Ishares JPMorgan $ Emerging Market Bond ETF IE00B2NPKV68 Hedged IE00B9M6RS56 - Vol.II - Pagina 7
Petrolio esposto a rischio nuovi shock, ma nessuna fiammata duratura
Gli eventi accaduti domenica scorsa in Medio Oriente hanno provocato una riduzione della produzione di petrolio stimata tra i 5 e i 6 milioni di barili al giorno, generando uno …
Posizioni nette corte: Bio-on sale al quarto posto dei più shortati, dentro Italgas
Dall?aggiornamento di oggi di Consob sulle posizioni nette corte (PNC) si apprende che il titolo più shortato a Piazza Affari è UBI Banca con 7 posizioni short aperte per una …
Carige è salva: svanisce l’incubo liquidazione grazie a passo indietro di Malacalza
Alla fine Malacalza Investimenti ha disertato l'assemblea dei soci di Banca Carige permettendo che il piano di rafforzamento patrimoniale non incontrasse ostacoli. L'assemblea degli azionisti di Carige ha infatti approvato …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

Rispondi alla Discussione
Prima 567

  1. #61

    Data Registrazione
    Oct 2014
    Messaggi
    193
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    79 Post(s)
    Potenza rep
    12898590
    Citazione Originariamente Scritto da Sara78 Visualizza Messaggio
    Puoi gentilmente spiegarmi?
    Non sarebbe logico il contrario? Ossia coprirsi in valuta quando l'euro è forte (es 1,20) ed è più facile che si deprezzi, viceversa non coprirsi quando l'euro è debole ed è più probabile che si apprezzi rispetto al dollaro?
    Premettendo che sono valutazioni soggettive e nulla vieta al dollaro di apprezzarsi fino a raggiungere la parità o anche oltre, e che utilizzando strategie di hedging stai scommettendo sul fatto che nel breve il dollaro possa tornare a indebolirsi, io ho ragionato su quelli che sono i dato storici in nostro possesso, che dovrebbe essere una media del cambio intorno a 1.20, mentre leggevo che il fair value calcolato in base al big mac index dovrebbe essere intorno a 1.30. Aggiunto al fatto che i minimi degli ultimi anni sono stati in area 1.05.
    Fatte queste premesse io ho preferito scaricare iemb in area 1.09, per poi tornare ad accumulare sopra 1,20 ed eventualmente rimanere investito sul lungo termine solo su iemb.
    Però a 1.09 non mi sono sentito pronto ad affrontare un ipotetica svalutazione del 20 % . Poi magari invece si raggiunge la parità e la mia scelta sarà stata sbagliata.

  2. #62
    L'avatar di banderasantonio
    Data Registrazione
    Jan 2004
    Messaggi
    3,504
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    130 Post(s)
    Potenza rep
    42949688
    Citazione Originariamente Scritto da JenaPlissken Visualizza Messaggio
    grazie per la spiegazione

    se devo esser sincero continuo a nutrire dubbi sulla bontà di EMBE. Trovo che i costi siano eccessivi rispetto ai benefici nel medio/lungo periodo.

    Il costo di copertura valutaria è lo stesso che si paga per qualsiasi etf hedged .

    Gli etf non coperti hanno si meno spese , non avendo il costo della copertura , ma sono totalmente esposti alla fluttuazione valutaria.
    Corretto il ragionamento di newpil.


    Qualche riflessione sulla copertura valutaria - Pictet Asset Management

  3. #63

    Data Registrazione
    Oct 2014
    Messaggi
    193
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    79 Post(s)
    Potenza rep
    12898590
    Citazione Originariamente Scritto da banderasantonio Visualizza Messaggio
    Il costo di copertura valutaria è lo stesso che si paga per qualsiasi etf hedged .

    Gli etf non coperti hanno si meno spese , non avendo il costo della copertura , ma sono totalmente esposti alla fluttuazione valutaria.
    Corretto il ragionamento di newpil.


    Qualche riflessione sulla copertura valutaria - Pictet Asset Management
    Interessante articolo che mostra come l high yield coperto abbia performato meglio del corrispettivo senza copertura anche nel lungo periodo.
    Avevo letto più volte come nel lungo periodo la copertura fosse sempre perdente.
    Ultima modifica di newpil; 18-09-19 alle 15:45

  4. #64
    L'avatar di Bubino451
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Messaggi
    5,104
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    951 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da newpil Visualizza Messaggio
    Interessante articolo che mostra come l high yield coperto abbia performato meglio del corrispettivo senza copertura anche nel lungo periodo.
    Avevo letto più volte come nel lungo periodo la copertura fosse sempre perdente.
    Citazione Originariamente Scritto da banderasantonio Visualizza Messaggio
    Il costo di copertura valutaria è lo stesso che si paga per qualsiasi etf hedged .

    Gli etf non coperti hanno si meno spese , non avendo il costo della copertura , ma sono totalmente esposti alla fluttuazione valutaria.
    Corretto il ragionamento di newpil.


    Qualche riflessione sulla copertura valutaria - Pictet Asset Management

    La convinzione secondo cui nel lungo periodo la copertura valutaria è un costo inutile penso sia dovuta al fatto che la componente monetaria prevale in generale su tutte le altre variabili che possono influire sul cambio,quindi,quando i tassi salgono il dollaro si apprezza e sterilizza la svalutazione dell'obbligazione,quando i tassi scendono avviene il contrario...

    Secondo me se si cassetta obbligazioni a lunga scadenza (10/20 anni), se uno opera con valute forti,come per esempio il dollaro,la copertura non conviene,anche considerato che statisticamente gran parte delle oscillazioni storiche del cambio rientra in un 30%,ben minore quindi rispetto al guadagno compessivo che un titolo potrebbe dare durante la sua vita.A proprio essere sfortunati un 50% di guadagno dopo 20 anni lo si porta a casa.

Accedi