Liquidare quote di strumenti finanziari - Pagina 3
Trappola IPO, annus horribilis con l’eccezione Beyond Meat (+500%). E i profitti per molte sono una chimera
Da Lyft e Uber, passando per Pinterest e la recente debacle di WeWork. Quest?anno Wall Street ha assistito a tantissimi debutti che non potevano non essere oggetto di analisi e …
Mef, al tavolo di Gualtieri tutti i dossier che ‘scottano’: Mps, ma anche quote Stato in Poste, Enav, Eni, STM
Indiscrezioni stampa riportano che torna l'ipotesi che Cdp acquisti dal Mef quote di Poste, Enav, Eni e StM, a condizione che....
Non solo Bce, tassi negativi: anche banche danesi contro affronto dovish politica monetaria
Banche danesi lanciano l’SOS. A essere infuriate contro i tassi negativi non sono solo le banche tedesche, che si sono messe in primo piano nella crociata contro la politica monetaria …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

Rispondi alla Discussione
Prima 123

  1. #21
    L'avatar di Dedalo Invest
    Data Registrazione
    May 2019
    Messaggi
    71
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    39 Post(s)
    Potenza rep
    5345759
    Citazione Originariamente Scritto da mander Visualizza Messaggio
    Il promotore ha detto:

    e il consulente mi ha detto di aspettare almeno settembre (sia perchè adesso è al ribasso, sia perchè "così ci stai ammazzando come ufficio, liquidando così "tante" quote").

    Vedo solo un ci stai confidenziale e basta.

    In generale Banco Posta distribuisce i fondi di Anima a costi più bassi di altri intermediari.Quanto poi al fatto di essere ligi ai regolamenti,lo riscontro da tantissime discussusioni in materia di Mifid.
    Io invece vedo un "ci stai ammazzando come ufficio, liquidando così tante quote" di troppo. Quello che viene dopo il ci stai è più importante. E' lì il nocciolo della questione.

    Intanto perché non è vero (al limite gli ha ammazzato il raggiungimento del bonus, che è tutt'altra cosa) e, in secondo luogo, perché è un perfetto esempio di conflitto di interessi: il consulente mette al primo posto il suo interesse (e quello della filiale) e non quello del cliente.

    E' il più palese dei conflitti di interesse, tra l'altro.

  2. #22
    L'avatar di mander
    Data Registrazione
    Feb 2015
    Messaggi
    11,823
    Mentioned
    469 Post(s)
    Quoted
    5879 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da Dedalo Invest Visualizza Messaggio
    Io invece vedo un "ci stai ammazzando come ufficio, liquidando così tante quote" di troppo. Quello che viene dopo il ci stai è più importante. E' lì il nocciolo della questione.

    Intanto perché non è vero (al limite gli ha ammazzato il raggiungimento del bonus, che è tutt'altra cosa) e, in secondo luogo, perché è un perfetto esempio di conflitto di interessi: il consulente mette al primo posto il suo interesse (e quello della filiale) e non quello del cliente.

    E' il più palese dei conflitti di interesse, tra l'altro.
    Non sono interessato a fare processi alle intenzioni,non sappiamo manco quant'è il controvalore delle quote richieste,e su quale prodotto sono puntate.

    Sappiamo solo che un tizio ha scoperto che esistono le commissioni di gestioni,null'altro di verificabile.

  3. #23
    L'avatar di Dedalo Invest
    Data Registrazione
    May 2019
    Messaggi
    71
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    39 Post(s)
    Potenza rep
    5345759
    Citazione Originariamente Scritto da mander Visualizza Messaggio
    Non sono interessato a fare processi alle intenzioni,non sappiamo manco quant'è il controvalore delle quote richieste,e su quale prodotto sono puntate.

    Sappiamo solo che un tizio ha scoperto che esistono le commissioni di gestioni,null'altro di verificabile.
    Il "tizio" che ha aperto il thread ha esposto una situazione che si è trovato ad affrontare in una filiale; in particolare, con il consulente di quella filiale che lo segue da tempo.

    Mi sembra che la situazione che ha descritto sia fin troppo chiara.

