ETF - Exchange Traded Fund - The Ultimate Summary - Pagina 6
Il QE Infinity toglie già il sonno alla Lagarde (con i Bund acquistabili che finiranno presto)
Monta l?incertezza degli investitori nei confronti delle banche centrali e della loro capacità di influenzare la crescita globale. Un numero sempre maggiore di osservatori è convinto che i tagli dei …
Ftse Mib tocca nuovi massimi aspettando l’ultima di Draghi, record per Poste
Piazza Affari strappare il segno più in chiusura (+0,04% a 22.487 punti il Ftse Mib) segnando il livello di chiusura più alto del 2019. Nell?intraday il massimo risale al 17 …
Non solo BTP Italia, l’amore degli italiani verso i bond nei numeri record di Mot ed ExtraMot. Cresce l’impronta green
Durante l?evento annuale dedicato al Fixed Income sono stati presentati i trend di crescita e le principali novità dei mercati obbligazionari di Borsa Italiana. Parliamo dei mercati MOT, ExtraMOT ed …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #51

    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    29
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    0
    questo lo so. però è anche possibile che il gestore incarichi una banca di promuovere le quote dell'ETF che ha istituito al pubblico, no?
    comunque su un articolo di Plus 24 ho letto che per i fondi attivi la parte delle commissioni di gestione retrocesse al collocatore arriva anche fino all'80%. Possiamo dire lo stesso per i fondi passivi?

  2. #52

    Data Registrazione
    Dec 2006
    Messaggi
    2,790
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    2 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da mancinopuro Visualizza Messaggio
    questo lo so. però è anche possibile che il gestore incarichi una banca di promuovere le quote dell'ETF che ha istituito al pubblico, no?
    Se qualcuno conosce una banca che promuove gli ETF me lo faccia sapere, per favore


    Citazione Originariamente Scritto da mancinopuro Visualizza Messaggio
    comunque su un articolo di Plus 24 ho letto che per i fondi attivi la parte delle commissioni di gestione retrocesse al collocatore arriva anche fino all'80%. Possiamo dire lo stesso per i fondi passivi?
    Non lo so. Lasciamo rispondere a qualche promotore.... ma di fondi di investimento ad indicizzazione passiva non è che ce ne siano molti.

  3. #53

    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    29
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da bodyhammer Visualizza Messaggio
    I prezzi degli ETF non seguono simultaneamente il Nav. Se il prezzo di mercato di un fondo è superiore al suo Nav, si dice che è negoziato a premio, il che è un bene per chi vende e un male per chi compra. Viceversa, quando il prezzo è inferiore al Nav, l’ETF è negoziato a sconto. Gli ETF sono generalmente trattati a prezzi molto vicini al Nav, perché l’insorgere di un premio o sconto genera un’opportunità di arbitraggio per i market maker, i quali possono creare e riscattare liberamente le quote di un ETF, scambiando un predeterminato insieme di titoli o altri collaterali in con nuove quote. Essi possono negoziare l’ETF al valore netto di fine della giornata. Se il prezzo di mercato si allontana eccessivamente dal Nav, i market maker otterranno profitto dalla differenza tra il prezzo di mercato del fondo e il prezzo aggregato del sottostante. Per esempio, se i titoli che compongono un certo indice valgono 100 per ogni quota e le quote sono scambiate a 101, il market maker può consegnare il paniere al provider di ETF in cambio di nuove quote e di conseguenza venderle poi sul mercato, realizzando un piccolo profitto. Siccome i market maker competono per ottenere un rapido guadagno a basso rischio, sconti e premi hanno tempi contenuti.

    Gli investitori non possano fare molto per gestire la nascita di premi e sconti rispetto al Nav sul mercato degli ETF. Però, le discrepanze tendono a essere lievi, grazie al lavoro di arbitraggio svolto dai market maker; perciò non rappresentano un grosso problema per gli investitori di lungo termine. L’investitore può, tuttavia, controllare la differenza tra prezzi ed iNav. Anche se gran parte delle società di gestione non rendono disponibile gratuitamente l’iNav, è possibile guardare le quotazioni denaro-lettera, che riflettono la stima del fair value. Se le quotazioni bid e ask divergono di soli pochi centesimi di euro, il valore intermedio dà una buona approssimazione dell' iNav.
    nn mi è chiara una cosa: ma l'arbitraggio operato da i market maker avviene quando vi è un disalineamento tra prezzo di mercato dell'ETF e NAV di fine giornata oppure tra prezzo di mercato e iNAV? secondo me è tra prezzo e iNAV!!!

