Dalla scatola "nera" alla scatola bianca - Pagina 4
La crisi delle criptovalute contribuisce a far brillare l’oro. Ecco i 4 fattori chiave per il 2023
E' stata un'annata difficile anche per l'oro ma adesso la tendenza potrebbe essere cambiata. Ecco quali potrebbero essere le prospettive future per il metallo giallo
Risparmio, un italiano su due condizionato dall’emotivitÓ nelle scelte finanziarie
Quasi un italiano su due si lascia condizionare pesantemente dall'emotività nell'effettuare le scelte finanziarie più importanti. A rive
Top e flop del Ftse Mib: Azimut svetta con +19% a novembre, arretra Leonardo
Il mese di novembre Ŕ stato decisamente positivo per le borse europee e per Piazza Affari, che ha proseguito la rimonta avviata a metÓ ottobre. Il Ftse Mib ha chiuso il mese con un rialzo dell?8,64%, riportandosi stabilmente sopra la soglia dei 24.000 punti e tornando sui livelli di circa sei mesi prima.L?azionario globale ha
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #31
    L'avatar di P.A.T.
    Data Registrazione
    May 2001
    Messaggi
    30,188
    Blog Entries
    4
    Mentioned
    44 Post(s)
    Quoted
    9659 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Il lancio di una bomba da un oggetto in movimento come l'aereo, oppure il lancio di una freccia contro il nemico e' stato un problema a lungo irrisolvibile, sia per i greci sia per i romani ma anche nel Medio Evo, prima dell'arrivo di un genio come Galileo Galilei.

    I romani pensavano che l'energia della mano che tende l'arco fosse una virtu' detto impetus, che si trasmette alla freccia e che le conferisce il movimento, fino all'esaurimento dell'impeto iniziale.

    E cosi' si penso' a lungo, fino all'arrivo di Galileo, il quale ha dimostrato che la traiettoria di un proiettile e' una parabola, risultante dalla combinazione di due moti intedipendenti e che non interferiscono tra di loro. Nel caso dell'aereo sopra il primo e' un moto uniforme in avanti secondo l'orizzontale, e l'altro un moto accelerato verso il basso secondo la verticale della forza di gravita'.

    Ora i computer di Deep Mind imparano queste leggi fisiche senza saper nulla di teorie ed esperimenti ma solo guardando dei filmati, cioe' riescono a riprodurre la teoria di Galileo nel mondo virtuale abbandonando la teoria dei cartoni animati, che invece e' tipica del modo in cui pensiamo intuitivamente sia noi sia Aristotele.


    Ciao

  2. #32
    L'avatar di bandit
    Data Registrazione
    Aug 2000
    Messaggi
    7,260
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    3805 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da P.A.T. Visualizza Messaggio
    Il lancio di una bomba da un oggetto in movimento come l'aereo, oppure il lancio di una freccia contro il nemico e' stato un problema a lungo irrisolvibile, sia per i greci sia per i romani ma anche nel Medio Evo, prima dell'arrivo di un genio come Galileo Galilei.

    I romani pensavano che l'energia della mano che tende l'arco fosse una virtu' detto impetus, che si trasmette alla freccia e che le conferisce il movimento, fino all'esaurimento dell'impeto iniziale.

    E cosi' si penso' a lungo, fino all'arrivo di Galileo, il quale ha dimostrato che la traiettoria di un proiettile e' una parabola, risultante dalla combinazione di due moti intedipendenti e che non interferiscono tra di loro. Nel caso dell'aereo sopra il primo e' un moto uniforme in avanti secondo l'orizzontale, e l'altro un moto accelerato verso il basso secondo la verticale della forza di gravita'.

    Ora i computer di Deep Mind imparano queste leggi fisiche senza saper nulla di teorie ed esperimenti ma solo guardando dei filmati, cioe' riescono a riprodurre la teoria di Galileo nel mondo virtuale abbandonando la teoria dei cartoni animati, che invece e' tipica del modo in cui pensiamo intuitivamente sia noi sia Aristotele.


    Ciao
    Ciao PAT,

    Cioe stai dicendo che se c'e' una qualunque tipo di inefficienza nel mercato l'AI e' capace di scovarla o di sfruttarla? E tutto questo al di fuori del fatto se abbia o meno capito/individuato di cosa si tratta.

    Ho capito bene?

  3. #33
    L'avatar di P.A.T.
    Data Registrazione
    May 2001
    Messaggi
    30,188
    Blog Entries
    4
    Mentioned
    44 Post(s)
    Quoted
    9659 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da bandit Visualizza Messaggio
    Ciao PAT,

    Cioe stai dicendo che se c'e' una qualunque tipo di inefficienza nel mercato l'AI e' capace di scovarla o di sfruttarla? E tutto questo al di fuori del fatto se abbia o meno capito/individuato di cosa si tratta.

    Ho capito bene?
    Questa presunzione non l'ho scritta.

    Pensavo anni fa che effettivamente il machine learning operato sulle grandi basi di dati offrisse dei vantaggi competitivi nel trading rispetto al calcolo statistico o probabilistico, il cui campionamento prevede di solito piccole basi di dati e successiva generalizzazione sulle grandi basi di dati.

    Poi qualcuno mi ha fatto notare che sostanzialmente nel machine learning attuale non c'e' nulla di nuovo - concettualmente - rispetto all'impostazione iniziale di Mc Culloch del 1944, salvo forse l'apparizione delle reti convoluzionali e la ovvia potenza di calcolo che prima non esisteva.

    Se cosi' fosse, allora il machine learning nel trading ha offerto vantaggi competitivi sicuri nel tempo, che pero' si sono via via affievoliti con l'estensione generalizzata della potenza di calcolo offerta dalle GPU anche al personal computing.

    Ciao

  4. #34
    L'avatar di El Cid
    Data Registrazione
    Apr 2000
    Messaggi
    9,986
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    64 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Splendida discussione.
    Seguo con attenzione e rispettoso silenzio.
    Grazie per questa ricchezza di contributi.

Accedi