Fondo pensione vs fai da te.... - Pagina 6
Bio-on: cade il ‘castello di carte’ di Astorri, quale futuro adesso?
Titoli di coda in arrivo per Bio-on, o meglio ?Bio-OFF? come ha scritto prontamente questa mattina il fondo Quintessential Capital Management (QCM) dopo gli sviluppi del caso sulla società di …
UBI Banca sposa ideale, Bper pronta a inserirsi con la benedizione di Unipol
Tra smentite e conferme, Ubi Banca appare la grande protagonista nel risiko bancario tutto made in Italy. Nelle scorse settimane difatti si è paventata più volte una fusione con Banco …
Bio-on: l’Unicorno affondato nella Plastic Bubbles, arrestato Astorri e stop in Borsa
La tempesta perfetta alla fine non ha mancato di travolgere i vertici di Bio-on. A tre mesi esatti dalle pesanti accuse del fondo Quintessential, la procura di Bologna ha preso …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #51
    L'avatar di Nemor
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    15,838
    Mentioned
    48 Post(s)
    Quoted
    6018 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da phantomas80 Visualizza Messaggio
    L'inflazione influisce sul TFR se conferito nel fondo pensione. Sul grosso (i 5164 euro) non vedo che differenze ci siano tra metterli nel fondo pensione o in un investimento faidate in etf.
    Forse non mi sono fatto capire io.. Nel caso di fiammate inflattive che decimano il montante nel fondo pensione si hanno le mani bloccate, a differenza di strumenti alternativi. Su periodi lunghi di 30/40 anni non sono da escludere fiammate inflattive. Non si può fare nulla?

  2. #52

    Data Registrazione
    Mar 2019
    Messaggi
    509
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    297 Post(s)
    Potenza rep
    11653399
    i fondi TFR mica sono immobili e bloccati, sono investiti in vari comparti e gestiti attivamente... bond-monetari-azioni
    e anzi, probabilmente col ritorno all'inflazione probabilmente tornerebbero pure le linee con garanzie di rendimento che ultimamente credo siano state tutte trasformate in linee a capitale garantito
    Ultima modifica di AliasFringe; 21-08-19 alle 09:04

  3. #53

    Data Registrazione
    Sep 2011
    Messaggi
    33
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    18 Post(s)
    Potenza rep
    4694173
    Ho aderito a un fondo pensione 12 anni fa, essenzialmente per poter usufruire del contributo del datore di lavoro. Sono d'accordo con i vantaggi fiscali, soprattutto per chi ha aliquota alta.
    Sono tuttavia sempre stato contrario a versare contributi aggiuntivi per una valutazione matematica che vi chiederei di verificare e dirmi se sbaglio qualcosa.
    Dunque, arrivati all'età della pensione, diciamo 67 anni, in caso di rendita vitalizia avremo diritto a 4,97% (maschi, fonte Fondo Cometa) del montante come rendita annua. Approssimando a 5%, significa che il montante, in prima approssimazione ci verrà restitutito dopo 20 anni.
    Ora, la vita media in Italia per un uomo è di 80,5 anni (fonte Wikipedia), pertanto mediamente usufriremo di 13 anni di rendita (tocchiamo ferro...), il che significa che sempre mediamente "regaleremo 7 anni al fondo, ovvero 7/20, ovvero il 33%.

    Il tutto viene ridotto al 16% se prendiamo il 50% come capitale (se il coefficiente rimane invariato, non lo so), ed è anche vero che esistono forme di reversibilità o controassicurazione che però, trattandosi di assicurazioni, non credo che (sempre mediamente) siano a nostro vantaggio.

    In conclusione, è vero che ho dei grossi benefici fiscali, ma è anche vero che sarà molto improbabile che recuperi tutti i soldi versati.
    Questa mi sembra una differenza significativa rispetto ad un accantonamento fai da te, ma forse sbaglio qualcosa per cui vi chiederei gentilmente di commentare questa considerazione.

    Grazie

  4. #54

    Data Registrazione
    Mar 2019
    Messaggi
    509
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    297 Post(s)
    Potenza rep
    11653399
    Ma tra benefici fiscali e rendimento sarai ben oltre il 100% di guadagno, ti basta riscattare il 50% per essere già in guadagno, io sono iscritto dal settembre 2008 e sono già al 82% di guadagno (lordo visto che dovrò togliere la tassazione sui versamenti di circa il 9% se e quando arriverò all'età giusta ma in ogni caso visto che mi restano ancora oltre 20 anni la % di guadagno grazie anche ai benefici salirà certamente ancora molto).

    Poi certo più vivrai e più accumulerai guadagno, ma una rendita viene comunque calcolata proprio tenendo conto della speranza di vita.
    L'accantonamento fai da te invece prima o poi finisce sicuramente
    Ultima modifica di AliasFringe; 22-08-19 alle 22:49

  5. #55

    Data Registrazione
    Sep 2011
    Messaggi
    33
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    18 Post(s)
    Potenza rep
    4694173
    Citazione Originariamente Scritto da AliasFringe Visualizza Messaggio
    Ma tra benefici fiscali e rendimento sarai ben oltre il 100% di guadagno, ti basta riscattare il 50% per essere già in guadagno, io sono iscritto dal settembre 2008 e sono già al 82% di guadagno (lordo visto che dovrò togliere la tassazione sui versamenti di circa il 9% se e quando arriverò all'età giusta ma in ogni caso visto che mi restano ancora oltre 20 anni la % di guadagno grazie anche ai benefici salirà certamente ancora molto).

