La verità è che non battono l'indice... - Pagina 3
Fuga dal progetto Libra, buona o cattiva notizia per il Bitcoin?
Prima PayPal e poi a seguire a ruota Visa, Mastercard, eBay, Stripe, Mercado Pago e da ultimo Booking.com. Sta collezionando una defezione dietro l?altra il progetto Libra, la moneta virtuale …
Carrellata bilanci dal colossi di Wall Street: JP Morgan vince prima battaglia contro virata dovish Fed
Il margine di interesse netto di JP Morgan ce la fa, e cresce a dispetto della virata dovish della Federal Reserve: è in questo parametro (sigla NNI: net interest income) …
Umiliazione per l’ex star dei gestori: fine dei giochi per il fondo flagship di Neil Woodford
All'apice della sua storia, il fondo Woodford Equity Income Fund contava asset per un valore superiore a 10 miliardi di sterline. Ora vale appena 3,1 miliardi di sterline, e gli …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #21

    Data Registrazione
    Feb 2016
    Messaggi
    1,015
    Mentioned
    9 Post(s)
    Quoted
    644 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    una cosa e' confrontare un fondo attivo con uno passivo....che investono sugli stessi strumenti.
    e questo risponde alla domanda meglio attivo o passivo? cioe' il gestore attivo ha dato valore aggiunto (spesso no...in media)?
    altro confronto e' un settoriale con un globale. che risponde alla domanda ho scommesso sul settore giusto?

  2. #22
    L'avatar di francozzz
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Messaggi
    241
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    91 Post(s)
    Potenza rep
    16769653
    Credo che la creazione continua di nuovi settoriali risponda anche a delle esigenze di marketing e di redditività dell'industria del risparmio gestito, come in ogni settore industriale bisogna avere sempre qualcosa di nuovo da proporre ai clienti per invogliarli a investire e quindi a spendere, del resto piu' soldi hai da investire e piu' penserai di essere sofisticato e quindi pensi di meritare qualcosa di piu' di un semplice fondo o etf che replica lo Msci World oppure il semplice S&P.

  3. #23

    Data Registrazione
    Aug 2009
    Messaggi
    256
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    93 Post(s)
    Potenza rep
    4447340
    Citazione Originariamente Scritto da masoking Visualizza Messaggio
    - look ahead bias: col senno del poi troverai sempre qualcosa che avrà sovra e sotto performato la media, per cui il tuo assunto: "se uno avesse preso il fondo concentrato su... pensando di fare meglio dell’azionario globale si sarebbe sbagliato, avrebbe fatto un pessimo affare" sarà sempre corretto, basterà cambiare l'oggetto.
    Mettiamola cosi allora, avendo preso i fondi settoriali di inizio topic avrei fatto meglio a prendere l'indice msci world senza mettere su tutto quel cinema.

  4. #24

    Data Registrazione
    Aug 2009
    Messaggi
    256
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    93 Post(s)
    Potenza rep
    4447340
    Citazione Originariamente Scritto da luca999it Visualizza Messaggio
    una cosa e' confrontare un fondo attivo con uno passivo....che investono sugli stessi strumenti.
    e questo risponde alla domanda meglio attivo o passivo? cioe' il gestore attivo ha dato valore aggiunto (spesso no...in media)?
    altro confronto e' un settoriale con un globale. che risponde alla domanda ho scommesso sul settore giusto?
    Chiaro. Se parliamo di fondo con riferimento l'azionario globale la gestione attiva dovrebbe fare la differenza ma in realta in molti casi che ho visto non hanno fatto meglio. Cosi come ho notato che andare a prendersi la briga di prendere fondi settoriali spesso non ripaga il rischio. Questo voglio dire. Poi che ci siano fondi settoriali che sovraperformino è sacrosanto e giusto, ci mancherebbe.
    Quel il gestore di quel fondo tech ha fatto un ottimo lavoro, se preso sarebbe stato un buon affare.

