Sta arrivando la recessione, vendete tutto dal mercato azionario mettendovi in salvo - Pagina 94
Piazza Affari paga tornata debole di trimestrali, chiusura no anche per Eni ed Enel
Giovedì amaro per Piazza Affari. L?indice Ftse Mib, reduce dal rally delle prime tre giornate di agosto, ha chiuso in calo dell?1,34% a 19.475 punti. Gli investitori aspettavano indicazioni circa …
Oro in volo: “Short? Avventurosi, il tappo è saltato ormai. L’argento sale perché è green”
In un 2020 difficile oro e argento stanno facendo la parte del leone. Il metallo giallo negli ultimi dieci giorni ha fatto segnare più di 250 dollari l’oncia di crescita, …
I monopattini Helbiz puntano il Nasdaq con l’aggiunta degli e-scooter MiMoto
Helbiz accelera ulteriormente sulla mobilità sostenibile allargando il proprio business agli scooter elettrici attraverso l'accordo con MiMoto Smart Mobility, first mover italiano del mercato dello sharing di motorini elettrici. Verso …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #931

    Data Registrazione
    Feb 2006
    Messaggi
    460
    Mentioned
    20 Post(s)
    Quoted
    318 Post(s)
    Potenza rep
    30348848
    Citazione Originariamente Scritto da Sara78 Visualizza Messaggio
    Psicologicamente la distribuzione aiuta...per la serie "non tutto è stato inutile". Finchè il mercato è salito si sono incassate cedole crescenti. Con l'accumulazione non si è incassato nulla e se ti trovi sotto...sei sotto senza premio di consolazione. L'eventuale fase di rialzo precedente lo storno è praticamente inutile...alimentando ulteriormente il rammarico.
    Nel mio caso è l'esatto contrario. Accumulazione di gran lunga più "confortevole" della distribuzione, soprattutto per la maggiore efficienza fiscale. Esempio: con la distribuzione sono entrato a 100, prendo dividendi (reddito di capitale) per 10 ma mi trovo a 80, devo vendere per qualsiasi motivo, realizzo una minus di 20 non compensabile. Alla fine avrò 87,4 (considerando il 26% sui dividendi). Ad accumulazione, avrò (80+10) = 90. Oltre all'effetto compounding, che però si fa sentire sensibilmente solo su periodi piuttosto lunghi. E' chiaro che nell'esempio che ho fatto il vantaggio si azzera se si prevedono plus future su altri strumenti, ma finché si parla di un pf di etf per me non c'è partita.
    Ma il punto chiave, e correttissimo, del tuo intervento, è che su questioni non centrali e non "assolute" (perché nelle situazioni personali la soluzione teoricamente subottimale potrebbe invece risultare preferibile), è opportuno che ognuno faccia quello che lo fa sentire più a proprio agio. Tu hai un bias per la distribuzione, io per l'accumulazione: non sarà questo il motivo del successo o del fallimento dei nostri pf, ma proprio per questo è bene calzare le scarpe che ci fanno stare più comodi.

  2. #932

    Data Registrazione
    Feb 2020
    Messaggi
    77
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    69 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da sand1975 Visualizza Messaggio
    Il problema che l' all season nasce per il mercato americano. I bond americani rendono ancora qualcosa. Farlo da noi vorrebbe dire farlo con gli etf sui bond in europa (che rendono niente) o quelli hedgiati (che comunque presentano il conto).

    Inoltre c'è da considerare che da qualche anno, da quando le banche europee intervengono pesantemente le decorrelazioni sono saltate e dove un ASP funzionava 10 anni fa non è detto che lo faccia ancora.

    Puoi postare cosa intendi per ASP in euro perfavore per capire se intendi hedgiato o bond/azionario euro?
    Il mercato americano è correlato a quello europeo .....
    Alla base ci sta il ragionamento non il mercato ..
    infatti l’all Season non è un portafoglio dal quale si vogliono ottenere flussi di cassa per forza .
    Vai a vedere un all season in euro ( ibgl - imeu )
    ..
    le governative in euro sui PREZZI , hanno reso di più di quelle USA .. nonostante il differenziale tassi ..
    confronta la duration e rendimenti con tlt ...

  3. #933

    Data Registrazione
    Feb 2006
    Messaggi
    460
    Mentioned
    20 Post(s)
    Quoted
    318 Post(s)
    Potenza rep
    30348848
    Citazione Originariamente Scritto da sand1975 Visualizza Messaggio
    Il discrso è che con il VA non capiterà mai la condizione di poter perdere il 50% del capitale. Potresti perdere il 50% della quota investita avendo ancora liquidità da investire, potresti perdere il 50% del capitale rivalutato ma MAI del capitale a tua disposizione.


