PAC su portafoglio pigro - Pagina 3
ETF a costi sempre più bassi, Vanguard alimenta la price war
Nuovo round della guerra dei costi sul fronte ETF.  A sferrare l’attacco è ancora una volta Vanguard, secondo maggiore emittente di ETF al mondo, che preme ulteriormente sull’acceleratore per implementare …
Bio-on: cade il ‘castello di carte’ di Astorri, quale futuro adesso?
Titoli di coda in arrivo per Bio-on, o meglio ?Bio-OFF? come ha scritto prontamente questa mattina il fondo Quintessential Capital Management (QCM) dopo gli sviluppi del caso sulla società di …
UBI Banca sposa ideale, Bper pronta a inserirsi con la benedizione di Unipol
Tra smentite e conferme, Ubi Banca appare la grande protagonista nel risiko bancario tutto made in Italy. Nelle scorse settimane difatti si è paventata più volte una fusione con Banco …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #21

    Data Registrazione
    Aug 2017
    Messaggi
    510
    Mentioned
    18 Post(s)
    Quoted
    321 Post(s)
    Potenza rep
    28765005
    Citazione Originariamente Scritto da nf232323 Visualizza Messaggio
    Ho capito. Quindi modifica il numero di quote in acquisto: gli ETF che avranno sovraperformato verranno acquistati in proporzione minore di quelli che avranno sottoperformato. Tu hai scelto questa impostazione?
    Sì, esattamente. Considera che su versamenti piccoli potrebbero essere necessari due o tre acquisti prima di arrivare alle percentuali desiderate.

    Io però non ho attivato questa funzionalità: ho deciso di non ribilanciare.

  2. #22

    Data Registrazione
    Aug 2017
    Messaggi
    510
    Mentioned
    18 Post(s)
    Quoted
    321 Post(s)
    Potenza rep
    28765005
    Citazione Originariamente Scritto da saxy76 Visualizza Messaggio
    seguo la discussione

    una domanda: perchè due etf sull'obbligazionario e non solo il primo (che dovrebbe comprendere anche l'eurozona ma non solo)?
    questo in ottica di semplificazione del portafoglio
    Per me la parte obbligazionario serve come parte solida e poco volatile. È per questo motivo che ho scelto obbligazioni governative ed a tutte le scadenze. Non mi interessa che facciano un grande guadagno, ma che siano più stabili rispetto all'azionario.
    In quest'ottica ho voluto sovrapesare un po' le obbligazioni in valuta euro per diminuire il rischio del cambio.

  3. #23

    Data Registrazione
    Aug 2017
    Messaggi
    510
    Mentioned
    18 Post(s)
    Quoted
    321 Post(s)
    Potenza rep
    28765005
    Citazione Originariamente Scritto da Trans77 Visualizza Messaggio
    Ottima strategia, soprattutto per neofiti e poco esperti - ma no solo. Solo una domanda: ha senso prendere uno strumento su Global Bond? E' formato per oltre il 25% da titoli che danno rendimento zero, ed espongono ad un ulteriore rischio cambio. Avrebbe senso esporsi unicamente sul dollaro, a seconda della propria propensione al rischio o unicamente su T-Notes o su debito emergente (sempre in dollari, ovviamente) o un mix di entrambi.
    Lo stesso ragionamento varrà tra 5 anni? E tra 10?
    La mia strategia è di coprire il più possibile (sia territorialmente che temporalmente). Nel caso delle obbligazione ho anche preferito espormi un po' di più sull'euro per ridurre il rischio cambio.

  4. #24

    Data Registrazione
    Jun 2016
    Messaggi
    4,808
    Mentioned
    28 Post(s)
    Quoted
    2498 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Pensavo ad un investimento di questo tipo: piuttosto che sbizzarrirsi fra fondi obbligazionari governativi, societari... e azionari paesi sviluppati e/o emergenti non è meglio prendere fondi bilanciati globali moderati in euro?

  5. #25

    Data Registrazione
    Aug 2017
    Messaggi
    510
    Mentioned
    18 Post(s)
    Quoted
    321 Post(s)
    Potenza rep
    28765005
    Citazione Originariamente Scritto da piccolowarren Visualizza Messaggio
    Pensavo ad un investimento di questo tipo: piuttosto che sbizzarrirsi fra fondi obbligazionari governativi, societari... e azionari paesi sviluppati e/o emergenti non è meglio prendere fondi bilanciati globali moderati in euro?
    Intendi qualcosa tipo il LU0397221945 Xtrackers Portfolio Total Return o dei fondi tradizionali?
    È qualcosa che ho considerato, ma alla fine ho scelto la soluzione fai-da-te per i minori costi e la possibilità di variare le percentuali autonomamente nel tempo.

  6. #26

    Data Registrazione
    Sep 2016
    Messaggi
    240
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    190 Post(s)
    Potenza rep
    1717991
    Citazione Originariamente Scritto da gargagnam Visualizza Messaggio
    Analogamente a quanto viene fatto nel thread sul portafoglio pigro "Portafoglio pigro, consistenza portafoglio e tranquillità." presento il mio Pac su portafoglio pigro, sperando che possa essere di interesse ed iniziare una discussione - mostrando come può andare nel tempo questa strategia.

