consulente che confonde - Pagina 5
Emorragia PIR: il disastro provocato dal governo M5S-Lega e la speranza Gualtieri
I fondi hanno sofferto flussi in uscita netti per sette mesi consecutivi pari a quasi 1 miliardo di euro, nel periodo compreso tra febbraio e agosto, rispetto ai flussi in …
Padre contro figli, scoppia la polveriera De Benedetti. Gedi vola (+12%) in attesa di offerte ‘serie’
Carlo De Benedetti lancia il guanto di sfida ai figli e accende la partita sul futuro di Gedi Gruppo Editoriale, che edita i quotidiani La Repubblica, La Stampa, Il Secolo …
Raggiunta intesa parziale Usa-Cina su commercio, mercati sorvolano le minute di Bce e Fed
Lasciati per il momento da parte i timori di un rallentamento globale dopo l?ultima tornata di dati macroeconomici deboli sulla salute dell?economia americana ed europei, i mercati azionari hanno ripreso …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #41

    Data Registrazione
    Jun 2019
    Messaggi
    32
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    32 Post(s)
    Potenza rep
    1
    Citazione Originariamente Scritto da GreedyTrader Visualizza Messaggio
    Ma scusa il tuo portafoglio è zeppo di fondi dynamic Growth e "profilo dinamico" non mi sembra un profilo di rischio ultra basso....
    Per gli ETF consiglio Dividend Aristocrats o Low VOlatility, i settoriali sono tendenzialmente più volatili (e quindi più rischiosi) di un globale.
    Per le mogli consiglio azioni lusso come LVMH o Chanel o Ferrari investimento molto migliore delle borse fisiche
    Hai toccato il problema anzi i 2 problemi:
    Punto primo imparare l'abc della finanza (e sono neanche alla A)
    Secondo convincere il "Nemico" (la moglie) ad essere un pochino più intraprendente negli investimenti in quanto lei ha realmente un profilo ultrabasso e se perde anche un solo centesimo sono...cavoli amari.Quando propongo qualcosa o mi viene proposto dalla banca qualche prodotto un po rischioso...apriti cielo.
    Notare la percentuale di ETF del mio patrimonio che ho intrapreso a costruire da poco....solo lo 0,50....fosse stato per me almeno il 5% e non in etf obbligazionari tranne Healthcare

  2. #42
    L'avatar di bow
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    525
    Mentioned
    13 Post(s)
    Quoted
    406 Post(s)
    Potenza rep
    27725966
    Citazione Originariamente Scritto da Casima Visualizza Messaggio
    In effetti gli etf li ho fatti autonomamente e NONOSTANTE la ritrosia della consulente o promotrice che dir si voglia (sono strumenti a gestione passiva che replicano un indice...ecc ecc...non sarà perche "fruttano" poco o nulla di commissioni alla banca?) e comunque a questo punto volevo chiedere a voi visto che non siete ovviamente in conflitto di interessi o pressati da obbiettivi da raggiungere da parte della banca (Che banca) se trattasi di una folle idea quella di vendere vista l'esposizione un po troppo elevata su tecnologici e biotecnologie uno od entrambi di questi ed acquistare con la cifra ottenuta magari un etf low volatility,ed eliminare magari anche il sisf dividend maximizer che ho da parecchio tempo ed è sotto da sempre (salvandomi solo per i dividendi che distribuisce trimesralmente che mi consentono almeno di riportare a casa la cifra investita originariamente) con un ulteriore etf magari anche questo difensivo es:food&beverage.
    È un'eccellente idea, tra il templeton ed il sisf credo (ma non mi sono mappato la asset allocation del tuo portafoglio, vado a occhio) che sia sensato tenerne uno solo ed il templeton ha meno rischio valuta secondo me. Valuta magari se aspettare che le ansie dei mercati sul brexit si siano un po' quietate visto che è britannico per 1/3.
    Sul 'difensivo' ed 'anticiclico' faccio un po' di simulazioni da un po', al momento sto in ferie, ma si può approfondire il discorso. A livello preliminare:
    - una cosa è il 'low volatility' (asset rischiosi con una strategia di scegliere quelli che ultimamente hanno oscillato poco)
    - una cosa è il conservativo (asset che oscillanoeno degli altri dello stesso tipo)
    - una cosa è l'anti-ciclico (asset che vanno meglio degli altri quando si avvicinano recessioni o discese del ciclio)
    - una cosa è il market neutral (asset che vanno per farti loro.piu che a ciclo economico)
    - una cosa è difensivo (investimenti anche in obbligazioni, si durate corte, liquidi, dove scappano i soldi quando le azioni scendono)
    Poi si possono mischiare ovviamente...

    Io però se dovessi mettere in conto perdite fisserei:
    - strategia (es. Anti-ciclico)
    - orizzonte temporale (es. Portafoglio che di valuta su 5 anni)
    - asset allocation (es. 70% azionario, 30% bond, divisi in...)

