ETF vs SICAV - Pagina 12
Confronto conti correnti: arriva l’Indicatore dei costi complessivi (ICC), cos’é e a cosa serve
Le nuove norme sulla trasparenza bancaria vedono l'introduzione del nuovo Indicatore dei costi complessivi (ICC) che mostra il costo indicativo annuo del conto corrente, espresso in euro, e sostituisce il …
Ftse Mib vola, Saipem si scuote con +6%. Per analisti è tempo di ‘buy the dip’ sulle azioni
Avvio di settimana dirompente per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib ha chiuso con uno sprint di +2,47% a quota 19.160 punti. Assist importante arriva dal balzo di Wall Street che …
Certificates Room: performance e sostenibilità, un binomio possibile
Domani martedì 29 settembre ore 17.30 si terrà l?evento Wall Street Italia dedicato al mondo degli investimenti ESG e dei certificati: iscriviti subito al link. Temi trattati Gli investimenti ESG …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #111

    Data Registrazione
    Jun 2019
    Messaggi
    166
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    93 Post(s)
    Potenza rep
    1862630
    [QUOTE=bomba84;54686671]il problema di questi ragionamenti è che li puoi fare a posteriori, quando hai il bel grafichetto storico che ti dice che il fondo ha performato meglio dell'ETF..

    ma, ad anteriori , come lo selezioni quel 10% di fondi che faranno meglio dei rispettivi benchmark?, tirando i dadi?
    pur tenendo presente che i rendimenti passati non garantiscono il futuro ci si puo' lavorare sopra,in primis scegliere fondi ad alto rating le famose 5 stelle Mstar o Lipper o 8/10 punti Fineco o nel mio caso 5 stelle Analysis è gia ti sei tolto l'80% dei fondi ,con quel che resta fai scoring ad es su 1/3/5 anni performance volatilità sharpe extra sharpe drawdown max drawdown sortino beta extrarendimento alfa insomma ti scegli gli indicatori che piu' ti interessano quel che rimane che so 3/4 fondi li metti in grafico risk return 1/3/5 anni per minimizzare il ritorno in media e poi decidi se i ne vale la pena certo non hai nessuna garanzia per il futuro ma hai cmq tra le mani le eccellenze del passato

  2. #112
    L'avatar di oceanic815
    Data Registrazione
    Feb 2017
    Messaggi
    4,023
    Mentioned
    53 Post(s)
    Quoted
    1933 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Fresco fresco,sette mesi, il nuovo MSIF Opportunity ,mercati emergenti


    Morgan Stanley Investment Funds - Developing Opportunity Fund A


    Se qualcuno fosse a conoscenza dei collocatori mi farebbe cosa gradita segnalandolo


    Così chiudo il cerchio,e scateno una bella tripletta Opportunity (Global ,Asia,EM)...

  3. #113
    L'avatar di bow
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    1,407
    Mentioned
    77 Post(s)
    Quoted
    1217 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    [QUOTE=Maxx59;54687186]
    Citazione Originariamente Scritto da bomba84 Visualizza Messaggio
    pur tenendo presente che i rendimenti passati non garantiscono il futuro ci si puo' lavorare sopra,in primis scegliere fondi ad alto rating le famose 5 stelle Mstar o Lipper o 8/10 punti Fineco o nel mio caso 5 stelle Analysis è gia ti sei tolto l'80% dei fondi ,con quel che resta fai scoring ad es su 1/3/5 anni performance volatilità sharpe extra sharpe drawdown max drawdown sortino beta extrarendimento alfa insomma ti scegli gli indicatori che piu' ti interessano quel che rimane che so 3/4 fondi li metti in grafico risk return 1/3/5 anni per minimizzare il ritorno in media e poi decidi se i ne vale la pena certo non hai nessuna garanzia per il futuro ma hai cmq tra le mani le eccellenze del passato
    Il problema è che con questo modo magari esce fuori roba tipo H2O Multibond, BGF New Frontier Technology etc... però questa logica alla fine esce dalla consulenza ed asset allocation al cliente: sembra una sorta di 'mining' di roba 'stellata'.

    Allora, visto che tanto i principali hanno tutti 4 e 5 stelle uguali, ripeto: e se l'asset allocation te la fai con gli ETF? Ripeto che non è un problema di dire "quel singolo fondo fa schifo" è proprio una logica, come un voler 'per forza' metterci fondi attivi che, sappiamo, sono prodotti ''commerciali'' per far guadagnare il panino al promotore ed alla società. Già il fatto che se un fondo attivo fa più dell'ETF si fa un topic quasi sensazionalistico spiega i prodotti...
    Poi per carità, è il piatto in cui mangio, ve devo dì che è buono per forza? Quando entri nel ristorante vi ricevo con il menu in mano e ve lo dico, ma sul forum di ricette permettimi di osservare che il criterio dei fondi stellati è sapido ma alza tanto il colesterolo, secondo me.
    Ultima modifica di bow; 13-07-20 alle 16:54

