Liquidare quote di strumenti finanziari - Pagina 2
Furia Germania contro conte ‘Draghila’, i retroscena del meeting Bce più caldo di sempre
La "marea" monetaria fortemente voluta da Mario Draghi non va giù ai tedeschi. L'eco di quanto successo nel meeting di giovedì 12 settembre è ancora forte e il numero uno …
Conti correnti online e rivoluzione Psd2, tutto più complicato con il mobile token in nome della sicurezza
Il giorno X è arrivato, oggi entra in vigore l?ultima parte della Psd2, acronimo di Payment Services Directive 2, la direttiva europea dedicata ai servizi di pagamento digitali. Una vera …
Mutui, cosa cambia per quelli vecchi e nuovi dopo ‘all in’ della Bce
Buone notizie per chi ha un mutuo. Ieri la Bce ha annunciato un nuovo Quantitative Easing (QE) per una durata indefinita, insieme alla volontà di mantenere i tassi “ai livelli …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

Rispondi alla Discussione
123 Ultima

  1. #11

    Data Registrazione
    Apr 2019
    Messaggi
    30
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    19 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Metallica79 Visualizza Messaggio
    "perchè ho voluto far chiudere uno strumento finanziario che era bello corposo di costi di commissione rispetto al suo rendimento negli anni, e il consulente mi ha detto di aspettare almeno settembre "
    Non so come è finita, hai chiuso con lo strumento o c'è l'hai sempre?
    Comunque perchè rivolgersi al consulente per chiudere lo strumento quando puoi farlo tu tranquillamente da Home banking in maniera autonoma e indipendente e senza subire "pressioni indebite" dal consulente?
    @Metallica79 Il prodotto è di poste italiane. Da home banking potevo fare poco, anche perchè non era aperto il deposito titoli (non ci era mai servito).

    La storia in parole povere è così:
    abbiamo sempre avuto buoni del tesoro. Alla scadenza, essendo ignoranti in materia, ci siamo sempre fidati del consulente di turno, si mettevano le firme dove era necessario e via. Dopo un'esperienza negativa in tema finanziario, ho incominciato a leggere, quasi per caso, dei libri che trattavano fondi indicizzati ed ETF. Ho incominciato a informarmi sempre di più, mi imbatto in siti come questo e mi sono convinto di voler investire una piccola quota in questi etf (per l'asset allocation, seguo quella che viene suggerita da vanguard). Inizio con la mia esperienza in prima linea. Mi metto a leggere ciò che avevamo sottoscritto, confronto i rendimenti con quello che avevo dall'altra parte in poste e la differenza è abissale (sia per rendimento, confrontato anche con dei backtest (anche se il passato non è garanzia del futuro), sia per i costi di gestione).
    In famiglia è stata una lotta, per far capire che quei prodotti sono pieni di commissioni e il rendimento è stato anche negativo nel corso degli ultimi anni (cosa abbastanza strana visto che il mercato ha avuto il suo momento positivo).
    Loro ancora hanno paura, dettata più dal non sapere cosa fare, e perchè il consulente c'è sempre stato e che in posta i risparmi sono "garantiti" (da cosa ancora non l'ho capisco) come più volte accennato dai consulenti di turno.

    Comunque, le quote dei miei ancora sono in posta, in attesa di settembre (ci siamo lasciati, mi ci metto anche io, "convincere" da ciò che ci è stato detto).
    Ecco il perchè della domanda iniziale.
    Cadendo, si impara a camminare.

  2. #12

    Data Registrazione
    Apr 2019
    Messaggi
    30
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    19 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Dedalo Invest Visualizza Messaggio
    Certo, giocano anche sulle differenze tra costi di sottoscrizione e costi di gestione, come se un cliente che chiede se ci siano dei costi (senza specificare quali) si stesse riferendo solo ad una parte di essi.

    E' chiaro che i prodotti che ti hanno fatto sottoscrivere, compreso quello che avevano fatto sottoscrivere a tua nonna e che hai già liquidato, sono prodotti stracarichi di commissioni di gestione. Perfetti per fare il budget della filiale, deleteri per l'investitore (cioè te).
    Non mi stupirei se fossero anche prodotti non adeguati al tuo profilo di rischio e al tuo orizzonte temporale d'investimento.

