Winton - The future....
ENI, lo spread con l’oro nero e la transizione energetica
La riapertura delle economie e la conseguente ripresa della domanda aggregata hanno causato notevoli pressioni sui prezzi di tutte le materie prime. Il rame, il legname, le commodities alimentari hanno …
Titoli e settori di Piazza Affari meglio posizionati per catturare subito i vantaggi del PNRR italiano
Nella cornice di Cinecittà la presidente della Commissione Ue, Ursula Von der Leyen, ha dato il benestare dell’UE al PNRR italiano con il via libera al rilascio dei primi 25 …
Borse non salgono più con il pilota automatico, serve nuova strategia d’azione. Fugnoli (Kairos) indica i due errori da evitare
Dopo un anno di crescita regolare e apparentemente senza fine, qualcosa sembra essersi inceppato nel meccanismo del rialzo. I mercati appaiono disorientati e c’è persino chi parla di rischi di …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1

    Data Registrazione
    Feb 2005
    Messaggi
    1,839
    Mentioned
    18 Post(s)
    Quoted
    653 Post(s)
    Potenza rep
    42949689

    Winton - The future....

    Giocateci un poco..... alla fine - mi pare - si deduce che lo sharpe ratio delle strategie (cioè la cosa a cui si dedica il 95% del tempo) è l'input meno importante di tutti per la sopravvivenza a lungo termine.....

    The Future | Winton


    Concept

    At Winton, we use simulation for a range of purposes, from detailed backtests of individual investment strategies, to portfolio risk management and stress testing. We also make use of stylised toy models to explore the impact of, and interaction between, different statistical assumptions.

    Forecasting the performance of an investment portfolio is tantamount to envisaging the range of probable outcomes that could arise from that portfolio. By harnessing the power of Monte Carlo simulation, the Future Tool transforms this complex task into an elegant and interactive data visualisation.

    The Future Tool allows investors to plug in a forecast Sharpe ratio and correlation for a given number of strategies, funds or markets, along with a target portfolio volatility, and thereby simulate the resulting portfolio’s performance over a time horizon of up to 40 years into the future.

    Many people are familiar with concepts such as the power of diversification, the corrosive impact on long-term portfolio returns of even moderate correlation between strategies or funds, and the fact that the most skilled managers can still go through patches of poor performance. The Future Tool conveys these effects in a visceral way.

    Users can adjust key inputs to examine the potential outcomes if their forecasts exceed or fall short of expectations, the influence that changes in these various measures can have on overall returns, and the wide range of portfolio outcomes consistent with the same underlying assumptions of skill and correlation – that is, the role of chance.

    Scenarios

    Use the Future Tool to explore:

    How portfolio returns are affected by changes in: correlation between strategies or funds; expectations of portfolio volatility; the inherent skill of the strategies or funds
    The impact on long-term returns of adding or removing strategies or investment funds
    How it is possible to combine a number of different strategies with modest levels of skill, in order produce an investment portfolio with the potential for compelling long-term results, such as those developed by Winton throughout its 20 years of existence

  2. #2

    Data Registrazione
    Feb 2005
    Messaggi
    1,839
    Mentioned
    18 Post(s)
    Quoted
    653 Post(s)
    Potenza rep
    42949689
    .
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Winton - The future....-fol.jpg  

  3. #3

    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    9,216
    Mentioned
    12 Post(s)
    Quoted
    2648 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Non credo che lo Sharpe Ratio sia davvero importante.

    Nell'ottica dell'investitore non è davvero importante se la strategia è in grado di essere costante nei rendimenti, quanto quali sono i rendimenti medi e sopratutto quale è stato il max DD storico della strategia.

    Pertanto l'ottimo è, dal mio punto di vista, il max delle unità di ritorno sulle unità di DD è quello il target che bisogna massimizzare.

    Cioè, in altre parole, elaborare strategie che possano ridurre il rischio (Max DD) più di quanto riducano il return.

  4. #4

    Data Registrazione
    Feb 2005
    Messaggi
    1,839
    Mentioned
    18 Post(s)
    Quoted
    653 Post(s)
    Potenza rep
    42949689
    Lo stesso concetto, come espresso da Ray Dalio di Bridgewater, anche nel suo "Principles".

    Se si hanno 20 strategie completamente decorrelate, il return to risk (concetto equivalente allo SR) passa da 0.25 a poco meno di 1.25.