  4. #114
    L'avatar di mac
    Data Registrazione
    Jan 2001
    Messaggi
    6,113
    Mentioned
    54 Post(s)
    Quoted
    996 Post(s)
    Potenza rep
    42949692
    Citazione Originariamente Scritto da oceanic815 Visualizza Messaggio
    Fresco fresco,sette mesi, il nuovo MSIF Opportunity ,mercati emergenti


    Morgan Stanley Investment Funds - Developing Opportunity Fund A



    Se qualcuno fosse a conoscenza dei collocatori mi farebbe cosa gradita segnalandolo


    Così chiudo il cerchio,e scateno una bella tripletta Opportunity (Global ,Asia,EM)...
    Lo colloca Fundstore, ad esempio.
    Ma perché lo preferiresti ad Emerging Leader?
    Forse ho capito: perché è gestito da Kristian Heugh, lo stesso che gestisce Asia Opportunity e Global Opportunity?
    Ultima modifica di mac; 13-07-20 alle 17:11

  5. #115
    L'avatar di bomba84
    Data Registrazione
    Jan 2014
    Messaggi
    11,861
    Mentioned
    10 Post(s)
    Quoted
    5601 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    [QUOTE=bow;54687937]
    Citazione Originariamente Scritto da Maxx59 Visualizza Messaggio

    Il problema è che con questo modo magari esce fuori roba tipo H2O Multibond, BGF New Frontier Technology etc... però questa logica alla fine esce dalla consulenza ed asset allocation al cliente: sembra una sorta di 'mining' di roba 'stellata'.

    Allora, visto che tanto i principali hanno tutti 4 e 5 stelle uguali, ripeto: e se l'asset allocation te la fai con gli ETF? Ripeto che non è un problema di dire "quel singolo fondo fa schifo" è proprio una logica, come un voler 'per forza' metterci fondi attivi che, sappiamo, sono prodotti ''commerciali'' per far guadagnare il panino al promotore ed alla società. Già il fatto che se un fondo attivo fa più dell'ETF si fa un topic quasi sensazionalistico spiega i prodotti...
    Poi per carità, è il piatto in cui mangio, ve devo dì che è buono per forza? Quando entri nel ristorante vi ricevo con il menu in mano e ve lo dico, ma sul forum di ricette permettimi di osservare che il criterio dei fondi stellati è sapido ma alza tanto il colesterolo, secondo me.
    Per qualche strano motivo mi è stato attribuito un commento che non era il mio

    Io in questa partita sto nella squadra degli ETF

  6. #116
    L'avatar di oceanic815
    Data Registrazione
    Feb 2017
    Messaggi
    4,023
    Mentioned
    53 Post(s)
    Quoted
    1933 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Citazione Originariamente Scritto da mac Visualizza Messaggio
    Lo colloca Fundstore, ad esempio.
    Ma perché lo preferiresti ad Emerging Leader?
    Forse ho capito: perché è gestito da Kristian Heugh, lo stesso che gestisce Asia Opportunity e Global Opportunity?
    Si . E prendendomi un rischio eccessivo,lo so. Qui sarebbe proprio fiducia cieca ,tre fondi un gestore. Anche Asia con l'abbandono della Zhou dovrebbe ,ad oggi ,essere tutta in mano a Heugh.
    Finché gli funziona il tocco magico ....poi si vedrà .

    É indubbiamente stato aiutato dal 'mercato' ,ma quel toro c'è stato per tutti ,eppure i risultati parlano chiaro


    PS se fossi multimilionario ,quei 35/40 titoli me li prenderei da solo

  7. #117
    L'avatar di oceanic815
    Data Registrazione
    Feb 2017
    Messaggi
    4,023
    Mentioned
    53 Post(s)
    Quoted
    1933 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Citazione Originariamente Scritto da bomba84 Visualizza Messaggio

    Per qualche strano motivo mi è stato attribuito un commento che non era il mio

    Io in questa partita sto nella squadra degli ETF

    Tutta gente preparatissima ....tranne che non sanno nemmeno usare il QUOTE

    PS ho dovuto correggere anche il tuo

  8. #118
    L'avatar di bomba84
    Data Registrazione
    Jan 2014
    Messaggi
    11,861
    Mentioned
    10 Post(s)
    Quoted
    5601 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da oceanic815 Visualizza Messaggio
    Tutta gente preparatissima ....tranne che non sanno nemmeno usare il QUOTE

    PS ho dovuto correggere anche il tuo

  9. #119
    L'avatar di cataflic
    Data Registrazione
    Oct 2002
    Messaggi
    4,711
    Mentioned
    51 Post(s)
    Quoted
    1192 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    Citazione Originariamente Scritto da bomba84 Visualizza Messaggio
    il tuo mi sembra un ragionamento condivisibile, infatti un fondo ce l'ho pure io.. ma il grosso è in ETF..

