Cosa fa un ETF quando un titolo sale? Ovviamente lo compera ma... - Pagina 2
Fuga dal progetto Libra, buona o cattiva notizia per il Bitcoin?
Prima PayPal e poi a seguire a ruota Visa, Mastercard, eBay, Stripe, Mercado Pago e da ultimo Booking.com. Sta collezionando una defezione dietro l?altra il progetto Libra, la moneta virtuale …
Carrellata bilanci dal colossi di Wall Street: JP Morgan vince prima battaglia contro virata dovish Fed
Il margine di interesse netto di JP Morgan ce la fa, e cresce a dispetto della virata dovish della Federal Reserve: è in questo parametro (sigla NNI: net interest income) …
Umiliazione per l’ex star dei gestori: fine dei giochi per il fondo flagship di Neil Woodford
All'apice della sua storia, il fondo Woodford Equity Income Fund contava asset per un valore superiore a 10 miliardi di sterline. Ora vale appena 3,1 miliardi di sterline, e gli …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #11

    Data Registrazione
    Oct 2016
    Messaggi
    1,361
    Mentioned
    12 Post(s)
    Quoted
    1067 Post(s)
    Potenza rep
    42949675
    Per inciso: Solactive sta diventando Leader nella gestione di indici intelligenti. La scorsa settimana sono andato ad una convention dove c’era anche Vontobel che ha presentato i suoi Tracking Certificate basati appunto sugli indici di Solactive. Non sono propriamente economici ma hanno l’ineguagliabile vantaggio per noi italiani di essere tassati come le azioni quindi compensando il capital gain.
    Prodotti | Tracker Certificate | Vontobel Certificati e Covered Warrant
    Ultima modifica di gianni.mello; 26-02-19 alle 09:14

  2. #12
    L'avatar di consindip
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Messaggi
    4,529
    Mentioned
    38 Post(s)
    Quoted
    1197 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    l'articolo del Sole poco sopra aiuta solo a far confusione e a "giustificare" i fondi attivi, infatti arriva lo spottone nel finale...

    gli ETF smartbeta non riparano in alcun modo come viene ipotizzato, semmai dovrebbero funzionare meglio in date fasi di mercato rispetto ai classici e peggio in altre fasi, se sbagli il loro utilizzo rischi di fare danni maggiori

    il maggior TER è comunque ben poca cosa rispetto a quanto paga mediamente il mercato dei clienti nei fondi tradizionali, gpf e polizze unit

    il tono dell'articolo sembra far pensare che a muoversi su determinati ETF siano per lo più i clienti finali, in realtà il mercato degli ETF è dominato dagli istituzionali

    senza contare che non è detto che uno smartbeta venga considerato solo per far maggior rendimento, magari lo si inserisce in un portafoglio per ridurre la volatilità pur restando esposti ad un segmento azionario, sapendo che renderà di meno

  3. #13
    L'avatar di consindip
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Messaggi
    4,529
    Mentioned
    38 Post(s)
    Quoted
    1197 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    poi va anche considerato che le fees per le società di indici poco conosciute costano molto meno di quelle più note ed utilizzate, quindi se sono un emittente di ETF nuovo piuttosto che andare a fare le solite cose, mi conviene studiare una strategia smartbeta convincente e trovare qualcuno che mi calcoli l'indice senza farmi spendere una fortuna, potrò allora proporre un costo mediamente maggiore, giustificato dalla strategia, stando in piedi anche con masse poco elevate

    se poi la strategia è convincente e il mercato dimostra di apprezzarla, facilmente arriverà il grosso player a far qualcosa di simile a costi leggermente inferiori

  4. #14

    Data Registrazione
    Aug 2010
    Messaggi
    92
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    28 Post(s)
    Potenza rep
    5329330
    Citazione Originariamente Scritto da consindip Visualizza Messaggio
    ....

    senza contare che non è detto che uno smartbeta venga considerato solo per far maggior rendimento, magari lo si inserisce in un portafoglio per ridurre la volatilità pur restando esposti ad un segmento azionario, sapendo che renderà di meno
    esattamente quello che ho scelto per il mio portafoglio... MSCI World 50%smart e 50%dumb

  5. #15

    Data Registrazione
    Dec 2015
    Messaggi
    5,187
    Mentioned
    24 Post(s)
    Quoted
    2879 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da consindip Visualizza Messaggio
    il maggior TER è comunque ben poca cosa rispetto a quanto paga mediamente il mercato dei clienti nei fondi tradizionali, gpf e polizze unit
    Ma non trovi che paragonare solo dal costo 3 strumenti completamente differenti sul piano fiscale e legislativo sia una boiata pazzesca? È disinformazione allo stato puro

  6. #16
    L'avatar di consindip
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Messaggi
    4,529
    Mentioned
    38 Post(s)
    Quoted
    1197 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da BrawlerII Visualizza Messaggio
    Ma non trovi che paragonare solo dal costo 3 strumenti completamente differenti sul piano fiscale e legislativo sia una boiata pazzesca? È disinformazione allo stato puro
    stavolta mi sono accodato ad un discorso già aperto, in cui si sosteneva che gli ETF "smart-beta" sarebbero cari rispetto agli ETF tradizionali, per poi finire concludendo che i fondi attivi hanno i loro vantaggi

    ho utilizzato "mediamente" che significa "mediamente" che significa che la maggior parte degli investitori e la maggior parte delle proposte di investimento sono su prodotti mediamente più cari oltre che poco utili, diversamente perchè non ho mai incontrato in 30 anni un cliente che mi esibisse una polizza vita ben fatta e a lui veramente utile o una gpf ben fatta e a lui veramente utile?

