Seeking α Investing Strategy - Pagina 3
Posizioni nette corte: Bio-on sale al quarto posto dei più shortati, dentro Italgas
Dall?aggiornamento di oggi di Consob sulle posizioni nette corte (PNC) si apprende che il titolo più shortato a Piazza Affari è UBI Banca con 7 posizioni short aperte per una …
Carige è salva: svanisce l’incubo liquidazione grazie a passo indietro di Malacalza
Alla fine Malacalza Investimenti ha disertato l'assemblea dei soci di Banca Carige permettendo che il piano di rafforzamento patrimoniale non incontrasse ostacoli. L'assemblea degli azionisti di Carige ha infatti approvato …
Enel flirta con i massimi storici ed è coro di Buy tra gli analisti. Da lunedì sarà nell’Euro Stoxx 50
Enel inarrestabile a Piazza Affari con il titolo che ha toccato oggi i nuovi massimi pluriennali, avvicinando ulteriormente i massimo storici che risalgono al lontano 2000 poco sopra il muro …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

Rispondi alla Discussione

  1. #21
    L'avatar di Blacksmith.
    Data Registrazione
    Apr 2016
    Messaggi
    4,265
    Mentioned
    47 Post(s)
    Quoted
    2562 Post(s)
    Potenza rep
    0

    Protective Asset Allocation

    A Global Lookout To Quantify And Mitigate Risk For Crash Protection | Seeking Alpha

    Il tradizionale modello di Global Tactical Asset Allocation di Mebane Faber, che investe nei tre asset che hanno più margine rispetto alla loro media a 12 mesi e nei bond breve termine se nessun asset mostra margine positivo, ha volatilità (14%) e drawdown (30%) che potrebbero essere giudicati non sopportabili da molti investitori.

    Il tempo speso a recuperare i drawdown (underwater) è del 60% e il più lungo periodo di recupero è addirittura di 4 anni. Nel 12% degli anni si sperimentano rendimenti negativi e nel 6% degli anni le perdite superano il 5%.

    La Protective Asset Allocation si pone il limite del 5% per gli anni con rendimenti negativi e dell' 1% per gli anni con perdite superiori al 5%. Gli asset di base sono SPY, QQQ, EFA, EEM, GLD, GSG, IYR, UUP, HYG, LQD.
    Protective Asset Allocation (PAA): A Simple Momentum-Based Alternative for Term Deposits by Wouter J. Keller, Jan Willem Keuning :: SSRN

    Viene evidenziato che nel modello tradizionale i bond a breve termine vengono impiegati solo nel 4% del tempo, perché c'è quasi sempre qualche asset con del margine rispetto alla sua media 12 mesi.

    Per fornire maggior protezione, viene incrementata la componente obbligazionaria di base in portafoglio. La versione più risk-averse di Protective Momentum investe in una percentuale del 20% di bond a medio termine per ogni asset della lista che si trova sotto la sua media 12 mesi.

    Al costo di un punto percentuale di rendimento medio annuo in meno rispetto al modello tradizionale, si ottiene di avere il 97% degli anni in positivo e l' 1% di anni con perdite superiori al 5%, portando il periodo massimo di recupero ad un anno.

    Attualmente la PAA è al 100% sui bond a medio termine (IEF).


  2. #22
    L'avatar di XRegio-VetH
    Data Registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    730
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    163 Post(s)
    Potenza rep
    32761157
    Citazione Originariamente Scritto da Blacksmith. Visualizza Messaggio
    A Global Lookout To Quantify And Mitigate Risk For Crash Protection | Seeking Alpha

    Il tradizionale modello di Global Tactical Asset Allocation di Mebane Faber, che investe nei tre asset che hanno più margine rispetto alla loro media a 12 mesi e nei bond breve termine se nessun asset mostra margine positivo, ha volatilità (14%) e drawdown (30%) che potrebbero essere giudicati non sopportabili da molti investitori.

    Il tempo speso a recuperare i drawdown (underwater) è del 60% e il più lungo periodo di recupero è addirittura di 4 anni. Nel 12% degli anni si sperimentano rendimenti negativi e nel 6% degli anni le perdite superano il 5%.

