Pianificazione Portafoglio da Rendita con ETF
Nasdaq Next Gen, ecco l’ETF per posizionarsi sulle future Apple e Tesla
L’innovazione tecnologica è un tema dominante e nel 2020 gli investitori hanno fatto man bassa di titoli tech. Le big tech hanno trainato al rialzo il Nasdaq, di gran lunga …
Wall Street e MSCI World corrono a perdifiato, non Piazza Affari. Effetto Draghi finito? Per Credit Suisse l’Italia è al momento ‘ora o mai più’
Nuovi record per Wall Street. La Borsa di New York ha chiuso in bellezza una settimana improntata al rialzo. L’S&P 500 e il Dow Jones hanno raggiunto nuovamente i record …
Posizioni nette corte: Saipem il titolo con più posizioni ribassiste aperte, Maire e Banca Mps nella top 3 dei più shortati
Dall?ultimo aggiornamento disponibile di Consob sulle posizioni nette corte (PNC) si apprende che il titolo più shortato a Piazza Affari è Bio-On con 2 posizioni short aperte per una quota pari …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1

    Data Registrazione
    Jan 2019
    Messaggi
    147
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    116 Post(s)
    Potenza rep
    8818395

    Pianificazione Portafoglio da Rendita con ETF

    Salve Ragazzi,
    è un po di tempo che non mi faccio vivo sul forum, sono in fase di rifinitura nella progettazione del mio portafoglio di investimento. Premetto che ho 32 anni e ho una prospettiva di investimento a lungo-lunghissimo termine con entrate progressive (mediamente trimestrali) volte al ribilanciamento e potenziamento del portafoglio.

    Quello che sto cercando di realizzare è un portafoglio a profilo di rischio medio-alto (circa 5 su una scala di 7) che mi generi una rendita passiva da dividendi e cedole che possa utilizzare quale aggiunta al mio reddito da lavoro attivo e possa quindi a lungo andare portarmi ad un miglioramento dello stile di vita per me e per la famiglia. Conosco benissimo l'inefficienza fiscale legata agli strumenti a distribuzione ma ho la mia modesta idea che per quanto sia importante che il proprio patrimonio aumenti nel tempo, lo stesso dovrebbe anche permetterci di "migliorare" il proprio stile di vita, senza doverci costringere a liquidarne parte ogniqualvolta abbiamo bisogno di qualcosa.

    Di seguito vi inserisco la mia suddivisione che ho progettato con i relativi strumenti, e mi auguro di ricevere da voi quante più critiche possibili (esatto, quello che cerco sono le critiche, proprio per darmi modo di ragionare e scovare i possibili errori che possa aver fatto):

    AGGIORNAMENTO in data 03/04/2020

    40% Azionario

    70% - Vanguard FTSE All-World UCITS ETF Distributing ISIN IE00B3RBWM25, Ticker VWRL - D/Y 2.6% circa - TER 0.22%
    30% - Vanguard FTSE Developed Europe UCITS ETF Distributing - ISIN IE00B945VV12, Ticker VEUR - D/Y 3.8% circa - TER 0.10%

    20% Obbligazionario

    60% - Vanguard USD EM Government Bond UCITS ETF Distributing - ISIN IE00BZ163L38, Ticker VEMT - D/Y 4.9% circa - TER 0.25%
    40% - iShares J.P. Morgan USD EM Bond EUR Hedged UCITS ETF (Dist) - ISIN IE00B9M6RS56, Ticker EMBE - D/Y 5.5% circa - TER 0.50%

    20% REIT

    iShares European Property Yield UCITS ETF ISIN IE00B0M63284, Ticker IPRP - D/Y 4.0% circa TER 0.40%

    più possibile aggiunta di quote in alcuni REIT (non ETF) selezionati singolarmente.