    Purtroppo è così che lavorano (spero non tutte) le banche. Il conflitto di interessi è spesso ai massimi livelli ma qui, veramente, siamo ai limiti della legalità (un "consulente" che dice a un cliente di non liquidare un prodotto finanziario "...perche così ci stai ammazzando come ufficio, liquidando così "tante" quote"). Incredibile.
    Esatto! @Dedalo Invest Per ben due volte gli ho detto se quel prodott avesse dei costi annuali. Mi è stato risposto di no, che il costi ce l'aveva un'altro prodotto... Quando mi è arrivata il riepilogo informativo, i costi annuali c'erano eccome. Presentandoglielo mi è stato detto, questi sono i costi di gestione annuale, certo che ci sono... Con i consulenti è una lotta, quasi psicologia. Per aprire il deposito titoli per metterli in etf, mi è stato detto che devo sostenere i costi 15€ a semestre per poste, più le commissioni di sottoscrizione, imposta di bollo ecc... elencandomi tutte le spese che andavo a sostenere, per non accennare al fatto che con i suoi esempi (quelli del consulente) con gli etf ci stava sotto del 70% (forse è anche vero), tirando in ballo le leve, la diversificazione (per fortuna ci sono andato preparato). Per carità, mi ha informato a dovere, però quasi a voler sottolineare che il prodotto che avevo già in portafoglio fosse meglio da questo punto di vista dei costi (cosa che non è assolutamente così, ci fossero andati solo i miei, ne sarebbero usciti sicuramente convinti a lasciare tutto com'è). L'ignoranza in questo campo si paga.

  3. #13
    L'avatar di cataflic
    Data Registrazione
    Oct 2002
    Messaggi
    4,397
    Mentioned
    35 Post(s)
    Quoted
    963 Post(s)
    Potenza rep
    42949689
    Citazione Originariamente Scritto da Franckk Visualizza Messaggio
    Esatto! @Dedalo Invest Per ben due volte gli ho detto se quel prodott avesse dei costi annuali. Mi è stato risposto di no, che il costi ce l'aveva un'altro prodotto... Quando mi è arrivata il riepilogo informativo, i costi annuali c'erano eccome. Presentandoglielo mi è stato detto, questi sono i costi di gestione annuale, certo che ci sono... Con i consulenti è una lotta, quasi psicologia. Per aprire il deposito titoli per metterli in etf, mi è stato detto che devo sostenere i costi 15€ a semestre per poste, più le commissioni di sottoscrizione, imposta di bollo ecc... elencandomi tutte le spese che andavo a sostenere, per non accennare al fatto che con i suoi esempi (quelli del consulente) con gli etf ci stava sotto del 70% (forse è anche vero), tirando in ballo le leve, la diversificazione (per fortuna ci sono andato preparato). Per carità, mi ha informato a dovere, però quasi a voler sottolineare che il prodotto che avevo già in portafoglio fosse meglio da questo punto di vista dei costi (cosa che non è assolutamente così, ci fossero andati solo i miei, ne sarebbero usciti sicuramente convinti a lasciare tutto com'è). L'ignoranza in questo campo si paga.
    ....si paga anche la libertà, la conoscenza non è tutto, ma solo una parte della questione.
    Per ora siamo ancora all'anno zero, quando si pensa che eliminare il magna magna significhi risolvere il problema investimenti, ma in realtà l'eliminazione dell'intermediazione richiede una responsabilizzazione ed autonomia che gran parte del popolo risparmiatore non ha voglia di assumersi.
    Bisognerà che passi una generazione...

  4. #14

    Data Registrazione
    Apr 2019
    Messaggi
    30
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    19 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da cataflic Visualizza Messaggio
    ....si paga anche la libertà, la conoscenza non è tutto, ma solo una parte della questione.
    Per ora siamo ancora all'anno zero, quando si pensa che eliminare il magna magna significhi risolvere il problema investimenti, ma in realtà l'eliminazione dell'intermediazione richiede una responsabilizzazione ed autonomia che gran parte del popolo risparmiatore non ha voglia di assumersi.
    Bisognerà che passi una generazione...
    Io non chiedo l'eliminazione dell'intermediazione, ma almeno un pò più di correttezza di fronte ai clienti. Io fino a Gennaio non sapevo nemmeno cosa fossero gli ETF o i fondi indicizzati. Se si incominciasse a vendere questi prodotti (accompagnati da altro se il cliente vuole, a seconda del suo periodo temporale, rischio, quanto riesce a risparmiare ecc...), piuttosto di vendere/rifilare quelli ad oggi esistenti per questioni commerciali, sarebbero più contenti tutti.

