TRUFFE finanziarie abusivi e promotori; DAVVERO COSI SEMPLICE? - Pagina 8
Lunedì da incubo per Piazza Affari: -3,75% con banche e titoli oil in caduta libera
Incipit di ottava con il piede sbagliato per Piazza Affari. Sui mercati azionari globali si è abbattuta oggi un?ondata vera e propria di vendite dettata dall?acuirsi dei timori che l’aumento …
Rischio bolla per i tech o solo correzione? Dubbi sulla mega-crescita
La pandemia da coronavirus ha portato grandi vantaggi al gruppo FAANG (Facebook, Apple, Amazon, Netflix e Google) che quest'anno ha registrato un aumento di valore fino al 70%. L'isolamento e …
Deutsche Bank, HSBC e anche la numero uno Usa: scandalo riciclaggio da 2.000 mld $ scuote le grandi banche
Giornata campale per le banche con ribassi consistenti per tutte le big europee del settore. L'Euro Stoxx Banks segna addirittura oltre -6% oggi scivolando ai minimi da marzo. Da inizio …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #71
    L'avatar di asimpleplan
    Data Registrazione
    Nov 2019
    Messaggi
    2,098
    Mentioned
    7 Post(s)
    Quoted
    1815 Post(s)
    Potenza rep
    8996968
    Citazione Originariamente Scritto da Varrick Visualizza Messaggio
    A chi pensa che la cultura finanziaria italiana migliorerà, dico che lo farà per un miserabile uno-due per cento della popolazione: .
    Se io fossi un promotore finanziario con metodi di raggiro mi preoccuperei

    1 dei webinar gratuiti in cui si parla solo di etf
    2 dei nuovi youtuber che parlando di minimizzazione dei costi


    Il "pericolo" forse simile a quello del 2000 è invece il ramo "trading è facile fallo anche tu" "autocontrollo finanziario" "liberta' finanziaria".

    Concetti giusti che Mal si applicano al concetto di investimento come minimo ribilanciamento del capitale ; costante turn over di azioni e obbligazioni, con l'aumento dei costi di trading e la "gamification" del processo di investimento.

    Sto parlando di modalita' più sofisticate dei broker truffa sul forex.

  2. #72
    L'avatar di Antoniano2
    Data Registrazione
    Sep 2016
    Messaggi
    19,615
    Mentioned
    44 Post(s)
    Quoted
    12457 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da bow Visualizza Messaggio
    Di recente ho conosciuto una persona che, nel contesto di Mifid2 (obbligo di SCRIVERE i costi e inviare rendiconti periodici) assistette ad una riunione top di primissima banca italiana in cui un dirigente alzò la mano ed al mega-capo (amministratore delegato del gruppo) chiese "quale strategie metteremo in atto di fronte alla necessità di esplicitare i costi complessivi al cliente?".
    Mi ha riferito questo testimone che alla domanda cadde il silenzio, l'interrogato fece un profondo respiro e rimase pensoso un momento, tutti erano al massimo dell'attenzione in attesa che l'Elon Musk della finanza esplicasse chissà che copernicana strategia. La ripsosta fu "Eh, speriamo che se ne accorgano il più tardi possibile".

    Il che vuol dire che faranno resistenza. Punto. Opacità, persuasione, personalizzazione della relazione, offerte civetta (pensa al 2% di Mediolanum su tutti i mezzi a stampa), marketing, disinformazione... insomma anziché tirare fuori l'auto elettrica faranno il doppio degli sforzi sul petrolio.

    In questa stessa discussione, su questo forum, hai visto che l'obbligo di trasparenza dei costi delle Unit (su cui si parcheggiano come niente decine di milioni, mica è una cosa 'poco importante') è eluso e raggirato, anche uno specialista ha difficoltà a trovarli (io però come vedi li ho messi e calcolati). E di fronte ad uno specialista che l'ha messi e calcolati (con immagini e link di documentazione ufficiale IVASS) già sono scattate molte voci che hanno detto "mannò, non sono quelli, massì ci sono i rebates, maddai poi alla fine ci si viene incontro".

