cointestazione e tasse info - Pagina 2
In banca solo su appuntamento, guida alle operazioni che si possono fare da pc/smartphone o via telefono
L’emergenza Covid-19 costringe gli italiani a stare a casa e doversi adattare a sbrigare anche le incombenze bancarie evitando di recarsi in filiale. Le banche sono aperte, anche se i …
La Fed acquisterà anche ETF, ecco cosa significa
In piena emergenza coronavirus, la Federal Reserve lunedì ha annunciato un Quantitative easing illimitato,  ossia nell’ammontare necessario per sostenere il regolare funzionamento del mercato e un’efficace trasmissione della politica monetaria. …
Addio dividendi per le banche, l’alt della Bce sconvolge i piani di Intesa Sanpaolo & co.
Bce e Bankitalia fanno fronte comune nell’intimare le banche a non distribuire dividendi almeno fino al prossimo ottobre. La Bce chiede espressamente di non pagare dividendi o comprare azioni proprie …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #11
    L'avatar di bow
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    1,051
    Mentioned
    53 Post(s)
    Quoted
    916 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da balcarlo Visualizza Messaggio
    Non credo che le banche permettano il trasferimento di un fondo se non in un dossier parimenti intestato, questo per problemi di antiriciclaggio. Non credo neppure che si possano aprire sotto-dossier per trasferire singolarmente le quote. Quindi, secondo me, la tassazione va in ogni caso pagata.
    Io troppi ne ho fatti.
    Ovviamente sempre in situazioni risk free a livello di antiriciclaggio (es. fratelli o genitori/figli).

    Anche su roba di famiglia l'ho fatto (e ho pagato le tasse...)

    Di solito l'operazione stampa un modulo apposito da firmare tra cessionari di quote e nuovi intestatari che va inviata ovviamente alla società di gestione in copia

  2. #12
    L'avatar di balcarlo
    Data Registrazione
    Jan 2002
    Messaggi
    17,811
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    25 Post(s)
    Quoted
    1823 Post(s)
    Potenza rep
    42949691
    Citazione Originariamente Scritto da bow Visualizza Messaggio
    Io troppi ne ho fatti.
    Ovviamente sempre in situazioni risk free a livello di antiriciclaggio (es. fratelli o genitori/figli).

    Anche su roba di famiglia l'ho fatto (e ho pagato le tasse...)

    Di solito l'operazione stampa un modulo apposito da firmare tra cessionari di quote e nuovi intestatari che va inviata ovviamente alla società di gestione in copia
    Un tempo le cose erano diverse e si permettevano molti trasferimenti anche fra dossier diversamente intestati. Ora, per lo meno per le banche più attente, certe cose sono materialmente impossibili e giri, come quello da te descritto, possono avvenire solo in caso di successione, tramite dossier transitori.

  3. #13
    L'avatar di bow
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    1,051
    Mentioned
    53 Post(s)
    Quoted
    916 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da balcarlo Visualizza Messaggio
    Un tempo le cose erano diverse e si permettevano molti trasferimenti anche fra dossier diversamente intestati. Ora, per lo meno per le banche più attente, certe cose sono materialmente impossibili e giri, come quello da te descritto, possono avvenire solo in caso di successione, tramite dossier transitori.
    Vorrei capire il rischio riciclaggio se il padre ha un conto cointestato con il figlio e dispongono un trasferimento di quote a favore del solo figlio in logica di donazione tra vivi, pianificazione successoria o quello che vuoi.
    Ancora di più: nessuna donazione. La contestazione e la riconducibilità di proprietà effettiva non sono la stessa cosa. È possibile che il figlio, vivente nel nucleo famigliare del genitore, voglia cointestare beni in realtà riconducibili solo al suo patrimonio (es. banale risparmio alimentato da propri emolumenti e basta), questo per logiche necessità, non avendo altri congiunti di riferimento, di avere una persona in vece di fiduciario che possa agire sul patrimonio non solo per suo nome e conto (delega) ma anche con disposizioni proprietarie (contestazione). I motivi sono ovvi: non ho altri che mio padre, se per un incidente devo stare 18 mesi in coma voglio che lui possa fare tutto, anche girare le somme a sé stesso.
    Questo a livello di logica di antiriciclaggio non toglie che la titolarità effettiva delle somme è in capo all'unico cointestatario da cui provengono.

