La replica sintetica e' la migliore......forse.....e non per tutti
Mercati alle prese con tre nodi da qui a fine anno, focus sugli asset meglio posizionati in ottica rialzo tassi
Il mercato del lavoro, le catene di approvvigionamento e la Cina. Sono questi i tre fattori da tener ben monitorati in questo momento dell?anno per superare senza particolari problemi la …
Titolo Telecom Italia sottovalutato? Mercato non dà retta a Gubitosi e in Borsa la tlc rivede gli inferi di ottobre 2020
Per Telecom Italia si sta materializzando un altro autunno da dimenticare in Borsa e anche le parole di Luigi Gubitosi non stanno riuscendo a dare fiato al titolo che segna …
Nasce il Mib ESG: funzionamento dell’indice e lista dei 40 titoli più sostenibili di Piazza Affari. Non mancano sorprese e differenze vs Ftse Mib
Prende vita oggi il primo indice Esg sulle blue chip di Piazza Affari. Il nuovo indice Mib ESG, annunciato oggi da Euronext, è infatti il primo indice Esg (Environmental, Social …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1

    Data Registrazione
    Apr 2019
    Messaggi
    10,166
    Mentioned
    143 Post(s)
    Quoted
    7222 Post(s)
    Potenza rep
    42949675

    La replica sintetica e' la migliore......forse.....e non per tutti

    recentemente ishares ha commercializzato un nuovo etf sp500 a replica SINTETICA.....

    se lo hanno fatto nel 2020 avranno le loro ragioni


    ecco qui un piccolo riassunto


    News


    qui la spiegazione sui termini generali

    ETF a replica fisica e sintetica, differenze e quale scegliere - Filippo Angeloni

  2. #2
    L'avatar di bow
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    2,153
    Mentioned
    157 Post(s)
    Quoted
    1927 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Sono convinto anche io che ci si fa rifilare per una vita polizze, certificati, contratti e fondi "attivi" da qualche rete di cfaofs, SIM o banca ed è poi ridicolo andare a disquisire di repliche sintetiche o fisiche.

    Certo a livello psicologico... concentrando porzioni significative del patrimonio in un ETF sintetico, volendolo tenere potenzialmente decenni... durante un "credit crunch" come quello del 2008 (nel 2008 io avevo diversi ETF a replica sintetica ed ammetto che sono stato il primo a preoccuparmi e passare a fisica... ma all'epoca era uno strumento nuovo e poco conosciuto, di quelli che poi ti dicono "ahaha! Ci hai perso i soldi, scemo!" quindi credo sia umanamente comprensibile)... ma se da una parte magari fai trading su Tesla e poi vuoi comprare 4000 euro di ETF stare lì a riflettere su replica e prestito titoli forse è eccessivo.

  3. #3
    L'avatar di Berserk85
    Data Registrazione
    Dec 2019
    Messaggi
    3,364
    Mentioned
    16 Post(s)
    Quoted
    2018 Post(s)
    Potenza rep
    42949674
    Sono d'accordo con @bow

    Fisica o sintetica o giudicare un etf solo o prevalentemente dal ter quando magari abbiamo ancora un mutuo a 2% è davvero ridicolo.

    Anzi in alcuni settori o mercati, soprattutto emergenti, un etf a replica sintetica è la soluzione migliore se non l'unica, addirittura un fondo attivo ben fatto sarebbe ancora meglio.

    Essere "taleban" in generale "voglio solo etf a replica fisica e ter ridicolo" non è un ragionamento corretto

  4. #4
    L'avatar di twentysense
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Messaggi
    5,892
    Mentioned
    20 Post(s)
    Quoted
    1777 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da bow Visualizza Messaggio
    [...]

    Certo a livello psicologico... concentrando porzioni significative del patrimonio in un ETF sintetico, volendolo tenere potenzialmente decenni... durante un "credit crunch" come quello del 2008 (nel 2008 io avevo diversi ETF a replica sintetica ed ammetto che sono stato il primo a preoccuparmi e passare a fisica... ma all'epoca era uno strumento nuovo e poco conosciuto, di quelli che poi ti dicono "ahaha! Ci hai perso i soldi, scemo!" quindi credo sia umanamente comprensibile)...[...]
    Potresti approfondire i rischi connessi? Perché un sintetico ti farebbe perdere i soldi, mentre un fisico no?

