ETF vs SICAV - Pagina 11
Piazza Affari archivia una settimana buia: sul Ftse Mib agli inferi Unicredit, Bper ed ENI
Piazza Affari manda in archivio una settimana incolore e anche l?ultima seduta si conclude con segno meno. L’indice Ftse Mib ha chiuso con un calo dell?1,09% a 19.524 punti in …
Analisti si sfregano le mani in attesa del Tesla Battery Day: upgrade sul titolo che ha fatto +400% da inizio anno
Il Tesla Battery Day è ormai imminente: l’attesissimo evento è in calendario il prossimo martedì, 22 settembre. Grande trepidazione per le novità che il gruppo fondato da Elon Musk potrebbe …
Dividendi banche: Bce pronta a togliere divieto a inizio 2021, azionisti Intesa Sanpaolo pregustano doppia razione cedole
La Bce è pronta a rimuovere il divieto sulle banche relativo al pagamento di dividendi a partire dall’inizio del prossimo anno. E’ quanto anticipa oggi un’indiscrezione di Bloomberg News che …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #101
    L'avatar di mac
    Data Registrazione
    Jan 2001
    Messaggi
    6,092
    Mentioned
    53 Post(s)
    Quoted
    975 Post(s)
    Potenza rep
    42949692
    Citazione Originariamente Scritto da fin_quest Visualizza Messaggio
    (...)
    Come individuare il prossimo fondo best in class?
    Visto che sei interessato a capire come si selezionano i fondi e non ti appiattisci sugli ETF per non studiare ... dai uno sguardo qui:

    Quello che io controllo prima di scegliere un fondo

    P.S. Spesso la ricerca è più uno sfizio che una reale necessità, ma sono anch'io d'accordo con chi afferma che con soli 2 ETF si costruisce un portafoglio efficiente, nella sua semplicità! Ma, si sà, all'essere umano non piacciono le cose semplici, ed io mi ci metto tra questi.

  2. #102
    L'avatar di bow
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    1,402
    Mentioned
    75 Post(s)
    Quoted
    1213 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da mac Visualizza Messaggio
    Terminiamo con l'analisi del contenuto dei prodotti


    Questo specchietto chiarirà, meglio di ogni parola, cosa c'è dentro gli ETF (o, meglio, cosa dovrebbe esserci dentro, visto che è stato costruito partendo dagli indici MSCI); poco cambio se si parla di mercati emergenti globali o asiatici più o meno emergenti.
    Nel Vontobel:
    - a fronte del 13% tra Alibaba e Tescent presente nel Vontobel, nei vari indici la percentuale tra queste due azioni varia da un min di 13,37 ad un max di 21,93
    - a fronte del 25% (aggiungendo Tw Semiconductor, Samsung e NCSofrware) siamo tra il 24,4 ed il 27,15 (escludendo NCSoftware che non trovo in nessun indice)
    In Nordea, che è peggio:
    - il 18,5% tra Alibaba e Tescent si paragona all'analoga percentuale presente nell'EM Far Est o al 22% previsto dall'indice cinese
    - il 33% con l'aggiunta di Tawain Semiconductor e Samsung, non è poi così dissimile dal 27,15% contenuto nell'indice EM Asia

