strategia PIC & PAC su ETF Vanguard
Goldman Sachs stima ora crescita utili Usa pari a zero in 2020. Ancora sell a Wall Street, Dow Jones scivola in fase correzione
Il Dow Jones scivola in fase di correzione, mentre Goldman Sachs taglia le stime sulla crescita degli utili della Corporate America a 165 dollari: ovvero, a un tasso di crescita …
Coronavirus: Bank of America taglia le stime sulla crescita globale mentre il Pil USA rallenta
La mancanza di slancio nell?economia, la risposta aggressiva della Cina all’epidemia di COVID-19 e le ricadute hanno spinto Bank of America a ridurre la sua previsione di crescita globale per …
Coronavirus scatena nuovi downgrade Pil Italia: -0,3% in 2020 per Prometeia. Gualtieri: misure manovra non bastano
Cosa succede all'Italia se Milano si ferma? Se, più in generale, a causa del panico coronavirus si fermano la Lombardia, il Veneto, ma anche il Piemonte? Think tank ed economisti …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1
    L'avatar di inversionista
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Messaggi
    11,103
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    98 Post(s)
    Potenza rep
    0

    strategia PIC & PAC su ETF Vanguard

    32 anni, lavoro presso PA indeterminato, capacità di risparmio circa 1100 euro mensili.

    Oltre ad aderire prossimamente al fondo negoziale Perseo (comparto bilanciato con mix di obbligazioni ed azioni), conferendovi tfr maturando+1% del RAL (ricevendo quindi un ulteriore 1% di contribuzione dal mio datore di lavoro), pensavo di crearmi ulteriori entrate correnti+strategia di ritiro anticipato dal lavoro così procedendo NELLA PROSSIMA FASE RIBASSISTA DEL MERCATO AZIONARIO:

    - PIC di 20k su Vanguard All World High Yield Dividends
    - PAC bimestrale di 1.5k su Vanguard All World ad accumulazione per gli anni avvenire.

    Questo non sarebbe il mio unico patrimonio, ho anche accumulato del TFR (che verrà liquidato a cessazione del rapporto di lavoro), + varie altre decine di k€ distribuiti tra conti deposito e buoni postali fruttiferi (presi quando rendevano intorno al 2012).
    Il resto della liquidità disponibile potrei tenerla a disposizione per occasioni che potrebbero presentarsi, come l'acuqisto di bond a sconto, piccole tradate, ulteriore accumulo sul fondo pensione/conto deposito, scorta per le emergenze.

    Vi sembra sensata come strategia, o sono sbilanciato?

    Grazie mille

  2. #2

    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    353
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    172 Post(s)
    Potenza rep
    4093522
    Vista la significativa capacità di risparmio mi sfugge la logica di puntare su un High Yield Dividends.

  3. #3
    L'avatar di inversionista
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Messaggi
    11,103
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    98 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Interference Visualizza Messaggio
    Vista la significativa capacità di risparmio mi sfugge la logica di puntare su un High Yield Dividends.
    sarebbe un'unica entrata una tantum su di un ETF a distribuzione, quindi vorrei che questo PIC avesse i dividendi più succosi possibili, a fronte di rischi magari più alti.

    Per il resto c'è il PAC bimestrale sul fratello ETF ad accumulazione, sempre Vanguard.

    Cosa non quadra? Tra l'altro mi sembra che Vanguard sia anche ben più diversificato di ishares.

  4. #4

    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    353
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    172 Post(s)
    Potenza rep
    4093522
    È sicuramente il mio modo di pensare a essere atipico, eh, ma su 13200 euro di risparmio l'anno di cui 9000 in PAC che differenza ti fanno 5-600 euro di dividendi? Mi pare un effetto placebo psicologico (e in quanto tale legittimo). Personalmente diminuirei la rata del PAC.

Accedi