    La Protective Asset Allocation si pone il limite del 5% per gli anni con rendimenti negativi e dell' 1% per gli anni con perdite superiori al 5%. Gli asset di base sono SPY, QQQ, EFA, EEM, GLD, GSG, IYR, UUP, HYG, LQD.
    Protective Asset Allocation (PAA): A Simple Momentum-Based Alternative for Term Deposits by Wouter J. Keller, Jan Willem Keuning :: SSRN

    Viene evidenziato che nel modello tradizionale i bond a breve termine vengono impiegati solo nel 4% del tempo, perché c'è quasi sempre qualche asset con del margine rispetto alla sua media 12 mesi.

    Per fornire maggior protezione, viene incrementata la componente obbligazionaria di base in portafoglio. La versione più risk-averse di Protective Momentum investe in una percentuale del 20% di bond a medio termine per ogni asset della lista che si trova sotto la sua media 12 mesi.

    Al costo di un punto percentuale di rendimento medio annuo in meno rispetto al modello tradizionale, si ottiene di avere il 97% degli anni in positivo e l' 1% di anni con perdite superiori al 5%, portando il periodo massimo di recupero ad un anno.

    Attualmente la PAA è al 100% sui bond a medio termine (IEF).

    Disclaimer: Non sono un pro.

    Li ho studiati a lungo questi sistemi di tipo Global Rotational. Vado a memoria.
    Ho notato che funzionano (?) solo con gli asset evidenziati, cioè SPY, EFA EEM ecc ecc, tutto in $.
    Se si cerca di trasportare il principio usando strumenti "equivalenti" in euro, cade il palco. Purtroppo.
    In più una bella differenza la fa di solito la tassazione: in USA è consigliato usare conti IRA, che consentono di pagare le tasse 1 volta l'anno, e non dopo ogni singola transazione come nell'amministrato italiano.

    My 1 (dented) cent.

  3. #23
    L'avatar di Blacksmith.
    Data Registrazione
    Apr 2016
    Messaggi
    4,265
    Mentioned
    47 Post(s)
    Quoted
    2562 Post(s)
    Potenza rep
    0

    Difference Between Value Stocks And Growth Stocks

    Difference Between Value Stocks And Growth Stocks | Seeking Alpha

    Agli analisti piace dividere le azioni fra value e growth.

    Le aziende sono valutate dal mercato in base alle attese future; ma l'eccessivo ottimismo può renderle sopravvalutate e l'eccessivo pessimismo può renderle sottovalutate. Gli investitori diventano eccessivamente fiduciosi sul futuro delle azioni growth ed eccessivamente spaventati dal futuro delle azioni value, comportandosi come un gregge (herd behavior).

    Imitare il comportamento degli altri è un tratto distintivo dell'evoluzione, ma negli investimenti fa più male che bene. L'istinto primordiale di non essere lasciati indietro spinge a comprare quando i prezzi salgono e a vendere quando i prezzi scendono. Fino al punto che alcuni investitori possono giudicare eccessivamente basso il prezzo delle azioni value ed eccessivamente alto quello delle azioni growth.

  4. #24
    L'avatar di Blacksmith.
    Data Registrazione
    Apr 2016
    Messaggi
    4,265
    Mentioned
    47 Post(s)
    Quoted
    2562 Post(s)
    Potenza rep
    0

    Buy And Hold Can Be Risky, Too

    Buy And Hold Can Be Risky, Too | Seeking Alpha

    Investire in azioni con un'ottica di lungo periodo può essere attraente. La storia insegna che ignorare le oscillazioni di breve periodo, mantenendo un orizzonte di 10 o 20 anni, consente di far bene; e a volte anche di più.

    Il buy & hold porta però con sé la sua dose di azzardo. Qual è il rischio che il prossimo decennio possa essere fra quelli terribili? La statistica storica del 10% di lost decades continuerà ad essere valida?

    La sfida è quella di conservare la speranza quando i rendimenti azionari sono disastrosi. Per affrontarla, si può trovare conforto in un consulente, che offra il suo contributo psicologico nei momenti difficili. Oppure si può integrare (o sostituire?) la strategia buy & hold con asset allocation più tattiche.