    10% P2P Landing e Equity Crowdfunding Immobiliare

    interesse medio tra le varie piattaforme pari a circa il 10-11%

    7% Fondo Emergenza
    3% Liquidità

    Il patrimonio ad oggi è di circa 60k, e annualmente (alla situazione attuale) ho la capacità di accumulare circa 8-9K da aggiungerci (in progressivo aumento nei prossimi anni). L'idea è di "sfruttare" per quanto possibile questi ribassi per entrare con buona parte del patrimonio, dopodiché agire come classico PAC con entrate trimestrali che andranno a ribilanciare e potenziare il portafoglio.

    Che ne pensate? pareri? consigli? modifiche? Ogni critica è ben accetta.
    Ultima modifica di J.a.k.i.e.m.a.r.s.; 03-04-20 alle 09:20

  2. #2
    L'avatar di The Insider
    Data Registrazione
    May 2017
    Messaggi
    5,084
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    4138 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Adesso,io devo essere proprio una capra
    Ma mi spiegate cosa cambia dal prendere sti 5 etf con d/y sul 3% e prendersi invece solo un embe/iemb + gldv che rendono qualcosa di più??
    Non è più questione di strategia.
    Ci deve essere un comune accordo sul lungo periodo

  3. #3
    L'avatar di The Insider
    Data Registrazione
    May 2017
    Messaggi
    5,084
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    4138 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Se andate su MI e chiedete cosa accumulare per il lungo lunghissimo periodo vi diranno TUTTI di prendere uno o più di questi: eni/enel/generali/terna/snam.
    Non vi diranno che è questione di idee o strategie.
    Solo qua funziona che ogni utente ha 5 etf diversi a testa

  4. #4

    Data Registrazione
    Jan 2019
    Messaggi
    147
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    116 Post(s)
    Potenza rep
    8818395
    Citazione Originariamente Scritto da The Insider Visualizza Messaggio
    Adesso,io devo essere proprio una capra
    Ma mi spiegate cosa cambia dal prendere sti 5 etf con d/y sul 3% e prendersi invece solo un embe/iemb + gldv che rendono qualcosa di più??
    Non è più questione di strategia.
    Ci deve essere un comune accordo sul lungo periodo
    Grazie della risposta,
    provo a darti la mia opinione rispetto al perchè delle mie scelte rispetto a quello che mi hai proposto te:

    1) ho preferito VWRL al GLDV principalmente per 3 motivi: TER del Vanguard pari a meno della metà del GLDV 0,22 contro 0,45), dimensione Vanguard pari ad oltre il triplo del GLDV ed in ultima quella che ritengo la più importante è che insieme ad una rendita da dividendo ho l'interesse ad un aumento del patrimonio investito nel lungo periodo. In questo il rendimento del Vanguard dal 2013 è nettamente superiore al GLDV (vedi immagine)

    Allegato 2675412

    2) per quanto riguarda la parte obbligazionaria, l'EMBE/IEMB sono strumenti molto validi e stovalutando effettivamente di inserirne uno dei due in portafoglio (probabile EMBE per la copertura valutaria), ma essendo riferiti esclusivamente a Bond dei paesi emergenti; se li avessi inseriti come unico ETF obbligazionario mi avrebbero consentito una misera diversificazione geografica, oltretutto solo su paesi emergenti (con tutti i rischi intrinsechi che si portano dietro). Per questo motivo ho optato per il IHYG che invece è comparto Euro di solo titoli di stato (o quasi) ad alta cedola, eventualmente da affiancare all'EMBE appena avrò un patrimonio tale da giustificare l'utilizzo di un numero maggiore di strumenti (di solito... meno è meglio).

    Per il resto io ho indicato esclusivamente 3 ETF... quindi gli altri due presumo sia solo stato tanto per dire...