  5. #15
    L'avatar di Metallica79
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Messaggi
    2,342
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    694 Post(s)
    Potenza rep
    20348991
    Citazione Originariamente Scritto da Franckk Visualizza Messaggio
    @Metallica79
    il consulente c'è sempre stato e che in posta i risparmi sono "garantiti" (da cosa ancora non l'ho capisco) come più volte accennato dai consulenti di turno.
    Comunque, le quote dei miei ancora sono in posta, in attesa di settembre (ci siamo lasciati, mi ci metto anche io, "convincere" da ciò che ci è stato detto).
    .
    Il discorso del garantito lo dovresti approfondire con loro, secondo me sono solo chiacchere al vento, perchè se fosse garantito non dovresti subire perdite per nessun motivo, invece. Personalmente non considero valido questi discorsi dei consulenti. Anche perchè fidarsi solo delle parole del consulente quando i fatti sono diversi da come li descrive.
    La prossima volta che ti parla di risparmi garantiti, chiedigli di fartelo mettere per iscritto il fatto che i risparmi sono garantiti anzichè a parole, vuoi vedere come cambia discorso subito!

    Cosa più difficile è convincere i tuoi a fare capire che i risparmi non sono garantiti solo con le parole dei vari consulenti

  6. #16
    L'avatar di mander
    Data Registrazione
    Feb 2015
    Messaggi
    11,813
    Mentioned
    469 Post(s)
    Quoted
    5874 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da Metallica79 Visualizza Messaggio
    Il discorso del garantito lo dovresti approfondire con loro, secondo me sono solo chiacchere al vento, perchè se fosse garantito non dovresti subire perdite per nessun motivo, invece. Personalmente non considero valido questi discorsi dei consulenti. Anche perchè fidarsi solo delle parole del consulente quando i fatti sono diversi da come li descrive.
    La prossima volta che ti parla di risparmi garantiti, chiedigli di fartelo mettere per iscritto il fatto che i risparmi sono garantiti anzichè a parole, vuoi vedere come cambia discorso subito!

    Cosa più difficile è convincere i tuoi a fare capire che i risparmi non sono garantiti solo con le parole dei vari consulenti
    Vedi caro metallica,non vale il principio secondo te o secondo un altro, chi sottoscrive risparmio gestito dovrebbe quantomeno avere un minimo di conoscenza di base sia dei prodotti offerti che del relativo glossario.

    Leggere e capire il fascicolo informativo essenziali,c'è una bella differenza fra commissione di ingresso e commissione di gestione,cosi come c'è una bella differenza fra prodotti garantiti e non.

    Faccio un esempio chi sottoscrive la polizza futuro certo,paga una commissione di 2,5% ed investe il 97,5 %,se la nonna disinveste prima che la gestione guadagni nel tempo il 3% la nonna è in perdita pur essendo il prodotto garantito.Chi sottoscrive un fondo normale paghi la commissione di gestione e si sobbarca la volatilità.

    In posta trovi promotori finanziari,come da altre parti,molto ligi ai regolamenti che vendono prodotti mediamente meno costosi dei concorrenti

  7. #17
    L'avatar di zanne84
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    1,456
    Mentioned
    12 Post(s)
    Quoted
    395 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da Franckk Visualizza Messaggio
    Io non chiedo l'eliminazione dell'intermediazione, ma almeno un pò più di correttezza di fronte ai clienti. Io fino a Gennaio non sapevo nemmeno cosa fossero gli ETF o i fondi indicizzati. Se si incominciasse a vendere questi prodotti (accompagnati da altro se il cliente vuole, a seconda del suo periodo temporale, rischio, quanto riesce a risparmiare ecc...), piuttosto di vendere/rifilare quelli ad oggi esistenti per questioni commerciali, sarebbero più contenti tutti.
    Vedi... il problema sta tutto qua.
    Banche/promotori/poste non possono venderti etf in quanto strumenti che non generano commissioni per il loro conto economico.
    L’unica possibilità è che questi ti consiglino degli etf dietro la remunerazione di una parcella, in quanto nessuno lavora gratis.
    La domanda è: tu o la tua famiglia sareste disposti a pagare cash una consulenza come quando vai dal medico o dall’avvocato?