    Naturalmente, tu puoi sostenere che non sia vero, che abbia inventato tutto, che il "tizio" abbia scoperto che esistono le commissione di gestione su quel prodotto troppo tardi per sua colpa/ignoranza (ovviamente).

    Io, nel mio piccolo, siccome non ho motivo di sostenere che il "tizio" sia venuto sul fol ad aprire un thread di questo tipo solo per disinformare invece che per descrivere una situazione realmente accaduta, credo al "tizio" e ritengo che quel "consulente" abbia agito in palese (fin troppo) conflitto di interessi.


    Chiedo scusa per le tante virgolette, ma mi dava fastidio scrivere tizio e consulente senza virgolettato. Mi sembrano sostantivi (molto) inadatti a descrivere le persone in oggetto.

  4. #24
    L'avatar di bow
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    521
    Mentioned
    12 Post(s)
    Quoted
    340 Post(s)
    Potenza rep
    23477278
    Citazione Originariamente Scritto da zanne84 Visualizza Messaggio
    Vedi... il problema sta tutto qua.
    Banche/promotori/poste non possono venderti etf in quanto strumenti che non generano commissioni per il loro conto economico.
    L’unica possibilità è che questi ti consiglino degli etf dietro la remunerazione di una parcella, in quanto nessuno lavora gratis.
    La domanda è: tu o la tua famiglia sareste disposti a pagare cash una consulenza come quando vai dal medico o dall’avvocato?
    Posso testimoniare che le banche, se volessero (ma probabilmente non vogliono) possono venderti ETF. Di base il mio sistema di consulenza li da come sottoscrizioni per iniziativa del cliente (visto che non sono a catalogo) ma lo stesso vale per tutto quello che si compra sul secondario (dai titoli di stato alle azioni). Sì può però impostarlo come suggerimenti iniziativa della banca, che entrano nell'asset allocation del portafoglio e tutto (di solito migliorando di molto la qualità) e si vendono benissimo. Costano in questo caso qualcosa di più di negoziazione rispetto a comprarli in home banking (uno 0,5%) ma mi sembra onesto pagarlo, per evitare di fare collocare sempre le solite cose.

    C'è persino la voce "ETF" negli schemi del budget, ovviamente l'ho sempre vista come obiettivo zero, ma il fatto che venga contemplata vuol dire che son prodotti bancari.

    Certo che se chi fa le pressioni commerciali vede queste cose non credo si metta bene.
    Invito a non prendervela a scatola chiusa con il consulente che avete di fronte, ci sono i superficiali, gli irresponsabili, i carrieristi, i raccomandati che devono 'portare il numero' per permettere al babbo di giustificare la promozione, ma la maggior parte vengono spesso a loro volta ingannati sulla natura dei prodotti e vessati in molti modi da gente che di mestiere fa esclusivamente questo e guadagna due-tre volte il loro stipendio.

  5. #25
    L'avatar di consindip
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Messaggi
    4,427
    Mentioned
    37 Post(s)
    Quoted
    1121 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Comprare ETF (o ETC o ETN o altro) allo sportello senza tetto massimo sulle commissioni anzichè comprarli tramite home-banking, è una follia: si finisce col pagare una cifra esagerata alla banca che va a a penalizzare i possibili rendimenti nel tempo, a questo punto meglio un fondo a gestione attiva onesto nei costi.

    Inoltre il punto fondamentale è che in banca la formazione su ETF-ETC-ETN è evidentemente nulla o molto scarsa e la dimostrazione è che quando vado ai seminari o convegni degli emittenti di ETF-ETC-ETN realizzati dalle società che li emettono (ovviamente nessuno mi paga lo stipendio e ci vado a mie spese, perdendo alcune decine di giornate l'anno di possibile lavoro coi clienti) i presenti sono: gestori professionali di fondi o assicurazioni, giornalisti specializzati e consulenti finanziari autonomi (come me), di cfaofs o private banker ne ho sempre visti pochissimi. Da queste giornate formative ho sempre avuto grandissimi ritorni di formazione professionale.

Accedi