  5. #5
    L'avatar di Bonatz
    Data Registrazione
    Apr 2018
    Messaggi
    1,173
    Mentioned
    16 Post(s)
    Quoted
    676 Post(s)
    Potenza rep
    42949675
    Citazione Originariamente Scritto da J.a.k.i.e.m.a.r.s. Visualizza Messaggio
    Grazie della risposta,
    provo a darti la mia opinione rispetto al perchè delle mie scelte rispetto a quello che mi hai proposto te:

    1) ho preferito VWRL al GLDV principalmente per 3 motivi: TER del Vanguard pari a meno della metà del GLDV 0,22 contro 0,45), dimensione Vanguard pari ad oltre il triplo del GLDV ed in ultima quella che ritengo la più importante è che insieme ad una rendita da dividendo ho l'interesse ad un aumento del patrimonio investito nel lungo periodo. In questo il rendimento del Vanguard dal 2013 è nettamente superiore al GLDV (vedi immagine)

    Allegato 2675412

    2) per quanto riguarda la parte obbligazionaria, l'EMBE/IEMB sono strumenti molto validi e stovalutando effettivamente di inserirne uno dei due in portafoglio (probabile EMBE per la copertura valutaria), ma essendo riferiti esclusivamente a Bond dei paesi emergenti; se li avessi inseriti come unico ETF obbligazionario mi avrebbero consentito una misera diversificazione geografica, oltretutto solo su paesi emergenti (con tutti i rischi intrinsechi che si portano dietro). Per questo motivo ho optato per il IHYG che invece è comparto Euro di solo titoli di stato (o quasi) ad alta cedola, eventualmente da affiancare all'EMBE appena avrò un patrimonio tale da giustificare l'utilizzo di un numero maggiore di strumenti (di solito... meno è meglio).

    Per il resto io ho indicato esclusivamente 3 ETF... quindi gli altri due presumo sia solo stato tanto per dire...
    Attenzione che IHYG non sono titoli di stato, ma obbligazioni corporate rating junk con volatilità poco più contenuta dell'azionario. Non lo considererei obbligazionario che "attenua" la volatilità del ptf.

  6. #6

    Data Registrazione
    Feb 2016
    Messaggi
    1,484
    Mentioned
    17 Post(s)
    Quoted
    953 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da The Insider Visualizza Messaggio
    Se andate su MI e chiedete cosa accumulare per il lungo lunghissimo periodo vi diranno TUTTI di prendere uno o più di questi: eni/enel/generali/terna/snam.
    Non vi diranno che è questione di idee o strategie.
    Solo qua funziona che ogni utente ha 5 etf diversi a testa
    solo un folle metterebbe tutto su azioni ita. non leggo MI

  7. #7

    Data Registrazione
    Feb 2016
    Messaggi
    1,484
    Mentioned
    17 Post(s)
    Quoted
    953 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    ok azionario globale e reit.
    l'obbligazionario corporate hy non ce lo vedo proprio. l'obb serve per bilanciare l'azionario in un portafoglio bilanciato. l'hy non lo fa mai.(tanto meno in recessione).
    se proprio vuoi obb che si comporti come azionario allora preferisco debito sovrano emergente (embe/iemb).
    crowfunding mi sembra specchietto per le allodole col biscottino dello yield. ma non ne so abbastanza. mi basta il nome per girarci largo.
    commodities vedo bene solo gold e eventualmente silver.....appena riprende la crescita. l'oil e' morto. cioe' va bene per trading ma per investimento e' morto imho.
    io farei 60% azionario, 10% tresuries 7-10y (questi si che sono anticorrelati) , 10 iemb o embe, 10 gold e 10 tra cash e P2P landing se ci credi.

  8. #8

    Data Registrazione
    Jan 2019
    Messaggi
    147
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    116 Post(s)
    Potenza rep
    8818395
    Citazione Originariamente Scritto da Bonatz Visualizza Messaggio
    Attenzione che IHYG non sono titoli di stato, ma obbligazioni corporate rating junk con volatilità poco più contenuta dell'azionario. Non lo considererei obbligazionario che "attenua" la volatilità del ptf.
    Hai ragione scusa... mi sono confuso con il SEGA (che però ha un D/Y si solo lo 0.6% circa medio). Effettivamente il IHYG ha rating Sub-Investment Grade e la volatilità non è indifferente (questo però lo avevo già preso in considerazione).

