Sta arrivando la recessione, vendete tutto dal mercato azionario mettendovi in salvo - Pagina 93
Ftse Mib: chi vince e chi perde, solo 7 titoli immuni da bufera Covid
La pandemia ha copito duramente economia e mercati. Per le aziende le ricadute del lockdown si sono fatte sentire soprattutto sui dati del secondo trimestre. Le aziende che generano la …
Posizioni nette corte: Maire la più shortata di Piazza Affari, tra i primi 4 anche Bper e Banco
Dall?aggiornamento di oggi di Consob sulle posizioni nette corte (PNC) si apprende che il titolo più shortato a Piazza Affari è Maire Tecnimont con 2 posizioni short aperte per una quota …
S&P500, Ftse Mib e materie prime: cosa suggerisce l’analisi ciclica
Diversi i temi sul mercato anche in questo agosto, con materie prime come oro e argento sugli scudi e gli indici americani che continuano la loro corsa nonostante la situazione …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #921
    L'avatar di sand1975
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    6,175
    Mentioned
    36 Post(s)
    Quoted
    3874 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da simo78 Visualizza Messaggio
    Questo a dire il vero non è proprio esatto (anche se io ho già spiegato in altri post che condivido le ragioni di chi entra in dca o dva e personalmente sto facendo un simil-dva lungo 20 trimestri). Quello che dice @sand1975 si verifica solo quando il crollo o storno importante avviene in una fase molto precoce, diciamo al massimo entro i primi 2 anni (su 4/5 di ingresso), ma senza una salita accentuata nella primissima fase (l'esempio del 2008 è chiaro; potrei aggiungere il 2000 o 2001). Se invece arriva a metà percorso o dopo, a seguito di una bella salita dell'indice, il lump sum prevale. Personalmente avrei potuto entrare il l.s. quando S&P500 quotava circa 2750 e adesso sono al 25% circa del mio ingresso. A meno di crolli forti e repentini so già che probabilmente perderò la "scommessa", anche se non rinnego le ragioni per le quali ho diluito e, se tornassi indietro, lo rifarei (semmai mi rimprovero l'ECCESSIVA durata della spalmatura, non la spalmatura in sé).
    Si, prevale come rendimento ma come impatto psicologico è tutta un'altra cosa.
    Se si "sbaglia" con il VA al più si ottengono rendimenti più bassi ma contenendo drawdown e volatilità.
    Se si sbaglia con il lump sum sono volatili per diabetici. Quanti resisterebbero 5 anni in perdita dopo un drawdown del 50% senza vendere prima?

  2. #922
    L'avatar di Antoniano2
    Data Registrazione
    Sep 2016
    Messaggi
    18,827
    Mentioned
    39 Post(s)
    Quoted
    12032 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Anche sul capitolo sicure zza ci sarebbe da discutere ore ma è un tema solo correlato.

    Io impiego settimane, mesi a volte per decidere una cosa. Una ricetta, una procedura lavorativa. Come disse Sallustio "excrucior" è la parola che sintetizza meglio il mio stato d'animo in fase di rimuginamento.

    Sugli ETF ad esempio è già tanto che la mia compagna non mi abbia preso a calci. Mesi e mesi di concitate convoluzioni mentali, letture, calcoli giorni e notte.. anche per la cucina facci o disfaccio aggiungo tolgo, ripeto mille volte una ricetta e non ne aggiungo altre fintanto che non sono sicuro. Non a caso in 3 anni la mia dieta si è ampliata moltissimo. Prima ho centrato bilanciamento e materie prime, poi piano piano ho iniziato a variare sul tema e sul gusto.

    Potrei citare il peso oppure l'attività sportiva. Stesso procedimento

    Ecco tutto questo per dire: NON APPENA AVEVO CENTRATO IL PUNTO NON MI MUOVEVO PIÙ. Sicurezza eccessiva? Incoscienza? Non credo proprio.

    Lo vedo anche al lavoro che la sicurezza spaventa. Le persone non sono abituate ad ascoltare qualcuno più competente di loro in un ambito o un altro. Pensano sempre ci sia la fregatura e l'arroganza. Mai che qualcuno ne sappia più di loro in un ristretto ambito.

  3. #923
    L'avatar di sand1975
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    6,175
    Mentioned
    36 Post(s)
    Quoted
    3874 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da Trendfriend Visualizza Messaggio
    Grande, abbiamo due casi di scuola, nonamoilrischio che ha venduto logorato da ribassi insistenti (non ha venduto sul ribasso, ha venduto perché logorato) sul primo ribasso la psicologia umana non ha accettato di aver sbagliato e ha tenuto.(senza strategia, che poi applicarla è cmq un casino)

    Il tuo caso è la paura di un ritraccio, di guadagnare meno di quello che si è visto a monitor, immaginate di vedere, come nellesempio un verde di 70.000 € che diventano un verde di 49.000 €, ci si incavola, è per quello che sono pochi quelli che tengono l’investimento per lungo tempo.