  5. #5

    Data Registrazione
    Apr 2019
    Messaggi
    10,166
    Mentioned
    143 Post(s)
    Quoted
    7222 Post(s)
    Potenza rep
    42949675
    Citazione Originariamente Scritto da twentysense Visualizza Messaggio
    Potresti approfondire i rischi connessi? Perché un sintetico ti farebbe perdere i soldi, mentre un fisico no?
    Perché c’è il rischio controparte con i fisici hai io sottostante reale no contratto swap

    Anche se I nuovi sintetici hanno un paniere correlato a garanzia

  6. #6
    L'avatar di twentysense
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Messaggi
    5,892
    Mentioned
    20 Post(s)
    Quoted
    1777 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da wolfbalck Visualizza Messaggio
    Perché c’è il rischio controparte con i fisici hai io sottostante reale no contratto swap

    Anche se I nuovi sintetici hanno un paniere correlato a garanzia
    Rischio di controparte perché nel 2008 sono fallite banche che con cui gli ETF avevano il derivato?

  7. #7

    Data Registrazione
    Apr 2019
    Messaggi
    10,166
    Mentioned
    143 Post(s)
    Quoted
    7222 Post(s)
    Potenza rep
    42949675
    Citazione Originariamente Scritto da twentysense Visualizza Messaggio
    Rischio di controparte perché nel 2008 sono fallite banche che con cui gli ETF avevano il derivato?
    Che io sappia mai

    Ma nel 2008 o in una situazione simile capisco che qualcuno abbia più timore a maneggiarli

    Che poi molti si preoccupano di questo però poi hanno il prestito titolo attivo con la banca

  8. #8

    Data Registrazione
    Feb 2017
    Messaggi
    4,333
    Mentioned
    61 Post(s)
    Quoted
    2091 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da twentysense Visualizza Messaggio
    Potresti approfondire i rischi connessi? Perché un sintetico ti farebbe perdere i soldi, mentre un fisico no?
    Si erano già posti il dubbio nel 2012

    Citazione Originariamente Scritto da dnt Visualizza Messaggio
    Se la controparte dovesse andare in default cosa succede?

    L'esposizione netta dello swap in % sul NAV cos'è esattamente?
    Vedo che è sempre un numero negativo che oscilla tra -2% e -18% circa.
    In prima pagina ci pensa Franchino nostro

    Citazione Originariamente Scritto da FrankB Visualizza Messaggio
    Tranne quando fra un rinnovo e l'altro la controparte defaulta ed i titoli in garanzia scendono velocemente.

    E quello il motivo per cui il margin trading ha dei margini consistenti, anche se in principio potrebbe essere consentito anche con solo qualche percento. Il broker vuole avere la sicurezza che fra margin call ed il momento in cui ti liquida tu abbia abbastanza soldi in cassa, anche in caso di discesa precipitosa dei titoli.
    Poi dato che ciclicamente si ritorna sempre su tutto,caratteristica del FoL da tempo immemore

    ...era il 2017 e ci pensa @Bkacksmith.


    Citazione Originariamente Scritto da Blacksmith. Visualizza Messaggio
    Riprendiamo il titolo della discussione, cioè ETF a replica sintetica: cosa si rischia?

    Con la replica fisica il fondo è proprietario di un paniere di bond o azioni appartenenti per lo più al benchmark da replicare. L'andamento del valore del fondo rispecchierà quindi più da vicino l'andamento del sottostante.

    Con la replica sintetica il fondo è proprietario di un paniere di bond o azioni (il cd. collaterale) appartenenti alla lista degli eligible assets liquidi. L'andamento del valore del fondo quindi, non rispecchierà più da vicino l'andamento del sottostante, ma differirà per un tot% al giorno. Il contratto di swap con la controparte consiste nel pareggiare queste differenze una volta al giorno o alla settimana. Ad ogni reset riparte il conteggio delle differenze.