    Come specificato anche in quel thread:


    Portafoglio obbiettivo:
    70% IE00B4L5Y983 SWDA iShares Core MSCI World
    10% IE00BKM4GZ66 EIMI iShares Core MSCI Emerging Markets IMI
    10% LU0908508731 XG7S Xtrackers Global Sovereign
    10% LU0290355717 XGLE Xtrackers Eurozone Government Bond

    L'idea di base è un Buy & hold 80/20. Sia per l'azionario che per l'obbligazionario l'idea era di avere la massima diversificazione, senza voler andare ad indovinare quali stati, regioni o settori possano fare meglio. Per gli obbligazionari ho voluto sovrapesare l'euro perché li considero la parte "stabile" del portafoglio e volevo diminuirne il rischio cambio.

    La durata prevista è di 20 - 30 anni. Raggiunta una somma consistente (o la pensione) inizierò a venderne delle percentuali a mo' di rendita.

    Scelta degli ETF
    Decisi gli indici ho scelto gli etf secondo le seguenti priorità
    1- Accumulo
    2- Replica fisica
    3- Costi bassi
    4- Dimensione del fondo

    Il PAC
    Investo ogni mese la stessa cifra (sostanzialmente quello che riesco a risparmiare) con Fineco Replay, all'inizio del mese. Non prevedo un ribilanciamento.
    Se col tempo dovessi diminuire o aumentare la mia capacità di risparmio, varierò la quota mensile.

    Le regole che mi sono dato
    1) Non cambiare strategia (indici, percentuali o etf) in corso d'opera.
    2) Ogni anno, ad una data precisa, valuterò gli ETF e la possibilità di sostituirli con altri replicanti lo stesso indice se dovessero comparirne di nuovi che soddisfano meglio le mie priorità (esempio: sto osservando il nuovo Lyxor Core MSCI World: quando arriverà la scadenza che mi sono dato deciderò se usarlo per sostituire il SWDA)
    Questa regola mi impedisce di agire d'impulso rimbalzando da un etf all'altro e dovrebbe garantirmi abbastanza tempo per vedere come si comporta un nuovo etf
    3) Ogni 5 anni rivedere le percentuali e/o aggiungere un ulteriore etf per incrementare la diversificazione. Ad esempio, avvicinandomi alla pensione vorrei aumentare la parte obbligazionaria, mentre se riesco a risparmiare di più valuterei l'inserimento di un etf su world small cap (ad oggi non l'ho inclusa per non alzare troppo le commissioni).

    Situazione attuale
    Ho iniziato il Pac a Gennaio e Febbraio con con due "maxi quote" perché avevo della liquidità da investire, da Marzo investo solo la quota prefissata.
    Oltre a questo portafoglio ho alcuni conti deposito (attualmente valgono circa la metà del portafoglio).

    % ISIN Ticker PMC Valore Variazione
    71,2% IE00B4L5Y983 SWDA 45,47 47,17 +3,73%
    9,6% IE00BKM4GZ66 EIMI 25,83 25,21 -2,40%
    9,6% LU0908508731 XG7S 224,18 227,4 +1,44%
    9,6% LU0290355717 XGLE 230,12 226,74 -1,47%
    100% Totale (al netto delle commissioni) +2,38%
    Una domanda banale: perché non programmare un PAC simile ma con acquisti ad ogni rintracciamento dai massimi precedenti. Mi spiego meglio ... con un esprimo sul MSCI WORLD. Questo ha fatto ultimo massimo nel gennaio 2018 con 2.213 ... il tuo etf nello stesso periodo ha chiuso a 47,73. perché non programmare un acquisto ogni - 10 % da massimo precedente? Credo si possa ottimizzare il PAC nel medio lungo periodo. Che cosa sbaglio/ non considero? Grazie a chi ci vorrà ragionare un po

  7. #27
    L'avatar di Felix_87
    Data Registrazione
    Sep 2016
    Messaggi
    1,464
    Mentioned
    9 Post(s)
    Quoted
    837 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Citazione Originariamente Scritto da senang Visualizza Messaggio
    Una domanda banale: perché non programmare un PAC simile ma con acquisti ad ogni rintracciamento dai massimi precedenti. Mi spiego meglio ... con un esprimo sul MSCI WORLD. Questo ha fatto ultimo massimo nel gennaio 2018 con 2.213 ... il tuo etf nello stesso periodo ha chiuso a 47,73. perché non programmare un acquisto ogni - 10 % da massimo precedente? Credo si possa ottimizzare il PAC nel medio lungo periodo. Che cosa sbaglio/ non considero? Grazie a chi ci vorrà ragionare un po
    Perché mentre aspetti che scende del -10% gli anni che non investi ti sarebbero fruttati "statisticamente" nel lungo periodo di più di quello che aspetteresti non investendo in forma sistematica.

