Habemus bozza portafoglio. Osservazioni e suggerimenti graditi - Pagina 24
Deutsche Bank non si smuove dai minimi, robot al posto di 18mila dipendenti per vincere la sfida ‘lacrime e sangue’ di Sewing
E? ancora crisi profonda per Deutsche Bank. In borsa il titolo della banca tedesca non si smuove dai minimi storici e al momento viaggia in flessione dello 0,43% a 6,60 …
Manovra ottiene ok Ue, ma ora a far paura è il Mes. BTP, banche italiane pronte a spezzare doom loop?
Europa al centro dei riflettori in queste ultime ore, con la polemica politica infuriata sul Mes e la decisione della Commissione europea di promuovere la manovra italiana varata dal M5S-PD, …
Gli ETF di Goldman Sachs planano in Italia, c’è anche il clone multifattoriale più grande al mondo
Goldman Sachs chiude il cerchio dei grandi arrivi sul mercato italiano degli ETF in questo 2019. A fare da apripista era stato il colosso Vanguard, arrivato in Italia con i …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #231

    Data Registrazione
    Feb 2006
    Messaggi
    211
    Mentioned
    10 Post(s)
    Quoted
    120 Post(s)
    Potenza rep
    18068839
    Se non ho fatto male i conti, questa l'ultima versione del pf della nostra Sara.

    Msci acwi: 45,37%
    Euro stoxx: 9,6%
    Gold 5%
    Aggregate globale core (unhedged): 5%
    Global aggregate corporate hedged: 5%
    High Yeld euro: 5%
    EMBE (hedged): 5%
    Btp + cdp + Mediobanca TV al 3%minimo= 12,6%
    Polonia in dollari = 1,8 %
    Totale bond in valute locali:=5,6% a basket completato

    In questo post osservo qualcosa sugli asset, poi farò una considerazione più in generale e "in prospettiva".

    Rimangono troppi strumenti, imho, per le cifre in gioco. Ciò nonostante, l'accorpamento degli emergenti nell'acwi non mi fa impazzire (tra l'altro, aumenta un po' il ter medio), ma sono quisquilie.

    Il gold al 5% ce l'hai già, ma è inutile. L'unica situazione in cui potrebbe servire è un crash di quelli brutti. Bene, il 55% di azionario ti fa un drawdown, diciamo, del 40% (e sono stato basso), ossia più o meno il 22% dell'intero pf. Mettiamo che l'oro faccia uno strabiliante +20%. Quant'è sul pf? 1%. Da stropicciarsi le mani. Semmai una cosa buona è che la plus sull'etc sarebbe compensabile. Quindi, insomma, ormai ce l'hai, ma sta lì per fare poco.

    Poi, hai ridotto, ma mantenuto, il sovrappeso sull'Europa. Secondo me hai fatto bene.

    Del basket di valute locali ne farei a meno. Per me hai un bias per le plus finora maturate (che ti invidio parecchio, si capisce!). Porterei a scadenza quelle che hai - a meno che non ti serva venderle per compensare qualche minus -, e poi basta.

    Nella parte obbligazionaria di fatto non esiste una forte parte core che possa dare stabilità nei periodi di crisi e offrire liquidità per i ribilanciamenti in caso di cali sull'azionario.

    Non ridurrei il globale aggregate per aggiungere un corporate. L'obbligazionario corporate in generale mi piace poco, non fosse altro che per una ragione di aliquota fiscale.

    Eliminerei l'high yeld, al limite riversandolo su EMBE.

    E poi mettere non dico tanto, ma un 10-15% di investment grade governativo in euro (un all maturity, o un 5-7 anni, o 3-5, a seconda di quanto vuoi essere prudente). Non dico ora - sai che sull'argomento la penso più o meno come te -, ma magari quando hai completato l'ingresso sugli asset volatili e la situazione si potrebbe essere un pelino normalizzata...

    Chessò, una roba cosi...

    Msci acwi: 45%
    Euro stoxx: 10%
    Gold 5%
    Aggregate globale core (unhedged): 10%
    EMBE (hedged): 5% / 10%
    Btp + cdp + Mediobanca TV al 3%minimo= 10%
    Investment grade in euro (o al limite inflation linked): 10 / 15%

    Prendilo solo come uno spunto. La cosa che mi sembra più rilevante la dico in un prossimo post, sulla possibile oscillazione di un pf di questo tipo in caso di vere crisi (versione "tua" o "mia", cambia poco).

