ETF diversificato emergenti cosa mi consigliate?
Tassi vicini al 2% del Btp 2040 scaldano gli investitori, Tesoro fa en plein da 10 mld. BlackRock consiglia tre alternative alle azioni
I BTP continuano ad attirare molti investitori come evidenziato dall’asta di oggi e figurano tra gli asset meglio performanti in questo 2020 insieme all’oro e ai titoli di Stato di …
Chiusura Borsa Italiana: Ftse Mib KO con Stm e Nexi sul fondo, in volata Telecom ed ENI
Giornata negativa per Piazza Affari con i mercati che sono tornati a guardare con preoccupazione al rischio contagi dopo che la California ha deciso di tornare a chiudere tutte le …
Joe Biden sfida Trump sul climate change: maxi-piano da 2.000 mld $ per l’energia pulita
Il clima sempre più al centro del piano di Joe Biden, per far ripartire l'economia a stelle e strisce nel post-Covid. Con un maxi investimento da 2 trilioni di dollari …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1

    Data Registrazione
    Dec 2015
    Messaggi
    281
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    146 Post(s)
    Potenza rep
    1839308

    ETF diversificato emergenti cosa mi consigliate?

    In ottica diversificazione sto considerando ETF emergenti generale ma se pensate qualche area in particolare meriti più attenzione apprezzo pareri.

    Mi sono reso conto di essere abbastanza sbilanciato su tecnologico usa.

  2. #2
    L'avatar di Unexist
    Data Registrazione
    Aug 2014
    Messaggi
    738
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    492 Post(s)
    Potenza rep
    11658223
    Ce n'è per tutti i gusti:

    Ishares Core Msci Em Imi Ucits Etf Acc - Borsa Italiana
    Vanguard Ftse Emerging Markets Ucits Etf - Borsa Italiana
    Spdr Msci Emerging Markets Ucits Etf - Borsa Italiana

    Ci sono sia ad accumulazione, sia a distribuzione a tuo piacimento. Settori specifici non mi piacciono per investimenti a lungo termine, dipende dal tuo orizzonte temporale...

  3. #3
    L'avatar di bow
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    1,290
    Mentioned
    68 Post(s)
    Quoted
    1122 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da Hand_of_Devil Visualizza Messaggio
    In ottica diversificazione sto considerando ETF emergenti generale ma se pensate qualche area in particolare meriti più attenzione apprezzo pareri.

    Mi sono reso conto di essere abbastanza sbilanciato su tecnologico usa.
    A livello di opportunismo il Brasile (paese con volatilità spaventose) è in forte saldo, al momento. Idem il Sudafrica (altra zona delicata...) e l'India.

    Quali prodotti il classico iShares Core Emerging Markets IMI è certo un prodotto completo ad accumulo... personalmente io però ho l'ottimo Vanguard Ftse Emerging Markets con dividendi ogni 3 mesi. Per l'indice MSCI Emerging Markets a distribuzione è un ottimo titolo quello UBS.

  4. #4

    Data Registrazione
    Dec 2015
    Messaggi
    281
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    146 Post(s)
    Potenza rep
    1839308
    Grazie ad entrambi, mi sto informando a riguardo anche se non nego che sono un po titubante non sapendo come finisce la storia covid da quelle parti.

    Bow il vanguard quanto paga di dividendo?

    Approfitto dell'occasione e chiedo, tecnologici asiatici state seguendo qualcosa? un bel nasdaq zona pacifico?

  5. #5
    L'avatar di asimpleplan
    Data Registrazione
    Nov 2019
    Messaggi
    1,650
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    1382 Post(s)
    Potenza rep
    5070709
    Citazione Originariamente Scritto da bow Visualizza Messaggio
    A livello di opportunismo il Brasile (paese con volatilità spaventose) è in forte saldo, al momento. Idem il Sudafrica (altra zona delicata...) e l'India.

    Quali prodotti il classico iShares Core Emerging Markets IMI è certo un prodotto completo ad accumulo... personalmente io però ho l'ottimo Vanguard Ftse Emerging Markets con dividendi ogni 3 mesi. Per l'indice MSCI Emerging Markets a distribuzione è un ottimo titolo quello UBS.
    Ciao Bow, una domanda riguardante etf emergenti e\o obbligazioni singole dei Paesi emergenti; entrambi danno \possono dare un flusso cedolare consistente 4% (che di questi tempi) ; molti autori del forum suggeriscono di NON monetizzare ed adottare una strategia di B&H;

    Nella tua esperienza di etf e\o obbligazioni governative singole , cresciute del 15, 20 % ma con ancora uno rendimento accettabile (3%) , è meglio monetizzare con il rischio che i prezzi obbligazionari rimangano alti per anni e perdendo così il flusso cedolare o effettuare una strategia BH con un minimo rebalancing ?

  6. #6
    L'avatar di bow
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    1,290
    Mentioned
    68 Post(s)
    Quoted
    1122 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da asimpleplan Visualizza Messaggio
    Ciao Bow, una domanda riguardante etf emergenti e\o obbligazioni singole dei Paesi emergenti; entrambi danno \possono dare un flusso cedolare consistente 4% (che di questi tempi) ; molti autori del forum suggeriscono di NON monetizzare ed adottare una strategia di B&H;

    Nella tua esperienza di etf e\o obbligazioni governative singole , cresciute del 15, 20 % ma con ancora uno rendimento accettabile (3%) , è meglio monetizzare con il rischio che i prezzi obbligazionari rimangano alti per anni e perdendo così il flusso cedolare o effettuare una strategia BH con un minimo rebalancing ?
    Nel lungo periodo la crescita vera la vedi con il Buy&Hold, entrare, monetizzare e uscire implica una capacità un pò predittiva sui mercati che beato chi ce l'ha...
    ...il che non vuol dire che sia totalmente sbagliato nel singolo caso.