    Ovvio è che anche qui.
    Chi fa un pac in VA deve sapere cosa sta facendo ed essere CONTENTO se il mercato scende e abbiamo ancora tanta liquidità da investire. Se ci cachiamo nelle mutande al solo pensiero di investire col portafogli in perdita meglio evitare.
    Prima frase: esatto. E' proprio il motivo matematico (e psicologico) per cui ho fatto il dva. Avevo provato a dirlo in altri post, ma non c'è stato verso di farlo capire ad @Antoniano2 e a qualcun altro, ma tu lo hai detto bene. Chi fa il lump sum ha le sue ottime ragioni, ma questo non vuol dire che il dva/dca sia irrazionale (semplicemente, ha dalla sua ALTRE ragioni).

    Seconda frase: ovvio, almeno per me. Nessuno se ne abbia a male, ma io sto PREGANDO ogni volta che guardo il telefonino di vedere l'indice in rosso (con scarsa soddisfazione per ora, a dire il vero). Chi fa un dva/dca di fatto si mette short per un periodo. Se si dispiace dei cali, non sa cosa sta facendo.

  4. #934

    Data Registrazione
    Aug 2019
    Messaggi
    841
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    643 Post(s)
    Potenza rep
    16198499
    Citazione Originariamente Scritto da Stefano% Visualizza Messaggio
    Appunto ma il total return su Msci europe / msci world ..
    Sul lunghissimo termine è scontato .
    Se il capitalismo prosegue ...
    D'accordissimo ma allora l'affermazione
    Facendo così con i dividendi campi e puoi restare anche in drawdown per 20 anni
    è da ritirare.
    Se hai uno strumento ad accumulazione puoi sempre vendere delle quote per campare.
    Poi il discorso sull'aiuto psicologico/comportamentale della distribuzione è anch'esso valido.
    Basta avere le idee chiare.

  5. #935

    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    614
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    331 Post(s)
    Potenza rep
    9279604
    Citazione Originariamente Scritto da re-rosso Visualizza Messaggio
    D'accordissimo ma allora l'affermazione è da ritirare.
    Se hai uno strumento ad accumulazione puoi sempre vendere delle quote per campare.
    Poi il discorso sull'aiuto psicologico/comportamentale della distribuzione è anch'esso valido.
    Basta avere le idee chiare.
    Esatto, e se vendi le quote mentre sei in perdita la tua rendita non è tassata, a differenza del dividendo.

  6. #936
    L'avatar di Sara78
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Messaggi
    7,449
    Mentioned
    23 Post(s)
    Quoted
    2628 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da Stefano% Visualizza Messaggio
    Ma scusate , se invece che farvi tutti questi problemi, perché non impostate un ALL SEASON PORTFOLIO? ( in euro )
    E magari ribilanciare in base all’ era economica ( trend tassi )
    Da mettersi in carico in VA per entrambe le asset class ..
    Problemi risolti molto semplicemente.....
    Permettimi l'all season originale prevede l'investimento per la parte obbligazionaria in titoli americani (in realtà anche la leva, ma sorvoliamo). Quindi tutto l'obbligazionario sottoposto a rischio cambio oltreché al rischio tassi implicito nell'investimento obbligazionario.
    Bhe insomma non è poi così prudente come viene dipinto…
    Peggio mi sento trasportando tutto l'obbligazionario in area euro per sottrarmi al rischio cambio. Rendimento nullo su quell'asset dove appena appena si normalizza la situazione tassi c'è un bagno di sangue all'orizzonte. Che prima o poi arriva.
    Alle condizioni attuali, non c'è un portafoglio "sicuro", nemmeno l'all season.
    Poi se offre sollievo l'andamento storico dell'all seasons prescindendo dalle condizioni attuali...va benissimo.
    Io direi piuttosto il contrario se correzione in corsa è contemplata. Se piace l'all seasons, si converte ad all seasons quando le nubi sul sovranazionale europeo saranno un lontano ricordo.
    Piuttosto se si vuole l'oro come decorrelante, al momento preferirei un 30% azioni, 55% aggregate smezzato in metà coperto e metà scoperto, poi vabbè sarebbe 7,5% oro e 7,5% materie prime… per la funzione che ha va bene 15% oro e via.
    Insomma...è necessario adeguare l'impostazione originaria dell'all seasons.

