Parere per Asset Allocation portafoglio tranquillo
Re dollaro e la sua debolezza: per Credit Suisse è l’inizio di un lungo bear market
Ancora una seduta all’insegna della debolezza per il dollaro. Questa mattina il Dollar Index, che misura il valore del dollaro statunitense in relazione a un paniere di valute straniere, si …
Dazi: Trump conferma tariffe sui prodotti Ue. Graziata l’Italia, colpite Francia e Germania
Italia graziata dall'amministrazione Trump sulle tariffe. Niente nuovi dazi Usa sui prodotti agroalimentari Made in Italy rispetto all’ipotesi iniziale di estendere gli aumenti tariffari anche a vino, olio e pasta. …
Piazza Affari in altalena, bene i bancari guidati da Banco Bpm. Oggi nuovo test asta Btp
Piazza Affari prova a schivare le vendite, ma prevale la caurela in una giornata partita in moderato ribasso in tutta Europa. Dopo i recenti rialzi, a Milano la seduta è …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1

    Data Registrazione
    Dec 2007
    Messaggi
    1,148
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    1 Post(s)
    Potenza rep
    42949685

    Parere per Asset Allocation portafoglio tranquillo

    Ciao, stavo preparando un portafoglio tranquillo per un parente.
    Il soggetto non ha bisogno di utilizzare queste somme e non vuole impazzire comprando e vendendo obbligazioni o fondi ogni 2x3.

    L’idea è quindi quella di un fargli un portafoglio Buy&Hold con ribilanciamenti annuali in modo che non debba preoccuparsi di acquisti/vendite.
    La percentuale di azionario è stata decisa pari al 25%, dal momento che oltre non vuole andare.

    La mia idea sarebbe di pesare poi su Europa/estero sulla base del PIL come criterio (o di equipesare) per scollegare il bilanciamento dalle capitalizzazioni di mercato (perché se no si rischia di dover incrementare a portafoglio qualcosa che è in piena bolla, se ci si basa sulla capitalizzazione).
    Seguendo questo concetto verrebbe qualcosa del genere.
    • Titoli di stato 20% (di cui 40% europei, 40% USA, 20 % BRIC/Emergenti)
    • Bond Corporate Investment grade 20% (stesse proporzioni)
    • Bond collegati all’inflazione 15% (solo euro)
    • Bond High Yield 10% (differenziati tra europa e mondo come sopra)
    • Commodities 10%
    • Azionari 25% (idealmente suddivisi sempre secondo il 40-40-20).

    Il ribilanciamento annuale avverrebbe tra categorie e anche tra macro-aree.
    La versione equipesata invece sarebbe uguale solo con 33% per ogni- macroarea.

    Che ne dite?
    Ultima modifica di gorion83; 18-04-11 alle 16:06

  2. #2

    Data Registrazione
    May 2000
    Messaggi
    1,601
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Tranquillo?
    Tra bond lunghi e high yield quel portafoglio ballerà parecchio.

    Obbligazionario: variabile euribor + spread (oppure una cosa simile a IWSpecial, tasso bce + spread), quello che ritieni più sicuro.
    Azionario: 30% 1/3 USA cambio coperto, 2/3 asia escluso Giappone.

    Ribilancia solo in presenza di scostamenti sostanziosi.

  3. #3

    Data Registrazione
    Dec 2007
    Messaggi
    1,148
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    1 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    In realtà pensavo di utilizzare dei fondi con duration ridotta in questa fase, proprio per evitare il "balletto" che dicevi te.

    Sull'High-Yield e le commodities effettivamente ci sarà movimento.. però l'High Yield lo volevo mettere (magari anche solo un fondo globale high-yield) per l'extra rendimento, le commodities per ridurre la correlazione.

    Potrei anche lasciar perdere l'high yield e alzare le quote di TdS e investment grade corporate.

  4. #4
    L'avatar di Quaradox
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Messaggi
    3,079
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    3 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da gorion83 Visualizza Messaggio
    le commodities per ridurre la correlazione.

    P.

  5. #5

    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    104
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da gorion83 Visualizza Messaggio
    In realtà pensavo di utilizzare dei fondi con duration ridotta in questa fase, proprio per evitare il "balletto" che dicevi te.

