Fondo Fonte - fondo pensione complementare per i dipendenti da aziende del terziario - Pagina 2
BTP Italia tornerà a far breccia tra le famiglie? Emissione al via tra tante certezze e qualche incognita
Tutto pronto per il Btp Italia. Il collocamento della quindicesima emissione del titolo di stato indicizzato all?inflazione (FOI meno tabacchi) dedicato ai piccoli risparmiatori italiani avrà luogo dal 21 al …
Tassi di interesse negativi ci dicono che il futuro vale più del presente in un mondo dove sovrabbonda il risparmio
Cosa si nasconde dietro questa grossa ondata di tassi d?interesse negativi? Da Francoforte  a Zurigo passando per Tokio, più di un terzo dei bond presenti sul mercato offrono ormai ritorni …
Calendario conti 3° trimestre 2019 Ftse Mib: apre Saipem, banche e FCA le più attese
Dopo un inizio poco fortunato, il mese di ottobre ha visto un forte rialzo dei mercati azionari internazionali. Gli indici USA sono tornati sui massimi storici, mentre quelli europei (Ftse …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #11
    L'avatar di john.player
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Messaggi
    13,858
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    439 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Ah, non dimentichiamo che nella rinegoziazione dei contratti delle linee garantite, praticamente TUTTE stanno perdendo la garanzia di rivalutazione pari al TFR, ma conservano solo quella del capitale versato, proprio perchè per chiunque è troppo oneroso garantire simili prestazioni.

  2. #12
    L'avatar di john.player
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Messaggi
    13,858
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    439 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da mingus Visualizza Messaggio
    I sindacati non sono certo esenti da difetti ma potrebbe giovarti ricordare ogni tanto che si tratta di organizzazioni no-profit.
    ROTFL.

    Certo che sono no profit: nessuno sa a quanto ammontino i versamenti dello stato e dei partiti verso le confederazioni. E no profit non vuol necessariamente dire fare gli interessi del lavoratore, ma spartirsi sempre più poltrone: non a caso nei fondi pensione ne lavorano un sacco.

    Poi lasciamo perdere che IO un sindacato che difende dei lavoratori come i ladri di bagagli di Malpensa fino al reintegro degli stessi NON VOGLIO che difenda anche me, perchè io con quelli non voglio avere nulla a che fare.
    "Dalla parte dei lavoratori": si come no. Infatti i colleghi degli esimi ladri di cui sopra, chissà come sono stati contenti di far la figura dei cretini. Si vedono dei colleghi ladri reintegrati: chi non ha mai rubato nulla in quella storia ha fatto la parte del cre**ni.

  3. #13

    Data Registrazione
    Mar 2000
    Messaggi
    1,199
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    616 Post(s)
    Potenza rep
    42090775
    Citazione Originariamente Scritto da john.player

    Ti esponi a rischio finanziario senza essere particolarmente remunerato dallo stesso: infatti a lato di queste motivazioni ci sono quelle sui rendimenti passati: sui 10 anni siamo a livelli di performances di depositi in euro a 3 mesi, basta farsi un giro su morningstar...

    La complementare conviene a chi manca poco ad andare in pensione, con redditi alti e che può dedurre molto ed incassare cash.
    Il giorno del pensionamento fa un giro tra le compagnie per la conversione in rendita del capitale e trova condizioni uguali se non migliorative rispetto ai negoziali.

    In pratica è un giochino per vecchi, e non aiuta i giovani che ne avrebbero più bisogno.
    Non avevo visto la seconda parte...
    Fon.te versione bilanciato ha reso da 10 anni a questa parte il 3% annuo che non è molto ma meglio di quasi tutti i fondi comuni (vedi le performances rilevate da Plus24) paragonabili, con una volatilità del fondo estremamente bassa. Il versamento supplementare dell'azienda, il quale si capitalizza a sua volta, potrebbe valere un altro mezzo punto, per cui il TFR è stato fino ad oggi facilmente superato.
    Per la conversione in rendita del capitale, sarei piuttosto stupito di trovare sul mercato condizioni migliorative rispetto ad un fondo che può contare su di un bacino di aderenti assai vasto. Insomma, mi pare poco probabile..

