moglie a compilare il modulo di adesione a Fonte, e a pagina 3, subito prima della firma è riportato questo punto



    E' la prima volta che leggo di "consistenza". Cosa intendono? Che se quando aderisci per un anno intero non viene versato nulla (cioè il montante rimane pari a 0 euro), allora il fondo cancella l'iscrizione? Se invece è stato versato qualcosa si evita questa chiusura forzata?

    Grazie in anticipo
    La mancata consistenza è prevista dal comma 2 lettera c bis, art 14 del dl 252/ 2005 dice:

    c-bis) il mantenimento della posizione individuale in gestione presso la forma pensionistica complementare anche in assenza di ulteriore contribuzione. Tale opzione trova automatica applicazione in difetto di diversa scelta da parte dell'iscritto e fatta salva l'ipotesi di valore della posizione individuale maturata, non superiore all'importo di una mensilità dell'assegno sociale di cui all'articolo 3, comma 6, della legge 8 agosto 1995, n. 335; in questo caso le forme pensionistiche complementari informano l'iscritto, conformemente alle istruzioni impartite dalla COVIP, della facoltà di esercitare il trasferimento ad altra forma pensionistica complementare ovvero di richiedere il riscatto con le modalità di cui al comma 5 (1).

    Praticamente se non versi e hai una posizione/consistenza minore di 37 euro. Fonte ti scrive e ti ordina di riscattarle o trasferirle ad altro fondo

  7. #257

    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    149
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    77 Post(s)
    Potenza rep
    1785092
    Citazione Originariamente Scritto da ared Visualizza Messaggio
    automatico, tanto la versa l'azienda se hai l'accordo con lei
    Grazie

  8. #258

    Data Registrazione
    Jan 2009
    Messaggi
    167
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    71 Post(s)
    Potenza rep
    1718000
    Citazione Originariamente Scritto da ared Visualizza Messaggio
    Puoi spiegare in dettaglio il cambio di aziende, scelte di tfr fatte non fatte, settore della prima azienda e dell'attuale, dimensioni come dipendenti delle stesse?
    Ciao ared, se ho ben capito la domanda provo a risponderti:

    • 2011-2012: azienda informatica CCNL commercio (aziende del terziario, della distribuzione e dei servizi se non erro la dicitura) circa 1000 dipendenti -> scelta tfr destinato in azienda, prelevato al termine del contratto (dimissioni)


    • 2014-2018: azienda informatica CCNL commercio (aziende del terziario, della distribuzione e dei servizi se non erro la dicitura) poco meno di 100 dipendenti -> scelta tfr non comunicata -> 6 mesi in azienda, i restanti 4 anni sono stati destinati al fondo del settore Fon.Te - tfr rimasto in azienda prelevato al termine del contratto (dimissioni) il resto attualmente sul fondo

    • 2018-attuale: azienda informatica CCNL commercio (aziende del terziario, della distribuzione e dei servizi se non erro la dicitura) circa 1000 dipendenti -> scelta tfr destinato in azienda


    mi chiedevo se ad oggi, essendo iscritto dal 2014, seppur senza versamenti negli ultimi anni, potrei volontariamente riprendere i versamenti (in aggiunta al tfr destinato in azienda) invece di dover aprire un nuovo fondo pensione.
    L'idea era di capirne la convenienza rispetto ad un'altra tipologia di investimento avendo il FonTe già aperto e sul quale già pago (seppur in forma ridotta vista l'assenza di versamenti).