    Poi certo più vivrai e più accumulerai guadagno, ma una rendita viene comunque calcolata proprio tenendo conto della speranza di vita.
    L'accantonamento fai da te invece prima o poi finisce sicuramente
    Non sono d'accordo.
    Ipotizziamo scaglione 38%, tassazione sul montante 15%, in prima approssimazione il beneficio fiscale rende il 38-15=23%

    Se prendo la rendita, statisticamente perderò il 33%, vedi i miei conti sopra. Poi posso perdere di più o di meno, ma mediamente sarà così. Quindi alla fine della fiera perdo il 33-23= 10%.

    Con l'ETF non perdo nulla.
    Certo che l'accantonamento finisce prima o poi, per essere precisi finisce quando ho ripreso tutti i soldi investiti (più o meno il rendimento), mentre il fondo pensione finisce al 67% dei soldi versati (sempre mediamente).

    Il tutto senza considerare i rendimenti, che ci saranno in entrambi i casi, anzi è probabile che il fondo costi di più degli ETF (e performi un po' peggio).

  6. #56
    L'avatar di mander
    Data Registrazione
    Feb 2015
    Messaggi
    12,163
    Mentioned
    480 Post(s)
    Quoted
    6107 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Occorre tenere presente che le rendite sono rivalutàbili e fiscalmente vantaggiose.La controassicurazione ha costo contenuto.

  7. #57

    Data Registrazione
    Sep 2011
    Messaggi
    33
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    18 Post(s)
    Potenza rep
    4694173
    La controassicurazione non lo so, la reversibilità costa un botto. Il coefficiente passa dal 4,97% al 3,33% (fonte Fondo Cometa)

  8. #58
    L'avatar di masoking
    Data Registrazione
    May 2005
    Messaggi
    1,019
    Mentioned
    15 Post(s)
    Quoted
    545 Post(s)
    Potenza rep
    29341307
    Esatto. Trattieni un po' di tasse, investendole col boost dell'interesse composto (perché quei soldi nel fpa idealmente non li tocchi), per poi restituirne molto meno allo Stato quando vai in pensione. É come se durante la vita lavorativa tu avessi più risparmi da investire, che avranno una minore tassa sul capital gain (attualmente 20 vs 26, sui titoli di stato white list credo la stessa al 12,5%) in cambio di una restituzione di irpef al 9%. Poi di dubbi in linea generale me ne rimangono tanti
    - la flat tax appiattirebbe anche la convenienza fiscale. O proprio la eliminerebbe? Tanto si farà, l'era Salvini é appena cominciata...
    - interessante capire se incassare subito il 50% del capitale faccia cambiare i coefficienti di trasformazione del restante 50% di rendita; cioè si tratta di una opzione a gioco zero, ovvero senza penalità? O in cambio tocca campare di più per rientrare del montante, rispetto alla opzione 100% rendita?

  9. #59
    L'avatar di Manu1972
    Data Registrazione
    Nov 2018
    Messaggi
    728
    Mentioned
    10 Post(s)
    Quoted
    526 Post(s)
    Potenza rep
    9644909
    Citazione Originariamente Scritto da cirarg Visualizza Messaggio
    Non sono d'accordo.
    Ipotizziamo scaglione 38%, tassazione sul montante 15%, in prima approssimazione il beneficio fiscale rende il 38-15=23%

    Se prendo la rendita, statisticamente perderò il 33%, vedi i miei conti sopra. Poi posso perdere di più o di meno, ma mediamente sarà così. Quindi alla fine della fiera perdo il 33-23= 10%.
    FALSO! AL MOMENTO DELLA PENSIONE SCEGLI LA RENDITA CON Reversibilità E RIPRENDI (TU E I TUOI EREDI) TUTTO IL VERSATO!

    Con l'ETF non perdo nulla.
    Certo che l'accantonamento finisce prima o poi, per essere precisi finisce quando ho ripreso tutti i soldi investiti (più o meno il rendimento), mentre il fondo pensione finisce al 67% dei soldi versati (sempre mediamente). ARIFALSO! VEDI SOPRA

    Il tutto senza considerare i rendimenti, che ci saranno in entrambi i casi, anzi è probabile che il fondo costi di più degli ETF (e performi un po' peggio). ATTENDO I DATI A PARITà DI RISCHIO DI INVESTIMENTO
    consigli di guardare il capitolo DEDUZIONI relative ai versamenti al fondo pensione. 5000 euro l'anno per x anni fai un po' il conto...e poi mi dici se hai ripreso o meno il capitale versato.

  10. #60

    Data Registrazione
    Mar 2019
    Messaggi
    509
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    297 Post(s)
    Potenza rep
    11653399
    intanto non è 38% ma almeno 40% non devi calcolare solo Irpef

    e poi non puoi fare 40% - 15% (che poi il 15 in realtà è 9% o poco più) il 40% è oggi il 9% che pagherai è tra 30-40anni

Accedi