  4. #14
    L'avatar di john.player
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Messaggi
    13,858
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    439 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da mingus Visualizza Messaggio
    Non avevo visto la seconda parte...
    Fon.te versione bilanciato ha reso da 10 anni a questa parte il 3% annuo che non è molto ma meglio di quasi tutti i fondi comuni (vedi le performances rilevate da Plus24) paragonabili, con una volatilità del fondo estremamente bassa. Il versamento supplementare dell'azienda, il quale si capitalizza a sua volta, potrebbe valere un altro mezzo punto, per cui il TFR è stato fino ad oggi facilmente superato.
    Mal comune mezzo gaudio?? Fa peggio del benchmark costantemente sia quando il mercato sale che quando scende, in comune con i suoi competitor: in base a quale principio dovrei affidare i miei soldi ad una gestione finanziaria così mediocre senza poterne mai tornare in possesso e senza poter dire MAI, "cavolo ho sbagliato"??

    Per il contributo dell'azienda?? Il contributo dell'azienda è sensibile quando il maturato è basso, ma quando hai un maturato alto, l'1,55% dell'azienda è una goccia nell'oceano, non confondiamo 1% sul maturato con l'1,55% sulla retribuzione!!.
    Con 25000E di RAL e un TFR maturato di 70000E, cosa fanno 387,5E di contributo aziendale se il fondo ti fa un -5%? Il Primo anno copre alla grandissima, fino ai 15/20 anni di contributi idem, ma poi?? Poi conta la rendita finanziaria, che, ripeto, è assolutamente mediocre per non dire di peggio ed ormai lo storico è abbastanza lungo per esprimere giudizi sensati.
    L'EuroMTS 1-3 fa meglio con minor volatilità.

    Il TFR ha reso di più. E non dimentichiamoci i periodi "bui" di sett.09, nov.11.
    Certo se le cose van meglio puoi avere un maturato leggermente superiore (virtuale, dato che ne puoi incassare il 50%... altra assurdità), quando van male peggiore.

    Facilmente superato?? Certo, nominalmente (e ci sarebbe da verificare caso per caso).
    In ogni caso prova a farti dare cash il 100% al pensionamento "se ta se bùn"!

    Per le rendite, le condizioni al momento stipulate dai fondi di categoria non sono PER NULLA migliorative rispetto a quelle di mercato.
    Non hanno nemmeno il blocco dei coefficienti, che sarebbe stata una GRANDISSIMA cosa, che molti piani assicurativi prevedono.
    Ultima modifica di john.player; 06-11-12 alle 14:48

  5. #15
    L'avatar di john.player
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Messaggi
    13,858
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    439 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    L'allegato si commenta da solo??

    Un'altra cosa: qualcuno mi spiega perchè NON C'E' una linea garantita che sia una che sia una gestione separata di ramo I o V con capitalizzazione annua degli interessi e rendimento minimo garantito?!?

    E ancora: perchè le linee bilanciate (80/20 - 60/40 - 40/60) non vengono fatte semplicemente con due ETF passivi sugli indici garantando costi ancora più bassi, meno poltrone, meno succhiasoldi e risultati in linea con il mercato (nè meglio ma soprattutto non peggio!)??

    Perchè non si può decidere di andarsene??

    Troppe domande senza risposta... e soprattutto troppe questioni che lasciano dubbi sulla trasparenza della gestione degli FPN e della scelta.

    Emblematici nel caso l'andamento del Fonchim Moneta (poi chiuso per la vergogna!!!) e del Cometa Sicurezza nel 2011, infarcito di BTP fino al collo.
    Immagini Allegate Immagini Allegate Fondo Fonte - fondo pensione complementare per i dipendenti da aziende del terziario-fpn.jpg 

  6. #16

    Data Registrazione
    Jan 2003
    Messaggi
    2,036
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    220 Post(s)
    Potenza rep
    42949689
    Citazione Originariamente Scritto da john.player Visualizza Messaggio
    Ha fatto una scelta emotiva principalmente e basta, attratto dall'1,55% dell'impresa. "Non mi fido dell'INPS" è una parola grossa: il fonte è in mano a finanza, assicurazione e sindacati.