    Quello che voglio dire che il mio approccio a fondi, etf ed azioni non sarà più se va bene o meno in modo assoluto, non sarà neanche più se va bene o meno rispetto alla sua categoria ma... CON LA MIA SCELTA HO SOVRAPERFORMATO L'AZIONARIO GLOBALE oppure era meglio che me ne stavo a casa a fare la calza avendo ottenuto un gain inferiore e rischiandi di più

  5. #25
    L'avatar di a323109
    Data Registrazione
    May 2019
    Messaggi
    624
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    342 Post(s)
    Potenza rep
    19820430
    Citazione Originariamente Scritto da filosofem Visualizza Messaggio
    Mettiamola cosi allora, avendo preso i fondi settoriali di inizio topic avrei fatto meglio a prendere l'indice msci world senza mettere su tutto quel cinema.
    SI!

    E' si' nel 90% dei casi. Poi c'e' sempre il fondo che per ciulo ha sovraperformato ma sono molto pochi.

  6. #26

    Data Registrazione
    Jul 2010
    Messaggi
    3,376
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    1177 Post(s)
    Potenza rep
    30033068
    Citazione Originariamente Scritto da francozzz Visualizza Messaggio
    Credo che la creazione continua di nuovi settoriali risponda anche a delle esigenze di marketing e di redditività dell'industria del risparmio gestito, come in ogni settore industriale bisogna avere sempre qualcosa di nuovo da proporre ai clienti per invogliarli a investire e quindi a spendere, del resto piu' soldi hai da investire e piu' penserai di essere sofisticato e quindi pensi di meritare qualcosa di piu' di un semplice fondo o etf che replica lo Msci World oppure il semplice S&P.
    Questa è una sacrosanta verità, a e un po come dire perché non ci accontentiamo di una tipo e spendiamoil doppio per un bmw visto che se devi andare a rimini ti portano piu o meno uguale

  7. #27
    L'avatar di Dedalo Invest
    Data Registrazione
    May 2019
    Messaggi
    126
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    81 Post(s)
    Potenza rep
    8149656
    Citazione Originariamente Scritto da filosofem Visualizza Messaggio
    Ciao a tutti, una domanda abbastanza semplice. Stavo guardando alcuni fondi azionari che ho in portafoglio e ho fatto questo ragionamento.

    a) ho in portafoglio 3 fondi azionari globali che hanno come benckmark dichiarato MSCI World ma se vado su Morningstar e sovrappongo l'andamento del fondo con l'indice iShares MSCI World a diverse scadenze, soprattutto lunghe, sottoperformano...
    Premesso che la presenza di alte commissioni nei fondi a gestione attiva ne compromette il rendimento nel lungo periodo, mi sembra più utile confrontare un fondo a gestione attiva con un equivalente a gestione passiva (generalmente un ETF). L'ETF ha infatti anch'esso delle commissioni di gestione (seppure molto più basse dei fondi a gestione attiva).

    Citazione Originariamente Scritto da filosofem Visualizza Messaggio
    b) estendendo questo ragionamento anche ad altri fondi più specifici e settoriali, la prova da risultati interessanti. Indendo dire che se faccio la stessa prova su per esempio un fondo Helthcare, oppure Acqua, Ambiente... ad un anno, tre anni, cinque anni.. in confronta all'ETF MSCI World, non ho fatto un grande affare.
    Se acquisto un fondo di un settore specifico significa che penso che questo settore possa avere un rendimento superiore all'azionario mondiale (in cambio ovviamente di un maggiore rischio). Ma in realtà, provate, poche volte risulta sovraperformate soprattutto sul lungo periodo.

    Spero di essermi spiegato.
    Fare confronti a posteriori è sempre fuorviante. Un fondo settoriale investe in un mercato più specifico, quindi è più concentrato del globale. L'ovvia conseguenza è che, questa minore diversificazione, ne aumenta il rischio in cambio di un rendimento atteso più alto. Ma come altri utenti hanno già fatto notare, il maggior rischio può comportare che il fondo settoriale performi peggio del globale, come è successo nei periodi e tra i fondi che hai confrontato te.

    Col senno di poi (look-back bias) è facile trovare chi ha fatto meglio e chi ha fatto peggio. Ma non serve pressoché a niente.