    In definitiva, piuttosto che di rischio di gestione, parlerei di opportunità di gestione; prendendo naturalmente questa affermazione cum grano salis e non dimenticando mai che il 95% dei fondi fa peggio (o non meglio) della gestione passiva (già fare non meglio è un successo, visto che deve assorbire i costi di gestione e le tangenti per la distribuzione, quando vengono pagate senza ricevere in cambio consulenza alcuna) e che i rendimenti passati non sono garanzia di quelli futuri.
    Io non dico che non ci sono fondi attivi 'buoni'. Il mio cliente di venerdì era al +55% su Cina (dal 2017) mi pare che ha un fondo che ha come benchmark il Golden Dragon.
    In generale questo saltuario ed occasionale superamento del benchmark da parte dei fondi (salvo caso di 'improprio benchmark' esempio se non sei un ACWI ma un ACWI Growth) non lo vedo di valore aggiunto per andare a cercare il consulente con i fondi attivi. I costi dovrebbero mettere il mercato nella situazione inversa: il 95% degli ETF non dovrebbe battere il fondo sullo stesso mercato. Visto che così non è visto che la gestione attiva la faccio io, ed è inevitabile, perché si chiama CONSULENZA e devo 'attivamente' adattare il portafoglio non al mercato ma a piacere, obiettivi, paure, psicologia, maturità, bias etc... del suo proprietario (non fare circuizione del risparmiatore per portarlo dove voglio o dico io), nella doppia gestione attiva, quella al 95% peggiore e quella inevitabile, non ci vedo un valore aggiunto.
    Poi mi tocca, ahimé, ricorrere ben poco agli ETF (ed alle obbligazioni, i titoli di stato e tutti gli altri frutti di madrenatura-mercato) perché il padrùn vuole vendere la 'robba' sua, però credo di fare un lavoro di onestà intellettuale, almeno nel tempo libero, nell'esercitare il cervello e la professionalità in senso migliorativo e non peggiorativo (e fare formazione).

    Quindi se devo inventare una strategia d'investimento o simulare un portafoglio, ricorro a indici, non a fondi attivi, anche perché che mi rappresentano? La 'forza' del Brand "Morgan Stanley" o "H2O"?

    E poi se faccio 'buy&hold' per 10 anni e nel corso dell'investimento mi succede questo:

    2018:
    Allegato 2700427
    "Uah! Il fondo attivo di nuove generazione, strategia CORE di Goldman Sachs, Big Data, advanced strategy, sovraperforma di ETF, forza gestione attiva!"

    2020:
    Allegato 2700428
    "Ah... no, forse no..."

    (ed ho linkato un bel fondo sull'azionario europa... mica robaccia)

  3. #103
    L'avatar di mac
    Data Registrazione
    Jan 2001
    Messaggi
    6,092
    Mentioned
    53 Post(s)
    Quoted
    975 Post(s)
    Potenza rep
    42949692
    Ti rendi conto bow che questo è un ragionamento del tutto diverso di quello che hai fatto nel post 18?

    Peccato non si vedano i 2 allegati, comunque ti stimo per l'opera divulgativa che fai, anche se non ti piace come gestisce Crestes.

  4. #104
    L'avatar di Antoniano2
    Data Registrazione
    Sep 2016
    Messaggi
    19,588
    Mentioned
    44 Post(s)
    Quoted
    12442 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da fin_quest Visualizza Messaggio
    Dai, cos'è sta spocchia?
    Hai ragione sono i numeri ad essere spocchiosi. La realtà insomma.

    Poi l'utente ha detto pagine da che il suo intervento era concluso e le sue conclusioni chiare. Da lì ho riportato quei due dati in croce.

    Ognuno è libero di investire come crede. Mi tocca ancora ripetere che i risultati degli investimenti non dipendono dai messaggi del forum

  5. #105
    L'avatar di bow
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    1,402
    Mentioned
    75 Post(s)
    Quoted
    1213 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da mac Visualizza Messaggio
    Ti rendi conto bow che questo è un ragionamento del tutto diverso di quello che hai fatto nel post 18?