    La correlazione e la volatilità degli "equity streams" sono elementi chiave, anche se - purtroppo - sono variabili nel tempo.

    Questi ragionamenti teorici indicano una strada (l'UNICA strada per molti, IMHO), ma hanno il grosso limite di prevedere costanza nel tempo dei parametri utilizzati, cosa che in pratica non è.

    Quest'ultima osservazione è forse anche la spiegazione del perchè c'è un solo Winton, ed una sola Bridgewater.
    Immagini Allegate Immagini Allegate Winton - The future....-holy-grail.jpg 

  5. #5

    Data Registrazione
    Feb 2005
    Messaggi
    1,839
    Mentioned
    18 Post(s)
    Quoted
    653 Post(s)
    Potenza rep
    42949689
    A proposito di un argomento di cui abbiamo parlato tante volte negli anni scorsi............... sul limite superiore (?) per la volatilità implicita di una opzione.... la settimana di GameStop in qualche modo ha riscritto la storia anche su questo argomento........
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Winton - The future....-2021-01-28_gme-options2.jpg  

  6. #6
    L'avatar di Blacksmith.
    Data Registrazione
    Apr 2016
    Messaggi
    5,484
    Mentioned
    70 Post(s)
    Quoted
    3601 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Imar Visualizza Messaggio
    A proposito di un argomento di cui abbiamo parlato tante volte negli anni scorsi............... sul limite superiore (?) per la volatilità implicita di una opzione.... la settimana di GameStop in qualche modo ha riscritto la storia anche su questo argomento........
    Se non sbaglio, per quei prezzi delle opzioni le possibili variazioni di prezzo del sottostante dovrebbero superare di molto il 100%. Effettivamente il sottostante GME va incontro in questi giorni a variazioni di prezzo estreme. Ma forse un prezzo così alto delle opzioni significa anche che non ci sono venditori a prezzi più bassi...

  7. #7

    Data Registrazione
    Feb 2005
    Messaggi
    1,839
    Mentioned
    18 Post(s)
    Quoted
    653 Post(s)
    Potenza rep
    42949689
    Citazione Originariamente Scritto da Blacksmith. Visualizza Messaggio
    Se non sbaglio, per quei prezzi delle opzioni le possibili variazioni di prezzo del sottostante dovrebbero superare di molto il 100%. Effettivamente il sottostante GME va incontro in questi giorni a variazioni di prezzo estreme. Ma forse un prezzo così alto delle opzioni significa anche che non ci sono venditori a prezzi più bassi...
    Al solito, se dividi per 16 (ok, assumendo come valido il framework di B&S), ottieni la volatilità giornaliera attesa.

    Che non è tanto assurda se si considera, ad esempio, che il titolo ha fatto il 100% tra la chiusura del 26 e l'apertura del 27

    Io ho visto a monitor buona parte dell'ultima ora e dell'after hour del 26/01 e debbo dire che quel che ho visto non ha nessun paragone con nessun altro movimento di borsa a mia memoria, ad esempio ho visto il prezzo "scendere" da 149 a 132 nel giro di qualche secondo e poi tornare a 145 nel giro di un paio di minuti.... chiudere a 145 e nel giro di poco più di un ora nell'AH andare a 240....

    Ieri volevo comprare PUT con scadenza 19/2, ma poi ho rinunciato, l'IV a 1 mese dalla scadenza (non a 1 gg ma a 1 mese!!) era circa il 560%....

    Chiaro che quanto è successo questa settimana finirà nei libri di storia, e faranno il miglior film della finanza possibile, una sceneggiatura perfetta che nessuna opera di fantasia potrà eguagliare.

    Ad es domani scadono circa 50000 CALL con strike tra 10 e 300.... tutti ITM all'apertura di oggi, in buona parte comprati dalla banda dei traders di Reddit, azioni che - secondo rumours che non potremo mai verificare - i MM e gli istituzionali che han venduto non avevano da consegnare... per cui - pare - i broker han ricevuto pressioni per bloccare gli acquisti con varie scuse per salvare "il sistema" (mai visto bloccare i LONG...), con buona pace del libero mercato....

