Fondi H2O Vol. III - Pagina 11
ENI: analisti vedono terzo trimestre debole, l?impatto della crescita in Norvegia
Tempi difficili per le oil company, strette fra la perdurante debolezza del prezzo del petrolio e la svolta dell?economia globale verso orizzonti sostenibili. Così, analisti e investitori stanno cominciando a …
Banco Bpm incontenibile in Borsa, tutti i pro e i contro di una fusione con UBI
La possibile fusione tra Banco Bpm e Ubi Banca continua a tenere banco a Piazza Affari. L?unione tra il terzo e quarto gruppo bancario italiano porterebbe alla creazione di un …
Trump minaccia sanzioni potenti contro la Turchia, lira scende ma non affonda. Trader scettici
Così il ministro degli Esteri austriaco Alexander Schallenberg: "E' assurdo pensare a sanzioni per un Paese e allo stesso tempo parlare dell'adesione all'Ue".
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #101

    Data Registrazione
    Jan 2019
    Messaggi
    402
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    272 Post(s)
    Potenza rep
    2158513
    04/09 Allegro + 1,70 % !!

  2. #102

    Data Registrazione
    Jun 2019
    Messaggi
    140
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    68 Post(s)
    Potenza rep
    1118195
    Citazione Originariamente Scritto da Marco_69 Visualizza Messaggio
    04/09 Allegro + 1,70 % !!

  3. #103

    Data Registrazione
    Jul 2010
    Messaggi
    1,226
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    253 Post(s)
    Potenza rep
    24656040
    Citazione Originariamente Scritto da Patrizia1955 Visualizza Messaggio

  4. #104
    L'avatar di consindip
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Messaggi
    4,528
    Mentioned
    38 Post(s)
    Quoted
    1195 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Multistrategis R C disastroso da inizio 2019:

    Rendimento lordo: 3,786
    Volatilità: 27,384
    Indice di Sharpe: 0,020

    no comment

    (a voler pensare male, viene in mente il giochino che faceva negli anni novanta la sgr di una nota banca italiana: attribuire ad un unico fondo le operazioni concluse positivamente e agli altri fondi quelle negative, in tal modo quel fondo emergeva sempre per risultati ottimi e faceva il pieno di raccolta: fatto mai confermato ufficialmente ma molti loro promotori dicevano così)

    Un fondo come Multistragies nel 2019 doveva fare minimo 30%...

  5. #105

    Data Registrazione
    Jan 2019
    Messaggi
    402
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    272 Post(s)
    Potenza rep
    2158513
    In tanto Multibonds 04/09 + 0,61%, mi sarei aspettato il segno -, probabilmente sarà per domani ( considerando il ribasso dell USD ).
    Comunque meglio così ...

  6. #106
    L'avatar di genngattu
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    472
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    205 Post(s)
    Potenza rep
    4023216
    si domani sarà meno sicuro.... In ogni caso... sticazzi...

  7. #107
    L'avatar di otreb
    Data Registrazione
    Sep 1999
    Messaggi
    328
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    122 Post(s)
    Potenza rep
    5218093
    Citazione Originariamente Scritto da Marco_69 Visualizza Messaggio
    In tanto Multibonds 04/09 + 0,61%, mi sarei aspettato il segno -, probabilmente sarà per domani ( considerando il ribasso dell USD ).
    Comunque meglio così ...
    Ma dico io......non è che ogni giorno cambiano modo di operare e con i derivati chiudendo le posizioni giornaliere

  8. #108
    L'avatar di tatthio
    Data Registrazione
    Dec 2002
    Messaggi
    12,266
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    960 Post(s)
    Potenza rep
    42949689
    Citazione Originariamente Scritto da consindip Visualizza Messaggio
    Multistrategis R C disastroso da inizio 2019:

    Rendimento lordo: 3,786
    Volatilità: 27,384
    Indice di Sharpe: 0,020

    no comment

    (a voler pensare male, viene in mente il giochino che faceva negli anni novanta la sgr di una nota banca italiana: attribuire ad un unico fondo le operazioni concluse positivamente e agli altri fondi quelle negative, in tal modo quel fondo emergeva sempre per risultati ottimi e faceva il pieno di raccolta: fatto mai confermato ufficialmente ma molti loro promotori dicevano così)

    Un fondo come Multistragies nel 2019 doveva fare minimo 30%...
    fondi sanpaolo......

