2 etf globali azionario/obbligazionario per fondo pensione 25 anni? - Pagina 3
Enel e FCA trascinano Piazza Affari, in corsa anche Unicredit
Martedì molto positivo per Piazza Affari che però chiude lontano dai massimi di giornata. Anche oggi sponda importante dall?ottimismo legato all’appiattimento della curva dei contagi. Il Ftse Mib ha chiuso …
BNP Paribas: affronta il mercato con il Phoenix Snowball su UniCredit
La banca francese lancia sul mercato un nuovo certificato d?investimento Phoenix Snowball su sottostante UniCredit (ISIN: XS2087072216). Le caratteristiche del prodotto lo rendono funzionale alla congiuntura attuale di forte incertezza …
Chi è Mr Diasorin e l’azzardo di 20 anni che l’ha reso miliardario
Chi c’è dietro il successo di DiaSorin, la multinazionale attiva nel settore della diagnostica che in queste settimane è all’onore della cronaca per i test legati a Covid-19? Il suo …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #21

    Data Registrazione
    Jul 2019
    Messaggi
    51
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    50 Post(s)
    Potenza rep
    1203701
    Citazione Originariamente Scritto da Manu1972 Visualizza Messaggio
    aggh+jmbe
    Ti ringrazio per il consiglio. Per un investimento a lungo periodo osservavo piu` un obbligazionario senza copertura valutaria, ma come mai nonostante AGGH abbia emergenti in pancia, consigli di comprare un secondo ETF per questi mercati?

  2. #22
    L'avatar di Manu1972
    Data Registrazione
    Nov 2018
    Messaggi
    972
    Mentioned
    13 Post(s)
    Quoted
    702 Post(s)
    Potenza rep
    12025589
    Citazione Originariamente Scritto da rizk Visualizza Messaggio
    Ti ringrazio per il consiglio. Per un investimento a lungo periodo osservavo piu` un obbligazionario senza copertura valutaria, ma come mai nonostante AGGH abbia emergenti in pancia, consigli di comprare un secondo ETF per questi mercati?
    in AGGH gli emergenti sono davvero pochi e mi piace dare un po' di rendimento anche a questa parte del portafoglio che altrimenti di questi tempi rimane molto asfittico…

    comunque AGGH rimane anche da solo una ottima scelta.

  3. #23

    Data Registrazione
    Aug 2014
    Messaggi
    7,417
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    2863 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Etf new energy

  4. #24

    Data Registrazione
    Jan 2020
    Messaggi
    114
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    72 Post(s)
    Potenza rep
    861352
    Per quanto riguarda JMBE il fatto che il fondo abbia sede in Irlanda non è una cosa negativa essendo un etf obbligazionario?
    Leggevo che per quanto riguarda la parte obbligazionaria del portafoglio era meglio rivolgersi a fondi con sede in Lussemburgo.

  5. #25
    L'avatar di Arkan
    Data Registrazione
    Aug 2014
    Messaggi
    40
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    27 Post(s)
    Potenza rep
    2076939
    Citazione Originariamente Scritto da Interference Visualizza Messaggio
    - Vanguard FTSE All-World ETF A (IE00BK5BQT80)
    - Vanguard Global Aggregate Bond UCITS ETF A EUR Hedged (IE00BG47KH54)
    Per la parte azionaria perchè non il collaudato Ishares Core Msci World Ucits Etf Acc (SWDA) che ha un TER più basso?

  6. #26

    Data Registrazione
    Apr 2016
    Messaggi
    791
    Mentioned
    7 Post(s)
    Quoted
    611 Post(s)
    Potenza rep
    20982884
    Citazione Originariamente Scritto da Arkan Visualizza Messaggio
    Per la parte azionaria perchè non il collaudato Ishares Core Msci World Ucits Etf Acc (SWDA) che ha un TER più basso?
    è stato detto più volte. SWDA è un globale solo sviluppati, non include i mercati emergenti. Per una copertura totale meglio il Vanguard

  7. #27
    L'avatar di maxf
    Data Registrazione
    Jun 2001
    Messaggi
    1,575
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    11 Post(s)
    Potenza rep
    4526681
    Essendo venuto a disporre di una media cifra, avrei deciso di investirla in pochi etf diversificati a livello globale.

    Stimolato dalla lettura di questo articolo: Come costruire in 2 minuti un portafoglio di investimento da gestore professionale – Investire con Buon Senso sono partito anch'io dal prendere in considerazione i due etf Vanguard indicati anche da Interference.

    L'unica cosa che non mi convince è il fatto che l'azionario globale non sia coperto dal rischio cambio. Siccome non esiste, a quanto mi risulti, un analogo globale che investa anche sugli emergenti, avrei pensato di sostituire Vanguard FTSE All-World ETF A (IE00BK5BQT80) con questi due:

    - iShares MSCI World eur Hedged UCITS ETF ( Acc ) Isin IE00B441G979
    - Amundi MSCI Emerging Markets UCTS ETF EUR Isin LU1681045370

    Purtroppo non mi risulti esista un hedged sugli emergenti.

    Per diversificare ulteriormente aggiungerei:
    - Xtrackers Physical Gold EUR Hedged ETC Isin DE000A1EK0G3

    La mia ottica di investimento è 15 anni e intenderei suddividere il tutto in queste percentuali:
    35% MSCI WORLD
    10% MSCI Emerging
    45% Vanguard Global Aggregate Bond
    10% Gold

    Il tutto da ribilanciare non appena un etf o categoria subisca una variazione del 5% sul totale ( ad esempio MSCI WORLD si porta al 40% dell'intero portafoglio ).

