Fondi pensione vol. 10 - Pagina 189
Piazza Affari paga tornata debole di trimestrali, chiusura no anche per Eni ed Enel
Giovedì amaro per Piazza Affari. L?indice Ftse Mib, reduce dal rally delle prime tre giornate di agosto, ha chiuso in calo dell?1,34% a 19.475 punti. Gli investitori aspettavano indicazioni circa …
Oro in volo: “Short? Avventurosi, il tappo è saltato ormai. L’argento sale perché è green”
In un 2020 difficile oro e argento stanno facendo la parte del leone. Il metallo giallo negli ultimi dieci giorni ha fatto segnare più di 250 dollari l’oncia di crescita, …
I monopattini Helbiz puntano il Nasdaq con l’aggiunta degli e-scooter MiMoto
Helbiz accelera ulteriormente sulla mobilità sostenibile allargando il proprio business agli scooter elettrici attraverso l'accordo con MiMoto Smart Mobility, first mover italiano del mercato dello sharing di motorini elettrici. Verso …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1881

    Data Registrazione
    Nov 2017
    Messaggi
    38
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    27 Post(s)
    Potenza rep
    1717990
    Citazione Originariamente Scritto da Ziubecciu Visualizza Messaggio
    Ciao,

    secondo te con quali redditi o aliquote conviene aderire ad un fondo pensione?
    Sto cercando di capire, dal pdf covip sembra sia sempre conveniente aprirlo...
    Rispondere a questa domanda è estremamente difficile perché la convenienza dipende da dati storici che non costituiscono garanzia di rendimento per il futuro.

    La convenienza fiscale è un dato certo che dipende dall'aliquota che paghi e questo ti tutela molto anche nel caso in cui il fondo non ottenga grandi risultati. Viceversa, al venire meno di questa convenienza, dipende da quanto è bravo il tuo fondo. A complicare la cosa, se stai parlando del fondo pensione con il contributo aziendale, c'è per l'appunto il vantaggio che in questo caso l'azienda ti "regala" una parte del versato.

    Quindi... non è che non voglio rispondere. E' che la scelta è molto personale e dipende da tanti fattori.

  2. #1882

    Data Registrazione
    Nov 2017
    Messaggi
    38
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    27 Post(s)
    Potenza rep
    1717990
    Citazione Originariamente Scritto da stefanoVT Visualizza Messaggio
    Buon pomeriggio a tutti voi,
    1. vorrei chiedere se siete a conoscenza di fondi pensione aperti che permettono il riscatto dell'intero capitale al posto della rendita.
    2. Inoltre, potreste per favore rimettere il link ai fondi aperti di maggiore interesse, per poterli confrontare? Dalle ultime discussioni emergeva il fondo Allianz Insieme. Ce ne sono altri che potreste suggerire?
    3. Per ultimo, che opinione avete sul fondo aperto Generali global? Ho alcune posizioni assicurative (auto, casa, ecc.) con Generali, ma non mi sembra che il loro fondo sia così appetibile, anche se permette il riscatto dell'intera quota (con qualche condizione).

    Grazie mille!
    1) è vietato per normativa. Nessun FPA lo può fare, a meno di essere sotto un certo valore di montante molto basso, unico caso in cui puoi riscattare il 100%. Alternativamente puoi cercare di prelevare il possibile prima di uscire con le motivazioni permesse anche se questo ti comporta una tassazione superiore così da lasciare il meno possibile sulla rendita.
    2) questa è la parte più complicata. Però, se consulti il sito covip qualcosa trovi.
    3) non so

    G.

  3. #1883

    Data Registrazione
    Feb 2019
    Messaggi
    68
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    49 Post(s)
    Potenza rep
    2
    Ciao a tutti,
    mi servirebbe un parere per scegliere cosa fare del fondo pensione della mia compagna.
    In sostanza lei è iscritta a Byblos (fondo per editoriale), ma poi ha cambiato settore e ora ha un contratto Co.Co.Co. (che a quanto pare non genera TFR) in una struttura sanitaria (dove pare che non esistano forme pensionistiche complementari).
    Ha 38 anni, quindi parecchi anni di lavoro davanti a se.