  3. #43

    Data Registrazione
    Jun 2019
    Messaggi
    32
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    32 Post(s)
    Potenza rep
    1
    A questo punto ho deciso anche su vostra precisa nonchè gradita "imbeccata" di privilegiare anzi di effettuare solo sottoscrizioni di etf.Ultimo dubbio e poi prometto di non "darvi più fastidio"....mantenere l'asset tale e quale aggiungendo etf low volatility ed aristocrat....oppure alleggerire un pò l'esposizione su tecnologici vari? Mantenendo magari Pictet che ho in carico con una perdita di circa il 20% in attesa di tempi migliori e vendere BGF WORLD TECHNOLOGY che ho sottoscritto con piano di accumulo mensile ed utilizzare il rimborso del certificate anch'esso su aristocrat e low volatility....magari con pac ogni 3/4 mesi per vedere di mediare eventuali correzioni posssibili e probabili.

  4. #44
    L'avatar di bow
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    525
    Mentioned
    13 Post(s)
    Quoted
    406 Post(s)
    Potenza rep
    27725966
    Citazione Originariamente Scritto da Casima Visualizza Messaggio
    Secondo convincere il "Nemico" (la moglie) ad essere un pochino più intraprendente negli investimenti in quanto lei ha realmente un profilo ultrabasso e se perde anche un solo centesimo sono...cavoli amari.Quando propongo qualcosa o mi viene proposto dalla banca qualche prodotto un po rischioso...apriti cielo
    Qualche anno fa ad un cliente con medesime discussioni proposi di costruire due portafogli:
    50% basato su polizza ramo I capitale garantito (della moglie)
    50% in vari strumenti con un 70% di azionario per lui

    Era inizio 2016 quindi quando ci lasciammo dopo 18 mesi erano entrambi contentissimi (ovviamente divisione in 2 strategie 2 consulenze, basate sui due diversi mifid, ma un solo conto corrente e patrimonio)

  5. #45
    L'avatar di bow
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    525
    Mentioned
    13 Post(s)
    Quoted
    406 Post(s)
    Potenza rep
    27725966
    Citazione Originariamente Scritto da Casima
    in attesa di tempi migliori e vendere BGF WORLD TECHNOLOGY che ho sottoscritto con piano di accumulo mensile ed utilizzare il rimborso del certificate anch'esso su aristocrat e low volatility....magari con pac ogni 3/4 mesi per vedere di mediare eventuali correzioni posssibili e probabili.
    I PAC di fondi di solito scontano ancora più commissioni dei pic.

    Guarda, ai miei genitori, per farli risparmiare con prudenza (sono anziani) e non mettere troppo le mani ai cavoli loro e limare il fattore umano feci fare dei PAC.
    Di recente (pur godendo di qualche sconto come dipendente) mi sono andato a fare bene i conti tra costi fissi e cazzabubbole varie e mi sono reso conto che con il poco rendimento (erano prodotti bilanciati ad un profilo semplice) sì e no ci pagavano i ***** della banca. Ci fossero state anche le commissioni...

    Adesso ho fatto quello che dici tu: entrata progressiva in ETF.

    Sulla parte rischiosa sto investendo le cedole dei prudenti in questo: IE032077012 Invesco nasdaq100, in pratica è quasi come investire in tecnologici ma approvvigionandosi direttamente alla fonte anziché "imbottigliati".

    Se vuoi divertirti con morningstar confronta l'andamento di questo (che replica l'indice NASDAQ) con gli Isin dei vari tech in circolazione... anche a livello di volatilità, poi la composizione in gran parte è quella

  6. #46
    L'avatar di Metallica79
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Messaggi
    2,429
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    732 Post(s)
    Potenza rep
    21207985
    Citazione Originariamente Scritto da Casima Visualizza Messaggio
    Inoltre dall'analisi di bow e Metallica che implicitamente danno ragione al mio dubbio sulla eccessiva esposizione su tecnologico e biotecnologico forse un po troppo volatili,vi chiedo come scritto in precedenza se non sia il caso di vendere il/i fondi suddetti ed acquistare degli etf più difensivi come per esempio Food& beverage oppure low volatility
    Per me (come detto in precedenza) i fondi sono troppi e se possibile dovresti ridurli (a massimo 2/3 ed eviotare doppioni, nel senso di fond che cambiano nome ed investono neglle stesse aziende o settori o altro). Uso il condizionale perchè tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare: ossia eventuali penali di uscita da pagare sui fondi (devi controllare), quantificazione perdita non in % ma in importo e se sei disposto a sopportarla. Va da sè che se il fondo è in guadagno tali problemi non si pongono perchè il guadagno ammortizza le penali di uscita.

    Per il resto sicuro che il low volatity sia non rischioso? Come mai ti piace il low volatily, ci sono motivi?
    hai valutato etf agganciati all'indice msci world?