  2. #232
    L'avatar di curupiri
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    1,656
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    279 Post(s)
    Potenza rep
    36710897
    Citazione Originariamente Scritto da simo78 Visualizza Messaggio
    Se non ho fatto male i conti, questa l'ultima versione del pf della nostra Sara.

    Msci acwi: 45,37%
    Euro stoxx: 9,6%
    Gold 5%
    Aggregate globale core (unhedged): 5%
    Global aggregate corporate hedged: 5%
    High Yeld euro: 5%
    EMBE (hedged): 5%
    Btp + cdp + Mediobanca TV al 3%minimo= 12,6%
    Polonia in dollari = 1,8 %
    Totale bond in valute locali:=5,6% a basket completato

    In questo post osservo qualcosa sugli asset, poi farò una considerazione più in generale e "in prospettiva".

    Rimangono troppi strumenti, imho, per le cifre in gioco. Ciò nonostante, l'accorpamento degli emergenti nell'acwi non mi fa impazzire (tra l'altro, aumenta un po' il ter medio), ma sono quisquilie.

    Il gold al 5% ce l'hai già, ma è inutile. L'unica situazione in cui potrebbe servire è un crash di quelli brutti. Bene, il 55% di azionario ti fa un drawdown, diciamo, del 40% (e sono stato basso), ossia più o meno il 22% dell'intero pf. Mettiamo che l'oro faccia uno strabiliante +20%. Quant'è sul pf? 1%. Da stropicciarsi le mani. Semmai una cosa buona è che la plus sull'etc sarebbe compensabile. Quindi, insomma, ormai ce l'hai, ma sta lì per fare poco.

    Poi, hai ridotto, ma mantenuto, il sovrappeso sull'Europa. Secondo me hai fatto bene.

    Del basket di valute locali ne farei a meno. Per me hai un bias per le plus finora maturate (che ti invidio parecchio, si capisce!). Porterei a scadenza quelle che hai - a meno che non ti serva venderle per compensare qualche minus -, e poi basta.

    Nella parte obbligazionaria di fatto non esiste una forte parte core che possa dare stabilità nei periodi di crisi e offrire liquidità per i ribilanciamenti in caso di cali sull'azionario.

    Non ridurrei il globale aggregate per aggiungere un corporate. L'obbligazionario corporate in generale mi piace poco, non fosse altro che per una ragione di aliquota fiscale.

    Eliminerei l'high yeld, al limite riversandolo su EMBE.

    E poi mettere non dico tanto, ma un 10-15% di investment grade governativo in euro (un all maturity, o un 5-7 anni, o 3-5, a seconda di quanto vuoi essere prudente). Non dico ora - sai che sull'argomento la penso più o meno come te -, ma magari quando hai completato l'ingresso sugli asset volatili e la situazione si potrebbe essere un pelino normalizzata...

    Chessò, una roba cosi...

    Msci acwi: 45%
    Euro stoxx: 10%
    Gold 5%
    Aggregate globale core (unhedged): 10%
    EMBE (hedged): 5% / 10%
    Btp + cdp + Mediobanca TV al 3%minimo= 10%
    Investment grade in euro (o al limite inflation linked): 10 / 15%

    Prendilo solo come uno spunto. La cosa che mi sembra più rilevante la dico in un prossimo post, sulla possibile oscillazione di un pf di questo tipo in caso di vere crisi (versione "tua" o "mia", cambia poco).
    In caso di vera crisi andrebbe giù tutto, basta vedere attualmente che con una leggera discesa nelle ultime due settimane dell'azionario mondiale , è sceso pure l'obbligazionario governativo inv grade
    (anzi che per dirla tutta è almeno un mese che scende) e se succede questo con una modesta discesa degli indici, che succederebbe in un eventuale crollo?
    Vedo comunque un aspetto positivo, cioè una resilienza del comparto azionario ( è saltata metà della produzione petrolifera dell' arabia e altre amenità e la borsa ne ha risentito poco).
    C'è un grosso afflusso di liquidità in cerca di investimento che in questi casi entra approfittando dei pur modesti ribassi. Gli investimenti in etf poi continuano a crescere.

