Fondi H2O Vol.IX - Le château de Craste(s) s'effondrera - Pagina 150
Stellantis, Unicredit e e le altre: ecco le top pick 2022 di Piazza Affari secondo Mediobanca
La prima seduta della settimana, orfana della bussola di Wall Street – chiusa in occasione del Martin Luther King day – vede Piazza Affari muoversi in buon rialzo e riavvicinare …
Economia, nel 2022 sarà crescita per l’89% dei CEO: da informatica e sanità i rischi principali
L’economia nel 2022 sarà in crescita, ma le imprese dovranno fare attenzione soprattutto alle minacce sanitarie e informatiche. Potrebbero riassumersi così le posizioni espresse dai CEO, raccolte nella 25a Annual …
Caos Quirinale, rischio elezioni anticipate, spread BTP-Bund: Mario Draghi non più Mr Whatever It Takes per l’Italia?
Mario Draghi non più Mr Whatever It Takes per l'Italia; non più paladino dei BTP, scudo anti-spread, Re Mida dei bond, come qualcuno era arrivato a ribattezzarlo? E soprattutto noi …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1491

    Data Registrazione
    May 2016
    Messaggi
    843
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    623 Post(s)
    Potenza rep
    13191606
    Allegro 25.155,400 nav del 1/12....Sono 402 punti...circa +1.65% ...Non male almeno per un giorno...
    Chissà se vedremo la luce...Comunque per come sta andando il resto direi non male..

  2. #1492
    L'avatar di giomf
    Data Registrazione
    Jun 2002
    Messaggi
    3,413
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    163 Post(s)
    Potenza rep
    16900254
    .



    H2O Multibonds FCP REUR C 345,760 EUR




    .

  3. #1493

    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    1,137
    Mentioned
    29 Post(s)
    Quoted
    504 Post(s)
    Potenza rep
    22090747
    Sembra di essere ritornati ai tempi di stargate, sicuramente le cose stanno migliorando almeno apparentemente dopo la batosta della scoperta della variante omicron, che prima sembrava l'arma biologica finale, e alla fine e stata portata ad un sorta di raffreddore che fa venire la tachicardia..... intanto le borse hanno corretto i super record, la gente e i gestori hanno venduto e portato a casa, e il giorno dopo hanno ricomprato a prezzi piu bassi, e le borse volano.

    Nulla quindi sul fronte della finanza, se non powell che ha detto che il fenomeno dell'inflazione non ha piu carattere transitorio, ma e alla fine hanno deciso di chiudere i rubinetti entro giugno 2022.

    Fine della storia, intanto mi domando quando arriveranno i soldi per chiudere la telenovelas degli sp.

  4. #1494

    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    1,137
    Mentioned
    29 Post(s)
    Quoted
    504 Post(s)
    Potenza rep
    22090747
    Focus market di unicredit bank ag settore investimenti retail e private.

    UniCredit
    Quali sono i principali fattori che hanno determinato questo incremento così consistente dell’inflazione nel corso
    del 2021?

    L’aumento dei prezzi registrato nell’ultimo anno, in particolare negli Stati Uniti, non si raggiungeva da decenni. Questo
    trend rialzista potrebbe essere meno transitorio di quello che gli esponenti della Banca Centrale Americana avevano
    ipotizzato nei mesi scorsi e soprattutto è molto più corposo di quello che avevano stimato. Le ragioni di questo
    fenomeno sono riconducibili a come gli Stati Uniti hanno affrontato la pandemia fin dalle prime fasi: quando è
    scoppiata l’emergenza sanitaria l’amministrazione Trump ha immediatamente stanziato cospicui sostegni all’economia
    reale, pari al 15% del PIL americano. Circa il 70% delle famiglie statunitensi nei 12 mesi successivi al lockdown ha
    ricevuto soldi sul conto corrente per un valore complessivo di 700 miliardi di dollari. Inoltre, sono stati stanziati fondi
    per aiutare le piccole, medie e grandi imprese. Non appena la situazione pandemica è migliorata e le restrizioni sono
    state allentate, quei consumi che erano stati posticipati a causa del blocco delle attività, si sono riversati sul mercato e
    lato offerta c’è stato un problema a dare seguito a tutta questa domanda. Questa criticità ha provocato un rialzo dei
    prezzi sostenuto a cui si è aggiunto l’aumento del costo delle materie prime e del petrolio. Questo insieme di fattori,
    nel momento in cui l’economia era pronta a ripartire, ha determinato anche una pressione sui salari perché le imprese
    hanno iniziato ad avere difficoltà a reperire personale con le qualifiche richieste.