    L'1,55% dell'azienda è pari ad un incremento del Tfr di ca il 21%, se ti pare poco.....
    Il Fonte è in mano a gestori professionisti, (scelti periodicamente dal Fondo dove sono presenti rappresentanti dei datori di lavoro e dei sindacati) che possono anche diversificare all'estero tutto il portafoglio, se preferisci avere tutto in Italia o tutto garantito dall'Inps sei libero di farlo.
    Da quando sono nati i fondi negoziali, considerando il contributo del datore di lavoro la scelta migliore è stata questa.

    Ci sono state delle eccezioni, ma Fonte non è tra queste.

  7. #17

    Data Registrazione
    Jan 2003
    Messaggi
    2,036
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    220 Post(s)
    Potenza rep
    42949689
    Citazione Originariamente Scritto da john.player Visualizza Messaggio
    L'allegato si commenta da solo??

    Perchè non si può decidere di andarsene??

    Troppe domande senza risposta... e soprattutto troppe questioni che lasciano dubbi sulla trasparenza della gestione degli FPN e della scelta.

    L'allegato si commenterà da solo, ma forse se inserisci dati per comprenderlo è meglio!

    Perchè non si può decidere di andarsene? Qui mi trovi d'accordo, se ci fosse la possibilità di rivedere nel tempo l'adesione di certo il mercato decollerebbe.

    In quanto a trasparenza i fondi negoziali non sono secondi a nessuno, (confrontati con prodotti del risparmio gestito si intende).

  8. #18
    L'avatar di roscano
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Messaggi
    1,872
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Citazione Originariamente Scritto da bancale Visualizza Messaggio
    L'allegato si commenterà da solo, ma forse se inserisci dati per comprenderlo è meglio!

    Perchè non si può decidere di andarsene? Qui mi trovi d'accordo, se ci fosse la possibilità di rivedere nel tempo l'adesione di certo il mercato decollerebbe.

    In quanto a trasparenza i fondi negoziali non sono secondi a nessuno, (confrontati con prodotti del risparmio gestito si intende).
    il fondo pensione..per l'appunto è un fondo pensione e lo scopo è garantire un'integrazione alla pensione, se si fosse liberi di riprendersi soldi sempre e comunque verrebbe meno il fine ultimo e verrebbero meno anche le agevolazioni fiscali che non sono solamente la deducibilità fiscale!!

    nessuno vieta comunque di cambiare fondo (e non solo comparto) se si ritiene che la scelta iniziale non sia corretta, ovvio che se non vi sono accordi aziendali viene meno il contributo datoriale

  9. #19
    L'avatar di john.player
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Messaggi
    13,858
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    439 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da bancale Visualizza Messaggio
    L'1,55% dell'azienda è pari ad un incremento del Tfr di ca il 21%, se ti pare poco.....
    Il Fonte è in mano a gestori professionisti, (scelti periodicamente dal Fondo dove sono presenti rappresentanti dei datori di lavoro e dei sindacati) che possono anche diversificare all'estero tutto il portafoglio, se preferisci avere tutto in Italia o tutto garantito dall'Inps sei libero di farlo.
    Da quando sono nati i fondi negoziali, considerando il contributo del datore di lavoro la scelta migliore è stata questa.
    Ci sono state delle eccezioni, ma Fonte non è tra queste.
    Appunto che l'1,55% versato non è poco, ma è un piccolo tesoretto, che avrebbero dovuto rispettare maggiormente e darlo in mano a chi, più responsabilmente l'avrebbe gestito. A conti fatti con il 22% di capitale in più, avrebbero dovuto avere un montante superiore almeno del 26% a quello del TFR dopo 10 anni e non ce l'hanno.

    Con il TFR "ho tutto in Italia"?? Perchè scusa, casa tua dov'è? Dove lavori? Dove cresceranno i tuoi figli??

    Aggiungo: secondo te l'INPS fallirà?? E se anche fallisse, secondo te con il misero 5% scarso che ci fai con la complementare di copertura del reddito tra 40 anni, cosa te ne fai della "diversificazione" del TFR?? Ci mangi con 3000E di rendita annua?!?!

