Buona gestione patrimoniale vale sempre la pena vendere e passare a ETF - Pagina 3
Kim Kardashian e il post proibito su una criptovaluta: la SEC non perdona, maxi-multa per la reality star
La star Kim Kardashian pagherà 1,26 milioni di dollari per per porre fine alla causa mossa dalla SEC per aver pubblicizzato un token cripto senza rivelare di essere stata pagata per la promozione.La SEC ha dichiarato lunedì che la Kardashian è stata pagata 250.000 dollari per postare sul suo account Instagram i token EMAX, una criptovaluta offerta
Ray Dalio cita Keynes e cambia idea sul cash: ‘con attuali tassi e riduzione bilancio Fed non è più spazzatura’
L?investitore miliardario Ray Dalio ha cambiato idea, dicendo che non pensa più ?Cash is Trash? (contanti sono spazzatura) in quanto il  tasso di interesse a breve termine adesso è più o meno corretto.I tweet di Ray DalioCome John Maynard Keynes è accreditato di aver detto: ?Quando i fatti cambiano, cambio idea. Che cosa fa, signore??
Investire in un contesto inflazionistico: focus sulla correlazione tra titoli ad alto dividendo e rendimenti dei Treasury
Di seguito riportiamo il commento a cura di Christophe Braun, Investment Director di Capital Group che analizza come costruire la resistenza nei portafogli azionari in un contesto di inflazione, diventata una delle principali preoccupazioni degli investitori L?inflazione non è necessariamente una cattiva notizia per le valutazioni azionarie. Un po? di inflazione può rivelarsi vantaggiosa per i risultati
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #21
    L'avatar di consindip
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Messaggi
    5,683
    Mentioned
    74 Post(s)
    Quoted
    2033 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Citazione Originariamente Scritto da fabiobe71 Visualizza Messaggio
    E' chiaro che le tasse prima o poi le pagherò. Non ci piove ma con questo switch eventuale tra fondi e etf le pagherò una volta in più. Mi chiedo appunto se ne vale la candela a fronte di rendimenti stimati superiori.

    Movimenti sui miei attuali fondi ne ho fatti in passato per cambio di prodotto o altre ragioni ma si è trattato di aggiustamenti. Questa volta di sta valutando di vendere tutte le posizioni su fondi e prendere nuove posizioni equivalenti su ETF.

    Torno alla questione dei costi sostenuti. Sono d'accordo con te che investire con fondi comporta 2/3% annuo di costi legati al prodotto e alla sua gestione interna. Vero ma tutti i rendimenti dei fonti attivi sono al netto dei costi. Qunidi facciano quello che gli pare basta che mi diano il rendimento. Se il fondo attivoa costa 2% ma mi rende 8% netto e un etf simile mi costa 0,5% ma mi rende sempre 8% netto... cosa mi cambia?

    Il discorso del fai da te lo capisco. Sono cosciente del fatto che sia un'operazione difficile da sopportare per la persona non super esperta. Sono d'accordo con te che il supporto del consulente(meglio se indipendente) sia molto utile ma è anche vero che spesso si complicano situazioni in realtà non così difficili.

    Sarai d'accordo con me che, volendo semplificare, puoi costruirti un portafoglio dignitoso con soli due ETF. Prendi un azionario mondiale e un obbligazionario mondiale e ha fatto. Proporzioni in base al grado di rischio che sei in grado di gestire e buona notte.
    Qualsiasi altra scelta in più rispetto ai due prodotti indicati serve a migliorare ulteriormente e a diversificare ma la base è quella. Prendi come esempio Moneyfarm. Loro fanno tutto con 5/7 strumenti.

    Il ragionamento che hai fatto paragonando il Pictet Robotics e l'ishares è lo stesso che fà il mio consulente. Mi spiega che ci sono impostazioni, ragionamenti, studi... per cui i due strumenti non sono paragonabili tanto sono differenti. Io mi chiedo, però, perchè hanno lo stesso grafico e spesso (non in questo caso) vogliono battere lo stesso indice e quasi sempre l'ETF vince in prestazioni.