  8. #18
    L'avatar di mander
    Data Registrazione
    Feb 2015
    Messaggi
    11,813
    Mentioned
    469 Post(s)
    Quoted
    5874 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da zanne84 Visualizza Messaggio
    Vedi... il problema sta tutto qua.
    Banche/promotori/poste non possono venderti etf in quanto strumenti che non generano commissioni per il loro conto economico.
    L’unica possibilità è che questi ti consiglino degli etf dietro la remunerazione di una parcella, in quanto nessuno lavora gratis.
    La domanda è: tu o la tua famiglia sareste disposti a pagare cash una consulenza come quando vai dal medico o dall’avvocato?
    La questione non è pagare la consulenza,non puoi fare consulenza a chi non ha competenza di base.L'italia è piena di soggetti che hanno risparmi ma non hanno la conoscenza necessaria per gestire il rischio finanziario .

    Perchè un paese finanziariamente ricco ha una borsa che capitalizza 1/ 5 del suo PIL,e 1/ 10 della sua ricchezza mobiliare.Gli italiani non sanno investire perchè non sanno calcolare il rischio insito,e si rifugiano nei CD.Un terzo della liquidità non è nemmeno remunerata.

    Da qui occorre partire

    Con cosa diversifichi se il risparmiatore vuole solo guadagnare senza assumere rischi.Qual'è il titolo italiano di debito sovrano più conosciuto e meno temuto se non il BTP con rendimenti positivi e un PIL pari a 0.

    C'era una volta l'illusione monetaria,tutti guadagnavano ma tutti perdevano,ora è diverso c'è il tasso di sconto a 0,l'inflazione rasoterra e le commissioni da pagare .

    La consulenza finanziaria ha target definiti ed asset consistenti,non è e non sara' adatta a grandi platee.

    Una adeguata cultura finanziaria,eleverebbe anche il tasso di partecipazione politica nelle scelte cruciali,compatterebbe interessi comuni verso categorie di eletti migliori di quelli avuti fin qui' .

    Tutto tiene.
    Ultima modifica di mander; 17-08-19 alle 18:29

  9. #19
    L'avatar di Dedalo Invest
    Data Registrazione
    May 2019
    Messaggi
    70
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    37 Post(s)
    Potenza rep
    5345759
    Citazione Originariamente Scritto da mander Visualizza Messaggio
    ...
    In posta trovi promotori finanziari,come da altre parti,molto ligi ai regolamenti che vendono prodotti mediamente meno costosi dei concorrenti

    Il promotore delle poste a cui fa riferimento l'autore del primo post di questo thread non so a quale regolamento è stato ligio quando gli ha detto che quel prodotto aveva 0 commissioni e che non poteva disinvestire quel prodotto ad agosto "sennò gli ammazzava l'ufficio".

  10. #20
    L'avatar di mander
    Data Registrazione
    Feb 2015
    Messaggi
    11,813
    Mentioned
    469 Post(s)
    Quoted
    5874 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da Dedalo Invest Visualizza Messaggio
    Il promotore delle poste a cui fa riferimento l'autore del primo post di questo thread non so a quale regolamento è stato ligio quando gli ha detto che quel prodotto aveva 0 commissioni e che non poteva disinvestire quel prodotto ad agosto "sennò gli ammazzava l'ufficio".
    Il promotore ha detto:

    e il consulente mi ha detto di aspettare almeno settembre (sia perchè adesso è al ribasso, sia perchè "così ci stai ammazzando come ufficio, liquidando così "tante" quote").

    Vedo solo un ci stai confidenziale e basta.

    In generale Banco Posta distribuisce i fondi di Anima a costi più bassi di altri intermediari.Quanto poi al fatto di essere ligi ai regolamenti,lo riscontro da tantissime discussusioni in materia di Mifid.

Accedi