Certificates: nuovo campo dei miracoli? - Pagina 4
Conti correnti: risparmi monstre ‘tradendo’ la propria banca, costi zero da sei conti online
All’inizio di ogni anno, in cima alla lista dei buoni propositi c’è quasi sempre l’intento di tagliare le spese superflue. Nella giungla di costi fissi che ogni anno rischiano di …
Analisi stagionalità non lascia dubbi: concentrarsi su Piazza Affari grave errore. Nasdaq e S&P 500 rulli compressori
Riprendiamo l?analisi recentemente pubblicata sulla stagionalità degli indici europei per analizzare quella degli indici USA (S&P 500 e Nasdaq 100) e tirare le fila del discorso. Il risultato dell?analisi dell?Ufficio …
Tesoretto spread: Bankitalia quantifica l’effetto del calo di 100 pb
Pil in crescita dello 0,9% quest’anno, dello 0,9% nel 2021 e in lieve e ulteriore accelerazione nel 2022 all'1,1 per cento. Così La Banca d'Italia nel suo ultimo Bollettino in …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #31
    L'avatar di cassettone
    Data Registrazione
    Dec 2004
    Messaggi
    47,876
    Blog Entries
    3
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    3868 Post(s)
    Potenza rep
    42949688
    C'è anche il rischio che l'emittente del certificate fallisca, ma ormai si rischia anche con le obbligazioni di Stato, quindi ormai è un'opzione da considerare ma non fondamentale.

  2. #32
    L'avatar di bow
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    775
    Mentioned
    30 Post(s)
    Quoted
    624 Post(s)
    Potenza rep
    41534256
    Citazione Originariamente Scritto da Blacksmith. Visualizza Messaggio
    Cosa sono i certificati | Acepi

    Gli investment certificates sono derivati cartolarizzati negoziabili come un titolo azionario. L’acquisto di un certificato corrisponde all'investimento in opzioni finanziarie, che possono essere sia di acquisto che di vendita. Le opzioni presenti all’interno dei certificati possono essere standard, cosiddette “plain vanilla”, oppure “esotiche”, cioè caratterizzate dalla presenza di alcune clausole particolari.

    Certificati: ma perche? | AdviseOnly Blog

    Perché un risparmiatore dovrebbe investire nei certificates? L'esistenza dei certificati è enigmatica come i mohai dell’isola di Pasqua. Per quel che mi riguarda, li annovero tra i grandi misteri dell’universo finanziario. I certificati sono derivati cartolarizzati. Sapete che cos'è un'opzione a barriera? Sì? Davvero? Sapete dirmi come funziona? Siete sicuri di volere investire in prodotti strutturati imbottiti di derivati dei quali capite quanto di teoria delle stringhe?

    Quando viene emesso, il prezzo del certificato è 100. Quel 100 include anche il costo della componente derivata, prezzata da chi ha strutturato il prodotto. Spesso è difficile dare un prezzo a questa componente. Per un risparmiatore senza dottorato in finanza è impossibile. Così, se incidentalmente gonfia tale valutazione – tanto quasi nessuno ci capisce nulla – ci guadagna chi vende il prodotto. E chi ci perde? Su, chi indovina partecipa all'estrazione di una bottiglia d’annata di spuma al ginger.

    Quanti gestori di fondi comuni avete sentito dire che utilizzano in modo importante i certificates? Avete mai sentito dire a Waren Buffett che lui investe tramite certificates? Oppure che li raccomanda? Notizie di certificati da parte di George Soros? E i fondi sovrani, i fondi pensione, quanti certificati utilizzano?
    👏👏👏👏
    Non sono sottoscrittore di certificati, quindi parlo con poca esperienza

    Da quello che ho visto e so sono prodotti complessi, ma nascondono strutture ancora più complesse. Gli attuari che fanno i conti lì dentro possono generare facilmente guadagno spostando l'asticella rischio/rendimento a sfavore del sottoscrittore (fornitore di cash) che ha la percezione di qualcosa di prevedibile (dopotutto tre banche devono rimanere entro il 65% ecche ce vole?), ma incrementando una variabile la complessità aumenta esponenzialmente. Quindi io non so usarli per farci strategie.

    C'è da dire che il risparmiatore, anche con 10 milioni di euro, non deve prendere ispirazione da Soros o Buffet, quello che possono fare loro è molto di più: sedere nei consigli d'amministrazione, fare private equity, operazioni finanziarie/industriali, influenzare mercati meno liquidi, fare accordi con la politica e le società di asset management... al risparmiatore certe volte rimangono (anche) i certificati.

    Premesso che alcune versioni (come i tracker certificate) mi sembrano molto interessanti e meno astruse.
    Per il resto un risparmiatore può valutare secondo me di usarli sapendo che:
    - lo strumento è inefficiente, un prezzo, non sai quale, lo stai 'pagando'
    - hai un portafoglio a distribuzione (per quello a cedole) e hai usato tanti ETF e simili e non sai che farci con le vecchie Minus accantonate
    - li metti in quella proporzione del portafoglio flessibile/decorrelata/alternativa che fa da "guazza". Direi che il 10% in un portafoglio è più che abbastanza a prescindere dal rischio, e deve andare ad occupare quella parte "flessibile" che tende a decorrelati un po' dai mercati (magari ti trovi a -20% su tutto ma con il certificato supercazzuloso a +15 e lo rimborsi per mediare a ribasso sul mercato...), sezione che io consiglio sempre di contenere entro il 20% in tutto (tra fondi flessibili, certificati, collezioni di francobolli, short, varie ed eventuali).
    - hai un profilo evoluto/esperto e non ti butti

    IMHO

  3. #33
    L'avatar di Richard Fuld
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Messaggi
    2,948
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    4 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    o si e' in grado di prezzare la volatilità' del sottostante oppure e' meglio lasciar perdere

  4. #34
    L'avatar di Metallica79
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Messaggi
    2,685
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    872 Post(s)
    Potenza rep
    26947955
    Citazione Originariamente Scritto da Blacksmith. Visualizza Messaggio
    Quanti gestori di fondi comuni avete sentito dire che utilizzano in modo importante i certificates? Avete mai sentito dire a Waren Buffett che lui investe tramite certificates? Oppure che li raccomanda? Notizie di certificati da parte di George Soros? E i fondi sovrani, i fondi pensione, quanti certificati utilizzano?
    Verissimo ma da un punto di vista fiscale per recupero minus sui fondi o etf gli unici strumenti che compensano fondi o etf sono obbligazioni o azioni o certificati.

Accedi