Fogli Fideuram - il mio foglio che pasticcio
Mps: parole Commissaria Ue Vestager su bad bank + rumor fanno volare il titolo (+17%)
Acquisti scatenati sul titolo Mps, grazie alla combinazione di due fattori: da un lato, la commissaria alla Concorrenza Ue Margrethe Vestager ha affermato che l’eventuale creazione di una bad bank …
Packaging sostenibile ed e-commerce: le nuove sfide di CMC
La società del packaging sostenibile rafforza la propria struttura patrimoniale e guarda alla crescita futura
Ftse Mib chiude maggio sottoperformando le borse BIG. Da TIM a Fineco, il portafoglio raccomandato
A Piazza Affari “prevale l’emotività da fine lockdown”. E’ quanto indica Equita SIM nel suo rapporto mensile, indicando anche il portafoglio raccomandato. Intanto, c’è da dire che la borsa di …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1

    Data Registrazione
    Jun 2019
    Messaggi
    146
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    84 Post(s)
    Potenza rep
    1319771

    Fogli Fideuram - il mio foglio che pasticcio

    Ciao a tutti,
    da tempo ho un piccolo investimento in questo prodotto gestito a 4 mani da me e da un amico di famiglia promotore fideuram , con la fine d'anno questo mio amico se n'è andato in pensione e mi ha presentato il suo sostituto
    Per farla breve oggi faccio il controllo mensile e arrivato a fideuram c è qualcosa che non quadra c è un fondo in più in pratica il 15% del mio investimento 65/ 35 è stato venduto e trasferito in un monetario tale eurizon cash senza che io ne fossi al corrente e avessi autorizzato nulla , Cazzato nero chiamo il mio amico che cade dal pero chiama il nuovo pf che cade dal pero il sito è bloccato e lunedì si indaghera'. Domanda qualcun' altro ha questo prodotto è si è visto modificare assett e profilo di rischio?

  2. #2
    L'avatar di bow
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    1,211
    Mentioned
    65 Post(s)
    Quoted
    1065 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Controlla sul contratto originale che non ci siano strani servizi di protezione automatica legati alla volatilità attivi... nel caso disattivarlo che sono sempre nocivi (IMHO).

    Se non è così occhio che potresti essere in mano a gente abituata a lavorare senza firme, magari banalmente ha creduto di fare con te come fanno con la massa dei clienti non sapendo che sei consapevole... nel caso non averci nulla a che fare, revoca qualsiasi mandato, fai reclami interfacciandoti direttamente all'azienda e no al consulente, non berti le storie sull'errore tecnico o l'allineamento dati e vai a fondo. Se scopri cose strane denuncia...

  3. #3

    Data Registrazione
    Jun 2019
    Messaggi
    146
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    84 Post(s)
    Potenza rep
    1319771
    proprio quello che intendo fare domattina , però non capisco, tutte le volte ho sempre dovuto autorizzare online

  4. #4

    Data Registrazione
    Jun 2019
    Messaggi
    146
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    84 Post(s)
    Potenza rep
    1319771
    Avevi ragione tu sono andato a guardarmi le condizioni contrattuali:

    per evitare il superamento del livello di rischio massimo contrattuale (misurato dalla volatilità), la SGR provvede alla necessaria modifica dell’asset allocation investendo una quota del portafoglio in un fondo di liquidità, e provvede altresì all’operazione contraria nel caso in cui il rischio dovesse successivamente ridursi.
    Bella fregatura meno male nella disgrazia che é una GP

  5. #5
    L'avatar di consindip
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Messaggi
    5,055
    Mentioned
    49 Post(s)
    Quoted
    1586 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    un ottimo modo per i distributori di evitare grane con vendita in automatico verso strumenti monetari, così loro incassano sempre commissioni, facendo esattamente il contrario di quanto predicano (acquistare sui ribassi per il lungo termine), di solito si finisce sul monetario quando il calo forte c'è già stato, in modo che loro comunque evitano ulteriori cali che potrebbero portare a richieste danni motivate dal superamento dei limiti di volatilità

    nella situazione odierna, vista la possibilità di ulteriori cali notevoli, potrebbe tradursi in un vantaggio, ma se fossimo in una situazione di correzione normale (e assolutamente questa non lo è dato che forse finiremo in depressione) è evidente la distonia

    mi permetto di consigliare di chiedere al nuovo "consulente" una definizione di depressione e quali strumenti vedrebbe utili qualora ci ritrovassimo dentro nei prossimi mesi