  8. #28

    Data Registrazione
    Jan 2011
    Messaggi
    2,187
    Mentioned
    20 Post(s)
    Quoted
    1358 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da senang Visualizza Messaggio
    Una domanda banale: perché non programmare un PAC simile ma con acquisti ad ogni rintracciamento dai massimi precedenti. Mi spiego meglio ... con un esprimo sul MSCI WORLD. Questo ha fatto ultimo massimo nel gennaio 2018 con 2.213 ... il tuo etf nello stesso periodo ha chiuso a 47,73. perché non programmare un acquisto ogni - 10 % da massimo precedente? Credo si possa ottimizzare il PAC nel medio lungo periodo. Che cosa sbaglio/ non considero? Grazie a chi ci vorrà ragionare un po
    Temo che crolli del 10% si verifichino raramente e non a scadenze prefissate. Si resterebbe liquidi per molto tempo non facendolo fruttare poi in caso di aumento di valore...

  9. #29

    Data Registrazione
    Aug 2017
    Messaggi
    510
    Mentioned
    18 Post(s)
    Quoted
    321 Post(s)
    Potenza rep
    28765005
    Citazione Originariamente Scritto da senang Visualizza Messaggio
    Una domanda banale: perché non programmare un PAC simile ma con acquisti ad ogni rintracciamento dai massimi precedenti. Mi spiego meglio ... con un esprimo sul MSCI WORLD. Questo ha fatto ultimo massimo nel gennaio 2018 con 2.213 ... il tuo etf nello stesso periodo ha chiuso a 47,73. perché non programmare un acquisto ogni - 10 % da massimo precedente? Credo si possa ottimizzare il PAC nel medio lungo periodo. Che cosa sbaglio/ non considero? Grazie a chi ci vorrà ragionare un po
    Visto che ti hanno già risposto altri, aggiungo una riflessione sul modo di fare il PAC.

    Quello che ho scelto io è sostanzialmente Dollar cost averaging, ma mentre mi informavo per costruire questo portafoglio ho letto anche del "value averaging" che si potrebbe considerare vicino a quello che proponevi tu (almeno nello spirito).

    In pratica ti calcoli per ogni rata del pac il valore che ti aspetti debba avere il portafoglio e poi investi per raggiungere quel valore.

    Per esempio, prima rata da 100, il portafoglio ha valore 100. Seconda rata (in teoria da 100), quindi ti aspetti che porti il portafoglio a 200, ma nel frattempo è sceso a 70: tu investi 130 invece di 100 così che alla fine il portafoglio valga comunque 200. Terza rata (in teoria da 100) il portafoglio è salito a 220 tu investi solo 80 per portarlo comunque a 300.

    Con questo meccanismo sei portato ad investire di più quando il portafoglio scende e di meno quando sale. È stato visto con i backtest che questo meccanismo alla fine da una resa maggiore rispetto al semplice Dollar cost averaging (compro sempre la stessa quantità).

    Io alla fine ho deciso per il Dollar cost averaging per tre motivi:
    1- è quello che prevede Fineco Replay
    2- semplicità (non devo calcolarmi quanto devo investire)
    3- la mia capacità di risparmio è più o meno stabile e non so se quando dovrò investire di più di quello previsto avrò a disposizione sufficiente liquidità.

  10. #30
    L'avatar di Felix_87
    Data Registrazione
    Sep 2016
    Messaggi
    1,464
    Mentioned
    9 Post(s)
    Quoted
    837 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Citazione Originariamente Scritto da gargagnam Visualizza Messaggio
    Visto che ti hanno già risposto altri, aggiungo una riflessione sul modo di fare il PAC.

    Quello che ho scelto io è sostanzialmente Dollar cost averaging, ma mentre mi informavo per costruire questo portafoglio ho letto anche del "value averaging" che si potrebbe considerare vicino a quello che proponevi tu (almeno nello spirito).

    In pratica ti calcoli per ogni rata del pac il valore che ti aspetti debba avere il portafoglio e poi investi per raggiungere quel valore.

    Per esempio, prima rata da 100, il portafoglio ha valore 100. Seconda rata (in teoria da 100), quindi ti aspetti che porti il portafoglio a 200, ma nel frattempo è sceso a 70: tu investi 130 invece di 100 così che alla fine il portafoglio valga comunque 200. Terza rata (in teoria da 100) il portafoglio è salito a 220 tu investi solo 80 per portarlo comunque a 300.

    Con questo meccanismo sei portato ad investire di più quando il portafoglio scende e di meno quando sale. È stato visto con i backtest che questo meccanismo alla fine da una resa maggiore rispetto al semplice Dollar cost averaging (compro sempre la stessa quantità).

    Io alla fine ho deciso per il Dollar cost averaging per tre motivi:
    1- è quello che prevede Fineco Replay
    2- semplicità (non devo calcolarmi quanto devo investire)
    3- la mia capacità di risparmio è più o meno stabile e non so se quando dovrò investire di più di quello previsto avrò a disposizione sufficiente liquidità.

    potresti postare i backtest che hai fatto? grazie

Accedi