Rumore di una serie numerica
Borse europee a un bivio dopo il rally estivo, ecco cosa si aspettano gli analisti
L?estate ha visto l?azionario riprendere vigore. In Europa l?indice Euro Stoxx 50 è risalito di oltre il 12% rispetto ai minimi del 5 luglio. Il corposo rally delle ultime sette settimane è stato alimentato dalla resiliente stagione degli utili societari e dalle attese che la Federal Reserve rallenti il ritmo degli aumenti dei tassi. Da inizio
Studente universitario fa trading su una meme stock e guadagna 110 mln $ in un mese. Ecco come ha fatto
Fa scalpore la notizia del maxi-profitto di uno studente universitario di 20 anni che ha scommesso sul titolo Bed Bath & Beyond, sotto i riflettori nell?ultimo mese con un rally di circa +360%. Jake Freeman, laureato in matematica applicata ed economia presso la University of Southern California, a luglio aveva acquisito quasi 5 milioni di
Criptovalute: Bce prepara regole per le banche contro il “Far West normativo”
I mercati dei cripto-asset si stanno sviluppando rapidamente e le banche stanno valutando se parteciparvi, ed è compito della Banca centrale europea
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1
    L'avatar di bandit
    Data Registrazione
    Aug 2000
    Messaggi
    7,260
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    3805 Post(s)
    Potenza rep
    42949695

    Rumore di una serie numerica

    Sto cercando di costruirmi un indicatore che mi dia una misura del “rumore” del segnale,

    Cioe’ prese due serie numeriche che passano entrambi dal valore X0 a X1, dove la prima magari ci passa senza alcun ritracciamento (quindi con una serie di incrementi / decrementi costanti uguali) mentre la seconda invece pur arrivando allo stesso valore finale va avanti e indietro piu' volte.


    Onde evitare di inventare la ruota vi chiedo se esiste gia’ uno strumento statistico / indicatore per misurare diciamo il “rumore” di una serie numerica.

  2. #2
    L'avatar di ciroascarone
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Messaggi
    21,650
    Mentioned
    7 Post(s)
    Quoted
    5015 Post(s)
    Potenza rep
    42949688
    Citazione Originariamente Scritto da bandit Visualizza Messaggio
    Sto cercando di costruirmi un indicatore che mi dia una misura del “rumore” del segnale,

    Cioe’ prese due serie numeriche che passano entrambi dal valore X0 a X1, dove la prima magari ci passa senza alcun ritracciamento (quindi con una serie di incrementi / decrementi costanti uguali) mentre la seconda invece pur arrivando allo stesso valore finale va avanti e indietro piu' volte.


    Onde evitare di inventare la ruota vi chiedo se esiste gia’ uno strumento statistico / indicatore per misurare diciamo il “rumore” di una serie numerica.
    uno strumento semplice e abbastanbza efficace allo scopo è imho il variance ratio ....studiati il variance ratio test..quando questi è seignificativamente ( statisticamente parlando) maggiore di 1 la serie ( rekativamente alla finestra di sati in analisi) è autocorrelata cioè è presente momentum cioè tende a mantenere la direzione nell' unità di tempo o spazio successiva...viceversa tende ad invertire quando il test da valori di variance ratio significativamente minori di 1...in genere, però per esperienza diretta, non occorre applicare formalmente il test...se il variance ratio rilevato nella serie di dati esaminati è comunque maggiore di 2 il test sarà sicuramente positivo e quindi vi è stata autocorrelazione positiva

  3. #3
    L'avatar di bandit
    Data Registrazione
    Aug 2000
    Messaggi
    7,260
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    3805 Post(s)
    Potenza rep
    42949695
    Citazione Originariamente Scritto da ciroascarone Visualizza Messaggio
    uno strumento semplice e abbastanbza efficace allo scopo è imho il variance ratio ....studiati il variance ratio test..quando questi è seignificativamente ( statisticamente parlando) maggiore di 1 la serie ( rekativamente alla finestra di sati in analisi) è autocorrelata cioè è presente momentum cioè tende a mantenere la direzione nell' unità di tempo o spazio successiva...viceversa tende ad invertire quando il test da valori di variance ratio significativamente minori di 1...in genere, però per esperienza diretta, non occorre applicare formalmente il test...se il variance ratio rilevato nella serie di dati esaminati è comunque maggiore di 2 il test sarà sicuramente positivo e quindi vi è stata autocorrelazione positiva
    Grazie mille, sapevo che ci doveva per forza essere un qualcosa gia sviluppato.

Accedi