    fondi attivi, gpf, e polizze vita ben fatti, relativamente poco cari e utili in determinati casi per determinati clienti esistono e difatti le tengo in considerazione ed è anche capitato di consigliarli, ma non è la generalità dell'offerta

    il thread parla di altro e il discorso è finito sui costi, tutto qui

  7. #17

    Data Registrazione
    Dec 2015
    Messaggi
    5,187
    Mentioned
    24 Post(s)
    Quoted
    2879 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da consindip Visualizza Messaggio
    stavolta mi sono accodato ad un discorso già aperto, in cui si sosteneva che gli ETF "smart-beta" sarebbero cari rispetto agli ETF tradizionali, per poi finire concludendo che i fondi attivi hanno i loro vantaggi

    ho utilizzato "mediamente" che significa "mediamente" che significa che la maggior parte degli investitori e la maggior parte delle proposte di investimento sono su prodotti mediamente più cari oltre che poco utili, diversamente perchè non ho mai incontrato in 30 anni un cliente che mi esibisse una polizza vita ben fatta e a lui veramente utile o una gpf ben fatta e a lui veramente utile?

    fondi attivi, gpf, e polizze vita ben fatti, relativamente poco cari e utili in determinati casi per determinati clienti esistono e difatti le tengo in considerazione ed è anche capitato di consigliarli, ma non è la generalità dell'offerta

    il thread parla di altro e il discorso è finito sui costi, tutto qui

  8. #18

    Data Registrazione
    Oct 2016
    Messaggi
    1,361
    Mentioned
    12 Post(s)
    Quoted
    1067 Post(s)
    Potenza rep
    42949675

    Effetto “bolla” sugli ETF? Lo dice anche Michael Burry

    There’s a Bubble in ETFs and Index Funds, ‘Big Short’ Investor Michael Burry Says
    By Andrea Riquier, MarketWatch
    Aug. 29, 2019 11:43 am ET
    Order Reprints
    Print Article

    Text size

    Michael Burry, former head of Scion Capital Group LLC. Photograph by Tony Avelar/Bloomberg
    Michael Burry, the doctor-turned-investor profiled in Michael Lewis’s book “The Big Short” for his call on the trouble lurking in mortgage-backed securities before the 2008 financial crisis, has a new big idea:

    “ The bubble in passive investing through ETFs and index funds as well as the trend to very large size among asset managers has orphaned smaller value-type securities globally. ”
    —Michael Burry, Bloomberg News
    Many market observers have for years expressed concern about the rush of money into passively managed funds, though few have gone so far as to call it a “bubble.” Academic research published in June shows that three index-fund managers together manage more than $1.8 trillion, and that they could control as much as one-third of all voting shares of S&P 500 companies in the coming years.

    Critics worry that such concentration of money in passive investments could amplify any market selloff, but ETF managers point to the big declines in December as proof that ETFs can withstand market shocks.

    Burry’s firm, Scion Asset Management, has disclosed big stakes in four small-cap companies, including GameStop (GME) and Tailored Brands (TLRD). GameStop’s “balance sheet is actually in very good shape,” Burry told Barron’s last week. “I believe they will have the cash flow to justify a much higher share price.”

    Burry has asked the managements of both companies to buy back shares, and told Bloomberg that he is taking an activist approach because he believes there needs to be a “critical mass of smaller value-seeking active managers like me.”

    This article originally appeared on MarketWatch.

  9. #19
    L'avatar di scoglio24
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    2,441
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    164 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Citazione Originariamente Scritto da Tassovariabile Visualizza Messaggio
    Perché l'ETF compera un titolo se il titolo sale? Se ce l'ha già in portafoglio ed il valore del titolo sale, la sua quota in portafoglio salirà anche questa, ed anche la sua percentuale sul totale di portafoglio, e quindi non avrà bisogno di comprarlo per ripetere l'indice.
    Mi pare un obiezione sensata...alla quale nessuno ha risposto.
    La vorrei riproporre: «perché l' ETF compera un titolo se il titolo sale? »

  10. #20

    Data Registrazione
    Mar 2019
    Messaggi
    501
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    292 Post(s)
    Potenza rep
    11460501
    perché gli ETF spesso hanno dei parametri da rispettare, tipo possono comprare titoli che hanno una certa capitalizzazione minima, quindi in questo caso un titolo che vale in teoria poco, ma che si trova con prezzi gonfiati, una volta superata una certa capitalizzazione ETF lo deve comprare. Al contrario può capitare che un buon titolo che scende per oscuro motivi sotto quel limite di capitalizzazione ETF lo deve vendere, quindi portarsi a casa la perdita e rinunciare pure al guadagno che avrà in seguito essendo un titolo con buoni fondamentali.

    questo vale magari soprattutto per ETF settoriali specifici dove ci sono startup titoli di medie dimensioni ecc...

Accedi