Sto cercando uno strumento semplice e senza rischi,che batta l'inflazione per 20 anni - Pagina 2
Tassi di interesse negativi ci dicono che il futuro vale più del presente in un mondo dove sovrabbonda il risparmio
Cosa si nasconde dietro questa grossa ondata di tassi d?interesse negativi? Da Francoforte  a Zurigo passando per Tokio, più di un terzo dei bond presenti sul mercato offrono ormai ritorni …
Calendario conti 3° trimestre 2019 Ftse Mib: apre Saipem, banche e FCA le più attese
Dopo un inizio poco fortunato, il mese di ottobre ha visto un forte rialzo dei mercati azionari internazionali. Gli indici USA sono tornati sui massimi storici, mentre quelli europei (Ftse …
Descalzi a tutto campo: Eni non sarà preda M&A, dividendo può salire
Eni è diventata la compagnia più efficiente tra le grandi con riserve proprie che sono state scoperte e non comprate, con costi per i nuovi barili molto bassi, a meno …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #11
    L'avatar di masoking
    Data Registrazione
    May 2005
    Messaggi
    1,007
    Mentioned
    15 Post(s)
    Quoted
    537 Post(s)
    Potenza rep
    29341307
    La penso come @GreedyTrader solo, rimanendo in tema 3D, ha ragione @mac
    Ma l'orizzonte temporale di 20 anni é una forzatura. Va detto: ho un'orizzonte annuale da qui a 20 anni.
    Sennò, un buon compromesso potrebbe essere un value averaging su BTP (scegliendone uno con duration a scalare dal decimo anno in poi) switchando da un conto deposito. Lo so che non é lazy ma é premiante statisticamente. Diluirebbe il rischio paese nel tempo anche se richiederebbe il sangue freddo di investire in fasi di panico. In 20 anni, se gli acquisti programmati non fossero tutti esauditi, rimarrebbe distribuito tra BTP e CD.
    Era giusto per complicare le idee

  2. #12
    L'avatar di mander
    Data Registrazione
    Feb 2015
    Messaggi
    12,126
    Mentioned
    479 Post(s)
    Quoted
    6089 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Battere l'inflazione in un paese che paga il debito pubblico più del doppio della inflazione osservata come il nostro è facilissimo,basta un fondo obbligazionario gov. m/l termine o una polizza a premi ricorrenti 20ennale.

    Il problema è: questo paese sarà ancora in condizione di pagare cifre folli per rinnovare un debito che si autoalimente come una malattia autoimmune, x altri 20 anni?

    Credo proprio di no vista la scarsa propensione dei governanti e dei governati a pensare long.

    Dati macroeconomici italiani - Wikipedia

  3. #13
    L'avatar di masoking
    Data Registrazione
    May 2005
    Messaggi
    1,007
    Mentioned
    15 Post(s)
    Quoted
    537 Post(s)
    Potenza rep
    29341307
    @mander non mi demoralizzare i neofolisti che poi si scoraggiano e non sottoscrivono più fondi pensione.
    Ci sarà sempre un TLtro 3...4...con cui le banche compreranno altri BTP...qualche patrimoniale...siamo tutti giapponesi...too big to fail...

  4. #14
    L'avatar di bow
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    535
    Mentioned
    14 Post(s)
    Quoted
    413 Post(s)
    Potenza rep
    27725966
    Citazione Originariamente Scritto da Scaffo1982 Visualizza Messaggio
    Buonasera a tutti, pochi mesi fa è nato mio figlio. Sto cercando uno strumento dove poter accantonare dei soldi a suo favore (anche vincolato) a bassissimo costo, che mi permetta semplicemente di battere l'inflazione.
    L'obiettivo è di fargli trovare questi soldi fra una ventina di anni, allo stesso valore reale di oggi.
    Cosa mi consigliate?
    Su quelle 'distanze' si muovono fondi pensione e anche prodotti assicurativi specifici (alcuni puoi 'intestarli' fin da subito ai bambini: UnipolSai Risparmio Giovane, Poste Da Grande, Axa FuturoDedicato), se vuoi il 'vincolo' e non punti ad ottimizzare i costi.

    In entrambi i casi paghi commissioni significativi (anche se alcuni fondi pensione, quarda i topic, es. SecondaPensione, Allianz ecc... ottimizzano molti costi).

    - Fondo Pensione: se sei del 1982 hai 37 anni, tra 20 anni ne avrai 57 e NON CREDO se sarai andato in pensione per riscattarlo (e poi una parte potresti essere costretto a trasformarlo in rendita). Sicuramente per allora potresti incassarne il 30% per qualsiasi motivo ed il 75% per acquistare casa e te o a tuo figlio. Il vantaggio enorme è che quello che ci versi, fino a 5170 euro l'anno, lo DEDUCI dalle tasse (ma poi sul riscatto per altri motivi le tasse le ripaghi... il bonus è solo se arrivi alla pensione). Questo, scegliendo una linea dinamica, a 20 anni direi che dovrebbe battere l'inflazione. Se il fondo pensione lo fai per te, puoi mettere il bambino beneficiario caso morte (o il suo tutore, esempio moglie). Se muori incassano il capitale (cosa che non avviene così per i contributi INPS).
    Se il fondo pensione lo fai al bambino finché è a carico tuo tu deduci i contributi, poi li deduce lui. E' un gran bel servizio arrivare a 20 anni con un fondo pensione già corposo: LUI potrà riscattarlo al 30% per quello che vuole, al 75% per farsi casa, continuare a versarci, trasferirlo su un altro fondo pensione, aggiungerci il TFR, usarlo quando LUI andrà in pensione, mettere beneficiario chi vuole etc...