  3. #233

    Data Registrazione
    Feb 2006
    Messaggi
    211
    Mentioned
    10 Post(s)
    Quoted
    120 Post(s)
    Potenza rep
    18068839
    Citazione Originariamente Scritto da curupiri Visualizza Messaggio
    In caso di vera crisi andrebbe giù tutto, basta vedere attualmente che con una leggera discesa nelle ultime due settimane dell'azionario mondiale , è sceso pure l'obbligazionario governativo inv grade
    (anzi che per dirla tutta è almeno un mese che scende) .
    Ma... Quali discese? Un classico all maturity in euro ha fatto uno storno di nemmeno il 2% nella prima metà di settembre ma poi ha recuperato quasi tutto. Variazione un pelo superiore, e poi recupero, sull'obbligazionario globale. L'azionario, poi, è laterale tra tre mesi e sotto di appena il 3/4% ai massimi...

  4. #234

    Data Registrazione
    Jun 2010
    Messaggi
    2,008
    Mentioned
    24 Post(s)
    Quoted
    440 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da masoking Visualizza Messaggio
    Ti ringrazio ma il gestore mi tocca farlo in un'altra vita.
    Sì temo il IE00B9M6SJ31 sia negoziabile solo sullo Xetra...
    Comunque io contravvengo alla deontologia finanziaria di molti preparati utenti, in primis @Seboz, perché do al comparto bond alto rendimento una veste di cash (ultra) dinamico piuttosto atipica: poiché la taratura del mio value averaging sull'acwi mi lascia mediamente piuttosto insaturo (faccio il pieno solo al verificarsi di strutture di mercato annuali con valenza statistica da cigno nero) ho deciso di creare quel mix, storicamente resiliente, di bond emergenti USD e corporate HEDGED per avere una sorta di azionario a leva 0,5. Sì lo so basterebbe dimezzare il peso dell'acwi ma nella gestione patrimoniale che ho (che offre svariati prodotti extra borsaitaliana), l'asset liquidità tal quale non è ottemperata.
    Comunque ecco un raffronto di qualche mese fa dove l'occhio va buttato sul 2001 e sul 2008. Poi il grafico, aggiornato ad oggi, farebbe macinare ai bonds ancora più Sharpe rispetto all'equity, viste le recenti impennate.
    ciao caro
    trovo i tuoi contributi sempre interessanti, forse perché abbiamo approcci tendenzialmente differenti.
    io conosco poco i numeri, ancor meno gli strumenti per analizzarli, e la mia formazione umanistica si sposa dannatamente bene con il fatto che la conoscenza di sé stessi sia il cardine di ogni strategia di investimento e con la comprensione delle dinamiche umane intrinseche nei mercati, nella loro storia e nei loro meccanismi. motivo per cui guardo tutto da quella prospettiva.
    non ho prove inconfutabili né tantomeno esempi misurati relativi alla mia posizione rispetto all'obbligazionario corporate. per me è stato illuminante il libro market myths relativamente a questo aspetto, e non solo.
    i numeri nel ventennio preso in esame ti danno ragione ma io preferisco posizionarmi in base a quella che è l'essenza dei mercati da quando esistono.
    sono curioso di vedere come andrà e spero che per questo, e per tuo beneficio, farai un monitoraggio adeguato

    Citazione Originariamente Scritto da simo78 Visualizza Messaggio
    Se non ho fatto male i conti, questa l'ultima versione del pf della nostra Sara.

    Msci acwi: 45,37%
    Euro stoxx: 9,6%
    Gold 5%
    Aggregate globale core (unhedged): 5%
    Global aggregate corporate hedged: 5%
    High Yeld euro: 5%
    EMBE (hedged): 5%
    Btp + cdp + Mediobanca TV al 3%minimo= 12,6%
    Polonia in dollari = 1,8 %
    Totale bond in valute locali:=5,6% a basket completato

    In questo post osservo qualcosa sugli asset, poi farò una considerazione più in generale e "in prospettiva".

    Rimangono troppi strumenti, imho, per le cifre in gioco. Ciò nonostante, l'accorpamento degli emergenti nell'acwi non mi fa impazzire (tra l'altro, aumenta un po' il ter medio), ma sono quisquilie.

    Il gold al 5% ce l'hai già, ma è inutile. L'unica situazione in cui potrebbe servire è un crash di quelli brutti. Bene, il 55% di azionario ti fa un drawdown, diciamo, del 40% (e sono stato basso), ossia più o meno il 22% dell'intero pf. Mettiamo che l'oro faccia uno strabiliante +20%. Quant'è sul pf? 1%. Da stropicciarsi le mani. Semmai una cosa buona è che la plus sull'etc sarebbe compensabile. Quindi, insomma, ormai ce l'hai, ma sta lì per fare poco.