    Per il certificate come è andata a finire? ti hanno rimborsato e dato il 25% in più di premio?
    Ultima modifica di Metallica79; 23-08-19 alle 15:02

  7. #47
    L'avatar di consindip
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Messaggi
    4,528
    Mentioned
    38 Post(s)
    Quoted
    1195 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Bella discussione: nessuno ha ancora parlato di obiettivi del cliente o di Var di portafoglio o di profilo di rischio con relativo range Var .... ma quando andate in banca o dal cfaofs di cosa parlate in concreto? delle proprietà dell'acqua e di come in futuro sarà più o meno bagnata oppure di dati concreti misurabili e quantificati riferiti alla situazione personale, alla capacità di sopportare le perdite, alla conoscenza e dimestichezza con le varie tipologie di strumenti finanziari ecc. cioè, in sintesi, ciò che la Direttiva Mifid2 ha imposto di chiarire bene con ciascun cliente e formalizzare in forma scritta??

    In definitiva, il thread critica un consulente (a partire dal titolo) ma sembra si stia facendo largo la logica secondo cui basta fare ETF e si andrà meglio però non basta risparmiare sui costi per andare meglio in automatico.
    Ultima modifica di consindip; 23-08-19 alle 16:18

  8. #48
    L'avatar di bow
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    525
    Mentioned
    13 Post(s)
    Quoted
    406 Post(s)
    Potenza rep
    27725966
    Citazione Originariamente Scritto da consindip Visualizza Messaggio
    Bella discussione: nessuno ha ancora parlato di obiettivi del cliente o di Var di portafoglio o di profilo di rischio con relativo range Var .... ma quando andate in banca o dal cfaofs di cosa parlate in concreto? delle proprietà dell'acqua e di come in futuro sarà più o meno bagnata oppure di dati concreti misurabili e quantificati riferiti alla situazione personale, alla capacità di sopportare le perdite, alla conoscenza e dimestichezza con le varie tipologie di strumenti finanziari ecc. cioè, in sintesi, ciò che la Direttiva Mifid2 ha imposto di chiarire bene con ciascun cliente e formalizzare in forma scritta??

    In definitiva, il thread critica un consulente (a partire dal titolo) ma sembra si stia facendo largo la logica secondo cui basta fare ETF e si andrà meglio però non basta risparmiare sui costi per andare meglio in automatico.
    Ciao,
    Credo di aver esordito con la valutazione (auto-valutazione) del proprio profilo, dell'obiettivo e della propensione al rischio fin dalla mia prima risposta del 9 agosto, oltre a precisare che non gli consiglio di togliere tutti i fondi a priori, ma riflettere sulla concentrazione (es. dissi che per alcuni obiettivi il templeton fa cose che gli ETF non fanno).
    Però a livello informativo, per capire come dovrebbe funzionare la consulenza e cercare di valutare quella ricevuta.
    Non intervengo su questo forum per mifidizzare la gente o fare il consulente (che è anche attività regolata da legge), ma per scambio di vedute ed opinioni, ovviamente in base alla mia personale esperienza di chi passa la giornata tra mifid e Isin. Però io qui sono come il meccanico che scambia osservazioni e consigli sul forum di quattroruote, non faccio certo attività commerciale.

  9. #49
    L'avatar di GreedyTrader
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    996
    Mentioned
    13 Post(s)
    Quoted
    451 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Il var è roba da consulenti
    Sarà l'investitore a capire quale profilo di rischio avere (ammesso che trovi un punto di incontro con la moglie prudente).
    Quello che consiglio è di abbandonare il consulente bancario evidentemente in malafede e poi decide lui.
    Io a questi concetti complessi e astrusi preferisco un bel conto della serva del tipo un portafoglio xy al massimo ha perso x.
    Per capire cos'è il var veramente devi avere una laurea in discipline matematiche o economiche.
    Prima di tolgono le erbacce e la gramigna, poi capirà se piantare cavoli o zucchine. Di certo finché c'è la gramigna non cresce niente...

  10. #50

    Data Registrazione
    Jun 2019
    Messaggi
    32
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    32 Post(s)
    Potenza rep
    1
    Buongiorno,grazie a tutti per le varie risposte e valutazioni sul mio portafoglio.Ieri ho acquistato alcune quote di Ishare edg msci wd min volatility isin IE00B8FHGS14 (poca roba circa 3K),nei prossimi giorni o settimane vedrò di ridurre il settore tecnologico e magari con mossa prudente il ricavato girarlo su CD vincolato per 24/36 mesi.Tenendomi informato sul forum e quando ci saranno correzioni vedrò di entrare con graduali acquisti,ed a breve valuterò acquisto in Liguria di immobile per vacanze (dove ritemprarmi per assorbire le eventuali perdite finanziarie)

Accedi