Habemus bozza portafoglio. Osservazioni e suggerimenti graditi
Popolare Bari senza pace: l’ad De Bustis indagato per bond proposto a micro-società di Malta. Fitd aspetta il nuovo piano
Nuova bufera sulla Popolare di Bari proprio nel bel mezzo della stretta per il salvataggio della banca che necessiterebbe di circa un miliardo per evitare il peggio. Vincenzo De Bustis, …
Gundlach vede nero e presenta il grafico dell’anno. Wall Street cadrà, rischio recessione del 40%
Jeffrey Gundlach, numero uno Di DoubleLine Capital, non è affatto ottimista guardando al 2020, tutt'altro: e presenta un grafico per far capire cosa sta accadendo e cosa, a suo avviso, …
Ferrari e Mediobanca ai pit stop dopo forte rally, analisi su due dei top performer 2019
Ferrari e Mediobanca presentano un quadro grafico positivo. Entrambi i titoli stanno ritracciando leggermente dopo una corsa fino a raggiungere nuovi record storici per Ferrari e massimi pluriennali per Mediobanca. …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1
    L'avatar di Sara78
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Messaggi
    7,031
    Mentioned
    14 Post(s)
    Quoted
    2191 Post(s)
    Potenza rep
    42949681

    Habemus bozza portafoglio. Osservazioni e suggerimenti graditi

    Ciao a tutti.
    Dopo un po' di mesi di valutazioni sono giunta ad una bozza di portafoglio. Sono gradite qualsiasi tipo di consiglio, critiche, osservazioni, perplessità di cui vi ringrazio anticipatamente.
    L'orizzonte temporale è tendenzialmente "eterno", o al limite suscettibile di sostituzione delle componenti di azionario EtF dalla versione accumulazione in quella in distribuzione tra 20 anni circa elastici, rigorosamente ed esclusvamente se e quando ci si troverà in una situazione di azionario ai massimi come l'attuale.
    I ribilanciamenti non verranno effettuati vendendo gli asset più performanti ma incrementando gli asset meno performanti a fronte di scostamenti tra i due asset principali (azionario e obbligazionari) del 5%.
    La composizione percentuale è questa: 50 azionario, 40 obbligazionario, 5 gold, 5 REIT globale;
    I due asset così suddivisi:
    Azionario:
    ETF MSCI WORLD "classico" senza copertura cambio 50%
    ETF MSCI EUROPA ex UK (per incrementare un po' l'esposizione in euro azionaria rispetto quella inclusa nel MSCI World): 35%
    ETF MSCI Emerging Market 15%.

    Obbligazionario:
    L'obbligazionario lo suddivido in 2 parti di pari entità.
    Metà in titoli "singoli" con una parte in discreto gain, che mantengo per la discreta cedola, per la scadenza "umana" e per poter compensare eventuali minusvalenze, nell'improbabile (ma mai dire mai) circostanza di uscire dall'etf in perdita, per modificare la composizione del portafoglio:
    btp 3,50% scadenza 2030 (gain attuale 25%);
    Polonia 3% in dollari scadenza 2023 (gain attuale 11%);
    un mix a piccolo taglio di obbligazioni con emittente tripla A esposte a RAND SUDAFRICANO, REAL MESSICANO, Corona norvegese, peso filippino e dollaro australiano. Un pizzico di sale che non guasta, vista la restante parte del ptf in titoli obbligazionari"dormiente";
    Mediobanca TV scadenza 2025 (anche questa in gain presa in emissione ma la porto a scadenza stante il floor( ..edit pardon il CAP) 3%);
    4 BTP Italia e 2 Obbligazioni CDP con scadenze cadenzate che stanno lì, né mangiano né bevono, alla scadenza probabilmente verranno riversati nel portafoglio ETF nella parte obbligazionaria, chissà magari a differenti condizioni rispetto le penose attuali per i bond governativi euro o inflation linked euro con un ETF di questa/e categoria/e;

    L'altra metà di Obbligazionario in ETF income:
    Core Global Aggregate Bond (AGGG) senza copertura valutaria: 50%
    Bond Paesi emergenti con copertura valutaria (embe) :25%
    Bond societari High Yeald Euro: 25%.