    Credi che percorrere la strada della disinformazione sia difficile?

    Parzialmente ci riusciranno. Ci saranno sempre un 20% di polli secondo me, anche nel 2120. Di recente una persona mi disse che voleva sporgere denuncia per appropriazione indebita perché non gli si dava tasso d'interesse sul conto... quindi è evidente che la gente ignorante che vive fuori dal mondo ci sarà sempre. Faranno in modo che non si faccia formazione finanziaria, che neppure bancari e consulenti la ricevano davvero, che su youtube circolino solo video di gente che prende il muretto con la macchina e che le persone guardino quello, che i libri d'economia vengano scritti da professori che non sanno neanche che è un ETF e che si esprimano in formule astruse per rendere il loro esame all'università difficile o scrivano per dimostrare quanto è bello uscire dall'euro per far contento il capo partito, pagheranno i Beppe Scienza per scrivere cose che non stanno in cielo né piedi, ad ogni Blog sensato ne affiancheranno 10 di questo tipo etc... etc...

    Per questo la formazione è importante.

    E sono piuttosto forti. La loro unica debolezza è che verità ed onestà possono stare da una parte sola e ci saranno sempre persone pronte a dare una strada a chi le cerca ed intende percorrerla.
    And the crowd goes..


  3. #73
    L'avatar di Antoniano2
    Data Registrazione
    Sep 2016
    Messaggi
    19,615
    Mentioned
    44 Post(s)
    Quoted
    12457 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da totuccio2 Visualizza Messaggio
    Se la pensi cosi, e sei proprio così pessimista, dovresti valutare seriamente di cambiare lavoro.
    Almeno, se io condividessi al 100 le tue idee lo valuterei.
    Se non pensassi che si può lavorare bene o discretamente all interno del sistema, chiederei di fare altro
    Infatti non si come faccia. È un highlander. Io non ce l'ho fatta
    Ultima modifica di Antoniano2; 10-08-20 alle 08:17

  4. #74
    L'avatar di Antoniano2
    Data Registrazione
    Sep 2016
    Messaggi
    19,615
    Mentioned
    44 Post(s)
    Quoted
    12457 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da bow Visualizza Messaggio
    Non sono idee. O sono fatti, o non lo sono.
    Tu lavori in banca come affluent... è vero o non è vero che si cerca di nascondere i costi? Che si cerca di fare produzione grazie alla relazione? Che se il risparmiatore non ci capisce niente è si fida è un cliente 'buono' ed una trattativa 'facile', se invece se ne intende e non vuole pagare costi inutili lo consideriamo un 'rompi....' o peggio? Che i prodotti hanno costi e fregature occulte difficili da comprendere anche per gli addetti ai lavori e che tanti nostri colleghi ne vendono senza averne idea o informarsene? E' vero o non è vero che ai corsi di formazione (pochi e rari, il minimo di legge e sempre più corsi online durante l'orario di lavoro, così mandi avanti le slide e poi ti fai passare le risposte senza neppure guardarli) ci fanno le vignette sulla relazione con il cliente, gli avvisi su come posizionare la sedia, le chiacchiere sui tassi d'interesse che salgono, ma non approfondiscono un decimo di quanto faccio nel mio Blog o su FOL? E' vero o non è vero che la 'spiegazione dei nuovi prodotti' quando c'è somiglia più che altro ad un intermezzo di pubblicità in cui si tessono le lodi da parte del produttore senza dettagli approfonditi (mai!) e che hanno la valenza formativa di una televendita di pentole? E' vero o non è vero che chiedi ad un cliente bancario a caso di una qualsiasi filiale "lo scorso anno, quanti soldi ti è costata la relazione con la banca?" se ha investimenti ti darà una risposta qualche ordine di grandezza inferiore al vero? E' vero o non è vero che su esigenze del cliente, situazioni specifiche e problematiche specifiche l'attenzione è zero (salvo clienti con molti milioni) invece su vendi-vendi-vendi e chissenefrega del resto ci sono passi giornalieri, budget, continue pressioni, capi, supervisori dei capi, dirigenti dei supervisori, capi dei dirigenti che monitorano e monitorano e monitorano? Quanti euro l'anno vengono spesi (inclusi gli stipendi e bonus per chi fa parte di tale 'filiera') in Questo sforzo e quanti euro l'anno vengono spesi nell'efficienza, adeguatezza, coerenza del servizio con le esigenze, l'innovazione e la qualità?