    Entrambi i casi psicologia

    Ottima considerazione. Se potessi permettermi una terapia sarebbe: Pac per il primo, All in per il secondo (al max con portafogli bilanciato).

    Alla fine probabilmente non importa quanto o dove si investe (con i limiti, lasciamo perdere i bitcoin e l'oro) ma COME si investe e questo deve essere dettato dalla conoscenza di NOI STESSI. Manca una sezione di finanza comportamentale, l'ho detto!

  4. #924

    Data Registrazione
    Feb 2020
    Messaggi
    77
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    69 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Ma scusate , se invece che farvi tutti questi problemi, perché non impostate un ALL SEASON PORTFOLIO? ( in euro )
    E magari ribilanciare in base all’ era economica ( trend tassi )
    Da mettersi in carico in VA per entrambe le asset class ..
    Problemi risolti molto semplicemente.....

  5. #925

    Data Registrazione
    Feb 2006
    Messaggi
    460
    Mentioned
    20 Post(s)
    Quoted
    318 Post(s)
    Potenza rep
    30348848
    Citazione Originariamente Scritto da sand1975 Visualizza Messaggio
    Se si sbaglia con il lump sum sono volatili per diabetici. Quanti resisterebbero 5 anni in perdita dopo un drawdown del 50% senza vendere prima?
    Si torna lì, dipende dalla strategia. Ribilanciare in constant mix su un calo forte è roba per stomaci forti e sul momento ACCENTUA la perdita, ma riduce i tempi di recupero. Basta chiedersi prima se ne saremmo in grado.
    Chi entra in l.s. sull'azionario, senza alcuna regola di uscita e senza chiedersi preventivamente se sarebbe disposto a tollerare un dd del 50% sulla quota azionaria (indipendentemente che questa sia il 10, il 20, il 50 o chessò io del pf totale, anche se è chiaro che più sale la percentuale, più il tema diventa rilevante), fa per definizione un cattivo investimento, perché non si interroga sulle proprie reazioni, sulla propria effettiva tolleranza al rischio.
    Poi, se entra nel 2009 "a casaccio", dimentica le password del conto e si risveglia oggi, è chiaro che ha svoltato. La fortuna ha una rilevanza tutt'altro che secondaria negli investimenti. Ma rimane il fatto che ha investito in modo inconsapevole. Cosa molto pericolosa.

    Bisogna però riconoscere che diluire di per sé non riduce affatto questo rischio e non rende meno importante dotarsi di una strategia coerente con la propria testa. Perché se si fa il nostro bell'ingresso in dva su un mercato constantemente crescente, nulla impedisce di beccarselo DOPO, il -50%. Ma allora, serve il dva/dca? Certo che sì, ma solo a conseguire un pmc molto inferiore ai massimi di ciclo, per reggere meglio l'eventuale calo successivo. A prezzo però - e su questo @Antoniano2 in generale ha ragione, anche se non seguirei la sua view in questa specifica fase storica -, di MINORI rendimenti attesi rispetto a un l.s. (io sto evitando accuratamente di vedere il mio pf su justetf, che avevo impostato per un l.s. quando iniziai il dva...)

  6. #926

    Data Registrazione
    Feb 2006
    Messaggi
    460
    Mentioned
    20 Post(s)
    Quoted
    318 Post(s)
    Potenza rep
    30348848
    Citazione Originariamente Scritto da Stefano% Visualizza Messaggio
    Ma scusate , se invece che farvi tutti questi problemi, perché non impostate un ALL SEASON PORTFOLIO? ( in euro )
    E magari ribilanciare in base all’ era economica ( trend tassi )
    Da mettersi in carico in VA per entrambe le asset class ..
    Problemi risolti molto semplicemente.....
    Ho modificato il precedente commento perché presupponevo una percentuale di oro del 25%, ma se non sbaglio si tratta invece, grosso modo, di 30 azionario, 55% obbligazioni tra lunghe e brevi, 7,5 oro, 7,5 commodities. Non è quello che ho deciso di fare, ma in effetti potrebbe andare bene per moltissimi, specie per quelli che fanno più fatica a darsi una propria strategia ben definita e soffrono maggiormente la volatilità.

  7. #927
    L'avatar di Sara78
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Messaggi
    7,449
    Mentioned
    23 Post(s)
    Quoted
    2628 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da Trendfriend Visualizza Messaggio
    Grande, abbiamo due casi di scuola, nonamoilrischio che ha venduto logorato da ribassi insistenti (non ha venduto sul ribasso, ha venduto perché logorato) sul primo ribasso la psicologia umana non ha accettato di aver sbagliato e ha tenuto.(senza strategia, che poi applicarla è cmq un casino)

    Il tuo caso è la paura di un ritraccio, di guadagnare meno di quello che si è visto a monitor, immaginate di vedere, come nellesempio un verde di 70.000 € che diventano un verde di 49.000 €, ci si incavola, è per quello che sono pochi quelli che tengono l’investimento per lungo tempo.

