Questo benchmark è adatto per rappresentare i fondi flessibili europei? - Pagina 3
Non solo Bce, tassi negativi: anche banche danesi contro affronto dovish politica monetaria
Banche danesi lanciano l’SOS. A essere infuriate contro i tassi negativi non sono solo le banche tedesche, che si sono messe in primo piano nella crociata contro la politica monetaria …
Atlantia precipita ancora in Borsa, i Benetton pronti a chiedere la testa di Castellucci
Mentre prosegue la debacle in Borsa, la famiglia Benetton si appresta a discutere su come proteggere i propri asset a fronte delle indagini in corso sul crollo del Ponte Morandi, …
Ipo d’autunno per Ferretti che prepara il ritorno in Borsa: entro fine ottobre il debutto
A 16 anni dal delisting, gli yacht di lusso italiano sono pronti per debuttare in Borsa in autunno: la società punta a raccogliere 100 milioni
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

Rispondi alla Discussione
Prima 123

  1. #21

    Data Registrazione
    Dec 2014
    Messaggi
    27
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    14 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da totuccio2 Visualizza Messaggio
    Quello che affermi tu è vero, ma ti si potrebbe obiettare che, in linea di massima, la volatilità dei fondi flessibili è inferiori, e potrebbe essere considerato un punto a loro vantaggio.
    Quello che sta cercando di fare chi ha aperto il 3d,è partire da un ipotesi e cercare di dimostrare, adattando i dati, che l ipotesi è vera. Ma non ci sono dati da adattare, o almeno non sono utilizzabili in questo caso.
    Poi c è tutto il discorso dei costi, che rendono preferibili gli etf ecc ecc su questo possiamo essere d accordo.
    Rimango della mia idea :la moda (positiva ed apprezzabile) deglj etf si è diffusa negli ultimi anni, la percezione del rischio è un po falsata. Aspettate il prino vero storno come si deve (meno 30), poi vedremo...
    Non voglio partire prevenuto! Voglio solo fare un confronto il più ampio possibile per valutare la performance di questi fondi! Faccio anche il confronto con un portafoglio di ETF e con fondi bilanciati, ma sarei lieto di essere smentito dai dati, trovando alfa positivi e significativi nelle analisi che faccio!

  2. #22

    Data Registrazione
    Dec 2014
    Messaggi
    27
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    14 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Allora spiego tutto meglio: voglio valutare la performance dei fondi flessibili (denominati in euro, che investono in europa, categoria Morningstar "flexible allocation") per farlo, ho deciso di implementare diversi tipi di analisi, proprio per la difficoltà che si riscontra nel cercare di valutare il più oggettivamente possibile, i risultati di questo tipo di fondi.
    1- Vs un benchmark da me sintetizzato, sulla base della plausibilità (benchmark naive) ottenuto sulla base degli indici che ho riportato all'inizio della discussione
    2- Vs il benchmark più diffusamente dichiarato nel campione di fondi, quando dichiarato, ovvero euro stoxx 50 + indice obbligazionario (da definirsi ancora)
    3- Attraverso un'analisi di stile per determinare "alla rovescia" i pesi che sono stati attribuiti a diverse asset classes (equity, bond e commodities suddivise prima secondo criterio geografico, poi dimensionale e settoriale)
    4- Vs un campione di fondi bilanciati con le stesse caratteristiche (denominati in euro ecc ecc..)
    5- Vs un campione di ETFs che investono sia in azioni che in obbligazioni oppure vs un portafoglio misto di ETFs azionari, obbligazionari e che investono in commodities.
    Per ogni confronto che farò, calcolerò i vari indici di redditività (sharpe, sharpe modificato, modigliani...) e stimerò alfa e beta. A partire da questi valori poi, potrò fare le valutazioni del caso.

    Può andare bene?

  3. #23
    L'avatar di zanne84
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    1,456
    Mentioned
    12 Post(s)
    Quoted
    395 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da cob145 Visualizza Messaggio
    Allora spiego tutto meglio: voglio valutare la performance dei fondi flessibili (denominati in euro, che investono in europa, categoria Morningstar "flexible allocation") per farlo, ho deciso di implementare diversi tipi di analisi, proprio per la difficoltà che si riscontra nel cercare di valutare il più oggettivamente possibile, i risultati di questo tipo di fondi.
    1- Vs un benchmark da me sintetizzato, sulla base della plausibilità (benchmark naive) ottenuto sulla base degli indici che ho riportato all'inizio della discussione
    2- Vs il benchmark più diffusamente dichiarato nel campione di fondi, quando dichiarato, ovvero euro stoxx 50 + indice obbligazionario (da definirsi ancora)
    3- Attraverso un'analisi di stile per determinare "alla rovescia" i pesi che sono stati attribuiti a diverse asset classes (equity, bond e commodities suddivise prima secondo criterio geografico, poi dimensionale e settoriale)
    4- Vs un campione di fondi bilanciati con le stesse caratteristiche (denominati in euro ecc ecc..)
    5- Vs un campione di ETFs che investono sia in azioni che in obbligazioni oppure vs un portafoglio misto di ETFs azionari, obbligazionari e che investono in commodities.
    Per ogni confronto che farò, calcolerò i vari indici di redditività (sharpe, sharpe modificato, modigliani...) e stimerò alfa e beta. A partire da questi valori poi, potrò fare le valutazioni del caso.

    Può andare bene?
    È un bel lavorone... in bocca al lupo!
    Qualche criticità/osservazione:
    - pochi fondi e ancor meno etf hanno serie storiche di 10 anni
    - la finestra degli ultimi 10 anni è abbastanza fuorviante perché parliamo di uno dei più lunghi mercati toro della storia.
    - la prima cosa che farei è proprio una style analysis per evitare di paragonare mele con pere.
    - è una mole di lavoro pazzesca che richiede anche un discreto livello di conoscenze statistiche!

    Complimenti per la buona volontà e tienici aggiornati sui risultati!
    Ultima modifica di zanne84; 19-08-19 alle 23:10

  4. #24
    L'avatar di Metallica79
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Messaggi
    2,345
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    695 Post(s)
    Potenza rep
    20348991
    Citazione Originariamente Scritto da piccolowarren Visualizza Messaggio
    Un Fondo Flessibile è, a mio avviso, non comparabile con alcun Indice... Se scegli di investire in un Fondo Flessibile ti affidi ad un Gestore che compie i suoi ribilanciamenti periodici secondo la sua visione del mercato.
    Qualcuno sostiene che sono in linea di principio i soli fondi che giustificano la gestione attiva e le sue conseguenze sul piano dei costi.
    Secondo me di fondi flessibili c'è n'è una quantità eccessiva, sembra che vada di moda, le banche nelle filiali li "offrono in quantità industriale" ai clienti.
    Non sono molto convinto di questi fondi flessibili, certo come in tutti i campi, l'importante è sapere scegliere bene il fondo e il sapere scegliere fa la differenza.
    A me non convincono molto.

Accedi