    Data: 19/04/2002
    Testata: IL SOLE 24 ORE
    MILANO * La Consob alza il velo sulle irregolarità commesse a Sanpaolo-Imi A.M. Sgr nel periodo dicembre 1999-marzo 2000. La Divisione Intermediari della Consob, al termine di una indagine durata più di un anno, ha concluso che una lunga serie di fatti <riconducibili a modus operandi illeciti> ha procurato in quel periodo perdite per per 53,5 milioni di al fondo Soluzione 7 e di 6,4 milioni di per Soluzione 6, a fronte di un guadagno artificioso per 81,7 milioni di di cui ha beneficiato il fondo Azioni Italia. L'obiettivo di queste manovre, a giudizio della Consob, era quello di sostenere la performance di Azioni Italia a scapito degli altri due fondi della stessa Sgr. Le contestazioni sono contenute in una relazione che la Consob ha inviato nei giorni scorsi alla società e ad altre parti coinvolte, tra cui il gestore all'epoca responsabile dei tre fondi, Vittorio Grimaldi, che lo scorso anno ha lasciato il gruppo Sanpaoloimi.

    L'atto d'accusa è circostanziato: la forte divaricazione nelle performance dei tre fondi, che all'epoca adottavano lo stesso benchmark, non è dovuto a casualità, ma al ricorso continuo e massiccio a pratiche irregolari. Tra queste, operazioni di compravendita di titoli azionari per pari quantità tra Azioni Italia e i fondi Soluzione, tese ad annullare gli effetti negativi sul prezzo per il primo fondo; analoghe operazioni a quantità differenziate finalizzate ad ottenere prezzi più vantaggiosi per il fondo (guarda caso Azioni Italia) che immetteva l'ordine in quantità minore rispetto a quelli disponibili sul mercato e, infine, attraverso il meccanismo della mancata pre-imputazione dell'ordine, attribuendo a posteriori il risultato delle operazioni in base alla convenienza: se l'azione acquistata saliva finiva nel paniere di Azioni Italia, in caso di discesa il contenitore finale diventava quello dei due fondi Soluzione. I rilievi ispettivi hanno interessato 2.521 operazioni infra-fondi su 87 titoli.

    Come è potuto avvenire tutto ciò? La Consob ha alcune idee al riguardo. La direzione della Sgr aveva definito un meccanismo di remunerazione del singolo gestore che prevedeva l'elargizione di un bonus annuale commisurato all'extra-performance conseguita, ponderata per il diverso peso assegnato a ciascun fondo. In particolare, <Azioni Italia aveva un peso relativo maggiore nel calcolo del bonus>. Risulta inoltre che all'epoca Azioni Italia era considerato il gioiello della scuderia in virtù delle superperformance ottenute da Grimaldi e veniva proposto a piene mani dalle reti della banca; per questo, non poteva sfigurare rispetto alla concorrenza.

    Queste manovre sono state agevolato da una struttura di controlli interni alla Sgr a maglie assai larghe. Per la Consob, <la mancanza di un effettivo presidio di controllo dell'attività d'investimento è da valutare di particolare gravità in presenza di assai vasti ambiti di autonomia operativa dei gestori>. Nel caso dei tre fondi sotto inchiesta, tra dicembre '99 e marzo 2000, il 90% degli ordini passava su carta e solo il 10% su supporto informatico. Spesso, la registrazione degli ordini non avveniva all'atto della trasmissione ma in tempi successivi, dando al gestore ampia facoltà di movimento nell'attribuzione dei pacchi di titoli a uno o all'altro fondo. Quel che è grave, secondo la Consob, è che la banca era consapevole delle lacune sul fronte delle procedure di controllo ma ha rinviato la soluzione del problema. Prova ne è la risultanza allegata alla requisitoria Consob di un'ispezione della banca capogruppo sulla Sgr che ancora nell'agosto 2001 rilevava <la carenza di cultura del controllo>.
    A settembre 2001, alla guida del wealth management del gruppo è arrivato Marco Mazzucchelli, nuovo amministratore delegato della Sgr; il quale, interpellato dal <Sole-24 Ore> sull'esito dell'indagine ha preferito rinviare le proprie osservazioni alle controdeduzioni che la società sta predisponendo alla Consob. Anche Grimaldi ha scelto di rimandare i suoi commenti a una memoria difensiva che sta preparando.

    Marco Liera
    Fabio Pavesi

  9. #109

    Data Registrazione
    Jul 2010
    Messaggi
    1,226
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    253 Post(s)
    Potenza rep
    24656040
    Citazione Originariamente Scritto da genngattu Visualizza Messaggio
    si domani sarà meno sicuro.... In ogni caso... Sticazzi...:d
    ...dai che il rendimento del treasury 10 y e' schizzato... (almeno quello.. )

  10. #110

    Data Registrazione
    Jan 2019
    Messaggi
    402
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    272 Post(s)
    Potenza rep
    2158513
    Citazione Originariamente Scritto da tatthio Visualizza Messaggio
    fondi sanpaolo......