    Fuori dal portafoglio (o dentro ..fa lo stesso ;-) ) una 30ina di K in liquidità per eventuali e varie, si sa mai.

    Niente governativi euro, niente inflation linked euro nella parte obbligazionaria ETF, visto che sono componenti presenti nella parte obbligazionaria in Titoli, e visto che agli attuali rendimenti non penso ne valga la pena.

    Lo scopo del ribilanciamento è riportare nelle proporzioni iniziali obbligazionario e azionario, GOLD e REIT non verranno incrementati, ed avverranno incrementando un ETF solo ad ogni ribilanciamento. A turno. Ad esempio dovendo incrementare l'obbligazionario perché l'azionario è salito comportandomi una differenza del 5% tra azionario e obbligazionario, al primo bilanciamento incremento AGGG, al secondo Embe, al 3° l'High Yeald. O meglio ancora, comprando l Etf di quell'asset rimasto indietro per riequilibrare l'asset stesso. Non sto tutte le volte a prendere poche quote di ogni singolo ETf di ogni singolo asset.
    Qualcuno vuole dire la sua? Grazie anticipatamente a coloro che vorranno esprimersi. Come una spugna assorbo ogni suggerimento.
    Ultima modifica di Sara78; 07-10-19 alle 14:14

  2. #2
    L'avatar di ernesto71
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    2,989
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    448 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Per me è ben fatto. Unici appunti: al posto dei bonds in valuta locale potevi prendere seml( che per me sul lungo ha però bisogno di una gestione attiva); msci europa ex uk se non erro sottoperforma Eudv).
    Ciao e sempre Forza Toro

  3. #3

    Data Registrazione
    Sep 2019
    Messaggi
    236
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    103 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Se il portafoglio è "eterno" la parte prevalente dell'accumulato lo lasci ai posteri, pertanto non è sensato il passaggio tra 20 anni alla versione a distribuzione con consistente tassa sul capital gain sui prodotti ad accumulazione; non lo sarebbe nemmeno se andassi a consumare buona parte del capitale: con gli strumenti ad accumulazione disinvesti quando vuoi/quanto vuoi con la periodicità che ti serve (mensile/trimestrale/semestrale).

    Se poi ragioni dicendo a te stessa: ma chi farà ste' cose in vecchiaia per me, allora ciò vale anche per chi preleverà per te il cash che ti serve.... non solo per fare l'operazione/i di disinvestimento del titolo/i ad accumulazione

  4. #4
    L'avatar di Sara78
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Messaggi
    7,031
    Mentioned
    14 Post(s)
    Quoted
    2191 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da ernesto71 Visualizza Messaggio
    Per me è ben fatto. Unici appunti: al posto dei bonds in valuta locale potevi prendere seml( che per me sul lungo ha però bisogno di una gestione attiva); msci europa ex uk se non erro sottoperforma Eudv).
    Ciao e sempre Forza Toro
    Ustia grazie mille! Grazie al tuo post in cui mi hai suggerito l'azionario europeo a distribuzione, hai reso possibile che mi accorgessi che MSCI ex UK è a distribuzione. La stavo combinando grossa. Vado di Eurostoxx 600 ad accumulazione e pazienza se c'è un po' di Uk e di svizzera che sterilizza un pochino lo scopo di incrementare la parte euro dell'azionario. Mettiamola così...è un ulteriore diversificazione :-).
    Ieri ho tifato Toro, fortissimamente ;-)

  5. #5
    L'avatar di Sara78
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Messaggi
    7,031
    Mentioned
    14 Post(s)
    Quoted
    2191 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da YiB Visualizza Messaggio
    Se il portafoglio è "eterno" la parte prevalente dell'accumulato lo lasci ai posteri, pertanto non è sensato il passaggio tra 20 anni alla versione a distribuzione con consistente tassa sul capital gain sui prodotti ad accumulazione; non lo sarebbe nemmeno se andassi a consumare buona parte del capitale: con gli strumenti ad accumulazione disinvesti quando vuoi/quanto vuoi con la periodicità che ti serve (mensile/trimestrale/semestrale).