    il problema fondamentale di tutti i prodotti e di tutta la vendita distributiva degli stessi, camuffata da consulenza con gestioni tipo questa, è l'assunto di base che il mondo economico debba sempre funzionare come è stato negli ultimi 30 anni, una pandemia era ampiamente considerata dagli scienziati e tutti parlano a vanvera di Cigni Neri e di Nassim Taleb ma se davvero avessero mai letto i suoi scritti e li avessero davvero compresi, uno scenario di questo tipo che stiamo vivendo avrebbe considerato strumenti decorrelati che investono ad es. sulla volatilità o sull'oro, solo che tale scenario non è assolutamente contemplato dalla distribuzione/vendita anche perchè significherebbe forse la loro fine, e purtroppo la vera consulenza finanziaria in Italia è fatta da un numero esiguo di professionisti soggetti a procedure severissime che impegnano metà del tempo utile

    alcuni clienti che utilizzano questa banca facendo loro le operazioni che consiglio, non hanno trovato tutti gli strumenti consigliati pur quotati in Borsa nella piattaforma e hanno perso delle opportunità, in pratica l'attenzione è verso prodotti standard a contenuto commissionale elevato, se il cliente desidera acquistare fondi comuni quotati in Borsa Italiana o altri strumenti quotati su Borsa Italiana (e non parliamo di titoli quotati su piazze estere, ad es. Copenaghen, che si comprano facilmente con altre banche online) che generano solo le commissioni di intermediazione allora tanti strumenti non sono neppure presenti
    Ultima modifica di consindip; 05-04-20 alle 09:46

  6. #6
    L'avatar di bow
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    1,211
    Mentioned
    65 Post(s)
    Quoted
    1065 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da Maxx59 Visualizza Messaggio
    Avevi ragione tu sono andato a guardarmi le condizioni contrattuali:

    per evitare il superamento del livello di rischio massimo contrattuale (misurato dalla volatilità), la SGR provvede alla necessaria modifica dell’asset allocation investendo una quota del portafoglio in un fondo di liquidità, e provvede altresì all’operazione contraria nel caso in cui il rischio dovesse successivamente ridursi.
    Bella fregatura meno male nella disgrazia che é una GP
    Evita questi prodotti... ne ho osservato il corso nel lungo termine e salvo nelle fasi di lunga crescita costante dei mercati (tipo investi a marzo 2016 e disinvesti tutto a gennaio 2018) che però sono brevissime, il cliente sul lungo termine non guadagna mai: non cresce e non crepa, si dice da noi. Ovviamente in questo modo la società mantiene i clienti 'non troppo incakkiati e non troppo contenti' spingendoli più facilmente a rimanere investiti, tanto in questi casi il loro obiettivo sono delle commissioni di mantenimento e non delle commissioni performance o entrata/uscita.
    E' una sòla secondo me.

    E te lo dico da persona che ne ha collocati: ho avuto a che fare a lungo con dei prodotti simili di base non malvagi, ma che poi avevano questa 'opzione' (che però era facoltativa, se non lo è valuta un cambiamento di tipo di prodotto, e magari passa ad ETF, tanto che il tuo amico è pure andato in pensione e stai lì solo a dar libagioni ad uno che s'è visto cadere il portafoglio dal cielo, almeno io farei così). Il problema nel mio caso è che alcuni clienti volevano loro assolutamente tale opzione attiva perché tecnicamente li 'garantiva' che il patrimonio non si azzerasse (secondo loro)... è vero, nel 2016 e nel 2018 durante i picchi hanno perso di 'meno', ma a fine 2019 stavano ancora in perdita, insomma un portafoglio che nel lungo perde poco ma perde per la maggior parte del tempo e probabilmente anche a fine orizzonte temporale. Ho convinto poco a poco qualcuno almeno a disinvestirla e per dire una posizione con tanta liquidità a causa di quel 'coso' la sto switchando per rientrare sui mercati un pezzetto per volta (il che è un vantaggio ora con queste valutazioni a ribasso... il problema è la quarantena ma soprattutto farsi seguire dagli investitori in questo discorso che capiscono poco).