    Allora riassumendo penso che investire con il fai da te non sia per tutti. Penso, però, che con un pò di studio uno possa impostare un portafoglio mediamente migliore (+ performante) e meno costoso rispetto alla maggior parte di quelli consigliati dai consulenti bancari (di parte). Quelli indipendenti, come te, sono la scelta migliore.

    Detto questo per semplificare un pò la mia richiesta.
    Se tu fossi nella mia situazione, con un portafoglio già impostato da anni... e stessi ragionando sulla possibilità di fare rendere di più lo stesso portafoglio passeresti tutto in ETF?
    In pratica ti ritrovi una decina di fondi anche più comuni(rispetto al Robotics) tipo:Pictet megatrend da vendere passare a un Amundi Msci world Ucits Etf eur (C) o similare.... lo faresti?
    Tutti e due puntano all'indice MSCI World ma Amundi fà meglio di un 2% chiaramente. Per ottenere questa performance in più meglio pagare le tasse una volta in più sempre e comunque?

    Io ho questo dubbio soprattutto dove ho fondi che guadagnano il 50/70% e quindi le tasse sul guadagno si farebbero sentire....
    Se un fondo mi guadagna solo il 10/20% eseguo più serenamente.

    Io sono dell'idea che valga la pena switchare sempre, solo che dove pagherò tasse elevate ci metterò qualche anno a recuperare il valore perso.

    Che dici?
    Grazie.
    Ciao, dico che stai semplificando troppo argomenti di base più complessi ed è la tipica posizione di chi afferma che basterebbero due ETF.

    Non posso dire di più dato che per capire servirebbe un confronto diretto di qualche ora e non ho tempo di scrivere romanzi.

    Il tuo consulente su Pictet Robo vuole senza dubbio dire che in Pictet studiano i singoli titoli rispetto all'ETF, io dico invece che a volte troppo studio fa danni se i costi sono maggiori e l'ETF Robo in realtà ha alla base uno schema di analisi approfondita che i gestori di Pictet così come il consulente che vive di provvigioni non ammetteranno mai che possa essere migliore della gestione attiva. La differenza per ora non si vede e non so dire quale delle due soluzioni sia meglio per il futuro, ma quello che posso dire è che chi deve vendere ha una visione limitata del mondo.

    Dopodichè va tutto contestualizzato: io ho clienti con ETF Robo perchè Alphabet e altri titoli (che è oggi la principale posizione di Pictet Robot) ce l'hanno già come acquisto diretto o come componente dell'ETF globale o altro ancora, quindi per me l'ETF Robo è più specializzato e va bene in un determinato contesto per un determinato cliente. In pratica sto riaffermando che il confronto ETF Vs. fondo attivo l'ho abbandonato anni fa dato che ritengo più utili altre considerazioni.

    Quindi non esiste una risposta definitiva

  2. #22

    Data Registrazione
    Jun 2013
    Messaggi
    65
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    52 Post(s)
    Potenza rep
    167943
    Citazione Originariamente Scritto da AliasFringe Visualizza Messaggio
    Io ho preferito loro 2 perché per Moneyfarm si hanno pochi ETF per portafoglio, si deve superare i 50mila per avere un portafoglio formato da diversi ETF, per gestire quei 6-7 ETF me la cavo da me risparmiando commissioni.
    Poi qualche 0, di commissione può anche cambiare e inoltre Euclidea utilizza anche fondi istituzionali oltre agli ETF
    Buono a sapersi. Esiste un forum su Euclidea dove si possono avere altre info, magari faccio un'esperimento anche li. Grazie.

  3. #23

    Data Registrazione
    Jun 2013
    Messaggi
    65
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    52 Post(s)
    Potenza rep
    167943
    Citazione Originariamente Scritto da consindip Visualizza Messaggio
    Ciao, dico che stai semplificando troppo argomenti di base più complessi ed è la tipica posizione di chi afferma che basterebbero due ETF.

    Non posso dire di più dato che per capire servirebbe un confronto diretto di qualche ora e non ho tempo di scrivere romanzi.