    Come la vedresti quindi come alternativa una combinazione 50/50 o 40/60 del SEGA ed EMBE al posto del IHYG?

    iShares Core Euro Government Bond UCITS ETF (Dist) ISIN IE00B4WXJJ64, Ticker SEGA - D/Y 0.6% circa - TER 0.09%
    iShares J.P. Morgan USD EM Bond EUR Hedged UCITS ETF (Dist) ISIN IE00B9M6RS56, Ticker EMBE - D/Y 5.0% circa - TER 0.50%

  9. #9

    Data Registrazione
    Jan 2019
    Messaggi
    147
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    116 Post(s)
    Potenza rep
    8818395
    Citazione Originariamente Scritto da luca999it Visualizza Messaggio
    ok azionario globale e reit.
    l'obbligazionario corporate hy non ce lo vedo proprio. l'obb serve per bilanciare l'azionario in un portafoglio bilanciato. l'hy non lo fa mai.(tanto meno in recessione).
    se proprio vuoi obb che si comporti come azionario allora preferisco debito sovrano emergente (embe/iemb).
    crowfunding mi sembra specchietto per le allodole col biscottino dello yield. ma non ne so abbastanza. mi basta il nome per girarci largo.
    commodities vedo bene solo gold e eventualmente silver.....appena riprende la crescita. l'oil e' morto. cioe' va bene per trading ma per investimento e' morto imho.
    io farei 60% azionario, 10% tresuries 7-10y (questi si che sono anticorrelati) , 10 iemb o embe, 10 gold e 10 tra cash e P2P landing se ci credi.
    Grazie mille, allora per l'Equity Crowdfauding Immobiliare sto partecipando (con poco capitale) in un paio di progetti di Walliance (penso che come piattaforma sia la più grande e riconosciuta al momento) e vediamo come va a finire; mentre per quanto riguarda il P2P landing mi sto trovando bene e se ben ponderato come peso in portafoglio secondo me può dare quella spinta in più (ma ripeto va ben ponderato il peso, e ritengo che il 10% sia la cifra che gli si addice di più in un portafoglio medio-aggressivo).

    Per quanto riguarda l'IHYG come vedi nella risposta ultima che ho dato mi sono confuso con il SEGA, infatti mi sembrava strano che con i titoli di stato Eurozona ci uscisse un D/Y di oltre il 4%.

    Come lo vedi il mix che ho proposto nel post sopra SEGA/EMBE in 40/60?

    Per le commodities inserirei eventualmente solo ORO e forse Palladio, ma a patto che riesca a fare un ingresso decente (ovvero una settimana fà ).

    Te preferiresti i Tresuries 7/10y e quindi stare solo su USA anziché stare su EURO/Emergenti (visto già il grande peso degli stati uniti nella parte Azionaria)?

  10. #10

    Data Registrazione
    Feb 2016
    Messaggi
    1,484
    Mentioned
    17 Post(s)
    Quoted
    953 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    SEGA puo' andare bene. pero'...
    SEGA contiene govs di tutta l'eurozona. quindi anche btp e titoli al limite del junk. infatti a marzo ha fatto -2.
    i govs usa 3-7 anni (IEI) hanno fatto +3 (in dollari) e i govs us 20+ (TLT) +7.
    i tresury sono come il bund. quando l'azionario va a picco i govs risk free spesso compensano bene.
    in particolare i bond lunghi risk free fanno bene in deflazione. con inflazione crescente o comunque tassi reali (=tassi - inflazione attesa) in decrescita fa meglio l'oro.
    SEGA non e' risk free.
    il che non vuol dire che io non usi mai junk e IG, semplicemente non li uso adesso. piuttosto aumento l'azionario e il cash.
    io vario l'allocazione in base al momento macro. non ho % fisse per le asset class.
    se vuoi pesi fissi...senza rischio cambio....SEGA va benissimo imho.

Accedi