    Citazione Originariamente Scritto da filosofem Visualizza Messaggio

    La domanda è, ma vale la pena fare tutto questo circo di fondi per poi esporsi a più rischio e maggiore rendimento?
    Bella domanda. Senza una strategia specifica a monte, possibilmente non overfittata e senza bias vari, secondo me non vale la pena. Di certo ci si assume maggior rischio, con tutte le conseguenze del caso.
    Ultima modifica di Dedalo Invest; 19-09-19 alle 01:25

  8. #28
    L'avatar di masoking
    Data Registrazione
    May 2005
    Messaggi
    1,000
    Mentioned
    15 Post(s)
    Quoted
    530 Post(s)
    Potenza rep
    28179233
    Citazione Originariamente Scritto da Dedalo Invest Visualizza Messaggio
    Col senno di poi (look-back bias) è facile trovare chi ha fatto meglio e chi ha fatto peggio.
    Sì dedalo grazie della correzione, il look ahead è "sbirciare nel futuro" come giustamente scrivete nella sezione didattica. Questo è invece è il più classico dei senni del poi.
    Filosofem prova anche a vederla così: il fondo settoriale è sì attivo ma a suo modo vincolato, perché avrà un paniere di "comparables", cioè di società in concorrenza (soprattutto) per la stessa fetta di mercato. Parametrandoti al world puoi solo far riferimento ad altri "world" attivi, che sceglieranno loro i settori (ma non solo) di volta in volta più promettenti. Il gestore fidelity global tech è stato bravo non se ha sovraperformato il world (perché questo lo ha fatto anche il peggiore dei gestori di fondi tech) ma i suoi concorrenti dello stesso settore (e in effetti lo ha fatto in buona parte)

  9. #29

    Data Registrazione
    Jun 2010
    Messaggi
    1,968
    Mentioned
    24 Post(s)
    Quoted
    418 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    i fondi possono fare meglio dell'indice ma:
    * non riescono sul lungo periodo
    * non è possibile passare da un fondo che sovraperforma all'altro
    * i settoriali (fondi o etf) sono un terno al lotto quindi vanno molto limitati nel portafoglio complessivo (a mio avviso mettere più del 10% su un settoriale è troppo rischioso)

  10. #30

    Data Registrazione
    Jun 2016
    Messaggi
    4,803
    Mentioned
    28 Post(s)
    Quoted
    2492 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Io la vedo semplicemente così:
    La gestione attiva si giustifica con il fatto che dovrebbe non solo fare meglio del benchmark, come avete detto ci riesce rare volte e per periodi limitati, ma anche gestire meglio le fasi ribassiste soprattutto se molto molto prolungate. Pensate alla crisi del 1929, per circa un ventennio chi ha investito nell'azionario globale ne è uscito senza guadagnarci niente, ma se tu avessi investito in un ETF azionario globale molto probabilmente ne saresti uscito dopo un ventennio in perdita... il gestore in fasi di crisi molto prolungate può fare la differenza... in poche parole ti puoi sentire più sicuro o meno in balia degli eventi.
    Poi la performance di un FONDO Azionario globale è condizionata dai costi che sono molto più alti rispetto ai costi di un ETF... MA non è vero che i gestori attivi non sappiano fare il loro lavoro, se voi prendete qualsiasi fondo azionario globale nell'ultimo decennio ha dato gratificazioni a tutti anche se ha sottoperformato l'ETF, ma solo per i costi più alti che hanno i FONDI.
    Ovvio che è meno rischioso investire in un GLOBALE perché il globale investe in tutti i settori economici scegliendo nei diversi periodi quali sono i settori più performanti dal loro punto di vista. Se voi notate i fondi azionari globali nell'ultimo decennio circa hanno investito per lo più nei settori che hanno reso di più, circa il 70/75% di un fondo azionario globale era investito in beni di consumo, sanità e biotecnologia, tecnologia e finanza. Quindi chi investe in un azionario globale sa che è il gestore che si sposta nei settori che molto probabilmente saranno più performanti.
    Chi investe in un settoriale lo fa perché vuole investire in quel settore, così come c'è chi investe in un titolo azionario piuttosto che in un altro, ovvio che l'azionario globale da maggiori garanzie perché il gestore fa quello che vorresti fare tu, cioè si sposta nei settori che ritiene potranno essere più performanti. Voglio dire che nell'investimento non si è solo attenti al potenziale rendimento futuro di un prodotto finanziario, ovvio c'è quest'aspetto fondamentale, ma c'è anche un approccio estetico nel senso che a molti piace essere investiti in un determinato modo secondo modalità, stili che meglio gratificano il suo narcisismo... non è un aspetto irrilevante e non solo negli investimenti, anche quando scegliamo una cucina piuttosto che un'altra, un'automobile piuttosto che un'altra... ecc...

Accedi