    Alla luce di questo quadro appena delineato, la Banca Centrale Americana come sta adeguando la propria
    strategia?

    La Federal Reserve nell’arco di pochi trimestri si è trovata costretta a rivedere la propria posizione e ha iniziato a
    usare toni meno accomodanti sul fronte della politica monetaria. Nel corso delle ultime settimane ha annunciato che gli
    stimoli concessi ai mercati a partire dal primo lockdown verranno progressivamente riassorbiti e che
    successivamente è molto probabile un rialzo dei tassi.
    Inflazione e politiche monetarie
    Sono due temi strettamente correlati e costantemente sotto la “lente di
    ingrandimento” di mercati e investitori. Nel mese di ottobre l’inflazione negli Stati
    Uniti ha superato il 6% e, anche oltreoceano, in Europa è salita ai massimi da 20
    anni. Come vanno interpretati questi dati? Come si muoveranno nei prossimi mesi
    le Banche Centrali per far fronte al forte rincaro dei prezzi che ha interessato tutte le
    commodities e si sta trasferendo ai beni di consumo? In questa intervista Manuela
    D’Onofrio, Head of Group Investment Strategy di UniCredit, dà una lettura di
    quanto accaduto a livello economico e finanziario nell’ultimo anno e fornisce alcuni
    consigli per proteggere i risparmi dall’inevitabile erosione causata dall’aumento
    del costo della vita.
    Aggiornamento sui mercati
    Market FocusMarket Focus
    SCENARIO

    Quali sono le prospettive per il prossimo anno?
    La politica monetaria americana sarà meno espansiva, ma continuerà a rimanere accomodante. Secondo le nostre analisi
    la graduale riduzione nell’acquisto di titoli terminerà nella primavera del 2022. Mentre il rialzo dei tassi potrebbe essere
    anticipato ai mesi estivi, soprattutto se la corsa dell’ inflazione, il cui picco è atteso nel prossimo trimestre, non dovesse
    rallentare, come previsto. In America continueremo dunque ad avere tassi reali negativi, per cui l’inflazione continuerà a
    essere superiore al costo del denaro causando maggiore volatilità sui mercati. Gli ultimi dati disponibili mostrano
    comunque che l’economia statunitense il prossimo anno dovrebbe continuare a crescere a un ritmo decisamente
    superiore al potenziale grazie anche all’incremento di fatturato e utili delle aziende.
    Nell’area euro l’inflazione a novembre è salita al 4,9%, il livello più alto da quando esiste la moneta unica. Quali
    sono le possibili ripercussioni?
    Anche nel nostro continente l’aumento dei prezzi ha superato le previsioni degli analisti, con un ritmo ben superiore a
    quanto la Banca Centrale Europea potesse immaginare solo sei mesi fa. La situazione però non è così esasperata come
    negli USA, semplicemente perché gli stimoli fiscali dati all’economia reale sono stati inferiori rispetto a quelli americani.
    Molto probabilmente la BCE riuscirà a lasciare invariato il costo del denaro per tutto il prossimo anno. Con l’attuale
    crescita del debito nessuna Banca Centrale può permettersi di alzare i tassi in modo importante perché questo
    provocherebbe una recessione in tempi rapidi. La nostra ipotesi di base è che in Eurozona continueremo ad avere
    rendimenti reali negativi ben oltre il 2022.
    Partendo da questa premessa, come ci si dovrebbe posizionare sul fronte degli investimenti?
    Avere dei tassi reali negativi significa che i mercati azionari continueranno a essere supportati ma dovremo aspettarci
    una maggiore volatilità. La rimozione degli stimoli monetari molto probabilmente determinerà dei ribassi sui listini
    azionari. La nostra raccomandazione continua a essere quella di approfittare di eventuali correzioni sui mercati per
    aumentare gradualmente l’esposizione azionaria: è l’unica forma di investimento che su orizzonti temporali di 3-5 anni
    può consegnare ritorni interessanti, anche da un punto di vista reale.

  5. #1495
    L'avatar di fullmetaljaket
    Data Registrazione
    Aug 2021
    Messaggi
    27
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    20 Post(s)
    Potenza rep
    0
    ottime considerazioni

  6. #1496

    Data Registrazione
    Aug 2019
    Messaggi
    42
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    31 Post(s)
    Potenza rep
    981604
    Citazione Originariamente Scritto da genngattu Visualizza Messaggio
    6) si beccano il 25% di commissioni di performance giornaliere su un benchmark che vale 0 l'eonia. Anche su un annata negativa prendono commissioni di performance.
    Solo una precisazione: da quel che sapevo (smentitemi pure se avete info differenti, ma mi sembra che molto tempo fa se ne fosse parlato anche qui sul forum), le loro laute commissioni di performance erano comunque con il sistema high water mark.
    Quindi dal crollo di marzo 2020 non dovrebbero più aver incassato un solo euro di performance su nessuno dei fondi, visto che sono ancora tutti sotto i massimi, vi torna?