    Perché di chiacchiere ne possiamo fare infinite. Ma il sottostante delle chiacchiere o è vero, o non lo è.
    O i consulenti/promotori collocano polizze (lasciamo perdere i rebates che sono ridicoli, 0,7-0,8% non 2-3% e nessuna negoziazione a singola persona, salvo contratti derogati per milionari, come dimostra il contratto della Eurovita Core che ho postato, in cui le 'deroge' sono divise in classi e purgano anche se di meno anche colleghi e promotori, figurati se negoziano i rebates a persona... aspetta e spera) che succhiano 4-5% l'anno e più di commissioni, oppure ne collocano che succhiano 1,5-2%. Non c'è una via di mezzo.

    Poi se cambio lavoro io chi rimane a cercare di raddrizzare la situazione, o comunque a mostrare che la correttezza, nonostante tutto SI PUO' e SI DEVE? Anche perché lo sciacallaggio ha le gambe corte... negli ultimi 15 anni il settore bancario in Italia è andato bene? O è in crisi nera e chiudono filiali e spariscono istituti che magari hanno cent'anni e più come mosche?
    Ci rendiamo conto che questo schifo è la condanna a morte di queste istituzioni finanziarie che lo vedono come una soluzione?

    P.S.
    Non sono pessimista. Ho risposto alla domanda di asimpleplan "quale sarà la loro mossa?" ---> Disinformazione.
    Come ho più volte specificato rimarranno un 20% di disinformati (loro li chiamano polli). Il che vuol dire che l'attuale business del wealth management secondo me può ridursi del -80% grazie a cambio generazionale, di mentalità ed informazione (nonostante la disinformazione). Il che per me è una visione radiosa del futuro, è ottimismo.
    I super ricchi di fanno l'ufficio di famiglia i millennials usano le app. Restano i miei genitori e loro coetanei. Dopo non rimarrà più nulla. Ma è un bene, altro che

  5. #75
    L'avatar di Antoniano2
    Data Registrazione
    Sep 2016
    Messaggi
    19,615
    Mentioned
    44 Post(s)
    Quoted
    12457 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da totuccio2 Visualizza Messaggio
    . A mio avviso, il sistema attuale della banca non è sostenibile se non applichi determinate commissioni.
    E infatti sparirà. Amen

  6. #76

    Data Registrazione
    Jul 2010
    Messaggi
    4,533
    Mentioned
    9 Post(s)
    Quoted
    2190 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da Antoniano2 Visualizza Messaggio
    E infatti sparirà. Amen
    vedremo, se ne sei proprio convinto..

  7. #77

    Data Registrazione
    Aug 2015
    Messaggi
    182
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    65 Post(s)
    Potenza rep
    19043301
    ormai bow mi sta portando alla commozione (non cerebrale eh eh)...

  8. #78

    Data Registrazione
    Jul 2010
    Messaggi
    4,533
    Mentioned
    9 Post(s)
    Quoted
    2190 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    È bravissimo, ma si limita a dire cose che in banca sanno tutti.
    Se poi propone solo etf, non sarei del tutto sicuro della eticità del comportamento.
    Perlomeno, io non mi sentirei a posto del tutto, ma è una cosa mia eh

  9. #79
    L'avatar di Blacksmith.
    Data Registrazione
    Apr 2016
    Messaggi
    4,949
    Mentioned
    58 Post(s)
    Quoted
    3191 Post(s)
    Potenza rep
    0
    L'inghippo sta nella convinzione radicata nei "mediomen" (che siano medici o ingegneri) che le cose migliori siano inevitabilmente più costose e, viceversa, che qualcosa di più costoso debba essere presumibilmente migliore. La cultura finanziaria c'entra relativamente, perché i "mediomen" vogliono sì "guadagnare", ma sono consapevoli che facendo da sé farebbero comunque peggio. E' più una questione di psicologia che di cultura.