  7. #937
    L'avatar di Sara78
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Messaggi
    7,449
    Mentioned
    23 Post(s)
    Quoted
    2628 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    [QUOTE=Stefano%;53879722]le governative in euro sui PREZZI , hanno reso di più di quelle USA .. nonostante il differenziale tassi ..
    QUOTE]

    Si ma è la festa è finita per il governativo euro. Ora il rendimento è quasi negativo. Che fai..punti sul fatto che si esasperi ulteriormente questa anomalia?
    Per me è un azzardo assoluto, dove se tutto va bene ho rendimento vicino allo zero. Se tutto va male (e per andar tutto male, basta la "normalizzazione", mica serve chissà cosa) è un bagno di sangue.

  8. #938
    L'avatar di francozzz
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Messaggi
    402
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    223 Post(s)
    Potenza rep
    24230785
    Citazione Originariamente Scritto da Sara78 Visualizza Messaggio
    Psicologicamente la distribuzione aiuta...per la serie "non tutto è stato inutile". Finchè il mercato è salito si sono incassate cedole crescenti. Con l'accumulazione non si è incassato nulla e se ti trovi sotto...sei sotto senza premio di consolazione. L'eventuale fase di rialzo precedente lo storno è praticamente inutile...alimentando ulteriormente il rammarico.
    Le distribuzioni aiutano ma se c'è uno storno del mercato azionario è anche perché c'è una quaresima di dividendi, ad esempio lo Euro stoxx 600 di Ishares distribuiva nel 2007 1.24 € di dividendi, 1.03 € nel 2008, 0.86 € nel 2009, 0.68 € nel 2010, 0.7 € nel 2011, 0.88 € nel 2012, e cosi' via fino al 2017 quando torna sopra il dividendo del 2007 in termini nominali,

    praticamente dal 2007 al 2009 si è dimezzato il valore dell'ETF, ma si è anche dimezzata la distribuzione,

    giusto per fare una piccola puntualizzazione sul peso della distribuzione nei momenti difficili,

  9. #939

    Data Registrazione
    Feb 2020
    Messaggi
    77
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    69 Post(s)
    Potenza rep
    0
    [QUOTE=Sara78;53879834]
    Citazione Originariamente Scritto da Stefano% Visualizza Messaggio
    le governative in euro sui PREZZI , hanno reso di più di quelle USA .. nonostante il differenziale tassi ..
    QUOTE]

    Si ma è la festa è finita per il governativo euro. Ora il rendimento è quasi negativo. Che fai..punti sul fatto che si esasperi ulteriormente questa anomalia?
    Per me è un azzardo assoluto, dove se tutto va bene ho rendimento vicino allo zero. Se tutto va male (e per andar tutto male, basta la "normalizzazione", mica serve chissà cosa) è un bagno di sangue.
    Infatti attualmente la quota di obbligazionario dell’all season , è meglio che rimanga liquidità..
    Per impostarlo correttamente andavano comprate le gov long term in VA durante il ribasso del 2018 ..
    E poi lo si teneva fino a che non scoppia la crisi , per poi switch are in gain su azionario ..
    fino a lasciarne soltanto un 20 % ..
    Il fatto è:
    Credete davvero che una crisi di fine ciclo che fa’ crollare l’azionario , faccia crollare anche le governative long term nello stesso momento?
    Al massimo andranno laterali ma non ha senso che crollino durante il crollo dell’azionario ..

  10. #940
    L'avatar di nonamoilrischio
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Messaggi
    7,531
    Mentioned
    7 Post(s)
    Quoted
    1292 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    dicembre 2017 io da furbacchione mi butto sulla fomo del mercato crypto
    penso riduco il rischio comprando 30-40 coins, cosi se alcune scendono altre salgono e piu o meno compenso
    penso va bhe se qualche coins perde il 20% il 30% dai massimi ( c'era la fomo) meglio, medio i prezzi
    avro mediato al ribasso le coins 2-3 volte a prezzi decrescenti

    risultato dopo 2 anni di hold e mediate dal -95% al -99% , mai vista una cosa del genere in vita mia, cioe mi hanno pelato alla grandissima

    ora informandomi cio succede anche sulle singole azioni di borsa, forse meno sugli etf, ma in caso di crack euro, virus mondiali in cui la gente si trasforma in zompi mangia cervelli, o che so elezioni usa di un presidente contrario ai mercati, tassi d'interesse in rialzo , un -50%-70% credo che lo possano perdere pure gli etf e ci possa avere una fase ribassista anche decennale, sui mercati aizonari forse c'e da aspettarsi di tutto

    non è che perche lo sp500 è sempre salito da quando e nato significa che continuera a salire all'infinito potrebbe forse pure inboccare una discesa che durera per 30 anni , e la gente nelle lapidi con lo scheletro non riuscira nemmeno a vendere

Accedi