    Citazione Originariamente Scritto da consindip Visualizza Messaggio
    un ottimo modo per i distributori di evitare grane con vendita in automatico verso strumenti monetari, così loro incassano sempre commissioni, facendo esattamente il contrario di quanto predicano (acquistare sui ribassi per il lungo termine), di solito si finisce sul monetario quando il calo forte c'è già stato, in modo che loro comunque evitano ulteriori cali che potrebbero portare a richieste danni motivate dal superamento dei limiti di volatilità

    nella situazione odierna, vista la possibilità di ulteriori cali notevoli, potrebbe tradursi in un vantaggio, ma se fossimo in una situazione di correzione normale (e assolutamente questa non lo è dato che forse finiremo in depressione) è evidente la distonia
    D'accordo al 100, posso confermarti che questi prodotti hanno fatto danni facendo 'scattare' la protezione DOPO tutti i picchi (gennaio 2016, dicembre 2018) e ritornando all'asset allocation originale molto progressivamente nei mesi successivi, perdendo quasi tutto il rimbalzo. Un esempio: a dicembre 2018 il mercato azionario ha fatto -20%, l'asset allocation ha fatto -10% (ma l'avrebbe fatto pure senza switch automatico in liquidità dato che era bilanciata...), è scattato e poco a poco è tornato alla normalità, ma mai 0% liquidità nel corso del 2019. Se non erro a gennaio stava ancora a -3% (il totale).

    mi permetto di consigliare di chiedere al nuovo "consulente" una definizione di depressione e quali strumenti vedrebbe utili qualora ci ritrovassimo dentro nei prossimi mesi

    il problema fondamentale di tutti i prodotti e di tutta la vendita distributiva degli stessi, camuffata da consulenza con gestioni tipo questa, è l'assunto di base che il mondo economico debba sempre funzionare come è stato negli ultimi 30 anni, una pandemia era ampiamente considerata dagli scienziati e tutti parlano a vanvera di Cigni Neri e di Nassim Taleb ma se davvero avessero mai letto i suoi scritti e li avessero davvero compresi, uno scenario di questo tipo che stiamo vivendo avrebbe considerato strumenti decorrelati che investono ad es. sulla volatilità o sull'oro, solo che tale scenario non è assolutamente contemplato dalla distribuzione/vendita anche perchè significherebbe forse la loro fine, e purtroppo la vera consulenza finanziaria in Italia è fatta da un numero esiguo di professionisti soggetti a procedure severissime che impegnano metà del tempo utile
    No, tranquillo che i fondi sull'oro stanno spuntando dal cilindro.. speriamo che non inizino a spingerci i budget che finiscono per fare i portafogli 50% oro e 50% fondi flessibili...
    alcuni clienti che utilizzano questa banca facendo loro le operazioni che consiglio, non hanno trovato tutti gli strumenti consigliati pur quotati in Borsa nella piattaforma e hanno perso delle opportunità, in pratica l'attenzione è verso prodotti standard a contenuto commissionale elevato, se il cliente desidera acquistare fondi comuni quotati in Borsa Italiana o altri strumenti quotati su Borsa Italiana (e non parliamo di titoli quotati su piazze estere, ad es. Copenaghen, che si comprano facilmente con altre banche online) che generano solo le commissioni di intermediazione allora tanti strumenti non sono neppure presenti
    Incredibile che una banca che si considera la punta di diamante del wealth management non dia accesso alla Borsa Italiana...
    Il 'perché non lo faccia' è comprensibile, ma è come se in un'automobile non ci metti le ruote perché tanto tu punti a vendere il sistema wifi come optional costoso.

  7. #7

    Data Registrazione
    Jun 2019
    Messaggi
    146
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    84 Post(s)
    Potenza rep
    1319771
    [QUOTE=bow;54195748]Evita questi prodotti... ne ho osservato il corso nel lungo termine e salvo nelle fasi di lunga crescita costante dei mercati (tipo investi a marzo 2016 e disinvesti tutto a gennaio 2018) che però sono brevissime, il cliente sul lungo termine non guadagna mai: non cresce e non crepa, si dice da noi. Ovviamente in questo modo la società mantiene i clienti 'non troppo incakkiati e non troppo contenti' spingendoli più facilmente a rimanere investiti, tanto in questi casi il loro obiettivo sono delle commissioni di mantenimento e non delle commissioni performance o entrata/uscita.
    E' una sòla secondo me.
    Col senno di poi ti do ragione al 100% ci ero entrato ai tempi perché ci lavoravamo a 4 mani, il costo non regalato ma per esser fideuram era ragionevole 1,2 piu il sottostante etf e fondi in classe istituzionale che vuol dire Morgan Stanley ad es a 0,9 invece di 2,4 con un profilo aggressivo i fondi hanno retto purtroppo gli etf hanno fatto quello per cui sono programmati e hanno fatto saltare il banco. ora valuto l'uscita a meno che non si possa eliminare la clausola il ptf in se è valido poi niente commissioni di caricamento e non prevede extra performance

  8. #8
    L'avatar di franzl-2
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Messaggi
    5,783
    Mentioned
    18 Post(s)
    Quoted
    1610 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    io ero con Fideuram cira 35 anni fa, quando hanno aperto a Bolzano come se forse la piu grande Banca di Bolzano (un palazzo di lusso )

    io sono rimasto con loro con 4 linie di investimenti, dopo 6 anni sono uscito a gambe larghe con un minus di oltre il 30 %...

    ho controllato cosa loro comperavano....tutti gli Azioni Italiane un po da per tutto..... secondo me non hanno niente, ma niente proprio di professionale...

    da allora ho mai piu investito un cent in un Fondo......ma neanche le ETF mi hanno mai sodissfatto gia per via della stupida Tassazione.....