    Ora un trasferimento a favore del figlio, che per dire esce dal nucleo famigliare, che in questo caso NON comporta donazione (era già roba sua) non ha la minima rilevanza a livello antiriciclaggio.
    Io non avrei il minimo problema a validare l'antiriciclaggio ed effettuare il trasferimento disposto dal cliente (verificato ovviamente lo stato delle cose), sulla cui regolarità sfido qualsiasi controllo antiriciclaggio... (e ci mancherebbe che i soldi miei, sudati e messi nel conto con mamma non me li posso riprendere, porca miseria!!!).

    Poi se qualche rete di promotori o banca online che di rogne antiriciclaggio non ne vuol sapere e per cui il servizio è solo quello pagato da provvigioni dice "No"... sbagliano loro.

    Infine in quasi tutti i prospetti delle società d'investimento esiste il modulo di trasferimento quote ad altro nominativo effettuabile direttamente alla SGR... dalla banca non ci passo proprio, scrivo a Blackrock (per dire) e dispongono di cointestare metà dei miei 200mila euro di Global Allocation a mio figlio..
    mi chiedono la documentazione, gliela produco e fine (visto accadere, fine 2017 e non nel medioevo).

  4. #14
    L'avatar di balcarlo
    Data Registrazione
    Jan 2002
    Messaggi
    17,811
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    25 Post(s)
    Quoted
    1823 Post(s)
    Potenza rep
    42949691
    Citazione Originariamente Scritto da bow Visualizza Messaggio
    Vorrei capire il rischio riciclaggio se il padre ha un conto cointestato con il figlio e dispongono un trasferimento di quote a favore del solo figlio in logica di donazione tra vivi, pianificazione successoria o quello che vuoi.
    Ancora di più: nessuna donazione. La contestazione e la riconducibilità di proprietà effettiva non sono la stessa cosa. È possibile che il figlio, vivente nel nucleo famigliare del genitore, voglia cointestare beni in realtà riconducibili solo al suo patrimonio (es. banale risparmio alimentato da propri emolumenti e basta), questo per logiche necessità, non avendo altri congiunti di riferimento, di avere una persona in vece di fiduciario che possa agire sul patrimonio non solo per suo nome e conto (delega) ma anche con disposizioni proprietarie (contestazione). I motivi sono ovvi: non ho altri che mio padre, se per un incidente devo stare 18 mesi in coma voglio che lui possa fare tutto, anche girare le somme a sé stesso.
    Questo a livello di logica di antiriciclaggio non toglie che la titolarità effettiva delle somme è in capo all'unico cointestatario da cui provengono.

    Ora un trasferimento a favore del figlio, che per dire esce dal nucleo famigliare, che in questo caso NON comporta donazione (era già roba sua) non ha la minima rilevanza a livello antiriciclaggio.
    Io non avrei il minimo problema a validare l'antiriciclaggio ed effettuare il trasferimento disposto dal cliente (verificato ovviamente lo stato delle cose), sulla cui regolarità sfido qualsiasi controllo antiriciclaggio... (e ci mancherebbe che i soldi miei, sudati e messi nel conto con mamma non me li posso riprendere, porca miseria!!!).

    Poi se qualche rete di promotori o banca online che di rogne antiriciclaggio non ne vuol sapere e per cui il servizio è solo quello pagato da provvigioni dice "No"... sbagliano loro.

    Infine in quasi tutti i prospetti delle società d'investimento esiste il modulo di trasferimento quote ad altro nominativo effettuabile direttamente alla SGR... dalla banca non ci passo proprio, scrivo a Blackrock (per dire) e dispongono di cointestare metà dei miei 200mila euro di Global Allocation a mio figlio..
    mi chiedono la documentazione, gliela produco e fine (visto accadere, fine 2017 e non nel medioevo).
    Io mi riferivo alle banche che, per quanto ne sappia, hanno procedure che non permettono questi trasferimenti. Se poi le società di gestione o alcune società di gestione, lo permettono, prendo atto della possibilità. Rimane il fatto che il trasferimento sarebbe comunque a titolo oneroso e soggetto a fiscalità.

  5. #15

    Data Registrazione
    Jan 2019
    Messaggi
    93
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    75 Post(s)
    Potenza rep
    1615085
    Grazie a tutti per le risposte

Accedi