  8. #28

    Data Registrazione
    Jan 2018
    Messaggi
    404
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    293 Post(s)
    Potenza rep
    6114049
    Citazione Originariamente Scritto da AliasFringe Visualizza Messaggio
    In 25 anni cambierai strategia decine e decine di volte, sarà un "normale" investimento in realtà da cui attingerai anche spesso e non c'è nulla di male...

    ...Ma se il tuo scopo è davvero un fondo pensione non è certamente la strada giusta.
    Sono d'accordo, tra l'altro se l'idea è creare un fondo pensione perché non aderire ad un fondo pensione direttamente, magari non performa come un tuo pf di etf ma è più semplice da gestire e permette importanti risparmi fiscali, dopo 25 anni avresti la tassazione al 12% (0,3% x 10 anni) Non dovresti preoccuparti di ribilanciare per diminuire la volatilità verso la fine. Potresti anche avere diritto al contributo del datore di lavoro

  9. #29

    Data Registrazione
    Jan 2018
    Messaggi
    404
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    293 Post(s)
    Potenza rep
    6114049
    Citazione Originariamente Scritto da maxf Visualizza Messaggio
    Essendo venuto a disporre di una media cifra, avrei deciso di investirla in pochi etf diversificati a livello globale.

    Stimolato dalla lettura di questo articolo: Come costruire in 2 minuti un portafoglio di investimento da gestore professionale – Investire con Buon Senso sono partito anch'io dal prendere in considerazione i due etf Vanguard indicati anche da Interference.

    L'unica cosa che non mi convince è il fatto che l'azionario globale non sia coperto dal rischio cambio. Siccome non esiste, a quanto mi risulti, un analogo globale che investa anche sugli emergenti, avrei pensato di sostituire Vanguard FTSE All-World ETF A (IE00BK5BQT80) con questi due:

    - iShares MSCI World eur Hedged UCITS ETF ( Acc ) Isin IE00B441G979
    - Amundi MSCI Emerging Markets UCTS ETF EUR Isin LU1681045370

    Purtroppo non mi risulti esista un hedged sugli emergenti.

    Per diversificare ulteriormente aggiungerei:
    - Xtrackers Physical Gold EUR Hedged ETC Isin DE000A1EK0G3

    La mia ottica di investimento è 15 anni e intenderei suddividere il tutto in queste percentuali:
    35% MSCI WORLD
    10% MSCI Emerging
    45% Vanguard Global Aggregate Bond
    10% Gold

    Il tutto da ribilanciare non appena un etf o categoria subisca una variazione del 5% sul totale ( ad esempio MSCI WORLD si porta al 40% dell'intero portafoglio ).
    tarpare un azionario coprendolo con il rischio cambio non ha senso, considera poi che negli azionari globali quasi il 60% è USA quindi in dollari. Se vuoi rimanere nel semplice il Vanguard è più semplice da gestire di iShare e Amundi insieme. L'oro a me non fa impazzire ma è una limitazione mia.

    In generale la tua proporzione mi sembra azzardata: è 50/50 azioni/bond ma ha quasi un 30% di emergenti rispetto agli sviluppati sulle azioni.

  10. #30
    L'avatar di francozzz
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Messaggi
    337
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    173 Post(s)
    Potenza rep
    22522269
    Citazione Originariamente Scritto da maxf Visualizza Messaggio
    Essendo venuto a disporre di una media cifra, avrei deciso di investirla in pochi etf diversificati a livello globale.

    Stimolato dalla lettura di questo articolo: Come costruire in 2 minuti un portafoglio di investimento da gestore professionale – Investire con Buon Senso sono partito anch'io dal prendere in considerazione i due etf Vanguard indicati anche da Interference.

    L'unica cosa che non mi convince è il fatto che l'azionario globale non sia coperto dal rischio cambio. Siccome non esiste, a quanto mi risulti, un analogo globale che investa anche sugli emergenti, avrei pensato di sostituire Vanguard FTSE All-World ETF A (IE00BK5BQT80) con questi due:

    - iShares MSCI World eur Hedged UCITS ETF ( Acc ) Isin IE00B441G979
    - Amundi MSCI Emerging Markets UCTS ETF EUR Isin LU1681045370

    Purtroppo non mi risulti esista un hedged sugli emergenti.

    Per diversificare ulteriormente aggiungerei:
    - Xtrackers Physical Gold EUR Hedged ETC Isin DE000A1EK0G3

    La mia ottica di investimento è 15 anni e intenderei suddividere il tutto in queste percentuali:
    35% MSCI WORLD
    10% MSCI Emerging
    45% Vanguard Global Aggregate Bond
    10% Gold

    Il tutto da ribilanciare non appena un etf o categoria subisca una variazione del 5% sul totale ( ad esempio MSCI WORLD si porta al 40% dell'intero portafoglio ).
    Anche io mi sono sempre posto il problema del cambio euro/dollaro per questo nella parte azionaria ho ridotto il peso del FTSE all world di Vanguard, aumentando invece la parte dedicata all'Europa con lo Euro stoxx 600 di Ishares a distribuzione, che oltre ai paesi dell'eurozona ha un 25% di UK piu' Svizzera e Svezia e una distribuzione di circa il 2.9% lordo, al prezzo attuale,

    mentre nella parte obbligazionaria ho dato spazio ai BTP€i e BTP Italia, scelta opinabile ovviamente, tuttavia considero il rischio di Italexit o di ristrutturazione del debito pubblico contenuto, anche se non puo' essere escluso ovviamente...

Accedi