  5. #25
    L'avatar di plum
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Messaggi
    6,171
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    29 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da Blacksmith. Visualizza Messaggio
    Buy And Hold Can Be Risky, Too | Seeking Alpha

    Investire in azioni con un'ottica di lungo periodo può essere attraente. La storia insegna che ignorare le oscillazioni di breve periodo, mantenendo un orizzonte di 10 o 20 anni, consente di far bene; e a volte anche di più.

    Il buy & hold porta però con sé la sua dose di azzardo. Qual è il rischio che il prossimo decennio possa essere fra quelli terribili? La statistica storica del 10% di lost decades continuerà ad essere valida?
    Questo lo si sa solamente dopo, quando il decennio è passato.

    La sfida è quella di conservare la speranza quando i rendimenti azionari sono disastrosi. Per affrontarla, si può trovare conforto in un consulente, che offra il suo contributo psicologico nei momenti difficili. Oppure si può integrare (o sostituire?) la strategia buy & hold con asset allocation più tattiche.
    Se sei a mercato e non vuoi lasciarci dei soldi sei nella posizione che devi rimanerci.
    Invece di un consulente che consola se proprio ho momenti cosi accentuati di incubi notturni vado da un analista che forse è più preparato.
    Se un consulente ti porta a una situazione tale dove sei esposto cosi tanto su mercati volatili è un consulente da strapazzo (presenti esclusi)!

    Integrare più che sostituire la strategia buy & hold con asset allocation più tattiche è un buon compromesso, ma anche qui siamo umani e l’errore è sempre in agguato e decidere quale sia la strategia vincente non ti viene in automatico, hai bisogno di informazioni che come abbiamo visto possono essere manovrate. La variabile è quella che fa la differenza.

  6. #26
    L'avatar di plum
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Messaggi
    6,171
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    29 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da Blacksmith. Visualizza Messaggio
    Difference Between Value Stocks And Growth Stocks | Seeking Alpha

    Agli analisti piace dividere le azioni fra value e growth.

    Le aziende sono valutate dal mercato in base alle attese future; ma l'eccessivo ottimismo può renderle sopravvalutate e l'eccessivo pessimismo può renderle sottovalutate. Gli investitori diventano eccessivamente fiduciosi sul futuro delle azioni growth ed eccessivamente spaventati dal futuro delle azioni value, comportandosi come un gregge (herd behavior).

    Imitare il comportamento degli altri è un tratto distintivo dell'evoluzione, ma negli investimenti fa più male che bene. L'istinto primordiale di non essere lasciati indietro spinge a comprare quando i prezzi salgono e a vendere quando i prezzi scendono. Fino al punto che alcuni investitori possono giudicare eccessivamente basso il prezzo delle azioni value ed eccessivamente alto quello delle azioni growth.
    Come sempre la verità sta nel mezzo: Su cosa conviene investire

    Il giudizio del mercato relativamente alle prospettive di crescita delle diverse società non deve essere interpretato nel senso di una maggiore appetibilità dei titoli le cui aspettative di crescita siano maggiormente positive, ma piuttosto la distinzione value-growth può essere utilizzata per realizzare una più efficace diversificazione del proprio portafoglio. La correlazione tra le due tipologie di titoli infatti va riducendosi nel tempo e ciò significa che l’andamento negativo, supponiamo, dei titoli growth potrà con buona probabilità essere compensato dalle migliori performance della categoria value: i periodi di sovraperformance dei titoli growth si alternano cioè ai periodi di sovraperformance dei titoli value. Esempio evidente di tale situazione è quanto accaduto negli ultimi anni: se è vero che nella seconda parte degli anni ‘90 -e fino alla prima parte dello scorso anno- i titoli growth hanno performato meglio dei value, è altrettanto vero che chi si fosse contemporaneamente messo al riparo dalla maggiore volatilità della prima tipologia di titoli investendo parte del proprio portafoglio in titoli value, avrebbe evitato rischi inutili e capogiri da ribasso dei mercati . Il Portfolio ai Raggi X nella sezione My Portfolio mostra lo stile di investimento del proprio portafoglio -value, growth e blend- e la percentuale del proprio portafoglio investita in large, mid e small capo. - See more at:

    http://www.morningstar.it/it/news/70....nhszjq6N.dpuf

    Investire in azioni: meglio le Value o le Growth? | AdviseOnly Blog

  7. #27
    L'avatar di davide978
    Data Registrazione
    Jan 2015
    Messaggi
    1,289
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    15 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da Blacksmith. Visualizza Messaggio
    Buy And Hold Can Be Risky, Too | Seeking Alpha

    Investire in azioni con un'ottica di lungo periodo può essere attraente. La storia insegna che ignorare le oscillazioni di breve periodo, mantenendo un orizzonte di 10 o 20 anni, consente di far bene; e a volte anche di più.

    Il buy & hold porta però con sé la sua dose di azzardo. Qual è il rischio che il prossimo decennio possa essere fra quelli terribili? La statistica storica del 10% di lost decades continuerà ad essere valida?

    La sfida è quella di conservare la speranza quando i rendimenti azionari sono disastrosi. Per affrontarla, si può trovare conforto in un consulente, che offra il suo contributo psicologico nei momenti difficili. Oppure si può integrare (o sostituire?) la strategia buy & hold con asset allocation più tattiche.
    L'articolo considera un investimento 100% azionario sul solo SP500. Più che un rischio legato al Buy&Hold a me pare un azzardo di scarsa differenziazione. Una quota di obbligazioni sicure ti consente di controllare il rischio e limitare le perdite in maniera piuttosto semplice. Tanto per dire, un 50 azioni 50 obbligazioni non ha mai avuto "lost decades":



    http://awealthofcommonsense.com/2014...ond-portfolio/
    Ultima modifica di davide978; 10-05-16 alle 15:04

  8. #28
    L'avatar di Blacksmith.
    Data Registrazione
    Apr 2016
    Messaggi
    4,265
    Mentioned
    47 Post(s)
    Quoted
    2562 Post(s)
    Potenza rep
    0

    All bets are off

    Politics Cranks Up The Volume On Volatility | Seeking Alpha

    Le reazioni che il mercato potrebbe avere per un'eventuale Brexit o per il prosieguo della campagna presidenziale USA destano qualche preoccupazione. Ad esempio, un'avanzata di Hillary Clinton potrebbe provocare un sell-off nel settore healthcare; un'insistenza di Trump sulla rinegoziazione del debito potrebbe innervosire i mercati.

    Gli investitori farebbero bene a scegliere tatticamente i settori e gli asset che possano garantire sufficiente protezione.

  9. #29
    L'avatar di plum
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Messaggi
    6,171
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    29 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da Blacksmith. Visualizza Messaggio
    Politics Cranks Up The Volume On Volatility | Seeking Alpha

    Le reazioni che il mercato potrebbe avere per un'eventuale Brexit o per il prosieguo della campagna presidenziale USA destano qualche preoccupazione. Ad esempio, un'avanzata di Hillary Clinton potrebbe provocare un sell-off nel settore healthcare; un'insistenza di Trump sulla rinegoziazione del debito potrebbe innervosire i mercati.

    Gli investitori farebbero bene a scegliere tatticamente i settori e gli asset che possano garantire sufficiente protezione.
    Da qualche parte ho letto che il mercato americano non si cura molto di chi va come nuovo Presidente le aziende se devono fare utili li fanno sia con uno che con l’altro.

    Blacksmith tu che idea ti fai repubblicano o democratico? Abbiamo una terza opzione? quali settori potrebbero avvantaggiarsi con uno o l’altro.

  10. #30
    L'avatar di Blacksmith.
    Data Registrazione
    Apr 2016
    Messaggi
    4,265
    Mentioned
    47 Post(s)
    Quoted
    2562 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da plum Visualizza Messaggio
    che idea ti fai repubblicano o democratico?
    Dagli USA ci dicono che alle convention estive ci saranno sorprese per entrambi i partiti.

Accedi