    Il tuo consulente su Pictet Robo vuole senza dubbio dire che in Pictet studiano i singoli titoli rispetto all'ETF, io dico invece che a volte troppo studio fa danni se i costi sono maggiori e l'ETF Robo in realtà ha alla base uno schema di analisi approfondita che i gestori di Pictet così come il consulente che vive di provvigioni non ammetteranno mai che possa essere migliore della gestione attiva. La differenza per ora non si vede e non so dire quale delle due soluzioni sia meglio per il futuro, ma quello che posso dire è che chi deve vendere ha una visione limitata del mondo.

    Dopodichè va tutto contestualizzato: io ho clienti con ETF Robo perchè Alphabet e altri titoli (che è oggi la principale posizione di Pictet Robot) ce l'hanno già come acquisto diretto o come componente dell'ETF globale o altro ancora, quindi per me l'ETF Robo è più specializzato e va bene in un determinato contesto per un determinato cliente. In pratica sto riaffermando che il confronto ETF Vs. fondo attivo l'ho abbandonato anni fa dato che ritengo più utili altre considerazioni.

    Quindi non esiste una risposta definitiva
    Capisco il ragionamento. Tu scendi ad un livello effettivamente più profondo... e lo posso capire. Rimanendo a livelli più superficiali credo si possa ottenere tanto cercando solamente di spendere poco in commissioni e diversificando. Oltre questo nessuno ha la sfera e nessuno sà se fà meglio di altri. Quello che si può fare è senz'altro evitare di essere i peggiori.
    Essere i migliori è impossibile.
    Ciao

  4. #24

    Data Registrazione
    Mar 2019
    Messaggi
    2,308
    Mentioned
    31 Post(s)
    Quoted
    1331 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Citazione Originariamente Scritto da fabiobe71 Visualizza Messaggio
    Buono a sapersi. Esiste un forum su Euclidea dove si possono avere altre info, magari faccio un'esperimento anche li. Grazie.
    si trovi la discussione sempre in questa sezione.

    se non li conosci ti suggerisco di approfondire anche AcomeA tramite app Gimme5 comunque

  5. #25
    L'avatar di bow
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    2,854
    Mentioned
    204 Post(s)
    Quoted
    2256 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da fabiobe71 Visualizza Messaggio
    Sapendo che un Megatrend mi rende meno rispetto all' "equivalente" ETF World di quasi un 2%, vale la pena venderlo anche se si è in guadagno di un +50%. Il capitale verrebbe abbattuto e occorrerebbero anni per recuperare. Io sono certo di si. Soprattutto se l'orizzonte di investimento è lunga. La mia è infinta per questo tipo di investimento.
    Il 'capitale' è una finzione: se incorpora un'elevata aliquota fiscale è inevitabile che prima o poi la paghi.
    Mi han sempre fatto ridere quei clienti con il fondo a +110% che dicono "no, non vendo sennò devo pagare 10000 euro di tasse e mi scende il patrimonio"... eh, ma comunque scenderà, per non farlo scendere devi andarci a perdere e credo non sia così vantaggioso.
    Oltretutto su quella parte di tassi ci paghi ogni anno il 2xmille di imposta di bollo.

    Io personalmente, fossero soldi miei, uscirei da un fondo costoso come il MegaTrend, se l'orizzonte temporale è lungo (7 anni o +) il MSCI World con costi anche dello 0,07-0,1% o un All Country World lo vedo come alternativa validissima (per capirci 0,07 è 42 volte di meno del 3%, e storicamente tanto schifo non ha fatto).

    Pagherei le tasse e resetterei, anno nuovo investimento nuovo, nuovo orizzonte temporale e tutto...
    Il valore aggiunto che darei è diversificare almeno il rischio timing.
    Mi spiego: se vendessi oggi non saprei se avrò perso mancato guadagno futuro... però è sicuro che oggi il timing è a mio favore: massimo storico, con crescita francamente un pò anomala (storicamente) nel 2019, erano 20 anni che non c'era un'annata di crescita così costante...
    Il 'rischio tempo' è stato per me (ipotetico investitore in gain), guadagno.

