Parere per Asset Allocation portafoglio tranquillo - Pagina 2
Re dollaro e la sua debolezza: per Credit Suisse è l’inizio di un lungo bear market
Ancora una seduta all’insegna della debolezza per il dollaro. Questa mattina il Dollar Index, che misura il valore del dollaro statunitense in relazione a un paniere di valute straniere, si …
Dazi: Trump conferma tariffe sui prodotti Ue. Graziata l’Italia, colpite Francia e Germania
Italia graziata dall'amministrazione Trump sulle tariffe. Niente nuovi dazi Usa sui prodotti agroalimentari Made in Italy rispetto all’ipotesi iniziale di estendere gli aumenti tariffari anche a vino, olio e pasta. …
Piazza Affari in altalena, bene i bancari guidati da Banco Bpm. Oggi nuovo test asta Btp
Piazza Affari prova a schivare le vendite, ma prevale la caurela in una giornata partita in moderato ribasso in tutta Europa. Dopo i recenti rialzi, a Milano la seduta è …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #11

    Data Registrazione
    Dec 2007
    Messaggi
    1,148
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    1 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Accetto la provocazione :P

    Storicamente è difficile che bilanciati prudenti possano avere performance soddisfacenti.. inoltre le commissioni di gestione sono solitamente alte.
    La mia idea è invece quella di identificare fondi che sono sotto alla media in termini di TER e con una discreta storia di rendimenti vicini all'indice.

    Addirittura per l'azionario pensavo ai fondi indice Pictet.

    Il criterio del PIL è presto spiegato: volevo un criterio che pesasse il portafoglio evitando la capitalizzazione di mercato, che può provocare distorsioni in fase di bolla. (es: non peso US e Europa partendo dal dato delle rispettive capitalizzazioni di borsa).

    Il criterio più immediato a quel punto è il PIL, che se vuoi dà il "peso" di un'economia.

    Semplicemente prendendo i pil nominali di USA, Europa e BRIC, e dividendo per la somma dei loro PIL sono venuti fuori i pesi precisi (41%, 37% e 22%). Per comodità di calcolo arrotondo a 40-40-20

    L'alternativa sarebbe equipesare

  2. #12
    L'avatar di averytrader
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Messaggi
    10,814
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    201 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da gorion83 Visualizza Messaggio
    Accetto la provocazione :P

    Storicamente è difficile che bilanciati prudenti possano avere performance soddisfacenti.. inoltre le commissioni di gestione sono solitamente alte.
    La mia idea è invece quella di identificare fondi che sono sotto alla media in termini di TER e con una discreta storia di rendimenti vicini all'indice.

    Addirittura per l'azionario pensavo ai fondi indice Pictet.

    Il criterio del PIL è presto spiegato: volevo un criterio che pesasse il portafoglio evitando la capitalizzazione di mercato, che può provocare distorsioni in fase di bolla. (es: non peso US e Europa partendo dal dato delle rispettive capitalizzazioni di borsa).

    Il criterio più immediato a quel punto è il PIL, che se vuoi dà il "peso" di un'economia.

    Semplicemente prendendo i pil nominali di USA, Europa e BRIC, e dividendo per la somma dei loro PIL sono venuti fuori i pesi precisi (41%, 37% e 22%). Per comodità di calcolo arrotondo a 40-40-20

    L'alternativa sarebbe equipesare
    “There is no correlation whatsoever between GDP growth and equity-market return,” said London-based Marson, whose company oversees $151 billion

    European Companies Cut Debt Most Since '03 as Earnings Jump 46% - Bloomberg

    E per l' investimento azionario contano le società quotate, non il PIL di uno stato. Inoltre un' azienda fondata e quoptata negli USA o in Europa può avere stabilimenti anche o soprattutto (Philips Electronics ad esempio) in altri continenti e può contribuire al PIL di altri stati

  3. #13
    L'avatar di averytrader
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Messaggi
    10,814
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    201 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da cataflic Visualizza Messaggio
    Dovrebbe essere abbastanza semplice, così ad occhio direi che basta prendere un fondo bilanciato prudente.......ahahah

    ...
    c' è qualche bilanciato "prudente", prevalentemente obbligazionario, che ha realizzato performance elevate , ma di solito nel portafoglio hanno obbligazioni e azioni e non commodities

  4. #14

    Data Registrazione
    Dec 2007
    Messaggi
    1,148
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    1 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da averytrader Visualizza Messaggio
    “There is no correlation whatsoever between GDP growth and equity-market return,” said London-based Marson, whose company oversees $151 billion
    Meglio

    L'idea non è quella di seguire il mercato con l'allocazione, ma quella di fare un'allocazione il più possibile indipendente da fattori contingenti e che quindi resti valida nel lungo.

    PIL e mercati finanziari, teoricamente, dovrebbero allinearsi solo nel lungo termine.
    Se un'economia non ha prospettive di crescita ci si deve attendere che, nel lungo periodo, le sue aziende diminuiranno i propri ricavi o, viceversa, ricaveranno molti dei loro profitti al di fuori di quell'economia.

    L'altro criterio che mi sarebbe piaciuto utilizzare sarebbe stato quello degli utili societari, ma è molto più difficile da trovare rispetto al PIL.