    Spero questo sia sufficiente, altrimenti chiedi pure

  9. #259

    Data Registrazione
    Aug 2015
    Messaggi
    820
    Mentioned
    15 Post(s)
    Quoted
    492 Post(s)
    Potenza rep
    17221230
    Citazione Originariamente Scritto da luxor3 Visualizza Messaggio
    Ciao ared, se ho ben capito la domanda provo a risponderti:

    • 2011-2012: azienda informatica CCNL commercio (aziende del terziario, della distribuzione e dei servizi se non erro la dicitura) circa 1000 dipendenti -> scelta tfr destinato in azienda, prelevato al termine del contratto (dimissioni)


    • 2014-2018: azienda informatica CCNL commercio (aziende del terziario, della distribuzione e dei servizi se non erro la dicitura) poco meno di 100 dipendenti -> scelta tfr non comunicata -> 6 mesi in azienda, i restanti 4 anni sono stati destinati al fondo del settore Fon.Te - tfr rimasto in azienda prelevato al termine del contratto (dimissioni) il resto attualmente sul fondo

    • 2018-attuale: azienda informatica CCNL commercio (aziende del terziario, della distribuzione e dei servizi se non erro la dicitura) circa 1000 dipendenti -> scelta tfr destinato in azienda


    mi chiedevo se ad oggi, essendo iscritto dal 2014, seppur senza versamenti negli ultimi anni, potrei volontariamente riprendere i versamenti (in aggiunta al tfr destinato in azienda) invece di dover aprire un nuovo fondo pensione.
    L'idea era di capirne la convenienza rispetto ad un'altra tipologia di investimento avendo il FonTe già aperto e sul quale già pago (seppur in forma ridotta vista l'assenza di versamenti).

    Spero questo sia sufficiente, altrimenti chiedi pure
    In questo caso puoi sicuramente versare sul "vecchio" fonte, tfr + versamenti volontari (e come minimo ti direi 0,55% in modo da prendere l'1,55% del datore di lavoro).
    Un cosa non mi torna però:
    Tu all'ultima azienda avevi comunicato che avevi già fonte e che il tfr andava già al fondo?
    Perché da quanto so la scelta della destinazione del tfr non è reversibile, una volta che va al fondo non può tornare in azienda ma ho il dubbio di cosa succeda nel caso di non scelta nei 6 mesi e cambio azienda.
    Il fondo non può saperlo dove lavori e se all'ultima azienda non lo comunichi tu loro non possono saperlo.

  10. #260

    Data Registrazione
    Jan 2009
    Messaggi
    167
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    71 Post(s)
    Potenza rep
    1718000
    Citazione Originariamente Scritto da ared Visualizza Messaggio
    In questo caso puoi sicuramente versare sul "vecchio" fonte, tfr + versamenti volontari (e come minimo ti direi 0,55% in modo da prendere l'1,55% del datore di lavoro).
    Un cosa non mi torna però:
    Tu all'ultima azienda avevi comunicato che avevi già fonte e che il tfr andava già al fondo?
    Perché da quanto so la scelta della destinazione del tfr non è reversibile, una volta che va al fondo non può tornare in azienda ma ho il dubbio di cosa succeda nel caso di non scelta nei 6 mesi e cambio azienda.
    Il fondo non può saperlo dove lavori e se all'ultima azienda non lo comunichi tu loro non possono saperlo.
    Urca, ho appena parlato con l'amministrativo e mi hanno confermato quanto da te segnalato.. seppur cambiando azienda (ma stesso settore di appartenenza) avrei dovuto destinare il tfr al fondo.. Abbiamo aperto un ticket per ripristinare la situazione.

    La situazione dovrebbe quindi essere che il mio attuale tfr sarà destinato al fondo (e qui paga tutto l'azienda e io non potro portare nulla in detrazione).

    Posso però effettuare ulteriori versamenti volontari aggiuntivi (e portarli in detrazione con il 730)? Devono essere fissi al mese/anno, concordati con l'azienda o cosa?
    Inoltre, cosa intendi per "prendere l'1,55% del datore di lavoro"? nel senso che se io verso 55 il datore di lavoro deve versarne 155 ma cosa importante senza che questo abbia impatti sul mio salario?
    Perdona ma mi sto avvicinando solo ora alla parte pensionistica (che ahimè sarà lontana altri 30 anni )

Accedi