    Nel rientrare potrei diversificarlo: es. se ne ottengo 24000 euro, potrei entrare 2000 al mese per 12 mesi. Questo abbassa la volatilità in questi 12 mesi (medio il prezzo mensilmente), non cambia a livello matematico tantissimo, ma a livello di statistica e serie storiche dopo un anno ''record'' una simile strategia ha premiato più spesso che punire.

    Questo è quello che farei IO, non è detto sia bene per te, è solo un umile punto di vista.

  6. #26

    Data Registrazione
    Jun 2013
    Messaggi
    65
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    52 Post(s)
    Potenza rep
    167943
    Citazione Originariamente Scritto da bow Visualizza Messaggio
    Il 'capitale' è una finzione: se incorpora un'elevata aliquota fiscale è inevitabile che prima o poi la paghi.
    Mi han sempre fatto ridere quei clienti con il fondo a +110% che dicono "no, non vendo sennò devo pagare 10000 euro di tasse e mi scende il patrimonio"... eh, ma comunque scenderà, per non farlo scendere devi andarci a perdere e credo non sia così vantaggioso.
    Oltretutto su quella parte di tassi ci paghi ogni anno il 2xmille di imposta di bollo.

    Io personalmente, fossero soldi miei, uscirei da un fondo costoso come il MegaTrend, se l'orizzonte temporale è lungo (7 anni o +) il MSCI World con costi anche dello 0,07-0,1% o un All Country World lo vedo come alternativa validissima (per capirci 0,07 è 42 volte di meno del 3%, e storicamente tanto schifo non ha fatto).

    Pagherei le tasse e resetterei, anno nuovo investimento nuovo, nuovo orizzonte temporale e tutto...
    Il valore aggiunto che darei è diversificare almeno il rischio timing.
    Mi spiego: se vendessi oggi non saprei se avrò perso mancato guadagno futuro... però è sicuro che oggi il timing è a mio favore: massimo storico, con crescita francamente un pò anomala (storicamente) nel 2019, erano 20 anni che non c'era un'annata di crescita così costante...
    Il 'rischio tempo' è stato per me (ipotetico investitore in gain), guadagno.

    Nel rientrare potrei diversificarlo: es. se ne ottengo 24000 euro, potrei entrare 2000 al mese per 12 mesi. Questo abbassa la volatilità in questi 12 mesi (medio il prezzo mensilmente), non cambia a livello matematico tantissimo, ma a livello di statistica e serie storiche dopo un anno ''record'' una simile strategia ha premiato più spesso che punire.

    Questo è quello che farei IO, non è detto sia bene per te, è solo un umile punto di vista.
    Il discorso sul capitale lo capisco. Io ne facevo un discorso più generico. Meno movimenti fai meno tasse paghi. Certo se i movimenti sono migliorativi allora si può fare tutto.
    Ti vedo convinto sulla vendita del Megatrend. Tu dici che vendere adesso o più avanti cambia poco, tanto vale farlo ora e beneficiare delle migliori prestazioni dell'ETF da ora in avanti....
    Poi compreresti a rate per compensare a eventuali cali durante l'anno visto il 2019 molto performante....
    Non si sà mai che il 2020 sia in discesa o altalenante.

    Facendo un riassunto definitivo si può dire che ogni qualvolta ci sia un EFT più performante del fondo attivo, vale sempre la pena vendere l'attivo e approfittare delle migliori prestazioni dell'ETF(quasi sempre sono migliori).
    Alla peggio uno si può tenere quei fondi attivi di nicchia che non hanno una controparte passiva. In linea di massima il ragionamento da fare è questo.

  7. #27
    L'avatar di bow
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    2,854
    Mentioned
    204 Post(s)
    Quoted
    2256 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da fabiobe71 Visualizza Messaggio
    Facendo un riassunto definitivo si può dire che ogni qualvolta ci sia un EFT più performante del fondo attivo, vale sempre la pena vendere l'attivo e approfittare delle migliori prestazioni dell'ETF(quasi sempre sono migliori).
    Alla peggio uno si può tenere quei fondi attivi di nicchia che non hanno una controparte passiva. In linea di massima il ragionamento da fare è questo.
    Nei miei soldi personali ho provato a dare prime second e terze possibilità ai fondi attivi, principalmente i PAC, i flessibili ed i bilanciati. Forse è colpa di non avervi dedicato la 'nicchia' azionaria ad alto rischio (es. un bel fondo sui tecnologici) però con gli ETF mi sono trovato cento volte meglio.
    Però attenzione... IO è soggettivo. Gli ETF ad esempio hanno una volatilità molto concentrata (il fondo bilanciato diversificato spalma, è più stabile etc... l'ETF lo compri a mezzogiorno dopo due ore già potresti vedere -3% o +2% di performance...), per me va bene, ma non vale per tutti.