    Poi, hai ridotto, ma mantenuto, il sovrappeso sull'Europa. Secondo me hai fatto bene.

    Del basket di valute locali ne farei a meno. Per me hai un bias per le plus finora maturate (che ti invidio parecchio, si capisce!). Porterei a scadenza quelle che hai - a meno che non ti serva venderle per compensare qualche minus -, e poi basta.

    Nella parte obbligazionaria di fatto non esiste una forte parte core che possa dare stabilità nei periodi di crisi e offrire liquidità per i ribilanciamenti in caso di cali sull'azionario.

    Non ridurrei il globale aggregate per aggiungere un corporate. L'obbligazionario corporate in generale mi piace poco, non fosse altro che per una ragione di aliquota fiscale.

    Eliminerei l'high yeld, al limite riversandolo su EMBE.

    E poi mettere non dico tanto, ma un 10-15% di investment grade governativo in euro (un all maturity, o un 5-7 anni, o 3-5, a seconda di quanto vuoi essere prudente). Non dico ora - sai che sull'argomento la penso più o meno come te -, ma magari quando hai completato l'ingresso sugli asset volatili e la situazione si potrebbe essere un pelino normalizzata...

    Chessò, una roba cosi...

    Msci acwi: 45%
    Euro stoxx: 10%
    Gold 5%
    Aggregate globale core (unhedged): 10%
    EMBE (hedged): 5% / 10%
    Btp + cdp + Mediobanca TV al 3%minimo= 10%
    Investment grade in euro (o al limite inflation linked): 10 / 15%

    Prendilo solo come uno spunto. La cosa che mi sembra più rilevante la dico in un prossimo post, sulla possibile oscillazione di un pf di questo tipo in caso di vere crisi (versione "tua" o "mia", cambia poco).
    ottimo post !
    concordo totalmente sull'inutilità di avere strumenti per un 5% del portafoglio (io ho l'eccezione nel mio portafoglio delle small caps perché ho un 30% di stoxx600 che le comprende) sia relativamente ai benefici sul rendimento che sulla volatilità.
    personalmente delegherei alla parte obbligazionaria la funzione di preservare il capitale nella mia valuta di riferimento e ridurre la vola del portafoglio. di conseguenza punterei su obb area euro investment grade, o solo tasso fisso o anche inflation.
    l'oro sta li e noia non da, volendo potrebbe essere portato al 10% sfruttando i ribassi oppure un domani azzerato se dovesse andare particolarmente bene o usato per ribilanciare annualmente il portafoglio. oppure mantenuto così e amen.

    negli anni ho capito che fino a quando non ho introdotto una parte di gestione attiva negli investimenti periodicamente buttavo all'aria il portafoglio (ovvero passavo nottate a leggere materiale, inserire strumenti, ridefinire l'asset, ricalcolare i costi...il tutto senza entrare troppo nel merito dei backtest...il tutto poi si traduceva in pochi movimenti di riassetto di cui avevo più bisogno io che il mio lazy) e così ho deciso di introdurre una parte attiva, che dedico alle opzioni.
    per Sara potrebbe essere fatto con le obbligazioni o con etf legati a obb emergenti, sempre che ne senta il bisogno.

  5. #235
    L'avatar di Bubino451
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Messaggi
    5,195
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    1012 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da curupiri Visualizza Messaggio
    In caso di vera crisi andrebbe giù tutto, basta vedere attualmente che con una leggera discesa nelle ultime due settimane dell'azionario mondiale , è sceso pure l'obbligazionario governativo inv grade
    (anzi che per dirla tutta è almeno un mese che scende) e se succede questo con una modesta discesa degli indici, che succederebbe in un eventuale crollo?
    Vedo comunque un aspetto positivo, cioè una resilienza del comparto azionario ( è saltata metà della produzione petrolifera dell' arabia e altre amenità e la borsa ne ha risentito poco).
    C'è un grosso afflusso di liquidità in cerca di investimento che in questi casi entra approfittando dei pur modesti ribassi. Gli investimenti in etf poi continuano a crescere.
    L'obbligazionario in realtà è sceso perchè aveva raggiunto livelli stellari nelle ultime settimane,la cosa non è collegata alla discesa degli indici,inoltre c'è anche da considerare che ci sono dei
    limiti all'apprezzamento delle obbligazioni europee,cosa che invece non avviene per l'oro che può crescere indefinitamente.