  5. #15

    Data Registrazione
    Dec 2007
    Messaggi
    1,148
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    1 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da TraderLOM Visualizza Messaggio
    No lo strumento non è troppo complesso secondo me...e data la voltatilità di questo periodo mi pare un buono strumento.
    Complesso nel senso che sono derivati e opzioni su un'indice che misura una cosa astratta...
    Boh!

  6. #16

    Data Registrazione
    Dec 2007
    Messaggi
    10,047
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    1 Post(s)
    Potenza rep
    0
    fammi capire stai chiedendo pareri sulla tranquillita' di un portafoglio da fare a un parente?
    e cerchi consensi sulla tranquillita' di un portafoglio di una persona di cui non dici nulla?

  7. #17

    Data Registrazione
    Dec 2007
    Messaggi
    1,148
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    1 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Non c'è molto da dire.
    Sono soldi che non gli servono nell'immediato, vuole sostanzialmente un rendimento un po' più alto rischiando qualcosa in più ma senza intaccare il capitale.. insomma, non vorrebbe vedere segni meno molto elevati nel portafoglio sul suo complesso.

    Se servirà qualcosa in futuro poi si dovrà ridurre di conseguenza, ma si tratta di una persona che ha un'ottica di investimento di almeno una decina d'anni, salvo imprevisti.

    Inoltre odia dover comprare e vendere fondi, quindi meno deve fare operazioni meglio è.

    Nota: chiaramente poi vedrà con il suo promotore se e cosa cambiare..

  8. #18

    Data Registrazione
    Dec 2007
    Messaggi
    10,047
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    1 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da gorion83 Visualizza Messaggio
    Non c'è molto da dire.
    Sono soldi che non gli servono nell'immediato, vuole sostanzialmente un rendimento un po' più alto rischiando qualcosa in più ma senza intaccare il capitale.. insomma, non vorrebbe vedere segni meno molto elevati nel portafoglio sul suo complesso.

    Se servirà qualcosa in futuro poi si dovrà ridurre di conseguenza, ma si tratta di una persona che ha un'ottica di investimento di almeno una decina d'anni, salvo imprevisti.

    Inoltre odia dover comprare e vendere fondi, quindi meno deve fare operazioni meglio è.

    Nota: chiaramente poi vedrà con il suo promotore se e cosa cambiare..
    ci son strumenti a capitale garantito protetto per ridurre le operazioni la soluzione c'è ma comunque ha il suo promotore come mai chiede a te e te chiedi pareri?sembra strano.comunque se ha un orizzonte cosi lungo e queste esigenze puo ' avere dei buoni ritorni di certo non e' tranquillo con quel portafoglio li.sai di questi tempi

  9. #19

    Data Registrazione
    Dec 2007
    Messaggi
    1,148
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    1 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da harrison1 Visualizza Messaggio
    ma comunque ha il suo promotore come mai chiede a te e te chiedi pareri?
    Mah, sa che sono appassionato e quindi mi ha chiesto che cosa farei.. e visto che se faccio una cosa mi piace farla per bene uso un forum, che è uno strumento di discussione, per avere qualche parere in più, anche perchè io tendo a sbilanciarmi abbastanza dal lato del rischio (sul mio personale sono a 25-75 obb-azioni)

    Lui si confronterà e deciderà come meglio crede poi.

    Sulle gestioni patrimoniali è abbastanza negativo, visto che anni fa guadagnò un 2% annuo contro rendimenti medi del 4-5% annui.

  10. #20
    L'avatar di cataflic
    Data Registrazione
    Oct 2002
    Messaggi
    4,682
    Mentioned
    51 Post(s)
    Quoted
    1167 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    Citazione Originariamente Scritto da gorion83 Visualizza Messaggio
    Accetto la provocazione :P

    Storicamente è difficile che bilanciati prudenti possano avere performance soddisfacenti.. inoltre le commissioni di gestione sono solitamente alte.
    La mia idea è invece quella di identificare fondi che sono sotto alla media in termini di TER e con una discreta storia di rendimenti vicini all'indice.

    Addirittura per l'azionario pensavo ai fondi indice Pictet.

    Il criterio del PIL è presto spiegato: volevo un criterio che pesasse il portafoglio evitando la capitalizzazione di mercato, che può provocare distorsioni in fase di bolla. (es: non peso US e Europa partendo dal dato delle rispettive capitalizzazioni di borsa).

    Il criterio più immediato a quel punto è il PIL, che se vuoi dà il "peso" di un'economia.

    Semplicemente prendendo i pil nominali di USA, Europa e BRIC, e dividendo per la somma dei loro PIL sono venuti fuori i pesi precisi (41%, 37% e 22%). Per comodità di calcolo arrotondo a 40-40-20

    L'alternativa sarebbe equipesare
    ah...ho capito cosa dicevi!

    boh? prova così, tanto guarda.....a livello mondo i paesi, l'azionario/obbligazionario/monetario le commodities e le valute si autobilanciano ....
    e poi sono convinto che non esista un metodo sbagliato per definizione, sennò basterebbe fare il contrario e si avrebbe il santo graal!
    quindi...provaare per credere... isole comprese!

Accedi