    Data: 19/04/2002
    Testata: IL SOLE 24 ORE
    MILANO * La Consob alza il velo sulle irregolarità commesse a Sanpaolo-Imi A.M. Sgr nel periodo dicembre 1999-marzo 2000. La Divisione Intermediari della Consob, al termine di una indagine durata più di un anno, ha concluso che una lunga serie di fatti <riconducibili a modus operandi illeciti> ha procurato in quel periodo perdite per per 53,5 milioni di al fondo Soluzione 7 e di 6,4 milioni di per Soluzione 6, a fronte di un guadagno artificioso per 81,7 milioni di di cui ha beneficiato il fondo Azioni Italia. L'obiettivo di queste manovre, a giudizio della Consob, era quello di sostenere la performance di Azioni Italia a scapito degli altri due fondi della stessa Sgr. Le contestazioni sono contenute in una relazione che la Consob ha inviato nei giorni scorsi alla società e ad altre parti coinvolte, tra cui il gestore all'epoca responsabile dei tre fondi, Vittorio Grimaldi, che lo scorso anno ha lasciato il gruppo Sanpaoloimi.

    L'atto d'accusa è circostanziato: la forte divaricazione nelle performance dei tre fondi, che all'epoca adottavano lo stesso benchmark, non è dovuto a casualità, ma al ricorso continuo e massiccio a pratiche irregolari. Tra queste, operazioni di compravendita di titoli azionari per pari quantità tra Azioni Italia e i fondi Soluzione, tese ad annullare gli effetti negativi sul prezzo per il primo fondo; analoghe operazioni a quantità differenziate finalizzate ad ottenere prezzi più vantaggiosi per il fondo (guarda caso Azioni Italia) che immetteva l'ordine in quantità minore rispetto a quelli disponibili sul mercato e, infine, attraverso il meccanismo della mancata pre-imputazione dell'ordine, attribuendo a posteriori il risultato delle operazioni in base alla convenienza: se l'azione acquistata saliva finiva nel paniere di Azioni Italia, in caso di discesa il contenitore finale diventava quello dei due fondi Soluzione. I rilievi ispettivi hanno interessato 2.521 operazioni infra-fondi su 87 titoli.

    Come è potuto avvenire tutto ciò? La Consob ha alcune idee al riguardo. La direzione della Sgr aveva definito un meccanismo di remunerazione del singolo gestore che prevedeva l'elargizione di un bonus annuale commisurato all'extra-performance conseguita, ponderata per il diverso peso assegnato a ciascun fondo. In particolare, <Azioni Italia aveva un peso relativo maggiore nel calcolo del bonus>. Risulta inoltre che all'epoca Azioni Italia era considerato il gioiello della scuderia in virtù delle superperformance ottenute da Grimaldi e veniva proposto a piene mani dalle reti della banca; per questo, non poteva sfigurare rispetto alla concorrenza.

    Queste manovre sono state agevolato da una struttura di controlli interni alla Sgr a maglie assai larghe. Per la Consob, <la mancanza di un effettivo presidio di controllo dell'attività d'investimento è da valutare di particolare gravità in presenza di assai vasti ambiti di autonomia operativa dei gestori>. Nel caso dei tre fondi sotto inchiesta, tra dicembre '99 e marzo 2000, il 90% degli ordini passava su carta e solo il 10% su supporto informatico. Spesso, la registrazione degli ordini non avveniva all'atto della trasmissione ma in tempi successivi, dando al gestore ampia facoltà di movimento nell'attribuzione dei pacchi di titoli a uno o all'altro fondo. Quel che è grave, secondo la Consob, è che la banca era consapevole delle lacune sul fronte delle procedure di controllo ma ha rinviato la soluzione del problema. Prova ne è la risultanza allegata alla requisitoria Consob di un'ispezione della banca capogruppo sulla Sgr che ancora nell'agosto 2001 rilevava <la carenza di cultura del controllo>.
    A settembre 2001, alla guida del wealth management del gruppo è arrivato Marco Mazzucchelli, nuovo amministratore delegato della Sgr; il quale, interpellato dal <Sole-24 Ore> sull'esito dell'indagine ha preferito rinviare le proprie osservazioni alle controdeduzioni che la società sta predisponendo alla Consob. Anche Grimaldi ha scelto di rimandare i suoi commenti a una memoria difensiva che sta preparando.

    Marco Liera
    Fabio Pavesi
    Condivido..

Accedi