    - Soluzioni Assicurative: parliamo di una spremuta di commissioni. Non credo battano l'inflazione. Lì il vantaggio è assicurativo: se muori spesso del capitale aggiuntivo che tu non potrai più dare a tuo figlio lo aggiunge l'assicurazione, è però uno strumento ibrido (con premi da pagare anche caso morte, che quindi se vivi poi non ti 'ritrovi') non molto vantaggioso se non per discorsi assicurativi e per la bellezza del pensiero (tutelare un figlio, non poter toccare le somme etc...). Come investimento mi sento di sconsigliarlo.

    Questo a livello di soluzioni vincolate 'dedicate'. A livello di investimento ne esistono 1000 più efficienti. Però usciamo dall'aver dedicato lo scopo, insomma se compri ETF devi avere la presenza di spirito di lasciarli là 20 anni (se esistono ancora tra 20 anni...) e non toccarli, e lì si apre tutto un discorso di finanza comportamentale e bisogna anche conoscere il profilo dell'investitore.

    Comunque già l'idea di investire, e di informarsi prima di farlo, anziché metterli su un libretto è un modo per battere l'inflazione.

    Ovvio che nessuno ti impedisce di miscelare più strumenti:

    Es.
    I 5000 euro che gli ha dato il nonno li metti su un ETF dinamico su un deposito titoli che ti prometti di non toccare per 20 anni (buona fortuna).
    Le paghette e la liquidità li metti su un libretto bambini con un minimo di tasso d'interesse.
    Con 50 euro al mese tuoi gli paghi un fondo pensione (è utile anche fargli guadagnare 'anzianità contributiva' con le attuali normative, non solo metterci grossi capitali) e te li porti in deduzione sul 730 a fine anno.
    Ultima modifica di bow; 04-05-19 alle 10:39

  5. #15

    Data Registrazione
    Oct 2001
    Messaggi
    17,756
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    21 Post(s)
    Potenza rep
    42949691
    .

  6. #16

    Data Registrazione
    Jun 2010
    Messaggi
    1,970
    Mentioned
    24 Post(s)
    Quoted
    420 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    impostandola così non è il miglior regalo che puoi fare a tuo figlio, a mio avviso.
    io prenderei un etf azionario globale (mercati sviluppati + emergenti) tramite pac e non ci pensi +.
    in questo modo ti proteggi dall'inflazione e hai un extra rendimento assicurato.
    se prendi strumenti legati all'inflazione a conti fatti vedrai che, nel migliore dei casi, non sarai completamente coperto neanche da quella.

  7. #17

    Data Registrazione
    Jul 2016
    Messaggi
    1,862
    Mentioned
    11 Post(s)
    Quoted
    1323 Post(s)
    Potenza rep
    11582446
    Citazione Originariamente Scritto da bow Visualizza Messaggio
    Su quelle 'distanze' si muovono fondi pensione e anche prodotti assicurativi specifici (alcuni puoi 'intestarli' fin da subito ai bambini: UnipolSai Risparmio Giovane, Poste Da Grande, Axa FuturoDedicato), se vuoi il 'vincolo' e non punti ad ottimizzare i costi.

    In entrambi i casi paghi commissioni significativi (anche se alcuni fondi pensione, quarda i topic, es. SecondaPensione, Allianz ecc... ottimizzano molti costi).

    - Fondo Pensione: se sei del 1982 hai 37 anni, tra 20 anni ne avrai 57 e NON CREDO se sarai andato in pensione per riscattarlo (e poi una parte potresti essere costretto a trasformarlo in rendita). Sicuramente per allora potresti incassarne il 30% per qualsiasi motivo ed il 75% per acquistare casa e te o a tuo figlio. Il vantaggio enorme è che quello che ci versi, fino a 5170 euro l'anno, lo DEDUCI dalle tasse (ma poi sul riscatto per altri motivi le tasse le ripaghi... il bonus è solo se arrivi alla pensione). Questo, scegliendo una linea dinamica, a 20 anni direi che dovrebbe battere l'inflazione. Se il fondo pensione lo fai per te, puoi mettere il bambino beneficiario caso morte (o il suo tutore, esempio moglie). Se muori incassano il capitale (cosa che non avviene così per i contributi INPS).
    Se il fondo pensione lo fai al bambino finché è a carico tuo tu deduci i contributi, poi li deduce lui. E' un gran bel servizio arrivare a 20 anni con un fondo pensione già corposo: LUI potrà riscattarlo al 30% per quello che vuole, al 75% per farsi casa, continuare a versarci, trasferirlo su un altro fondo pensione, aggiungerci il TFR, usarlo quando LUI andrà in pensione, mettere beneficiario chi vuole etc...