    comunque, il mio ragionamento e la mia percezione del problema mi dice che sul lungo termine l'importante è eliminare quei fattori costanti e certi che minano il rendimento, e questi sono i costi commissionali, non ci sono santi..

    ed essendo uno che preferisce affrontare passivamente il mercato anzichè destreggiarsi in continue operazioni di apertura e chiusura privilegio strumenti passivi di tracciamento del mercato, come lo sono gli ETF, che peraltro tenendo bassi i costi, sono più remunerativi nei risultati di lungo periodo...

    certo se negli anni 80 mi fossi fatto il fondo Magellan quando lo gestiva Peter Lynch, oggi non starei a parlare di ETF , ma la mia parte di gestione attiva la dedico sostanzialmente allo stock picking che è un 30% della mia attività complessiva, per la parte di portafoglio diversificato preferisco l'approccio pigro passivo lazy quasi sleepy

    così è più chiaro il mio punto di vista
    Hanno già fatto svariati studi sulle "classificazioni" dei fondi Morningstar, sia per le stellette, sia per i giudizi, trovando che a posteriori non servono praticamente a nulla per predire il fondo migliore in futuro, ma per me non c'è niente di male, sono solo strumenti costruiti per permettere la gestione al consulente retrocedendo fees.
    C'è tutta una narrativa, che comprende anche i periodi di grazia dei gestori, che aiuta il collocamento, la remunerazione, il sistema di gestione dei clienti per come è fatto oggi.
    E' più facile e basta....figuratevi che dobbiamo stare a discuterne anche qui sul fol(e da anni e anni...)
    Arrivi...ti piazzo un global opportunity...mi piglio un bello 0,7% di remunerazione o giù di lì, il cliente è contento che gli ho dato il mejo der mejo, se obietta qualcosa gli spiattello in faccia anni e anni di record, se anche andrà peggio del mercato, il cliente se ne accorge solo se va sotto lui e allora si tira fuori la rava e la fava ...la solita roba...
    Arrivi...ti spiego cosa è una gestione e perchè nel lungo periodo la gestione attiva è inefficiente, perchè i risultati che vedi oggi non contano nulla per il domani, si fa anche una bella analisi di rischio e obiettivi, si finisce per fare un bel etf allo 0,1% con una fee di consulenza dello 0,7%...quando il cliente va sotto se ne accorge...e la rava e la fava...la solita roba...
    La differenza è che nel secondo caso su 10 mln gestiti per il cliente ci sono 116.000€ costi di gestione in meno all'anno e non sono brustolini...in dieci anni sono 1.222.000€ lasciati a terra... e poi il consulente si compra il Range Sport e il gestore del fondo si fa la tenuta coi cavalli e il lago a sfioro.

  10. #120
    L'avatar di bomba84
    Data Registrazione
    Jan 2014
    Messaggi
    11,861
    Mentioned
    10 Post(s)
    Quoted
    5601 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da cataflic Visualizza Messaggio
    Hanno già fatto svariati studi sulle "classificazioni" dei fondi Morningstar, sia per le stellette, sia per i giudizi, trovando che a posteriori non servono praticamente a nulla per predire il fondo migliore in futuro, ma per me non c'è niente di male, sono solo strumenti costruiti per permettere la gestione al consulente retrocedendo fees.
    C'è tutta una narrativa, che comprende anche i periodi di grazia dei gestori, che aiuta il collocamento, la remunerazione, il sistema di gestione dei clienti per come è fatto oggi.
    E' più facile e basta....figuratevi che dobbiamo stare a discuterne anche qui sul fol(e da anni e anni...)
    Arrivi...ti piazzo un global opportunity...mi piglio un bello 0,7% di remunerazione o giù di lì, il cliente è contento che gli ho dato il mejo der mejo, se obietta qualcosa gli spiattello in faccia anni e anni di record, se anche andrà peggio del mercato, il cliente se ne accorge solo se va sotto lui e allora si tira fuori la rava e la fava ...la solita roba...
    Arrivi...ti spiego cosa è una gestione e perchè nel lungo periodo la gestione attiva è inefficiente, perchè i risultati che vedi oggi non contano nulla per il domani, si fa anche una bella analisi di rischio e obiettivi, si finisce per fare un bel etf allo 0,1% con una fee di consulenza dello 0,7%...quando il cliente va sotto se ne accorge...e la rava e la fava...la solita roba...
    La differenza è che nel secondo caso su 10 mln gestiti per il cliente ci sono 116.000€ costi di gestione in meno all'anno e non sono brustolini...in dieci anni sono 1.222.000€ lasciati a terra... e poi il consulente si compra il Range Sport e il gestore del fondo si fa la tenuta coi cavalli e il lago a sfioro.
    Ah ecco, come immaginavo

Accedi