    Entrambi i casi psicologia
    C'è poco da fare, l'emotività è il peggior nemico degli investimenti, mentre il tempo è il miglior alleato.
    Fatto un portafoglio che si ritiene appropriato al proprio profilo di rischio e al proprio orizzonte temporale, con ingresso all in o diluito in base a ciò che meno ci stressa, secondo me, tutto l'impegno deve essere riversato sul lavorare sull'aspetto emotivo.
    Penso che in questa logica la scelta (quantomeno parziale) della distribuzione al posto dell'intera accumulazione aiuti.
    Fa male all'aritmetica, fa bene alla psicologia. Però, su questo discorso (che ha tirato in ballo Stefano)che condivido, non serve fare gli integralisti al contrario. Lo storno pesante è storno pesante.. non è che il 2-3-4-5% di dividend yeald oscurano l'entità dello storno.
    Poi, anche focalizzando l'attenzione sui dividendi anziché sul controvalore del ptf… con lo storno i dividendi diminuiscono.
    Insomma, è un po' volere nascondere la polvere sotto il tappeto.
    Psicologicamente la distribuzione aiuta...per la serie "non tutto è stato inutile". Finchè il mercato è salito si sono incassate cedole crescenti. Con l'accumulazione non si è incassato nulla e se ti trovi sotto...sei sotto senza premio di consolazione. L'eventuale fase di rialzo precedente lo storno è praticamente inutile...alimentando ulteriormente il rammarico.

  8. #928
    L'avatar di sand1975
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    6,175
    Mentioned
    36 Post(s)
    Quoted
    3874 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da simo78 Visualizza Messaggio
    Si torna lì, dipende dalla strategia. Ribilanciare in constant mix su un calo forte è roba per stomaci forti e sul momento ACCENTUA la perdita, ma riduce i tempi di recupero. Basta chiedersi prima se ne saremmo in grado.

    Bisogna però riconoscere che diluire di per sé non riduce affatto questo rischio e non rende meno importante dotarsi di una strategia coerente con la propria testa. Perché se si fa il nostro bell'ingresso in dva su un mercato constantemente crescente, nulla impedisce di beccarselo DOPO, il -50%. Ma allora, serve il dva/dca?

    Due osservazioni però:

    1. Vero è che il va accentua la perdita nell'istante (compro quando è basso è scontato) ma lo fa sempre per un periodo di tempo limitato e solo su una parte del capitale. Essere in perdita del 50% su un 30% del capitale e il 70% liquido non è la stessa cosa che esserlo sul 100%.

    2. Vero è che puoi beccarti DOPO il -50% però:
    Dop un pac in VA di 5 anni se hai beccato dentro uno storno potresti anche uscirne con guadagno anche del 20% a meno di condizioni supersfigate. Ma se anche fosse hai passato uno storno dei mercati in modo quasi indenne o addirittura in guadagno e statisticamente godrai di un periodo più o meno lungo di toro da una posizione migliore (avrai mediato i prezzi).
    Se invece in quei 5 anni il mercato è salito sempre e poi storna del 50% avrai comunque guadagnato se non il 50 almeno un 30% e comunque conterresti le perdite rispetto all'investimento iniziale.

    Il discrso è che con il VA non capiterà mai la condizione di poter perdere il 50% del capitale. Potresti perdere il 50% della quota investita avendo ancora liquidità da investire, potresti perdere il 50% del capitale rivalutato ma MAI del capitale a tua disposizione.


    Ovvio è che anche qui.
    Chi fa un pac in VA deve sapere cosa sta facendo ed essere CONTENTO se il mercato scende e abbiamo ancora tanta liquidità da investire. Se ci cachiamo nelle mutande al solo pensiero di investire col portafogli in perdita meglio evitare.

  9. #929
    L'avatar di sand1975
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    6,175
    Mentioned
    36 Post(s)
    Quoted
    3874 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da Stefano% Visualizza Messaggio
    Ma scusate , se invece che farvi tutti questi problemi, perché non impostate un ALL SEASON PORTFOLIO? ( in euro )
    E magari ribilanciare in base all’ era economica ( trend tassi )
    Da mettersi in carico in VA per entrambe le asset class ..
    Problemi risolti molto semplicemente.....

    Il problema che l' all season nasce per il mercato americano. I bond americani rendono ancora qualcosa. Farlo da noi vorrebbe dire farlo con gli etf sui bond in europa (che rendono niente) o quelli hedgiati (che comunque presentano il conto).

    Inoltre c'è da considerare che da qualche anno, da quando le banche europee intervengono pesantemente le decorrelazioni sono saltate e dove un ASP funzionava 10 anni fa non è detto che lo faccia ancora.

    Puoi postare cosa intendi per ASP in euro perfavore per capire se intendi hedgiato o bond/azionario euro?

  10. #930

    Data Registrazione
    Feb 2020
    Messaggi
    77
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    69 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da re-rosso Visualizza Messaggio
    Anche se li tieni sui conti correnti ci campi...
    Quello che conta è il total return.
    Appunto ma il total return su Msci europe / msci world ..
    Sul lunghissimo termine è scontato .
    Se il capitalismo prosegue ...

Accedi