    - Soluzioni Assicurative: parliamo di una spremuta di commissioni. Non credo battano l'inflazione. Lì il vantaggio è assicurativo: se muori spesso del capitale aggiuntivo che tu non potrai più dare a tuo figlio lo aggiunge l'assicurazione, è però uno strumento ibrido (con premi da pagare anche caso morte, che quindi se vivi poi non ti 'ritrovi') non molto vantaggioso se non per discorsi assicurativi e per la bellezza del pensiero (tutelare un figlio, non poter toccare le somme etc...). Come investimento mi sento di sconsigliarlo.

    Questo a livello di soluzioni vincolate 'dedicate'. A livello di investimento ne esistono 1000 più efficienti. Però usciamo dall'aver dedicato lo scopo, insomma se compri ETF devi avere la presenza di spirito di lasciarli là 20 anni (se esistono ancora tra 20 anni...) e non toccarli, e lì si apre tutto un discorso di finanza comportamentale e bisogna anche conoscere il profilo dell'investitore.

    Comunque già l'idea di investire, e di informarsi prima di farlo, anziché metterli su un libretto è un modo per battere l'inflazione.

    Ovvio che nessuno ti impedisce di miscelare più strumenti:

    Es.
    I 5000 euro che gli ha dato il nonno li metti su un ETF dinamico su un deposito titoli che ti prometti di non toccare per 20 anni (buona fortuna).
    Le paghette e la liquidità li metti su un libretto bambini con un minimo di tasso d'interesse.
    Con 50 euro al mese tuoi gli paghi un fondo pensione (è utile anche fargli guadagnare 'anzianità contributiva' con le attuali normative, non solo metterci grossi capitali) e te li porti in deduzione sul 730 a fine anno.
    ok
    Ultima modifica di Elia2019; 04-05-19 alle 12:36

  8. #18
    L'avatar di mac
    Data Registrazione
    Jan 2001
    Messaggi
    5,567
    Mentioned
    27 Post(s)
    Quoted
    546 Post(s)
    Potenza rep
    42949691
    Citazione Originariamente Scritto da Seboz Visualizza Messaggio
    impostandola così non è il miglior regalo che puoi fare a tuo figlio, a mio avviso.
    io prenderei un etf azionario globale (mercati sviluppati + emergenti) tramite pac e non ci pensi +.
    in questo modo ti proteggi dall'inflazione e hai un extra rendimento assicurato.
    se prendi strumenti legati all'inflazione a conti fatti vedrai che, nel migliore dei casi, non sarai completamente coperto neanche da quella.
    La parolina che ho evidenziato è molto pericolosa e può portare il forumer fuori strada.
    Dove è la garanzia che l'ETF (strumento, per definizione, a capitale variabile) offra il rendimento dichiarato?

  9. #19

    Data Registrazione
    Jun 2016
    Messaggi
    4,808
    Mentioned
    28 Post(s)
    Quoted
    2498 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Citazione Originariamente Scritto da Seboz Visualizza Messaggio
    impostandola così non è il miglior regalo che puoi fare a tuo figlio, a mio avviso.
    io prenderei un etf azionario globale (mercati sviluppati + emergenti) tramite pac e non ci pensi +.
    in questo modo ti proteggi dall'inflazione e hai un extra rendimento assicurato.
    se prendi strumenti legati all'inflazione a conti fatti vedrai che, nel migliore dei casi, non sarai completamente coperto neanche da quella.
    Assicurato di rei di no, si tratta di un investimento a capitale variabile, si può dire che la statistica ci dice che nel lungo periodo un fondo azionario globale dovrebbe rendere piuttosto bene... ma non vi è certezza.

  10. #20

    Data Registrazione
    Jun 2010
    Messaggi
    1,970
    Mentioned
    24 Post(s)
    Quoted
    420 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da mac Visualizza Messaggio
    La parolina che ho evidenziato è molto pericolosa e può portare il forumer fuori strada.
    Dove è la garanzia che l'ETF (strumento, per definizione, a capitale variabile) offra il rendimento dichiarato?
    storicamente (ovvero da quando esiste) il mercato azionario ha sempre avuto rendimenti maggiori di quello obbligazionario.
    storicamente (ovvero da quando esiste) il mercato azionario ha sempre incrementato il proprio valore.
    gli archi temporali nei quali non è stato così sono stati solamente periodi di una certa durata (che il pac sicuramente permette di accorciare per la sua struttura).

    certamente può accadere che tra 20 anni l'investimento si trovi in un periodo di calo ed abbia un valore inferiore a quanto investito ma sarà solo questione di tempo (statisticamente 1-2 anni) per recuperare abbondantemente.
    credo che il figlio potrà aspettare.

Accedi