  9. #9
    L'avatar di consindip
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Messaggi
    5,055
    Mentioned
    49 Post(s)
    Quoted
    1586 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da bow Visualizza Messaggio

    No, tranquillo che i fondi sull'oro stanno spuntando dal cilindro.. speriamo che non inizino a spingerci i budget che finiscono per fare i portafogli 50% oro e 50% fondi flessibili...

    .
    i fondi sull'oro venduti da banche e reti sono prevalentemente fondi azionari investiti in azioni di società aurifere

    le azioni di società aurifere non sono oro, sono una cosa molto diversa e tendenzialmente più pericolosa e più volatile

    io utilizzo strumenti quotati a garanzia fisica e diversifico le banche depositarie del bullion in base alla banca , alla sede del deposito del lingotto, alla possibilità che la good delivery venga correttamente realizzata (qui ovviamente non posso verificare di persona mi devo fidare di chi verifica) e inserisco anche una quota con hedging valutario

    poi con singole azioni aurifere o ETF specifici azionari auriferi cerco di completare, ma si tratta di due aspetti diversi: con strumenti quotati con collaterale oro fisico fai la parte maggiore con finalità di protezione, le azioni aurifere sono di fatto una componente della parte azionaria e andrebbero considerate come stock picking tattico dato che non funzionano come buy&hold

    ricordo che la norma europea non consente ai fondi (e nemmeno agli ETF) di detenere oro fisico; se non ricordo male negli USA è possibile

    quindi come al solito non limitarsi all'etichetta ma controllare attentamente il contenuto è molto utile
    Ultima modifica di consindip; 06-04-20 alle 10:01

  10. #10
    L'avatar di bow
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    1,211
    Mentioned
    65 Post(s)
    Quoted
    1065 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da consindip Visualizza Messaggio
    i fondi sull'oro venduti da banche e reti sono prevalentemente fondi azionari investiti in azioni di società aurifere

    le azioni di società aurifere non sono oro, sono una cosa molto diversa e tendenzialmente più pericolosa e più volatile

    io utilizzo strumenti quotati a garanzia fisica e diversifico le banche depositarie del bullion in base alla banca , alla sede del deposito del lingotto, alla possibilità che la good delivery venga correttamente realizzata (qui ovviamente non posso verificare di persona mi devo fidare di chi verifica) e inserisco anche una quota con hedging valutario

    poi con singole azioni aurifere o ETF specifici azionari auriferi cerco di completare, ma si tratta di due aspetti diversi: con strumenti quotati con collaterale oro fisico fai la parte maggiore con finalità di protezione, le azioni aurifere sono di fatto una componente della parte azionaria e andrebbero considerate come stock picking tattico dato che non funzionano come buy&hold

    ricordo che la norma europea non consente ai fondi (e nemmeno agli ETF) di detenere oro fisico; se non ricordo male negli USA è possibile

    quindi come al solito non limitarsi all'etichetta ma controllare attentamente il contenuto è molto utile
    Lo so, una cosa è la SICAV sull'Oro che investe in aziende che si occupano di estrazione (oppure di 100 cose tra cui l'estrazione dell'oro) e tutt'altra l'oro fisico replicabile tramite ETC come quello Invesco che rappresenterebbero una quota di un deposito fisico in lingotti e rappresentano porzioni di oncia (-un costo di gestione).
    Il punto è che appena iniziata la crisi sono ri-spuntati questi prodotti. Ovvio che investire in un mercato molto di nicchia (aziende estrattive) è concentrazione del rischio ed estrema volatilità... questi sono fondi che in 2 anni finita l'euforia del 2011 fecero anche -70% mentre il S&P500 andava alla grande. Il che è doppiamente rischioso perché il gestore/consulente inconsapevole o il cliente decidono magari di schiaffare il 30% o il 50% del portafoglio sull'oro (secondo loro... poi sono azioni settoriali del settore materie prime) per 'recuperare' e patatrack!

Accedi