Investire a 25 anni vivendo all'estero
Schianto del Dogecoin durante il SNL, ecco cosa ha detto Musk sulla cripto meme
Dopo aver toccato picchi record nell’attesa dell’apparizione di Elon Musk al Saturday Night Live (SNL), la celebre cripto meme è precipitata repentinamente nel corso del programma comico andato in onda …
Dogecoin senza freni, stasera il SNL. Elon Musk prima invita alla cautela, poi nuovo tweet con Shiba Inu scatena i cripto trader
E’ a dir poco frenetica l’attesa tra i trader di Dogecoin in vista dell’apparizione di stasera di Elon Musk al “Saturday Night Live”. Il numero uno di Tesla non ha …
La crisi dei chip tocca tutti, semiconduttori nuovo petrolio? Prospettive del settore e società più interessanti
La carenza globale di chip durerà un altro paio di anni secondo il CEO di Intel Pat Gelsinger che nel corso di un’intervista al Wall Street Journal ha previsto un …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1

    Data Registrazione
    Apr 2016
    Messaggi
    100
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    40 Post(s)
    Potenza rep
    273415

    Investire a 25 anni vivendo all'estero

    ciao a tutti!
    dunque, in breve, ho quasi 25 anni, al momento sto studiando per un master in Spagna, l'anno accademico prossimo mi aspetta un periodo di studio in America; verosimilmente quindi nel giro di 1/1,5 anni comincerò a lavorare, spero di riuscire a fermarmi in USA ma è piuttosto improbabile. In ogni caso non sarà in Italia, ma il dove è incerto.
    Al momento (fortunatamente) i miei possono mantenere le mie spese, e riesco a risparmiare sempre qualcosa di quello che mi danno.

    I miei averi ammontano a poco più di 30k, per ora divisi tra fondi ING Direct, conto deposito e conto corrente: vorrei iniziare a gestirli in maniera migliore.

    Il mio problema è che non ho la più pallida idea di cosa mi aspetta in futuro (che stipendio potrei avere, quali spese...)

    Voi come vi comportereste?

    La mia idea era di cominciare ad investire gran parte di ciò che ho con il metodo discusso qui The Trinity Portfolio - Faber in ottica di lungo periodo

    Mi sto perdendo qualche pezzo del puzzle?

  2. #2
    L'avatar di twentysense
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Messaggi
    5,460
    Mentioned
    19 Post(s)
    Quoted
    1589 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da pasto23 Visualizza Messaggio
    Mi sto perdendo qualche pezzo del puzzle?
    Sicuramente un pezzo importante è conoscere ciò che comprerai: nel thread che hai linkato (l'ho scorso rapidamente), si parla di azioni, obbligazioni, etf... conosci questi strumenti? Sai come funzionano?

    Se la risposta è "no", prima di comprare consiglio di imparare

  3. #3

    Data Registrazione
    Apr 2016
    Messaggi
    100
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    40 Post(s)
    Potenza rep
    273415
    grazie per il commento @twentysense: dunque premesso che sicuramente non sono un esperto, ritengo di avere le conoscenze di base per sapere di cosa stiamo parlando.

    Leggo questo forum ormai da diverso tempo, studio nel tempo libero, sto prendendo un certificato dalla Rice University in Investment & Portfolio Management; oltre a ciò la triennale l'ho fatta in Business Administration, il master ora è in Accounting & Financial Managament. Dunque, c'è sicuramente tantissimo ancora da imparare, ma suppongo di possedere le basi.

    Il thread in questione, per la cronaca, l'ho aperto io, ed il portafoglio simulato che viene linkato anche

  4. #4
    L'avatar di Sa10
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    4,566
    Mentioned
    35 Post(s)
    Quoted
    2047 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    bhe parlando un pò cosi, diciamo in modo "largo" e non nello specifico di titoli acquisto vendita, quanti e quali strumenti ecc ecc, se per il momento hai molti dubbi sul futuro legati a dove lavorerai, che lavoro farai, quanto guadagnerai ecc ecc, andare ad investire tutti e 30k io onestamente non lo farei. Sicuramente una parte di questi ti potrebbero servire per acquistare voli per gli spostamenti, affittare casa, mangiare, muoversi con mezzi pubblici ecc ecc, quindi magari per adesso in attesa di avere un pò le idee + chiare li metterei (magari non tutti ma un buon 70%) in un CD remunerato con magari anche una carta bancomat tipo Rendimax.
    Il restante 30% se proprio vuoi iniziare ad investire in borsa, ma hai anche poco tempo da dedicargli e/o nel frattempo che prendi le lauree e inizi a lavorare avendo un redditto fisso tuo, puoi valutare moneyfarm.

  5. #5
    L'avatar di twentysense
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Messaggi
    5,460
    Mentioned
    19 Post(s)
    Quoted
    1589 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da pasto23 Visualizza Messaggio
    grazie per il commento @twentysense: dunque premesso che sicuramente non sono un esperto, ritengo di avere le conoscenze di base per sapere di cosa stiamo parlando.