    Che cosa succederebbe quindi, se la controparte smettesse di pareggiare quelle differenze?
    Che il valore del fondo continuerebbe a dipendere dall'andamento del paniere collaterale e non da quello del benchmark, creando una tracking difference rispetto all'ultimo reset. Finché non ci si accorda con un altro intermediario e il conteggio riparte.

    Cosa si rischia con un ETF a replica sintetica?
    Di restare qualche giorno in balia della tracking difference. Ma solo se il gestore è così fesso che, invece di avviarsi per tempo, si fa cogliere di sorpresa da una controparte che gli defaulta dalla sera alla mattina.
    Citazione Originariamente Scritto da Blacksmith. Visualizza Messaggio
    La moderazione ha avuto la provvidenziale idea di accorpare queste rinnovate curiosità ad una discussione di qualche anno fa, quando ancora il livello del forum non era scaduto ai livelli attuali ed era ancora frequentato da utenti molto preparati e c'era ancora chi amava approfondire gli argomenti.

    La questione fu liquidata dopo poche battute:



    Il rischio di controparte negli swap c'è solo se i gestori sono così fessi da farsi prendere di sorpresa dalla sera alla mattina dal fallimento di una delle banche che usavano come controparte.

    Ma le banche non falliscono dalla sera alla mattina. La normativa prevede che possano essere usate come controparte solo banche dalla massima affidabilità. Se una di queste banche dovesse diventare meno sicura, ci sarebbero mesi di tempo per trovare nuove controparti.

    Eventuali problemi con le controparti si tradurrebbero in una tracking difference fra NAV e sottostante. Quindi la paura della replica sintetica equivale ad aver paura di vedere una tracking difference fra NAV e sottostante. Ma chi è che controlla se l'andamento dei propri ETF a replica fisica segue esattamente il sottostante? Nessuno!!!!

    Le discussioni sugli ETF a replica sintetica sono solo fuffa, bias emotivi...


    Quindi. Lasciamo andare la discussione per la sua strada senza sporcarla

    Per chi avesse voglia di leggerla segnalo la suddetta discussione ,che contiene info e riferimenti (link e PDF)

    PS esiste la funzione "cerca" ,in alto a dx . In alternativa c'è gugl ...o il mio sterminato archivio al limite

    Ciao e buona domenica

    Come procede Gio ?

  9. #9

    Data Registrazione
    Apr 2019
    Messaggi
    10,166
    Mentioned
    143 Post(s)
    Quoted
    7222 Post(s)
    Potenza rep
    42949675
    Citazione Originariamente Scritto da oceanic815 Visualizza Messaggio
    Si erano già posti il dubbio nel 2012



    In prima pagina ci pensa Franchino nostro



    Poi dato che ciclicamente si ritorna sempre su tutto,caratteristica del FoL da tempo immemore

    ...era il 2017 e ci pensa @Bkacksmith.








    Quindi. Lasciamo andare la discussione per la sua strada senza sporcarla

    Per chi avesse voglia di leggerla segnalo la suddetta discussione ,che contiene info e riferimenti (link e PDF)

    PS esiste la funzione "cerca" ,in alto a dx . In alternativa c'è gugl ...o il mio sterminato archivio al limite

    Ciao e buona domenica

    Come procede Gio ?
    Purtroppo la bambina molto bassi e pochi alti

    La discussione infatti voleva porre l’attenzione sul nuovo etf ishares e verificare su quali indici sia da preferire un sintetico sia per motivi fiscali che di costi di gestione impliciti

  10. #10
    L'avatar di bow
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    2,153
    Mentioned
    157 Post(s)
    Quoted
    1927 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da twentysense Visualizza Messaggio
    Rischio di controparte perché nel 2008 sono fallite banche che con cui gli ETF avevano il derivato?
    Assolutamente no.
    Però io ero nel fuoco incrociato nell'autunno-inverno 2008/2009 (in banca al centro di Roma, investiti soldi miei e vari casini) quindi ti posso testimoniare le cose come le ho vissute io.