  4. #54

    Data Registrazione
    Dec 2006
    Messaggi
    2,790
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    2 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da mancinopuro Visualizza Messaggio
    nn mi è chiara una cosa: ma l'arbitraggio operato da i market maker avviene quando vi è un disalineamento tra prezzo di mercato dell'ETF e NAV di fine giornata oppure tra prezzo di mercato e iNAV? secondo me è tra prezzo e iNAV!!!
    La seconda che hai detto .... dando per scontato che il MM faccia il suo dovere fino in fondo

    Altrimenti sarebbe impossibile il trading intraday.

    Ciao

  5. #55

    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    29
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    0
    quindi è come dico io!!!
    un'altra cosa: leggo ke la tassazione dei fondi di diritto italiano è sconveniente rispetto agli ETF quotati in Italia (ke attualmente sono di diritto estero) xkè i fondi italiani tassano sul maturato mentre gli ETF sul realizzato.
    ma in fin dei conti l'imposta pagata nn è la stessa?
    ad es. se acquisto oggi una quota di un fondo comune e chiedo il rimborso tra 3 giorni e sapendo ke il rendimento giornaliero è di 4€ alla fine avrò ottenuto un rendimento di 12 su cui pago il 12,5% di imposta spalmata però su 3 giorni.
    pagherò cioè giornalmente 4x12,5%. sull'ETF invece 12x12,5%. il risultato alla fine non cambia.

    se i fondi comuni italiani tassano sul maturato vuol dire ke il NAV della quota è già al netto dell'imposta?

    grazie in anticipo x la tua risposta ke spero mi chiarisca, come ha fatto finora, tutti i miei dubbi!!!

  6. #56

    Data Registrazione
    Dec 2006
    Messaggi
    2,790
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    2 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Parere puramente personale.... la tassazione nel caso specifico non mi pare la discriminante principale quando si discute di etf e fondo di investimento, comunque la tassazione dei fondi italiani cambia...


    Sulla tassazione fondi....
    tassazione fondo comune di investimento

    novità....

    RISPARMIO GESTITO - Novità fiscali dal Milleproroghe
    NOVITA

    Ci sono poi altri temi da considerare se si vuole cercare il pelo nell'uovo.... ma vedi il post finale #25

    Dubbio -> ENORME <- sulla tassazione ETF/fondi comuni


    Ciao

  7. #57

    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    29
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    0
    body hammer però il mio quesito era chiaro!!! voelevo solo sapere perchè sui libri leggo che la tassazione dei fondi italiani è penalizzante rispetto a quella dei fondi esteri!!! e sinceramente non ho trovato la risposta!!!

  8. #58

    Data Registrazione
    Dec 2006
    Messaggi
    2,790
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    2 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da mancinopuro Visualizza Messaggio
    body hammer però il mio quesito era chiaro!!! voelevo solo sapere perchè sui libri leggo che la tassazione dei fondi italiani è penalizzante rispetto a quella dei fondi esteri!!! e sinceramente non ho trovato la risposta!!!
    Dai link che ti ho allegato, puoi vedere come dal 01.07 la tassazione dei fondi italiani cambia, pertanto.... i fondi italiani verranno tassati allo stesso modo dei fondi europei armonizzati.

    "L’equiparazione del trattamento fiscale dei fondi italiani a quello degli omologhi prodotti comunitari, consente peraltro di evitare distorsioni nell’applicazione del c.d. “passaporto europeo”, la cui introduzione è prevista dalla direttiva 2009/65/CE del 13 luglio 2009 (direttiva UCITS IV) e che gli Stati membri dovranno recepire a livello nazionale entro il 1° luglio 2011."

  9. #59

    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    29
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    0
    si ho notato. ma x gli intermediari autorizzati alla sottoscrizione/rimborso delle quote di ETF la tassazione come avviene? che casino questi ETF!!!

  10. #60

    Data Registrazione
    Dec 2006
    Messaggi
    2,790
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    2 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da mancinopuro Visualizza Messaggio
    si ho notato. ma x gli intermediari autorizzati alla sottoscrizione/rimborso delle quote di ETF la tassazione come avviene? che casino questi ETF!!!
    se vuoi chiarimenti in merito alla tassazione applicata all'investitore finale nei primi post ci sono tutte le info... dipende se sei in regime amministrato o dichiarativo e se l'etf è armonizzato oppure no

Accedi