    Ad ogni modo gira e che rigira gli asset principali decorrelati son sempre gli stessi: oro,obbligazioni lunghe,obbligazioni brevi,azioni.
    Andare a trovare quale sottosettore performerà meglio è più una scommessa che altro,se ci si vuol proteggere da ogni situazione avversa,tanto vale affidarsi al portafoglio perfetto che ha sempre performato in ogni condizione di mercato ed è di semplice costruzione.

    C'è la discussione qui:

    Il portafoglio perfetto di Harry Browne

    Io comunque modificherei i pesi di questo portafoglio in base alla congiuntura;visto che siamo in una fase di rallentamento prediligerei oro e obbligazioni lunghe,magari non euro o in valuta,a vantaggio di azioni e obbligazioni brevi che sono ai massimi di sempre.

  6. #236

    Data Registrazione
    Aug 2019
    Messaggi
    137
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    116 Post(s)
    Potenza rep
    873493
    Citazione Originariamente Scritto da simo78 Visualizza Messaggio
    Se non ho fatto male i conti, questa l'ultima versione del pf della nostra Sara.

    Msci acwi: 45,37%
    Euro stoxx: 9,6%
    Gold 5%
    Aggregate globale core (unhedged): 5%
    Global aggregate corporate hedged: 5%
    High Yeld euro: 5%
    EMBE (hedged): 5%
    Btp + cdp + Mediobanca TV al 3%minimo= 12,6%
    Polonia in dollari = 1,8 %
    Totale bond in valute locali:=5,6% a basket completato

    In questo post osservo qualcosa sugli asset, poi farò una considerazione più in generale e "in prospettiva".

    Rimangono troppi strumenti, imho, per le cifre in gioco. Ciò nonostante, l'accorpamento degli emergenti nell'acwi non mi fa impazzire (tra l'altro, aumenta un po' il ter medio), ma sono quisquilie.

    Il gold al 5% ce l'hai già, ma è inutile. L'unica situazione in cui potrebbe servire è un crash di quelli brutti. Bene, il 55% di azionario ti fa un drawdown, diciamo, del 40% (e sono stato basso), ossia più o meno il 22% dell'intero pf. Mettiamo che l'oro faccia uno strabiliante +20%. Quant'è sul pf? 1%. Da stropicciarsi le mani. Semmai una cosa buona è che la plus sull'etc sarebbe compensabile. Quindi, insomma, ormai ce l'hai, ma sta lì per fare poco.

    Poi, hai ridotto, ma mantenuto, il sovrappeso sull'Europa. Secondo me hai fatto bene.

    Del basket di valute locali ne farei a meno. Per me hai un bias per le plus finora maturate (che ti invidio parecchio, si capisce!). Porterei a scadenza quelle che hai - a meno che non ti serva venderle per compensare qualche minus -, e poi basta.

    Nella parte obbligazionaria di fatto non esiste una forte parte core che possa dare stabilità nei periodi di crisi e offrire liquidità per i ribilanciamenti in caso di cali sull'azionario.

    Non ridurrei il globale aggregate per aggiungere un corporate. L'obbligazionario corporate in generale mi piace poco, non fosse altro che per una ragione di aliquota fiscale.

    Eliminerei l'high yeld, al limite riversandolo su EMBE.

    E poi mettere non dico tanto, ma un 10-15% di investment grade governativo in euro (un all maturity, o un 5-7 anni, o 3-5, a seconda di quanto vuoi essere prudente). Non dico ora - sai che sull'argomento la penso più o meno come te -, ma magari quando hai completato l'ingresso sugli asset volatili e la situazione si potrebbe essere un pelino normalizzata...

    Chessò, una roba cosi...