    Leggo questo forum ormai da diverso tempo, studio nel tempo libero, sto prendendo un certificato dalla Rice University in Investment & Portfolio Management; oltre a ciò la triennale l'ho fatta in Business Administration, il master ora è in Accounting & Financial Managament. Dunque, c'è sicuramente tantissimo ancora da imparare, ma suppongo di possedere le basi.

    Il thread in questione, per la cronaca, l'ho aperto io, ed il portafoglio simulato che viene linkato anche
    Ah, va beh, allora parti già bene

  6. #6

    Data Registrazione
    Apr 2016
    Messaggi
    100
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    40 Post(s)
    Potenza rep
    273415
    @Sa10 si era esattamente su questo fronte che volevo buttare la conversazione. Perchè suggerisci MoneyFarm per quella percentuale da cominciare ad investire in Borsa?

    @gianni.mello questo è anche un fattore da considerare: ma quindi il tuo consiglio quale sarebbe?

  7. #7
    L'avatar di Sa10
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    4,566
    Mentioned
    35 Post(s)
    Quoted
    2047 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da pasto23 Visualizza Messaggio
    @Sa10 ........Perchè suggerisci MoneyFarm per quella percentuale da cominciare ad investire in Borsa?
    Ti consiglio MF per 2 semplici motivi :
    1) i costi bassi del servizio all'in , consulenza + deposito titoli + operazioni di acquisto vendita etf + creazione ptf.
    2)Da quello che dici e studi, hai le nozioni "teoriche", seguendo loro e confrontandoti con i loro consulenti (sempre disponibili e preparati) puoi formarti e un giorno decidere di andare "da solo".

    Per quanto riguarda le percentuali, ovviamente le mie erano solo indicazioni, per quelle l'unico che sà quali sono quelle giuste sei tu. A prescindere dalla percentuale che eventualmente sceglierai, ti consiglio di farlo in PAC.

  8. #8

    Data Registrazione
    Dec 2009
    Messaggi
    1,291
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    11 Post(s)
    Potenza rep
    23098061
    Citazione Originariamente Scritto da Sa10 Visualizza Messaggio
    Ti consiglio MF per 2 semplici motivi :
    1) i costi bassi del servizio all'in , consulenza + deposito titoli + operazioni di acquisto vendita etf + creazione ptf.
    2)Da quello che dici e studi, hai le nozioni "teoriche", seguendo loro e confrontandoti con i loro consulenti (sempre disponibili e preparati) puoi formarti e un giorno decidere di andare "da solo".

    Per quanto riguarda le percentuali, ovviamente le mie erano solo indicazioni, per quelle l'unico che sà quali sono quelle giuste sei tu. A prescindere dalla percentuale che eventualmente sceglierai, ti consiglio di farlo in PAC.
    Sarebbe ottimo moneyfarm anche in un ottica di piano accumulo... Ma se ben ricordo (almeno sino ad un anno fa e a maggior ragione oggi) un residente estero non puo' aprire un conto moneyfarm.

  9. #9
    L'avatar di Incassaforte-Andrea
    Data Registrazione
    Jan 2017
    Messaggi
    466
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    309 Post(s)
    Potenza rep
    17952438
    Ciao,
    mi permetto di dare un consiglio abbastanza definitivo in quanto ho vissuto all'estero 14 dei 15 anni della mia carriera, tra Francia e USA (sono rientrato da un anno), quindi ho un po' d'esperienza.
    Tieni presente che quando vivi nel paese X, vale sempre la pena investire da X.
    Ti crei solo un ammasso di paperwork, casini, tasse aggiuntive ecc se tieni investimenti fuori dal tuo paese di residenza.
    Se fossi al posto tuo lascerei tutto in un CD per ora, poi appena ti sposti inizia ad investire nel modo più efficiente.
    Per dire in USA hanno i 401k, che sono conti 100% detassati, in cui investire per la vecchiaia.
    In Francia ci sono i PEA che pure sono detassati eccetera.

    Insomma: non avere fretta, se te ne vai a breve

  10. #10
    L'avatar di smw85
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    1,976
    Mentioned
    64 Post(s)
    Quoted
    906 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Ciao ti dico la mia lavorando da 5 anni all'estero.
    I redditi da lavoro dipendente che genero li ricevo sul conto estero, li bonifico sui conti che ho in Italia e investo dall'Italia. Ho optato per mantenere la residenza in Italia per diversi motivi fiscali e amministrativi. Inoltre è molto più semplice se poi ci si deve spostare in un altro Paese. Tieni un pò il piede in due scarpe, sei più flessibile e non ti infogni con tante procedure inutili. In generale dipende da come è strutturata la tua situazione patrimoniale però, sinceramente, non mi porrei tutti questi problemi visto che non ancora lavori. Al momento fossi in te lascerei tutto in Italia, rischi di fare tante carte e cartacce per nulla. Il "come " li vuoi investire poi è un altro discorso e devi sceglierlo tu in base alle tue esigenze e programmi futuri.

Accedi