    Peccato non si vedano i 2 allegati, comunque ti stimo per l'opera divulgativa che fai, anche se non ti piace come gestisce Crestes.
    Non credo, ho esordito dicendo che io sono il primo che dovrei vendere quelli attivi, e ribadito le debolezze logiche di tale gestione. Poi sono anche il primo ad andare a cercare, dovendo, quelli buoni. Purtroppo qualche capelluccio bianco mi ha insegnato che buoni 5 stelle, over performance nel 2015 non sono la stessa cosa nel 2020. Ho purtroppo collocato prodotti nel 2017 osannati, costruiti apparentemente bene, stellati etc... che poi hanno fatto danni incredibili nel 2018 e 2020 e per cui devo spargermi la cenere sulla testa, grazie al cielo diversifico. Tu stesso hai notato che nel 2017 hanno "cambiato"... ecco, cambiano spesso, il problema è con i soldi veri sopra, di un altro cui li hai collocati tu, dopo aver preso soldi per il servizio.
    Poi sai che fa Vontobel? Ti manda un addetto alle relazioni di 25 anni, con giacchina nuova inamidata, bocconiano e/o figlio di qualche dirigente loro, che sorridendo con degli opuscoli in mano dice "in effetti su quel fondo abbiamo avuto problemi perché... [ripetizione di super*****la che hanno fatto a lui]" e poi aggiunge "...ma il nuovo fondo invece (...)!".
    Io non posso picchiarlo, perché poi mi licenziano.
    Allora alle volte gli ho fatto trovare 'casualmente' in filiale qualche cliente con il fondo attivo che sopvraperformAVA il benchmark, gente che quando lui sbriciolava i Plasmon faceva sputare sangue al socio in tribunale per molto meno ... e ne parlano tra loro. 😬

    Sugli ETF posso almeno dire "è il mercato", di Vontobel, JPM, Blackrock e H2O che dico? "Sa, il gestore aveva 40% di tecnologici perché tiravano e poi c'è stato il famoso crollo dell'High tech di agosto 2020" si, si, lo dico... ma c'è già tanta redditività nel mercato... ci sono settordicimila ETF... i Vanguard, quelli sul NASDAQ, S&P500, ACWI... devo andarmi ad infognare con Crestes che specula a leva sulle valute? Non è che non mi piace lui... a questo punto per un rischio fuori scala passo ad un leveraged 3x sul NASDAQ o un bel Bitcoin e se per metti il cliente lo facevo arricchire negli ultimi 5 anni... no?
    Io quello che fa lui non lo capisco e non mi interessa.
    So solo che il leveraged NASDAQ o i Bitcoin evidentemente non pagano provvigioni ed ho visto portafogli di promotori che sono stati consigliati con metà capitale sul H2O multibond (certo lì entro e paghi 6%... 20% di performance etc...).
    Comunque i grafici li avevo fatti su morningstar con gli Isin indicati.
    Ultima modifica di bow; 13-07-20 alle 08:15

  6. #106

    Data Registrazione
    Mar 2020
    Messaggi
    26
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    22 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Antoniano2 Visualizza Messaggio
    Mi tocca ancora ripetere che i risultati degli investimenti non dipendono dai messaggi del forum
    Beh, questo è più che chiaro, a meno che non si tratti di criptovalute (cfr. Dogecoin e i post di TikTok)

    Comunque va bene tutto, ma in questo caso da tutti i grafici postati da @mac nelle scorse pagine si evince come i fondi, al netto dei costi, abbiano performato quasi sempre meglio dell'ETF paragonabile.
    Chiaro che in tantissimi altri casi è l'opposto, chiaro che se parliamo di orizzonti temporali lunghissimi (facciamo >15/20 anni?) è meglio eliminare la variabile di incertezza della gestione attiva, ma per il resto perché scartare a prescindere questi fondi?

    Non si sta mica dicendo di sbarazzarsi di tutti gli ETF, eh

  7. #107
    L'avatar di bomba84
    Data Registrazione
    Jan 2014
    Messaggi
    11,769
    Mentioned
    10 Post(s)
    Quoted
    5556 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da fin_quest Visualizza Messaggio
    Beh, questo è più che chiaro, a meno che non si tratti di criptovalute (cfr. Dogecoin e i post di TikTok)

    Comunque va bene tutto, ma in questo caso da tutti i grafici postati da @mac nelle scorse pagine si evince come i fondi, al netto dei costi, abbiano performato quasi sempre meglio dell'ETF paragonabile.
    Chiaro che in tantissimi altri casi è l'opposto, chiaro che se parliamo di orizzonti temporali lunghissimi (facciamo >15/20 anni?) è meglio eliminare la variabile di incertezza della gestione attiva, ma per il resto perché scartare a prescindere questi fondi?