    Msci acwi: 45%
    Euro stoxx: 10%
    Gold 5%
    Aggregate globale core (unhedged): 10%
    EMBE (hedged): 5% / 10%
    Btp + cdp + Mediobanca TV al 3%minimo= 10%
    Investment grade in euro (o al limite inflation linked): 10 / 15%

    Prendilo solo come uno spunto. La cosa che mi sembra più rilevante la dico in un prossimo post, sulla possibile oscillazione di un pf di questo tipo in caso di vere crisi (versione "tua" o "mia", cambia poco).
    Ma non sarebbe meglio, per facilitare il ribilanciamento, lasciare separati gli sviluppati dagli emergenti, con 2 etf diversi?
    MSCI word
    MSCI Emu

    Ad esmpio la suddivisione che pensavo io (percentuali relative alla parte azionaria) potrebbe andare bene?
    MSCI word ex emu 55%
    MSCI EMU 25% (magari successivamente si potrebbe aggiungere un STOXX Europe 600 (per esporsi anche su zona non euro)
    MSCI Emerging Markets IMI 10%

    e i restanti 10% suddivisi tra REIT e Settoriali

    Un'altra questione che può essere utile a tutti, e mi sembra sia stata solo sfiorata su questo TD:
    Come quale piano entrare?
    Io per esempio ho impostato alert sugli etf selezionati su borsa italiana, quando il prezzo scende al di sotto del 5% rispetto al prezzo piò alto dei 6 mesi, inizio ad osservare se si avvicina al 10% compro. E per adesso nessuno degli indici è sceso sotto quella soglia per cui sto in attesa. Va bene come strategia? O puoi consigliare altre soluzioni.

    Per le obbligazioni anch'io sto sul chi va là finché la situazione non si normalizza.
    Grazie a tutti per l'ottimo TD

  7. #237
    L'avatar di Sara78
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Messaggi
    6,997
    Mentioned
    13 Post(s)
    Quoted
    2158 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da masoking Visualizza Messaggio
    Ti ringrazio ma il gestore mi tocca farlo in un'altra vita.
    Sì temo il IE00B9M6SJ31 sia negoziabile solo sullo Xetra...
    Comunque io contravvengo alla deontologia finanziaria di molti preparati utenti, in primis @Seboz, perché do al comparto bond alto rendimento una veste di cash (ultra) dinamico piuttosto atipica: poiché la taratura del mio value averaging sull'acwi mi lascia mediamente piuttosto insaturo (faccio il pieno solo al verificarsi di strutture di mercato annuali con valenza statistica da cigno nero) ho deciso di creare quel mix, storicamente resiliente, di bond emergenti USD e corporate HEDGED per avere una sorta di azionario a leva 0,5. Sì lo so basterebbe dimezzare il peso dell'acwi ma nella gestione patrimoniale che ho (che offre svariati prodotti extra borsaitaliana), l'asset liquidità tal quale non è ottemperata.
    Comunque ecco un raffronto di qualche mese fa dove l'occhio va buttato sul 2001 e sul 2008. Poi il grafico, aggiornato ad oggi, farebbe macinare ai bonds ancora più Sharpe rispetto all'equity, viste le recenti impennate.
    grazie mille. Il fatto che sia negoziabile sullo xetra e non su Milano… comporta il fatto che devi incasinarti in sede di dichiarazione dei redditi, o la banca fa comunque da sostituto di imposta...quindi Milano o no...è indifferente?

  8. #238
    L'avatar di Sara78
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Messaggi
    6,997
    Mentioned
    13 Post(s)
    Quoted
    2158 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da simo78 Visualizza Messaggio
    Se non ho fatto male i conti, questa l'ultima versione del pf della nostra Sara.

    Msci acwi: 45,37%
    Euro stoxx: 9,6%
    Gold 5%
    Aggregate globale core (unhedged): 5%
    Global aggregate corporate hedged: 5%
    High Yeld euro: 5%
    EMBE (hedged): 5%
    Btp + cdp + Mediobanca TV al 3%minimo= 12,6%
    Polonia in dollari = 1,8 %
    Totale bond in valute locali:=5,6% a basket completato

    In questo post osservo qualcosa sugli asset, poi farò una considerazione più in generale e "in prospettiva".

    Rimangono troppi strumenti, imho, per le cifre in gioco. Ciò nonostante, l'accorpamento degli emergenti nell'acwi non mi fa impazzire (tra l'altro, aumenta un po' il ter medio), ma sono quisquilie.

    Il gold al 5% ce l'hai già, ma è inutile. L'unica situazione in cui potrebbe servire è un crash di quelli brutti. Bene, il 55% di azionario ti fa un drawdown, diciamo, del 40% (e sono stato basso), ossia più o meno il 22% dell'intero pf. Mettiamo che l'oro faccia uno strabiliante +20%. Quant'è sul pf? 1%. Da stropicciarsi le mani. Semmai una cosa buona è che la plus sull'etc sarebbe compensabile. Quindi, insomma, ormai ce l'hai, ma sta lì per fare poco.