    Io anzi speravo che questo "alleggerimento" dei loro prelievi avrebbe facilitato la ripresa dei NAV sugli FCP, ma sto perdendo la speranza...

  7. #1497
    L'avatar di genngattu
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    1,052
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    593 Post(s)
    Potenza rep
    10965789
    Citazione Originariamente Scritto da scriffi Visualizza Messaggio
    Solo una precisazione: da quel che sapevo (smentitemi pure se avete info differenti, ma mi sembra che molto tempo fa se ne fosse parlato anche qui sul forum), le loro laute commissioni di performance erano comunque con il sistema high water mark.
    Quindi dal crollo di marzo 2020 non dovrebbero più aver incassato un solo euro di performance su nessuno dei fondi, visto che sono ancora tutti sotto i massimi, vi torna?

    Io anzi speravo che questo "alleggerimento" dei loro prelievi avrebbe facilitato la ripresa dei NAV sugli FCP, ma sto perdendo la speranza...
    Effettivamente guardando il report mensile con consuntivo di ottobre, oltre che da inizio anno, non vedo commissioni di performance. Ho letto come funziona il metodo dell' high water mark. Se fosse così ritiro quanto detto in precedenza.. Anche se...

    Qua viene indicato il concetto di high water mark in una slide h2o.

    https://www.google.com/url?sa=t&sour...nO1ptet98nM4rC

    The structure of Performance
    fee is subject to Hurdle or High
    Water Mark provisions, to at
    least one year term and aims
    towards alignment with the
    client.

    Questo "to at least" intende dire solo per 1 anno, poi il valore di riferimento si resetta a inizio anno? Esempio se chiudiamo a 350 con multibond al 31/12, l'high water mask viene calcolato da lì a inizio anno nuovo? O sul valore più alto di quest'anno?
    Chiaramente nei prospetti non si parla di niente di tutto ciò .
    Ultima modifica di genngattu; 03-12-21 alle 09:39

  8. #1498

    Data Registrazione
    Feb 2017
    Messaggi
    4,444
    Mentioned
    66 Post(s)
    Quoted
    2155 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da scriffi Visualizza Messaggio
    Solo una precisazione: da quel che sapevo (smentitemi pure se avete info differenti, ma mi sembra che molto tempo fa se ne fosse parlato anche qui sul forum), le loro laute commissioni di performance erano comunque con il sistema high water mark.
    Quindi dal crollo di marzo 2020 non dovrebbero più aver incassato un solo euro di performance su nessuno dei fondi, visto che sono ancora tutti sotto i massimi, vi torna?

    Io anzi speravo che questo "alleggerimento" dei loro prelievi avrebbe facilitato la ripresa dei NAV sugli FCP, ma sto perdendo la speranza...
    Non mi risulta che h2o applichi il meccanismo HWM, almeno a memoria (labile) mia ma nemmeno da doc ufficiali. Sul kiid solitamente é specificato.

    Falso invece che applichi l'over sull'eonia puro, ma in realtà é Eonia + x% variabile a seconda del fondo

  9. #1499
    L'avatar di genngattu
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    1,052
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    593 Post(s)
    Potenza rep
    10965789
    Citazione Originariamente Scritto da oceanic815 Visualizza Messaggio
    Non mi risulta che h2o applichi il meccanismo HWM, almeno a memoria (labile) mia ma nemmeno da doc ufficiali. Sul kiid solitamente é specificato.

    Falso invece che applichi l'over sull'eonia puro, ma in realtà é Eonia + x% variabile a seconda del fondo
    se apri le slide del mio ultimo post che sono state aggiornate a maggio 2020 ne parlano. Fai Ctrl F e cerca high e ti appare subito la metologia dell'high water mark.

  10. #1500

    Data Registrazione
    Feb 2017
    Messaggi
    4,444
    Mentioned
    66 Post(s)
    Quoted
    2155 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da genngattu Visualizza Messaggio
    se apri le slide del mio ultimo post che sono state aggiornate a maggio 2020 ne parlano. Fai Ctrl F e cerca high e ti appare subito la metologia dell'high water mark.
    Lhai scritto tu stesso, o che il prospetto non ne fa menzionee nemmeno il kiid che per semplicità basta e avanza ...E quello a te interessa... Quindi di cosa stiamo parlando?

Accedi