Portafoglio ETF 2020 - Pagina 21
Enel e FCA trascinano Piazza Affari, in corsa anche Unicredit
Martedì molto positivo per Piazza Affari che però chiude lontano dai massimi di giornata. Anche oggi sponda importante dall?ottimismo legato all’appiattimento della curva dei contagi. Il Ftse Mib ha chiuso …
BNP Paribas: affronta il mercato con il Phoenix Snowball su UniCredit
La banca francese lancia sul mercato un nuovo certificato d?investimento Phoenix Snowball su sottostante UniCredit (ISIN: XS2087072216). Le caratteristiche del prodotto lo rendono funzionale alla congiuntura attuale di forte incertezza …
Chi è Mr Diasorin e l’azzardo di 20 anni che l’ha reso miliardario
Chi c’è dietro il successo di DiaSorin, la multinazionale attiva nel settore della diagnostica che in queste settimane è all’onore della cronaca per i test legati a Covid-19? Il suo …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #201

    Data Registrazione
    Jan 2020
    Messaggi
    114
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    72 Post(s)
    Potenza rep
    861352
    Io lascierei così come sei al momento, tante volte meno strumenti si usa è meglio è.
    Venedo al MVOL credo che nel lungo performi in maniera quasi uguale al MSCI World TRN quindi se il tuo investimento è di lungo periodo non cambierei nulla.

  2. #202

    Data Registrazione
    Mar 2017
    Messaggi
    568
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    475 Post(s)
    Potenza rep
    5223574
    Citazione Originariamente Scritto da sand1975 Visualizza Messaggio
    Diciamo che come dicono altri più consapevoli di me : l'unica gestione passiva possibile sull'azionario è sul globale (aggiungerei compresi gli emergenti) ed è quello che sul lungo da sempre la costanza di rendimenti. Si scommette sull'economia globale tutta.

    Quando scegli qualcosa di diverso stai facendo una gestione attiva e te ne assumi i rischi. E per rischio non intendo quello insito nello strumento ma il rischio di aver SCELTO qualcosa di "sbagliato".

    Insomma, se l'economia mondiale cresce non puoi aver sbagliato, se scegli qualcosa di settoriale o localizzato puoi anche sbagliare.
    Sull'obbligazionario (che bilancia il corrispettivo azionario di cui sopra) si deve fare lo stesso ragionamento in ottica long?

  3. #203
    L'avatar di sand1975
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    4,425
    Mentioned
    27 Post(s)
    Quoted
    2948 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da brandnewlife Visualizza Messaggio
    Sull'obbligazionario (che bilancia il corrispettivo azionario di cui sopra) si deve fare lo stesso ragionamento in ottica long?
    Mah guarda, secondo me scegliere l'obbligazionario è più difficile che l'azionario soprattutto in questo momento.

    I gov bond europei li escluderei perchè inutili a parte una crescita nel primo semestre 2019 c'è linea piatta se non in calo.

    Forse un mix tra emerging market ma solo presi nell'anno in cui scendono (pochi), i gov americani hedgiati o i global aggregate ma sono tutti un pò cari ora...

    Meglio che ti consigli qualcun'altro anche perchè io non ho molto feeling e mentre ho ottime speranze che un azionario globale nel lungo faccia sempre un 7/10% sull'obbligazionario non ci metterei la firma.
    Diciamo che forse hanno più senso in ottica di distribuzione soprattutto con un mix High yeld e investment grade...
    Inoltre a parte quelli americani che sono in qualche modo decorrelati all'azionario (perchè per la maggior parte USA) gli altri vanno un pò per conto loro... sei capace di cuccarti un drawdown dell'azionario e dell'obbligazionario insieme ormai...
    Per il consiglio comunque... passo !

    Forse l'unico che abbinerei ad un azionario globale se mai il portafogli pigro abbia ancora un senso è il global aggregate magari hedgiato e ad accumulo, se esiste.

  4. #204

    Data Registrazione
    Nov 2019
    Messaggi
    170
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    113 Post(s)
    Potenza rep
    1665805
    Citazione Originariamente Scritto da lory001 Visualizza Messaggio
    Io lascierei così come sei al momento, tante volte meno strumenti si usa è meglio è.
    Venedo al MVOL credo che nel lungo performi in maniera quasi uguale al MSCI World TRN quindi se il tuo investimento è di lungo periodo non cambierei nulla.
    si a lunghissimo termine.
    Guardando i rendimenti degli ultimi 5 anni il MVOL ha battuto il MSCI. C'è da dire che però molte aziende sono presenti in tutte e due gli ETF, quindi in ottica di diversificazione non avrebbe molto senso.
    E sostituire il MSCI con il MVOL... non ne sono convinto