    Non si sta mica dicendo di sbarazzarsi di tutti gli ETF, eh
    il problema di questi ragionamenti è che li puoi fare a posteriori, quando hai il bel grafichetto storico che ti dice che il fondo ha performato meglio dell'ETF..

    ma, ad anteriori , come lo selezioni quel 10% di fondi che faranno meglio dei rispettivi benchmark?, tirando i dadi?
    un investitore poco esperto, come mi reputo io, secondo me dovrebbe concentrarsi sull'eliminare i fattori negativi di cui si ha contezza e certezza, ovvero i costi, e concentrarsi su prodotti low cost..

    poi se uno è esperto di gestione attiva, e capisce prima quale sarà il miglior mutual fund del 2021, non fa prima a comprarsi da solo il paniere di sottostanti che faranno meglio, e fare i soldi senza pagare altri?

  8. #108
    L'avatar di mac
    Data Registrazione
    Jan 2001
    Messaggi
    6,092
    Mentioned
    53 Post(s)
    Quoted
    975 Post(s)
    Potenza rep
    42949692
    Repetita iuvant

  9. #109

    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    3,851
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    168 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Citazione Originariamente Scritto da bomba84 Visualizza Messaggio
    il problema di questi ragionamenti è che li puoi fare a posteriori, quando hai il bel grafichetto storico che ti dice che il fondo ha performato meglio dell'ETF..

    ma, ad anteriori , come lo selezioni quel 10% di fondi che faranno meglio dei rispettivi benchmark?, tirando i dadi?
    un investitore poco esperto, come mi reputo io, secondo me dovrebbe concentrarsi sull'eliminare i fattori negativi di cui si ha contezza e certezza, ovvero i costi, e concentrarsi su prodotti low cost..

    poi se uno è esperto di gestione attiva, e capisce prima quale sarà il miglior mutual fund del 2021, non fa prima a comprarsi da solo il paniere di sottostanti che faranno meglio, e fare i soldi senza pagare altri?
    Ci sono fondi che sovraperformano gli indici da anni. Io comincerei da lì. Vero è che non sono tanti. Per inciso, sovraperformare NON vuol dire che fare meglio in qualunque momento, indipendentemente dalla finestra temporale scelta ma significa sovraperformare su un orizzonte temporale medio/lungo (5-10 anni) indipedentemente dalla data di ingresso. Secondo me, in un ptf ragionato ci stanno sia ETF che fondi.

  10. #110
    L'avatar di bomba84
    Data Registrazione
    Jan 2014
    Messaggi
    11,769
    Mentioned
    10 Post(s)
    Quoted
    5556 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da tilde75 Visualizza Messaggio
    Ci sono fondi che sovraperformano gli indici da anni. Io comincerei da lì. Vero è che non sono tanti. Per inciso, sovraperformare NON vuol dire che fare meglio in qualunque momento, indipendentemente dalla finestra temporale scelta ma significa sovraperformare su un orizzonte temporale medio/lungo (5-10 anni) indipedentemente dalla data di ingresso. Secondo me, in un ptf ragionato ci stanno sia ETF che fondi.
    il tuo mi sembra un ragionamento condivisibile, infatti un fondo ce l'ho pure io.. ma il grosso è in ETF..

    comunque, il mio ragionamento e la mia percezione del problema mi dice che sul lungo termine l'importante è eliminare quei fattori costanti e certi che minano il rendimento, e questi sono i costi commissionali, non ci sono santi..

    ed essendo uno che preferisce affrontare passivamente il mercato anzichè destreggiarsi in continue operazioni di apertura e chiusura privilegio strumenti passivi di tracciamento del mercato, come lo sono gli ETF, che peraltro tenendo bassi i costi, sono più remunerativi nei risultati di lungo periodo...

    certo se negli anni 80 mi fossi fatto il fondo Magellan quando lo gestiva Peter Lynch, oggi non starei a parlare di ETF , ma la mia parte di gestione attiva la dedico sostanzialmente allo stock picking che è un 30% della mia attività complessiva, per la parte di portafoglio diversificato preferisco l'approccio pigro passivo lazy quasi sleepy

    così è più chiaro il mio punto di vista

Accedi