    Quali sono i rischi del Buy&Hold?
    - Scommettere sul cavallo sbagliato. Banalmente i cicli valutari: una sterlina nel 2006 costava 1,5 euro, oggi 1,1... immagina chi ha comprato obbligazionari basati sulla sterlina 15 anni fa.
    - Finanza comportamentale: nessuno ne è immune del tutto, salvo forse le macchine

    Personalmente ho risolto in questo modo per me stesso: una piccola parte del portafoglio (qualche migliaio di euro) su cui faccio entrata/uscita (su azionari ed altre cose sfiziose), quando va male amen. Un altro portafoglio in cui cerco di entrare benino, poi avere spazio di mediazione in una sorta di PAC, ma, nel complesso IL PIU' GLOBALE E DIVERSIFICATO POSSIBILE in buy&hold.

    Similmente per alcune persone che ho seguito ho assunto una posizione simile, soprattutto per i portafogli grossi (milionari): es. questo è il portafoglio A, B, C da lasciare ai figli (per dire), estrema stabilità e lungo termine, titolo di stato lungo, gestione separata, fondo bilanciato o azionario globale 'da qui all'eternita', obbligazionario internazionale (magari con hedging). Poi c'è un secondo portafoglio, più flessibile, più dinamico, su cui si effettuano ribilanciamenti più frequenti (dipende dal profilo della persona, comunque).
    Il devastante problema del mio lavoro (fatto purtroppo ad un basso livello retail... forse sto dando consigli a promotori che lavorano più sulle commissioni di gestione a lungo), è che nel retail (considerato un pò la fogna dello sciacallaggio dove secondo loro ci sono "quelli che non stanno troppo a guardare i costi", citando un manager) fissano budget di breve termine e in barba a logiche mifid2 etc... vogliono solo vendere, vendere, vendere... collocare nuovi prodotti far riuscire e rientrare pagando. Con i nuovi numeri si fanno belli tutti: manager commerciali che si vantano di essere organizzatori in grado di "tenere in moto le macchine", manager di società prodotto (es. compagnie assicurative) piazzati lì chissà da chi che arrivano splendidi a dire che 'l'ultima polizza è stata un successo commerciale' etc... il fatto che vengano spesso sostituiti, mossi, fatti crescere, etc... è ancor più devastante perché ognuno ovviamente mira a mettere in ombra il pregresso e mostrare quello che è stato fatto da "quando sono arrivato io". Quindi alla fine non si riesce a lavorare bene (ma neanche per le aziende... solo che non sono le aziende che condizionano queste cose, ma capetti che vogliono mettersi in luce con i ''numeri'' da portare per le LORO trattative e per giustificare i loro bonus e stipendi).
    Il risparmiatore ed il consulente (vero) sono schiacciati in questo rullo compressore, devono fare una sorta di guscio, ma comunque alla lunga se sei nel mare in tempesta, anche con una nave solida ti viene il mal di mare.
    Ultima modifica di bow; 27-06-20 alle 14:27

  7. #7
    L'avatar di asimpleplan
    Data Registrazione
    Nov 2019
    Messaggi
    1,650
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    1382 Post(s)
    Potenza rep
    5070709
    Citazione Originariamente Scritto da bow Visualizza Messaggio
    Similmente per alcune persone che ho seguito ho assunto una posizione simile, soprattutto per i portafogli grossi (milionari): es. questo è il portafoglio A, B, C da lasciare ai figli (per dire), estrema stabilità e lungo termine, titolo di stato lungo, gestione separata, fondo bilanciato o azionario globale 'da qui all'eternita', obbligazionario internazionale (magari con hedging).

    Fai conto che il portafoglio venga considerato come un nuovo fondo pensione e quindi si infilano obbligazioni a lungo termini con facciale alto (per i tempi di oggi )

    Ese. romania 2049 cedola 4,6.

    Essendo un'obbligazione con un rating apparentemente ballerino ma senza particolari problemi in 20 anni, la si dovrebbe tenere per maturare la cedola fino a scadenza (portafoglio di un 20\30enne) senza preoccuparsi delle centinaia di piccole e grandi movimenti , effetti sostituzione, rialzo o riabbassamento dei tassi, ecc?

    Una regola non detta tra i trader più o meno amatoriali è che qualora il prezzo incorpori almeno 8\10 anni di cedole si vende.

    Nella tua esperienza di patrimoni importanti , escludendo il rischio default per praticita' e focalizzandosi solo su obbligazioni di stati, hai notato che nella tua esperienza che BH è meglio di entrate e uscite tattiche?


    Il problema è che quando realizzi, non si quando rientrare .

    Esempio un poco naive;

    mentre con un BH di un etf world , in 30 anni il capitale si sarebbe più che raddoppiato, utilizzando un etf sul fitse mib si sarebbe dovuti fare entrate e uscite tattiche (15.000 23.000) trading range quasi svizzero, perché altrimenti si sarebbe eroso il capitale per via di inflazione e costi di gestione oltre che alla lateralizzazione ormai ventennale.

    Per certe asset class\indici valute il BH distrugge ricchezza.

    Alcune sono ovvie (lira turca, rand, etf a leva, etf sul vix, carta venezuelana a lungo termine)

    Mentre altre (obbligazionario di lunga durata) sono meno ovvie.

    Focalizzandosi su obbligazioni di lunga durata che ne pensi?
    Ultima modifica di asimpleplan; 27-06-20 alle 16:49

Accedi