    Adesso va bene la diversificazione, ma entro certi limiti e se ha senso.
    Quanto è "effettivo" ****diversificare**** il 5% del trattamento pensionistico, quando il 20% di quel 5% è comunque in italia ed un altro 40% in europa (2%) (e la diversificazione totale scende al 2%).

    Provate a vedere la diversificazione di uno statunitense qual'è...

  10. #20

    Data Registrazione
    Mar 2000
    Messaggi
    1,199
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    616 Post(s)
    Potenza rep
    42090775
    Citazione Originariamente Scritto da john.player
    Mal comune mezzo gaudio?? Fa peggio del benchmark costantemente sia quando il mercato sale che quando scende, in comune con i suoi competitor: in base a quale principio dovrei affidare i miei soldi ad una gestione finanziaria così mediocre senza poterne mai tornare in possesso e senza poter dire MAI, "cavolo ho sbagliato"??

    Per il contributo dell'azienda?? Il contributo dell'azienda è sensibile quando il maturato è basso, ma quando hai un maturato alto, l'1,55% dell'azienda è una goccia nell'oceano, non confondiamo 1% sul maturato con l'1,55% sulla retribuzione!!.
    Con 25000E di RAL e un TFR maturato di 70000E, cosa fanno 387,5E di contributo aziendale se il fondo ti fa un -5%? Il Primo anno copre alla grandissima, fino ai 15/20 anni di contributi idem, ma poi?? Poi conta la rendita finanziaria, che, ripeto, è assolutamente mediocre per non dire di peggio ed ormai lo storico è abbastanza lungo per esprimere giudizi sensati.
    L'EuroMTS 1-3 fa meglio con minor volatilità.

    Il TFR ha reso di più. E non dimentichiamoci i periodi "bui" di sett.09, nov.11.
    Certo se le cose van meglio puoi avere un maturato leggermente superiore (virtuale, dato che ne puoi incassare il 50%... altra assurdità), quando van male peggiore.

    Facilmente superato?? Certo, nominalmente (e ci sarebbe da verificare caso per caso).
    In ogni caso prova a farti dare cash il 100% al pensionamento "se ta se bùn"!

    Per le rendite, le condizioni al momento stipulate dai fondi di categoria non sono PER NULLA migliorative rispetto a quelle di mercato.
    Non hanno nemmeno il blocco dei coefficienti, che sarebbe stata una GRANDISSIMA cosa, che molti piani assicurativi prevedono.
    Forse non mi sono spiegato bene…
    1 – Hai ragione: i Fp hanno un benchmark interno cui non riescono a tenere il passo ma..
    2- il benchmark VERO di questi fondi è il TFR e non altri..(e solo a qualche commentatore raffinato può interessare se il fp X ha fatto meglio o peggio p. es. del MSCI World o del ML Governement Index).

    3 – la gestione finanziaria di alcuni fondi che seguo parla chiaro in qualunque arco temporale (e senza il contributo dell’azienda). Fonchim Stabilità Vs TFR 162 a 151 dal 1998; Fon.te Bil Vs TFR 138 a 135 dal 2002; Cometa monoc. poi Reddito 147 pari; Fopen Bil/Obbl. Vs TFR 150 a 131 dal 2003. Non c’è da fare salti di gioia sia ben chiaro, ma lamentarsi mi sembra fuori luogo.

    4- Ripeto: se io sono un fondo con 100mila iscritti , logica vuole che mi aspetti per i miei associati un trattamento un filo migliore per la rendita rispetto al singolo signor Rossi. O nelle assicurazioni il mondo va alla rovescia?

    5 – Bloccare il coefficiente di conversione a decenni dal pensionamento è una sciocchezza bella e buona resa possibile (se mai lo è per alcune compagnie) da un mercato delle rendite che in Italia è poca cosa. Quando e se i numeri saranno significativi, non credo che le assicurazioni vogliano suicidarsi con tali promesse. Anche qui vale la domanda di prima: nelle assicurazioni il mondo continua ad andare alla rovescia?

    6 – Per fortuna, l’adesione a forme pensionistiche complementari non è obbligatoria.

Accedi