  8. #8
    L'avatar di Blacksmith.
    Data Registrazione
    Apr 2016
    Messaggi
    5,484
    Mentioned
    70 Post(s)
    Quoted
    3601 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Imar Visualizza Messaggio
    Ieri volevo comprare PUT con scadenza 19/2, ma poi ho rinunciato, l'IV a 1 mese dalla scadenza (non a 1 gg ma a 1 mese!!) era circa il 560%....
    Ne approfitto per chiederti un dettaglio attinente che mi ha un po' stupito.

    Sulla scadenza ad un mese, ad esempio, abbiamo un valore di σ‧√t=σ/√12 come termine normale (sulla distribuzione) di confronto per le variazioni di prezzo ln(S/K).

    Una IV ad un mese di 560 equivale sia ad una perdita max "probabile" nel mese successivo dell'80% del sottostante (LN(20/100)‧√12=-5.57) che ad un apprezzamento max "probabile" del 400% (LN(500/100)‧√12=5.57).

    Quanto possono differire nella realtà le IV delle call e delle put?

  9. #9

    Data Registrazione
    Feb 2005
    Messaggi
    1,839
    Mentioned
    18 Post(s)
    Quoted
    653 Post(s)
    Potenza rep
    42949689
    Citazione Originariamente Scritto da Blacksmith. Visualizza Messaggio
    Ne approfitto per chiederti un dettaglio attinente che mi ha un po' stupito.
    Sulla scadenza ad un mese, ad esempio, abbiamo un valore di σ‧√t=σ/√12 come termine normale (sulla distribuzione) di confronto per le variazioni di prezzo ln(S/K).
    Una IV ad un mese di 560 equivale sia ad una perdita max "probabile" nel mese successivo dell'80% del sottostante (LN(20/100)‧√12=-5.57) che ad un apprezzamento max "probabile" del 400% (LN(500/100)‧√12=5.57).
    Il mercato delle opzioni sta più o meno dicendo che non è in grado di fare una stima sensata di nessun tipo sul prezzo futuro di GME, per cui il range è tra il prezzo precedente lo short squezze (qualche decina di dollari) a più infinito o giù di lì….
    Purtroppo non c’è da stupirsi… direi…

    Citazione Originariamente Scritto da Blacksmith. Visualizza Messaggio
    Quanto possono differire nella realtà le IV delle call e delle put?
    Quando non ci sono titoli disponibili da prendere a prestito per lo short (o ci sono ma a costi esagerati, ad esempio su IB fino a giovedì scorso qualcosa si trovava ma ad una FEE del 50% annuo, venerdì che è stata risposta premi, ovviamente non c’era più nulla disponibile…), salta la condizione di “mercato completo” (a la Willmot) cioè salta la PUT - CALL parity, e saltano anche le “barriere” di non arbitraggio dei prezzi delle opzioni.

    In questo caso, la IV delle CALL e delle PUT possono differire senza limiti logici, in base alla domanda che si riversa sul mercato.

    Da notare che in caso di short squeeze normalmente la struttura delle IV non è uno “skew” ma uno “smirk”, cioè le CALL OTM hanno una volatilità superiore a quella delle PUT OTM, per ovvie ragioni. Su GME capita il contrario , proprio perché il market maker che vende PUT fa molta fatica a coprirsi vendendo il fisso (deve probabilmente ricorrere ad altre opzioni, ma così i costi dell’hedging aumentano)

    Anche da notare che i software calcolano la IV per strike sul MID, e tute le volte che un privato inserisce un ordine all’interno dello spread MID-ASK, la IV così calcolata “rompe” l’equilibrio, ma si vede facilmente perché è la singola opzione a sembrare con una IV “illogica” e non tutta la serie.
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Winton - The future....-2021-01-29_gme-iv.jpg  
    Ultima modifica di Imar; 31-01-21 alle 16:48

  10. #10
    L'avatar di Blacksmith.
    Data Registrazione
    Apr 2016
    Messaggi
    5,484
    Mentioned
    70 Post(s)
    Quoted
    3601 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Imar Visualizza Messaggio
    Il mercato delle opzioni sta più o meno dicendo che non è in grado di fare una stima sensata di nessun tipo sul prezzo futuro di GME, per cui il range è tra il prezzo precedente lo short squezze (qualche decina di dollari) a più infinito o giù di lì….
    In queste situazioni, a quanto possono arrivare i margini richiesti ai venditori di opzioni?

Accedi