  5. #205

    Data Registrazione
    Jan 2020
    Messaggi
    47
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    30 Post(s)
    Potenza rep
    1
    Citazione Originariamente Scritto da The G Visualizza Messaggio
    si a lunghissimo termine.
    Guardando i rendimenti degli ultimi 5 anni il MVOL ha battuto il MSCI. C'è da dire che però molte aziende sono presenti in tutte e due gli ETF, quindi in ottica di diversificazione non avrebbe molto senso.
    E sostituire il MSCI con il MVOL... non ne sono convinto
    Secondo me dipende dal tipo di portafoglio che stai cercando. Non ce lo vedo adatto ad un portafoglio pigro.
    O meglio, personalmente, dato che sto per iniziare un portafoglio pigro, non lo vedo come un titolo che compri e te ne dimentichi. Penso che avrei sempre un minimo di ansia di controllare se sta performando meglio o peggio rispetto al corrispondente "generico". Quindi per il mio portafoglio l'ho scartato. Andrò sul Vanguard World, inclusi emergenti.

  6. #206

    Data Registrazione
    May 2018
    Messaggi
    25
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    12 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da sand1975 Visualizza Messaggio
    Mah guarda, secondo me scegliere l'obbligazionario è più difficile che l'azionario soprattutto in questo momento.

    I gov bond europei li escluderei perchè inutili a parte una crescita nel primo semestre 2019 c'è linea piatta se non in calo.

    Forse un mix tra emerging market ma solo presi nell'anno in cui scendono (pochi), i gov americani hedgiati o i global aggregate ma sono tutti un pò cari ora...

    Meglio che ti consigli qualcun'altro anche perchè io non ho molto feeling e mentre ho ottime speranze che un azionario globale nel lungo faccia sempre un 7/10% sull'obbligazionario non ci metterei la firma.
    Diciamo che forse hanno più senso in ottica di distribuzione soprattutto con un mix High yeld e investment grade...
    Inoltre a parte quelli americani che sono in qualche modo decorrelati all'azionario (perchè per la maggior parte USA) gli altri vanno un pò per conto loro... sei capace di cuccarti un drawdown dell'azionario e dell'obbligazionario insieme ormai...
    Per il consiglio comunque... passo !

    Forse l'unico che abbinerei ad un azionario globale se mai il portafogli pigro abbia ancora un senso è il global aggregate magari hedgiato e ad accumulo, se esiste.

    Qundi alla fine dite che non è significativo affiancare un obbligazionario (esempio VAGF al 30%) ad un azionario globale mondiale?

  7. #207
    L'avatar di bow
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    1,089
    Mentioned
    55 Post(s)
    Quoted
    957 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da sm1979 Visualizza Messaggio
    Salve a tutti, anche sono un principiante che si affaccia per la prima volta su questo mondo. Ho visto un po' di aspetti teorici e qualche video per riuscire a capire qualcosa. attualmente il mio capitale è vincolato per 6 mesi all' 1.80 lordo. Sto cercando di studiare una strategia che mi consenta di investire subito 1k € giusto per fare esperienza oppure vedere se investire 5k tra 6 mesi e poi investire 5k ogni anno. La mia scelta si è basata su quegli etf con spesa minore. Il dubbio l'ho sull'azionario dove ho scelto oltre che un world anche europa usa giappone e emergenti. Possono essere affiancati oppure meglio solo il world e l'emergente?

    Portafoglio ETF 1000€ oppure 5000€ tra 6 mesi investendo la stessa cifra ogni anno.

    Azioni 50%
    IE00B53QG562
    LU0950671825
    IE00BD4TXS21
    LU1437016972
    LU1861138961

    Obbligazioni 40%
    FR0010754176

    Immobiliare 10%
    LU1437018838

    Ha senso? o meglio che studi ancora?

    Grazie per la valutazione.
    Certo che ha senso.

    Si consideri che gli ETF, in particolare quelli azionari, sono molto volatili. Dato che sono scambiati sul mercato la loro voltatilità a breve è molto superiore a quella di fondi e sicav, con cui converge di solito a parità di benchmark nel medio-lungo termine.

    Ora i mercati sono molto alti, investendoci si segue un po' il trend. Il principio di investire successivamente 'a rate' adatterà i prezzi medi di carico al corso di mercato alleviando un po' l'effetto del timing iniziale (la fortuna di essere entrati prima di un rialzo o la sfortuna di averlo fatto prima di un ribasso).

    Investendo 1000 euro tieni conto dei costi d'acquisto minimi di ogni ETF. Io per dire pago minimo 5 euro... alle Poste so che costa meno.

    Sullo scegliere i meno costosi ok, ma trattandosi di ETF sull'azionario non sarà tanto il costo di 0,2% all'anno anziché 0,1 ad incidere... un pensiero di solidarietà a quelli che con qualche sicav di fondi-di-fondi lasciano dal promotore il 3% o il 4% l'anno (e lì incide sì!).