    Poi, hai ridotto, ma mantenuto, il sovrappeso sull'Europa. Secondo me hai fatto bene.

    Del basket di valute locali ne farei a meno. Per me hai un bias per le plus finora maturate (che ti invidio parecchio, si capisce!). Porterei a scadenza quelle che hai - a meno che non ti serva venderle per compensare qualche minus -, e poi basta.

    Nella parte obbligazionaria di fatto non esiste una forte parte core che possa dare stabilità nei periodi di crisi e offrire liquidità per i ribilanciamenti in caso di cali sull'azionario.

    Non ridurrei il globale aggregate per aggiungere un corporate. L'obbligazionario corporate in generale mi piace poco, non fosse altro che per una ragione di aliquota fiscale.

    Eliminerei l'high yeld, al limite riversandolo su EMBE.

    E poi mettere non dico tanto, ma un 10-15% di investment grade governativo in euro (un all maturity, o un 5-7 anni, o 3-5, a seconda di quanto vuoi essere prudente). Non dico ora - sai che sull'argomento la penso più o meno come te -, ma magari quando hai completato l'ingresso sugli asset volatili e la situazione si potrebbe essere un pelino normalizzata...

    Chessò, una roba cosi...

    Msci acwi: 45%
    Euro stoxx: 10%
    Gold 5%
    Aggregate globale core (unhedged): 10%
    EMBE (hedged): 5% / 10%
    Btp + cdp + Mediobanca TV al 3%minimo= 10%
    Investment grade in euro (o al limite inflation linked): 10 / 15%

    Prendilo solo come uno spunto. La cosa che mi sembra più rilevante la dico in un prossimo post, sulla possibile oscillazione di un pf di questo tipo in caso di vere crisi (versione "tua" o "mia", cambia poco).
    Grazie Simo attendo il tuo parere sulla possibile oscillazione in caso di crisi. Però credo che per mitigare l'oscillazione si può fare solo una cosa. Mettere 25% in metalli prezioso, a mò di all seasons di Dalio.
    Però è chiaro che nelle fasi toro dovrebbe frenare anche la performances. Vero è che l'oro nell'ultimo anno non è stato affatto decorrelato, però teniamo per buona la definizione classica che vuole l'oro positivo in periodi di crisi.
    La presenza dell'oro in percentuale rilevante, mi suona più di portafoglio attivo, dove a seconda della fase si incrementa o si diminuisce la sua presenza.
    Pena ripercussioni negative sul rendimento...in cambio di una riduzione importante della volatilità.

  9. #239

    Data Registrazione
    Apr 2019
    Messaggi
    2,649
    Mentioned
    30 Post(s)
    Quoted
    1737 Post(s)
    Potenza rep
    42949673
    Citazione Originariamente Scritto da Sara78 Visualizza Messaggio
    grazie mille. Il fatto che sia negoziabile sullo xetra e non su Milano… comporta il fatto che devi incasinarti in sede di dichiarazione dei redditi, o la banca fa comunque da sostituto di imposta...quindi Milano o no...è indifferente?
    Indifferente

  10. #240
    L'avatar di Metallica79
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Messaggi
    2,572
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    807 Post(s)
    Potenza rep
    22103475
    Citazione Originariamente Scritto da simo78 Visualizza Messaggio
    Se non ho fatto male i conti, questa l'ultima versione del pf della nostra Sara.

    Msci acwi: 45,37%
    Euro stoxx: 9,6%
    Gold 5%
    Aggregate globale core (unhedged): 5%
    Global aggregate corporate hedged: 5%
    High Yeld euro: 5%
    EMBE (hedged): 5%
    Btp + cdp + Mediobanca TV al 3%minimo= 12,6%
    Polonia in dollari = 1,8 %
    Totale bond in valute locali:=5,6% a basket completato

    In questo post osservo qualcosa sugli asset, poi farò una considerazione più in generale e "in prospettiva".

    Rimangono troppi strumenti, imho, per le cifre in gioco. .
    Quindi mi pare di capire che dovrebbe ridurre gli strumenti (ne conto 10) da 10 a massimo 3/4, giusto per "ottimizzare" il tutto?. Comunque anche riducendo una diversificazione (seppur ridotta c'è).

Accedi