    Sull'High-Yield e le commodities effettivamente ci sarà movimento.. però l'High Yield lo volevo mettere (magari anche solo un fondo globale high-yield) per l'extra rendimento, le commodities per ridurre la correlazione.

    Potrei anche lasciar perdere l'high yield e alzare le quote di TdS e investment grade corporate.
    Perchè non inserire un Amundi volatility?

  6. #6

    Data Registrazione
    Dec 2007
    Messaggi
    1,148
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    1 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Non lo conosco.. ora lo controllo. Per il momento mi stavo solo concentrando sulle macrocategorie, i fondi li sceglievo in un secondo momento.

  7. #7
    L'avatar di Quaradox
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Messaggi
    3,079
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    3 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da TraderLOM Visualizza Messaggio
    Perchè non inserire un Amundi volatility?
    Sempre per via della decorrelazione, immagino

  8. #8

    Data Registrazione
    Dec 2007
    Messaggi
    1,148
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    1 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da Quaradox Visualizza Messaggio
    Sempre per via della decorrelazione, immagino
    Credo di sì.. ho letto ed è un fondo che mira a un rendimento del 7% annuo attraverso la gestione della volatilità.
    Se ho capito bene cerca di prendere posizione sulla volatilità con dei derivati e delle opzioni.
    Ma a quel punto mi sorgono 2 domande:
    1) Al posto di che cosa potrei metterlo? un 5% di High Yield? Un 2,5% di quelle e delle commodities?
    2) Non sarà troppo complesso?

  9. #9

    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    104
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da gorion83 Visualizza Messaggio
    Credo di sì.. ho letto ed è un fondo che mira a un rendimento del 7% annuo attraverso la gestione della volatilità.
    Se ho capito bene cerca di prendere posizione sulla volatilità con dei derivati e delle opzioni.
    Ma a quel punto mi sorgono 2 domande:
    1) Al posto di che cosa potrei metterlo? un 5% di High Yield? Un 2,5% di quelle e delle commodities?
    2) Non sarà troppo complesso?
    No lo strumento non è troppo complesso secondo me...e data la voltatilità di questo periodo mi pare un buono strumento.

  10. #10
    L'avatar di cataflic
    Data Registrazione
    Oct 2002
    Messaggi
    4,682
    Mentioned
    51 Post(s)
    Quoted
    1167 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    Citazione Originariamente Scritto da gorion83 Visualizza Messaggio
    Ciao, stavo preparando un portafoglio tranquillo per un parente.
    Il soggetto non ha bisogno di utilizzare queste somme e non vuole impazzire comprando e vendendo obbligazioni o fondi ogni 2x3.

    L’idea è quindi quella di un fargli un portafoglio Buy&Hold con ribilanciamenti annuali in modo che non debba preoccuparsi di acquisti/vendite.
    La percentuale di azionario è stata decisa pari al 25%, dal momento che oltre non vuole andare.

    La mia idea sarebbe di pesare poi su Europa/estero sulla base del PIL come criterio (o di equipesare) per scollegare il bilanciamento dalle capitalizzazioni di mercato (perché se no si rischia di dover incrementare a portafoglio qualcosa che è in piena bolla, se ci si basa sulla capitalizzazione).
    Seguendo questo concetto verrebbe qualcosa del genere.
    • Titoli di stato 20% (di cui 40% europei, 40% USA, 20 % BRIC/Emergenti)
    • Bond Corporate Investment grade 20% (stesse proporzioni)
    • Bond collegati all’inflazione 15% (solo euro)
    • Bond High Yield 10% (differenziati tra europa e mondo come sopra)
    • Commodities 10%
    • Azionari 25% (idealmente suddivisi sempre secondo il 40-40-20).

    Il ribilanciamento annuale avverrebbe tra categorie e anche tra macro-aree.
    La versione equipesata invece sarebbe uguale solo con 33% per ogni- macroarea.

    Che ne dite?
    Dovrebbe essere abbastanza semplice, così ad occhio direi che basta prendere un fondo bilanciato prudente.......ahahah

    vabbè...a parte le provocazioni, mi spieghi sta cosa del PIL perchè non ho capito il criterio?

Accedi