    Se poi ragioni dicendo a te stessa: ma chi farà ste' cose in vecchiaia per me, allora ciò vale anche per chi preleverà per te il cash che ti serve.... non solo per fare l'operazione/i di disinvestimento del titolo/i ad accumulazione
    La tua osservazione è molto pertinente. Infatti l'ipotesi di conversione è solo una ipotesi. Dipenderà tanto da quali saranno le eventuali esigenze della mia bimba che attualmente frequenta l'asilo, nonché l'interesse che avrà per la gestione degli investimenti, nonché la sua situazione lavorativa. Impossibile e prematuro ora determinare se sia più opportuna la sua gestione di un patrimonio ad accumulo o la distribuzione dei dividendi. Vedi, io ho un lavoro che mi basta e avanza e mi consente un buon risparmio sistematico che posso riversare negli investimenti sfruttando i vantaggi dell'accumulazione.
    Chiaramente in prospettiva con il passare degli anni certe scelte dovrò farle sempre più nell'interesse e considerando la condizione di mia figlia.
    Momentaneamente, quantomeno per la parte azionaria, mi è abbastanza inutile la distribuzione rinunciando all'effetto composto.
    Una sorta di diversificazione accumulazione distribuzione la ho già effettuata, optando per l'accumulo azionario e l'obbligazionario a distribuzione.
    Se servirà la distribuzione.. pace si paga ciò che si deve in tasse ma a situazione modificata bisogna modificare strategia, necessariamente.
    Magari rinunciare ai vantaggi dell'accumulazione per una ipotesi eventuale verificabile tra 20 anni, non so se è giusto.

  6. #6

    Data Registrazione
    Sep 2019
    Messaggi
    236
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    103 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Con una buona capacità di risparmio puoi creare un buon lascito per la tua bimba ma devi anche trovare il giusto compromesso, nel senso che non ritengo corretto che i genitori debbano sacrificarsi troppo per i figli. E’ doveroso mettere in programma un ottimo percorso di studio per lei, anche all’estero, sarà il tuo migliore investimento! Poi se mi posso permettere, non sapendo che lavoro tu faccia: se puoi ritaglia per lei qualche ora di tempo in più, 20 anni passano in un lampo

  7. #7
    L'avatar di Dedalo Invest
    Data Registrazione
    May 2019
    Messaggi
    215
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    149 Post(s)
    Potenza rep
    12300842
    Citazione Originariamente Scritto da Sara78 Visualizza Messaggio
    Ciao a tutti.
    Dopo un po' di mesi di valutazioni sono giunta ad una bozza di portafoglio. Sono gradite qualsiasi tipo di consiglio, critiche, osservazioni, perplessità di cui vi ringrazio anticipatamente.
    L'orizzonte temporale è tendenzialmente "eterno", o al limite suscettibile di sostituzione delle componenti di azionario EtF dalla versione accumulazione in quella in distribuzione tra 20 anni circa elastici, rigorosamente ed esclusvamente se e quando ci si troverà in una situazione di azionario ai massimi come l'attuale.
    I ribilanciamenti non verranno effettuati vendendo gli asset più performanti ma incrementando gli asset meno performanti a fronte di scostamenti tra i due asset principali (azionario e obbligazionari) del 5%.
    La composizione percentuale è questa: 50 azionario, 40 obbligazionario, 5 gold, 5 REIT globale;
    I due asset così suddivisi:
    Azionario:
    ETF MSCI WORLD "classico" senza copertura cambio 50%
    ETF MSCI EUROPA ex UK (per incrementare un po' l'esposizione in euro azionaria rispetto quella inclusa nel MSCI World): 35%
    ETF MSCI Emerging Market 15%.

    Obbligazionario:
    L'obbligazionario lo suddivido in 2 parti di pari entità.
    Metà in titoli "singoli" con una parte in discreto gain, che mantengo per la discreta cedola, per la scadenza "umana" e per poter compensare eventuali minusvalenze, nell'improbabile (ma mai dire mai) circostanza di uscire dall'etf in perdita, per modificare la composizione del portafoglio:
    btp 3,50% scadenza 2030 (gain attuale 25%);
    Polonia 3% in dollari scadenza 2023 (gain attuale 11%);
    un mix a piccolo taglio di obbligazioni con emittente tripla A esposte a RAND SUDAFRICANO, REAL MESSICANO, Corona norvegese, peso filippino e dollaro australiano. Un pizzico di sale che non guasta, vista la restante parte del ptf in titoli obbligazionari"dormiente";
    Mediobanca TV scadenza 2025 (anche questa in gain presa in emissione ma la porto a scadenza stante il floor( ..edit pardon il CAP) 3%);
    4 BTP Italia e 2 Obbligazioni CDP con scadenze cadenzate che stanno lì, né mangiano né bevono, alla scadenza probabilmente verranno riversati nel portafoglio ETF nella parte obbligazionaria, chissà magari a differenti condizioni rispetto le penose attuali per i bond governativi euro o inflation linked euro con un ETF di questa/e categoria/e;