    Questa la situazione.

    Ora la domanda è: cosa farle fare?
    1. Lasciare tutto su Byblos (passando da comparto garantito a dinamico) in attesa di avere la possibilità in futuro di poter accedere nuovamente a un fondo di settore
    2. Farle aprire un PIP moneyfarm
    3. altro a vostra scelta

    Grazie in anticipo per le risposte

  4. #1884

    Data Registrazione
    Apr 2017
    Messaggi
    1,420
    Mentioned
    37 Post(s)
    Quoted
    804 Post(s)
    Potenza rep
    24805741
    Io suggerirei, se non ha bisogno di ritirare i soldi del fondo pensione, di lasciarli dove stanno continuando a maturare anzianità.

    Oppure se è soggetta ad una aliquota irpef alta e se ne ha la possibilità, di trasferire il maturato e la anzianità in un fpa (i più convenienti di cui sono a conoscenza sono amundi seconda pensione e allianz insieme) in cui fare confluire versamenti volontari.
    I pip sono mediamente molto più cari degli fpa e quello di moneyfarm non fa eccezione (isc a 10 anni circa doppio rispetto ad amundi).

    Altra cosa da valutare è se ha possibilità e convenienza a mantenere l'attuale fpn facendo versamenti volontari, nel caso probabilmente questa sarebbe la scelta più conveniente in assenza di tfr e di contribuzione datoriale.
    Bisogna vedere cosa dice il regolamento di byblos

  5. #1885

    Data Registrazione
    Feb 2019
    Messaggi
    68
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    49 Post(s)
    Potenza rep
    2
    Citazione Originariamente Scritto da santabrianza Visualizza Messaggio
    Io suggerirei, se non ha bisogno di ritirare i soldi del fondo pensione, di lasciarli dove stanno continuando a maturare anzianità.

    Oppure se è soggetta ad una aliquota irpef alta e se ne ha la possibilità, di trasferire il maturato e la anzianità in un fpa (i più convenienti di cui sono a conoscenza sono amundi seconda pensione e allianz insieme) in cui fare confluire versamenti volontari.
    I pip sono mediamente molto più cari degli fpa e quello di moneyfarm non fa eccezione (isc a 10 anni circa doppio rispetto ad amundi).

    Altra cosa da valutare è se ha possibilità e convenienza a mantenere l'attuale fpn facendo versamenti volontari, nel caso probabilmente questa sarebbe la scelta più conveniente in assenza di tfr e di contribuzione datoriale.
    Bisogna vedere cosa dice il regolamento di byblos
    Grazie per la risposta.
    Anche io pensavo che sarebbe meglio lasciarli sul fondo (nonostante non mi pare che i fondi pensione abbiano performance eccellenti).
    Interessante la soluzione di versare volontariamente (credo sia possibile in Byblos).
    Ti chiedo solo una mano a capire meglio i vantaggi di questo versamento volontario; lei ha una RAL di 28K€ e quindi un'aliquota non elevatissima. Supponiamo che versi 3k€ a Byblos, quali vantaggi fiscali potrebbe avere? Inoltre così facendo potrebbe accedere al bonus di 80€ (Renzi)? Ho letto anche in pag1 ma non mi è chiaro, quindi ti chiedo una mano a capire.

    Grazie in anticipo

  6. #1886

    Data Registrazione
    Mar 2019
    Messaggi
    24
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    15 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da IlMiky Visualizza Messaggio
    Grazie per la risposta.
    Anche io pensavo che sarebbe meglio lasciarli sul fondo (nonostante non mi pare che i fondi pensione abbiano performance eccellenti).
    Interessante la soluzione di versare volontariamente (credo sia possibile in Byblos).
    Ti chiedo solo una mano a capire meglio i vantaggi di questo versamento volontario; lei ha una RAL di 28K€ e quindi un'aliquota non elevatissima. Supponiamo che versi 3k€ a Byblos, quali vantaggi fiscali potrebbe avere? Inoltre così facendo potrebbe accedere al bonus di 80€ (Renzi)? Ho letto anche in pag1 ma non mi è chiaro, quindi ti chiedo una mano a capire.