    La "truffa" sta nel perpetuare la credenza che esistano "esperti" di finanza a cui sia preferibile affidare i propri soldi, rispetto a qualsiasi altra alternativa: come esistono gli esperti di medicina (che possono mostrare la loro vacuità di fronte ai nuovi virus) o gli esperti di ingegneria (che possono costruire ponti che cadranno), così esisteranno gli "esperti" di finanza... come se la finanza fosse una scienza! L'aspetto scientifico della finanza sta nell'occultamento dei costi/rischi di collocamento di bond, azioni, certificati, derivati, polizze, etc.
    Ultima modifica di Blacksmith.; 10-08-20 alle 12:44

  10. #80
    L'avatar di asimpleplan
    Data Registrazione
    Nov 2019
    Messaggi
    2,098
    Mentioned
    7 Post(s)
    Quoted
    1815 Post(s)
    Potenza rep
    8996968
    Citazione Originariamente Scritto da Blacksmith. Visualizza Messaggio
    L'inghippo sta nella convinzione radicata nei "mediomen" (che siano medici o ingegneri) che le cose migliori siano inevitabilmente più costose e, viceversa, che qualcosa di più costoso debba essere presumibilmente migliore. La cultura finanziaria c'entra relativamente, perché i "mediomen" vogliono sì "guadagnare", ma sono consapevoli che facendo da sé farebbero comunque peggio. E' più una questione di psicologia che di cultura.

    La "truffa" sta nel perpetuare la credenza che esistano "esperti" di finanza a cui sia preferibile affidare i propri soldi, rispetto a qualsiasi altra alternativa: come esistono gli esperti di medicina (che possono mostrare la loro vacuità di fronte ai nuovi virus) o gli esperti di ingegneria (che possono costruire ponti che cadranno), così esisteranno gli "esperti" di finanza... come se la finanza fosse una scienza! L'aspetto scientifico della finanza sta nell'occultamento dei costi/rischi di collocamento di bond, azioni, certificati, derivati, polizze, etc.
    Ora non so la tua eta' , ma è "sempre" stato così? (magari alcuni parenti o genitori o avi ) raccontavano dell'esperto del "borsino"?

    Ora per spezzare una lancia a favore dell'esperto di finanza, una persona preparata che gestisce un patrimonio milionario è meno incline a far fare (solo alcuni esempi)

    1 overtrading
    2 tutto in unit linked
    3 garantire il flusso cedolare SOLO con certificates
    4 convincere il "visionario" milionario che sarebbe meglio evitare di andare all in su ENI (2,3 KK che rappresentano l'intero capitale) perché "tanto dà i dividendi".
    5 vendere in perdita un etf ben diversificato perchè NON si tollera il "rosso"

    Tolti i tipici bias comportamentali (che tutti hanno) l'inesperienza nel valutare i costi e l'assenza di esperienza sul campo (screen time) probabilmente si entra nel reame dei veri "esperti".

    Ma in realta' il discorso verte sulla facilita' (almeno secondo gli articoli online di cronaca) di simpatici promotori con "il cuore grande" che riescono a truffare \raggirare il cliente con vere e proprie truffe (invece che lo spoglio "scientifico" dei soldi per le commissioni e i ter non detti; questo è perfettamente legale)

    Gli articoli NON spiegano qual'è il target medio della truffa , se è un contadino analfabeta senza internet e con la demenza senile conclamata oppure sono professionisti trentenni con lavori da laureati.
    Ultima modifica di asimpleplan; 10-08-20 alle 13:17

Accedi