  8. #208

    Data Registrazione
    Mar 2017
    Messaggi
    568
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    475 Post(s)
    Potenza rep
    5223574
    Citazione Originariamente Scritto da sand1975 Visualizza Messaggio
    Mah guarda, secondo me scegliere l'obbligazionario è più difficile che l'azionario soprattutto in questo momento.

    I gov bond europei li escluderei perchè inutili a parte una crescita nel primo semestre 2019 c'è linea piatta se non in calo.

    Forse un mix tra emerging market ma solo presi nell'anno in cui scendono (pochi), i gov americani hedgiati o i global aggregate ma sono tutti un pò cari ora...

    Meglio che ti consigli qualcun'altro anche perchè io non ho molto feeling e mentre ho ottime speranze che un azionario globale nel lungo faccia sempre un 7/10% sull'obbligazionario non ci metterei la firma.
    Diciamo che forse hanno più senso in ottica di distribuzione soprattutto con un mix High yeld e investment grade...
    Inoltre a parte quelli americani che sono in qualche modo decorrelati all'azionario (perchè per la maggior parte USA) gli altri vanno un pò per conto loro... sei capace di cuccarti un drawdown dell'azionario e dell'obbligazionario insieme ormai...
    Per il consiglio comunque... passo !

    Forse l'unico che abbinerei ad un azionario globale se mai il portafogli pigro abbia ancora un senso è il global aggregate magari hedgiato e ad accumulo, se esiste.
    Grazie per l'intervento.
    Anch'io ho i tuoi stessi dubbi, e anche io penso che si perde più tempo a scegliere come comporre l'obbligazionario che l'azionario, che in ottica cassettista dovrebbe essere l'unica strategia veramente da seguire. Però sto costruendo il mio ptf ETF da zero e non posso prescindere perlomeno da un 50/50 almeno in partenza.

    Si, leggendo il topic mi pare che i più presenti nei ptf siano IEMB e AGGH, ma il primo mi sembra molto volatile e del secondo non trovo molta cronistoria.
    Il rispettivo non hedged IEAG continuerà la sua tendenza? Difficile...

    Sugli High Yeld si leggono pareri contrastanti, gli avevo adocchiati ma non so...

    Questi ad esempio quelli che ho inserito nella mia wishlist, sono gli ETF che compaiono nei ptf Moneyfarm e Euclidea...

    Allegato 2660458

  9. #209

    Data Registrazione
    Sep 2017
    Messaggi
    488
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    243 Post(s)
    Potenza rep
    5896439
    Citazione Originariamente Scritto da bow Visualizza Messaggio
    Certo che ha senso.

    Si consideri che gli ETF, in particolare quelli azionari, sono molto volatili. Dato che sono scambiati sul mercato la loro voltatilità a breve è molto superiore a quella di fondi e sicav, con cui converge di solito a parità di benchmark nel medio-lungo termine.

    Ora i mercati sono molto alti, investendoci si segue un po' il trend. Il principio di investire successivamente 'a rate' adatterà i prezzi medi di carico al corso di mercato alleviando un po' l'effetto del timing iniziale (la fortuna di essere entrati prima di un rialzo o la sfortuna di averlo fatto prima di un ribasso).

    Investendo 1000 euro tieni conto dei costi d'acquisto minimi di ogni ETF. Io per dire pago minimo 5 euro... alle Poste so che costa meno.

    Sullo scegliere i meno costosi ok, ma trattandosi di ETF sull'azionario non sarà tanto il costo di 0,2% all'anno anziché 0,1 ad incidere... un pensiero di solidarietà a quelli che con qualche sicav di fondi-di-fondi lasciano dal promotore il 3% o il 4% l'anno (e lì incide sì!).
    Ok ti ringrazio. Io utilizzerò Widiba e lì i costi sono dello 0.15% con un min. di 5€ e un max di 25€. Come ETF alla fine ho usato justeft per scegliere ciò che mi interessava e ho selezionato quelli che avevano TER più basso. Non ho trovato però IE00BD4TXS21 su Widiba e ho quindi optato per uno simile IE00B52SFT06 che purtroppo ha un TER di 0.33 contro il 0.15 del primo.
    Per ora ho messo tutto sul portafoglio virtuale giusto per capire come funziona.

    Come fatte a vedere tutto quello che ci sta dentro un ETF? ci sta qualche sito? Il FI da solo i primi 10.
    Ultima modifica di sm1979; 05-02-20 alle 11:55

  10. #210

    Data Registrazione
    Jan 2020
    Messaggi
    10
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    14 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Salve a tutti,

    sono in procinto di investire una somma cospicua... a 5 zeri

    Le banche forniscono sono proposte su risparmio gestito

    Chi mi saprebbe consigliare un portafoglio di gestione passiva con profilo di rischio basso?

Accedi