    Grazie in anticipo
    Versando 3K avrebbe una riduzione dell'imponibile di 3K quindi risparmierebbe l'Irpef (27% + addizionali, supponiamo un altro 2%), quindi avrebbe un rimborso nel 730 di 870€.
    Tramite i versamenti a fondo pensione si accede a bonus Renzi solo se i versamenti sono fatti tramite trattenuta in busta paga, cosa non credo possibile se lei lavora in un settore diverso da quello coperto da Byblos

  7. #1887

    Data Registrazione
    May 2019
    Messaggi
    474
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    310 Post(s)
    Potenza rep
    13467915
    Citazione Originariamente Scritto da Mmm90 Visualizza Messaggio
    Tramite i versamenti a fondo pensione si accede a bonus Renzi solo se i versamenti sono fatti tramite trattenuta in busta paga
    Questa cosa vale anche al contrario? Cioè se a seguito delle deduzioni per versamenti volontari al FP si rientra in "no tax area" si mantengono i 960€ di bonus Renzi?
    Grazie

  8. #1888

    Data Registrazione
    Feb 2019
    Messaggi
    68
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    49 Post(s)
    Potenza rep
    2
    Citazione Originariamente Scritto da Mmm90 Visualizza Messaggio
    Versando 3K avrebbe una riduzione dell'imponibile di 3K quindi risparmierebbe l'Irpef (27% + addizionali, supponiamo un altro 2%), quindi avrebbe un rimborso nel 730 di 870€.
    Tramite i versamenti a fondo pensione si accede a bonus Renzi solo se i versamenti sono fatti tramite trattenuta in busta paga, cosa non credo possibile se lei lavora in un settore diverso da quello coperto da Byblos
    Grazie per la risposta.
    A Byblos non credo possa versare tramite trattenuta in busta paga in quanto fondo di categoria in cui lei non lavora più.
    Però se aderisse a un fondo aperto o un PIP (es. Moneyfarm)?

  9. #1889

    Data Registrazione
    Jun 2019
    Messaggi
    42
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    30 Post(s)
    Potenza rep
    1717989
    Citazione Originariamente Scritto da momoman Visualizza Messaggio
    Rispondere a questa domanda è estremamente difficile perché la convenienza dipende da dati storici che non costituiscono garanzia di rendimento per il futuro.

    La convenienza fiscale è un dato certo che dipende dall'aliquota che paghi e questo ti tutela molto anche nel caso in cui il fondo non ottenga grandi risultati. Viceversa, al venire meno di questa convenienza, dipende da quanto è bravo il tuo fondo. A complicare la cosa, se stai parlando del fondo pensione con il contributo aziendale, c'è per l'appunto il vantaggio che in questo caso l'azienda ti "regala" una parte del versato.

    Quindi... non è che non voglio rispondere. E' che la scelta è molto personale e dipende da tanti fattori.
    Ciao, grazie per la risposta.

    Per conveniente intendevo la parte certa, ossia quella del risparmio fiscale.. Io ad oggi sono dipendente pubblico ma non ho un fp di categoria, quindi dovrei aderire ad uno aperto.

    Per assurdo potrei provare a modificare il 730 precompilato aggiungendo ad esempio 1200€ di versamento, per vedere se cambia qualcosa?

    Giusto per farmi un idea, o è un ragionamento sbagliato?

  10. #1890
    L'avatar di Enermax
    Data Registrazione
    Feb 2017
    Messaggi
    268
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    215 Post(s)
    Potenza rep
    3435978
    Un fondo di categoria conviene veramente rispetto al TFR in azieda? C'è possibilità di essere in trappola? Es capitale alto da non permettere il rimborso completo ma frazionato al 50% e il resto a integrazione della pensione?

    Il TFR se non sbaglio assicura un +1.5% più il 75% dell'inflazione. Vera anche la tassazione media del 25-30%, ma non ha alcun costo.
    Più facile chiedere un'anticipazione e senza costi (alcune aziende concedono anche più anticipazioni), certo c'è il rischio di fallimento che comporta ritardi..

    Vorrei capire meglio per fare la scelta giusta

Accedi