    L'altra metà di Obbligazionario in ETF income:
    Core Global Aggregate Bond (AGGG) senza copertura valutaria: 50%
    Bond Paesi emergenti con copertura valutaria (embe) :25%
    Bond societari High Yeald Euro: 25%.

    Fuori dal portafoglio (o dentro ..fa lo stesso ;-) ) una 30ina di K in liquidità per eventuali e varie, si sa mai.

    Niente governativi euro, niente inflation linked euro nella parte obbligazionaria ETF, visto che sono componenti presenti nella parte obbligazionaria in Titoli, e visto che agli attuali rendimenti non penso ne valga la pena.

    Lo scopo del ribilanciamento è riportare nelle proporzioni iniziali obbligazionario e azionario, GOLD e REIT non verranno incrementati, ed avverranno incrementando un ETF solo ad ogni ribilanciamento. A turno. Ad esempio dovendo incrementare l'obbligazionario perché l'azionario è salito comportandomi una differenza del 5% tra azionario e obbligazionario, al primo bilanciamento incremento AGGG, al secondo Embe, al 3° l'High Yeald. O meglio ancora, comprando l Etf di quell'asset rimasto indietro per riequilibrare l'asset stesso. Non sto tutte le volte a prendere poche quote di ogni singolo ETf di ogni singolo asset.
    Qualcuno vuole dire la sua? Grazie anticipatamente a coloro che vorranno esprimersi. Come una spugna assorbo ogni suggerimento.
    Ciao Sara, solo un paio di osservazioni:
    • Non capisco il senso delle obbligazioni in valute estere (rand, real, corone ecc.). Va bene il pizzico di sale ma a me sembra soltanto un modo per aumenare il rischio complessivo del portafoglio (emittente e valuta)
    • Se il tuo orizzonte temporale d'investimento è per sempre, aumenterei la percentuale di azionario e diminuirei l'obbligazionario

    Ciao

  8. #8

    Data Registrazione
    Jul 2010
    Messaggi
    3,581
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    1361 Post(s)
    Potenza rep
    31957577
    Citazione Originariamente Scritto da Dedalo Invest Visualizza Messaggio
    Ciao Sara, solo un paio di osservazioni:
    • Non capisco il senso delle obbligazioni in valute estere (rand, real, corone ecc.). Va bene il pizzico di sale ma a me sembra soltanto un modo per aumenare il rischio complessivo del portafoglio (emittente e valuta)
    • Se il tuo orizzonte temporale d'investimento è per sempre, aumenterei la percentuale di azionario e diminuirei l'obbligazionario

    Ciao
    Sembra buono, riuscirai a rispettare il tutto?

  9. #9
    L'avatar di Dedalo Invest
    Data Registrazione
    May 2019
    Messaggi
    215
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    149 Post(s)
    Potenza rep
    12300842
    Citazione Originariamente Scritto da totuccio2 Visualizza Messaggio
    Sembra buono, riuscirai a rispettare il tutto?
    Scusami totuccio2, non so se replicavi a me, ma hai quotato il mio post. Se ti riferivi a me, non ho ben capito a cosa ti riferisci...

  10. #10

    Data Registrazione
    Jul 2010
    Messaggi
    3,581
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    1361 Post(s)
    Potenza rep
    31957577
    Citazione Originariamente Scritto da Dedalo Invest Visualizza Messaggio
    Scusami totuccio2, non so se replicavi a me, ma hai quotato il mio post. Se ti riferivi a me, non ho ben capito a cosa ti riferisci...
    Mi son sbagliato, mi riferivo al ptf di sara

Accedi