Scelta ETF azionario solo Eurozone o tutta Europa con Regno Unito e non euro - Pagina 2
Emorragia PIR: il disastro provocato dal governo M5S-Lega e la speranza Gualtieri
I fondi hanno sofferto flussi in uscita netti per sette mesi consecutivi pari a quasi 1 miliardo di euro, nel periodo compreso tra febbraio e agosto, rispetto ai flussi in …
Padre contro figli, scoppia la polveriera De Benedetti. Gedi vola (+12%) in attesa di offerte ‘serie’
Carlo De Benedetti lancia il guanto di sfida ai figli e accende la partita sul futuro di Gedi Gruppo Editoriale, che edita i quotidiani La Repubblica, La Stampa, Il Secolo …
Raggiunta intesa parziale Usa-Cina su commercio, mercati sorvolano le minute di Bce e Fed
Lasciati per il momento da parte i timori di un rallentamento globale dopo l?ultima tornata di dati macroeconomici deboli sulla salute dell?economia americana ed europei, i mercati azionari hanno ripreso …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #11

    Data Registrazione
    Feb 2006
    Messaggi
    197
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    107 Post(s)
    Potenza rep
    17310287
    Sono un "lui" e non una "lei"

    Gli emergenti nel mio caso saranno il 10% del pf complessivo, in cui la quota azionaria sarà a regime il 45% circa. Quindi, peseranno il 22% abbondante della parte azionaria.

    Adesso comunque sono in fase di ingresso trimestrale, che durerà quasi altri 4 anni. Quando avrò completato vedrò com'è andata in questa prima fase e magari aggiusto un po' (probabile che li riduca leggermente). E poi sono percentuali su cui secondo me non è fondamentale essere inflessibili nei ribilanciamenti; l'importante è mantenere il peso complessivo dell'azionario, non tanto (o almeno non "alla virgola") il peso specifico delle singole aree.

    Per ora nelle quote delle aree sono stato abbastanza condizionato dai p/e. Quelli USA sono i più alti, quelli degli emergenti tendenzialmente i più bassi, l'Europa sta nel mezzo.

  2. #12

    Data Registrazione
    Aug 2019
    Messaggi
    86
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    70 Post(s)
    Potenza rep
    858994
    Citazione Originariamente Scritto da simo78 Visualizza Messaggio
    Sono un "lui" e non una "lei"

    Gli emergenti nel mio caso saranno il 10% del pf complessivo, in cui la quota azionaria sarà a regime il 45% circa. Quindi, peseranno il 22% abbondante della parte azionaria.

    Adesso comunque sono in fase di ingresso trimestrale, che durerà quasi altri 4 anni. Quando avrò completato vedrò com'è andata in questa prima fase e magari aggiusto un po' (probabile che li riduca leggermente). E poi sono percentuali su cui secondo me non è fondamentale essere inflessibili nei ribilanciamenti; l'importante è mantenere il peso complessivo dell'azionario, non tanto (o almeno non "alla virgola") il peso specifico delle singole aree.

    Per ora nelle quote delle aree sono stato abbastanza condizionato dai p/e. Quelli USA sono i più alti, quelli degli emergenti tendenzialmente i più bassi, l'Europa sta nel mezzo.
    Ok sei un Lui scusa.
    Comunque... sì il 22% è una bella quota. Io pensavo di inserire un 8-10% di Reit. A volte si comportano in modo diverso rispetto alle altre azioni, e non è solo teoria, perchè in un portafoglio simulato, quando le azioni vanno giù, il Reit mantiene un rendimento positivo.

  3. #13
    L'avatar di Oskar_WB
    Data Registrazione
    Oct 2018
    Messaggi
    82
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    32 Post(s)
    Potenza rep
    631996
    Posso concordare sulla scelta dell'eurozona invece che europa geografica sviluppata, anche se io ho la seconda (sulle azioni non mi preoccupo molto del rischio di cambio, per le obbligazioni è diverso).
    Emergenti nelle analisi di minima varianza c'è chi ha visto che 15% può diminuire la volatilità del pf, perchè anche se sono più volatili la loro moderata correlazione con gli sviluppati aiuta a stabilizzare il pf. Swensen suggerisce il 5% di emergenti, io sono per circa il 15%. In questo momento si potrebbero mettere anche oltre il 15% perchè le loro quotazioni sono relativamente attrattive rispetto a USA (altissime) e europa (altine).
    USA al momento non sto comprando nulla, P/E molto alto. Parte del pf allocato alle azioni l'ho tenuto liquido perchè iniettare a botta unica adesso in usa mi pare rischioso. Purtroppo quando non si più entrare con un pac è tutto più difficile. Appena usa scendono mi ci butto a pesce, ovvio.

  4. #14

    Data Registrazione
    Aug 2019
    Messaggi
    86
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    70 Post(s)
    Potenza rep
    858994
    Citazione Originariamente Scritto da Oskar_WB Visualizza Messaggio
    Posso concordare sulla scelta dell'eurozona invece che europa geografica sviluppata, anche se io ho la seconda (sulle azioni non mi preoccupo molto del rischio di cambio, per le obbligazioni è diverso).
    Emergenti nelle analisi di minima varianza c'è chi ha visto che 15% può diminuire la volatilità del pf, perchè anche se sono più volatili la loro moderata correlazione con gli sviluppati aiuta a stabilizzare il pf. Swensen suggerisce il 5% di emergenti, io sono per circa il 15%. In questo momento si potrebbero mettere anche oltre il 15% perchè le loro quotazioni sono relativamente attrattive rispetto a USA (altissime) e europa (altine).
    USA al momento non sto comprando nulla, P/E molto alto. Parte del pf allocato alle azioni l'ho tenuto liquido perchè iniettare a botta unica adesso in usa mi pare rischioso. Purtroppo quando non si più entrare con un pac è tutto più difficile. Appena usa scendono mi ci butto a pesce, ovvio.
    Grazie per la risposta, anch'io sto in attesa. Ho letto che per gli emergenti e i frontier si potrebbe anche optare per fondi attivi, invece che etf, ti risulta? Inoltre, quando calerà di prezzo, vorrei acquistare oro con etf, c.a. un 5% del portafoglio globale

  5. #15
    L'avatar di Oskar_WB
    Data Registrazione
    Oct 2018
    Messaggi
    82
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    32 Post(s)
    Potenza rep
    631996
    Citazione Originariamente Scritto da Apollyon Visualizza Messaggio
    Grazie per la risposta, anch'io sto in attesa. Ho letto che per gli emergenti e i frontier si potrebbe anche optare per fondi attivi, invece che etf, ti risulta? Inoltre, quando calerà di prezzo, vorrei acquistare oro con etf, c.a. un 5% del portafoglio globale
    Non tutti i mercati sono efficienti allo stesso modo, effettivamente in certi mercati la percentuale di fondi attivi che sovraperforma è più alta (gli USA sono forse il mercato più efficiente al mondo). Però come fai a sapere qual è un fondo attivo che sovraperformerà? un vero macello, e esaminare le prestazioni passate non aiuta moltissimo. Meglio andare sul sicuro con un fondo a indice per me, oltretutto hai anche molto meno stress decisionale.

  6. #16

    Data Registrazione
    Jun 2016
    Messaggi
    4,802
    Mentioned
    28 Post(s)
    Quoted
    2491 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Secondo me si può essere a posto con la coscienza, tranquilli e contenti se non addirittura felici investendo in un azionario globale...

Accedi