    Dopo Leman Brothers si creò un clima di diffidenza e panico in tutto il mercato mondiale. I dubbi erano:
    1- Cosa si è scatenato sull'economia mondiale? Una nuova crisi del 1929? Chi sarà il prossimo a fallire? AIG? Bank of Scotland? ING?
    2- Dove sono 'infilati' i "Titoli Tossici"? In Deutsche Bank? Nei bilanci degli enti para-statali? In TUTTI i contratti derivati? Gli Swap, saranno onorati?
    3- All'epoca ricordo prodotti che erano stati collocati a tagli 'disumani', e parlo in particolare di Index Linked, che avevano scritto piccolo piccolo nel contratto "il rischio controparte è correlato alla banca Islandese XYZ" quando ovviamente erano stati venduti come più o meno "garantiti"... si scatenò un casino. Ricordo che una banca dal nome latinizzato che non cito (che ovviamente aveva le Index con l'Islanda) si mise per la prima volta le mani in tasca e pose garanzie sue su tutte le Index.
    4- In questo Panico gli ETF erano sul mercato italiano da 2 anni. Roba che oggi il Bitcoin è Vintage. Due anni in cui poi quasi tutti gli ETF erano in perdita... e iniziarono a 'svuotarsi' (all'epoca un ETF con 500 milioni di masse era colossale... in poco tempo alcuni passarono da 500 a 10 milioni) quelli a replica SINTETICA (in particolare i Lyxor) mentre iniziarono ad apparire sul mercato quelli nuovi di tale 'iShares' (ovvero Blackrock) che mettevano sul mercato alcuni a replica fisica, pubblicizzando (ovviamente tra specialistici, gestori di fondi etc...) la tranquillità che dentro la replica fisica non potessero esserci brutte sorprese.
    5- E le brutte sorprese (sugli ETF non accadde NULLA!!!!!) in giro ci furono: ve la ricordate FORTIS (Crisi banche, Fortis vende asset per 10 miliardi. «Ma siamo solidi» - Il Sole 24 ORE) ??
    Beh, io avevo gente con un fondo obbligazionario breve termine, che utilizzava tanti bei bond bancari a breve termine... quasi una roba di liquidità, non lo cito, ma dentro c'era tanta Fortis, tanta ABN AMRO etc... prima della nazionalizzazione delle suddette scese del 10%... vai a spiegare una flessione del 10% su un Fondo quasi di liquidità...
    Ve la ricordate ING Groep (Ing Direct e salva. La Banca Centrale d’Olanda ricapitalizzazione Ing Groep | Crisi Finanziaria) ? Conto Arancio... assicurazioni... la roba più tranquilla del mondo? DOPO la nazionalizzazione i soldi pubblici dell'Olanda fecero salire il coefficiente patrimoniale al 8% (oggi con 12 sei una *****ccia!)...

    Insomma non è successo niente. Però se hai il 90% del portafoglio in ETF sintetici (e io se non arrivavo al 90 forse il 50 si) durante un macello come quello qualche domanda te la fai.
    Ripeto... poi ci sono le vecchine con 1 milione nella Polizza Sintetica, garante (all'epoca) una banca islandese e non lo sanno.

    Le discussioni sugli ETF a replica sintetica sono solo fuffa, bias emotivi...
    Il rischio secondo me è esserti comprati questo: LU1812091194 (Lyxor Eurostoxx600 Real Estate) quando era scambiato con una decina di ordini al giorno, poco dopo l'uscita... e dopo esserti beccato 5 anni di dividendi e di gain andarlo a vendere nell'estate 2015 in cui in tutto aveva 20 milioni di scambi e 3-4 scambi a settimana, e quindi penare per farti eseguire l'ordine a prezzo limite. Forse perché sintetico? Forse perché sono usciti immobiliari più fighi? Forse perché costava troppo? Ma tant'è che i fisici, a parità di costi e indici capitalizzano e scambiano di più, da quello che umilmente osservo.

    Il sintetico con più masse, Invesco S&P500 (0,05% TER) ha masse investite per 7,38 miliardi... il suo fratello gemello iShares S&P500 (0,07% di TER, quindi costa il 40% in più... immaginiamo l'incidenza per un istituzionale con 500 milioni di euro investiti) ha masse per 33,38 miliardi... forse un bias, forse un caso, forse la potenza del brand iShares, però qualcosa comporta.
    Ultima modifica di bow; 05-12-20 alle 16:41

Accedi