  8. #28

    Data Registrazione
    Jun 2013
    Messaggi
    65
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    52 Post(s)
    Potenza rep
    167943
    Citazione Originariamente Scritto da bow Visualizza Messaggio
    Nei miei soldi personali ho provato a dare prime second e terze possibilità ai fondi attivi, principalmente i PAC, i flessibili ed i bilanciati. Forse è colpa di non avervi dedicato la 'nicchia' azionaria ad alto rischio (es. un bel fondo sui tecnologici) però con gli ETF mi sono trovato cento volte meglio.
    Però attenzione... IO è soggettivo. Gli ETF ad esempio hanno una volatilità molto concentrata (il fondo bilanciato diversificato spalma, è più stabile etc... l'ETF lo compri a mezzogiorno dopo due ore già potresti vedere -3% o +2% di performance...), per me va bene, ma non vale per tutti.
    Guarda io ho sperimentato diversi anni di fondo attivo e quando c'è da scendere non si fà pregare. Anzi spesso mi hanno deluso. Il fantomatico gestore attivo alla fine non fà altro che seguire l'indice in peggio. Ho già fatto qualche anno anche di ETF e vedo la differenza in meglio. L'ETF non è per tutti ma solo per chi osa un minimo sul fai da te. Tutto il resto è solo più vantaggioso.

  9. #29

    Data Registrazione
    Jul 2010
    Messaggi
    6,451
    Mentioned
    41 Post(s)
    Quoted
    3714 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da fabiobe71 Visualizza Messaggio
    Guarda io ho sperimentato diversi anni di fondo attivo e quando c'è da scendere non si fà pregare. Anzi spesso mi hanno deluso. Il fantomatico gestore attivo alla fine non fà altro che seguire l'indice in peggio. Ho già fatto qualche anno anche di ETF e vedo la differenza in meglio. L'ETF non è per tutti ma solo per chi osa un minimo sul fai da te. Tutto il resto è solo più vantaggioso.
    Come dice bow, non si può generalizzare.
    Ovviamente gli etf vanno inseriti in una strategia che non tutti hanno tempo voglia di seguire (non dico le capacità perché penso le capacità ci possano essere per tutti, anche se la gente credeche siamo maghi della finanza)

  10. #30
    L'avatar di Uncicinin
    Data Registrazione
    Jan 2019
    Messaggi
    1,630
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    970 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Gli Etf rimangono lo strumento migliore per investire,infatti come dimostrato da Mediobanca più del 90% dei fondi passivi battono quelli a gestione con commissione di gestione molto alte da 1,30% circa obbligazionario a piu" del 2% dell'azionario.
    Ora capite che i costi si divorano il guadagno,come correre una maratona e partire dietro di dieci chilometri.
    Chi sostiene che i fondi attivi battono quelli passivi lo fa' solo per interessi di bottega.
    E soprattutto non ne servono 200 ma sono abbastanza meno di una decina per creare un buon portafoglio, meglio ancora per chi è in grado di diversificare con obbligazioni singole, è sufficiente un azionario a livello mondiale dove gli Usa contano per il 65% circa.
    Non seguire le mode può aiutare,non serve rischiare in particolari settori che magari hanno avuto un boom recente e che magari hanno già incorporato prezzi alti.
    Lo stesso lontano da materie prime che hanno costi di trasporto,magazinaggio e dei future sul quale le materie vengono trattate.
    Quindi prodotti semplici con sottostanti conusciuti e alla larga da polizze vita,gestioni patrimoniali e fondi attivi che di attivo hanno solo commissione.
    Spero di essere stato chiaro.

    Saluti

Accedi