La matematica del CoronaVirus: platicurtosi vs. leptocurtosi - Pagina 84
Mps: senza Unicredit previsto aumento capitale da 2,5 mld, ma con incertezze
Per il suo futuro Mps vede la soluzione Unicredit come quella più fattibile. Ma nel caso in cui non si realizzasse nel breve/medio termine, il piano prevede il rafforzamento patrimoniale …
Mps: nel I semestre ricavi saliti del 7,7% grazie a crescita commissioni
Banca Mps ha chiuso il primo semestre dell’anno con ricavi pari a 1,56 miliardi di euro, in crescita del 7,7% rispetto allo stesso periodo dell?anno precedente, grazie soprattutto all’aumento delle …
Moderna: ricavi aumentano di 66 volte e risultato netto torna positivo grazie al vaccino Covid
Deciso rialzo del titolo Moderna a Wall Street in scia alla trimestrale diffusa oggi. Il gruppo biotech americano ha riportato nel secondo trimestre dell’anno un utile netto di 2,8 miliardi …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #831

    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    13,049
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    1310 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    far previsioni precise su un fenomeno di questo tipo è molto difficile; un infetto nelle 2-3 settimane in cui può infettare vede un buon numero di persone, se in media ne infetta 1,1 si ha una crescita esponenziale, se in media infetta 0,97 persone, si ha decrescita esponenziale. Chi può ritenere di poter prevedere correttamente piccolissimi cambiamenti nel comportamento umano, uniti a modifiche di infettività dovute ad eventuali mutazioni del virus, al clima ecc? Non ha senso credere di poter usare i modelli matematici per far previsioni. Sono utili per capire ed interpretare e magari per tracciare qualche scenario solamente ipotetico. E più in generale, anche senza far riferimento a modelli matematici, è difficile far previsioni su questo fenomeno, tranne in casi ormai probabilmente vicini alla risoluzione, grazie ai vaccini.
    Certo è che prevedere un mese fa grandi crescite del numero di morti, con molti dei fragili già vaccinati o infettati, era un po'...azzardato

  2. #832
    L'avatar di Paolo1956
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Messaggi
    5,770
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    1579 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Qui:

    Nel recinto di Ernesto: analisi asinine, o forse no - YouTube

    una vecchia gloria della sezione, stranamente a volto scoperto, che parla anche di covid

  3. #833

    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    13,049
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    1310 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    R(t) in Italia non sale dopo il 24 febbraio 2020; neppure dopo il 9 marzo 2020. La probabilità media che un infetto contagi continua a calare. Difficile legare l'esplosione dei casi al lockdown o alla chiusura delle scuole

    COVID-19 Data Explorer - Our World in Data

    Che poi vi siano stati molti errori è ormai chiaro, probabile che la chiusura delle scuole non sia stata gestita in maniera ottimale; in generale la questione è stata completamente sottovalutata; d'altra parte la persona che parla in quel video, nella seconda metà di febbraio 2020 ricordava che secondo lui era più probabile morire per un fulmine che per il covid.

    In ogni caso è incredibile che oggi, a maggio 2021, vi siano ancora persone che per accreditare l'idea secondo la quale con il lockdown cresce la probabilità che un infetto contagi, continuano a far notare che appena iniziato il lockdown i casi crescono ancora. E' ovvio che iniziando i LD con R>1 il numero di infetti continua a crescere, cresce sin quando R non sarà calato sotto 1.

    Però alcuni spunti interessanti nel video vi sono.
    In generale Boldrin mi pare convincente ed apprezzabile in molte analisi economiche e storiche, e fa un buon lavoro di diffusione di idee; mi pare pure persona simpatica, soprattutto quando si incavola ed in particolare secondo me fa benissimo a criticare fortemente un certo modo romano di far politica, però secondo me su questa questione del virus si è un po' troppo lasciato trascinare dal suo amico in video.

  4. #834

    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    13,049
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    1310 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da Imar Visualizza Messaggio
    ...il rapporto costi/benefici globale del LD, anche rispetto alle alternative POSSIBILI
    secondo me, essenzialmente:

    1) in assenza di interventi governativi netti la malattia si diffonderebbe in maniera eccessiva e disastrosa

    2) la necessità di interventi e la durezza degli interventi è inversamente proporzionale all'attenzione dei cittadini ad evitare il contagio. E questo va ben capito, probabilmente l'attenzione personale ad evitare il contagio è stata più elevata in vari paesi orientali. Ma anche noi abbiamo avuto periodi di elevata attenzione, pure senza lockdown, ad esempio a giugno 2020. Mi pare che i dati confermino la possibilità di contenere l'epidemia senza misure particolarmente restrittive prolungate e nazionali; però a condizione che sia ben chiaro ai cittadini che il contenimento, l'evitare la diffusione deve essere un obiettivo assoluto.
    Se ci pensi passare dal contagiare in media 1,3-1,5 persone su decine di contatti che si hanno mentre si è contagiosi, al contagiarne solo 0,99 non dovrebbe esser considerato impossibile; soprattutto perchè in Italia, a partire dall'estate scorsa l'attenzione a non contagiarsi è stata modesta. In Italia per come percepisco io le cose, c'è proprio questo contrasto tra le misure restrittive severe e una scarsa attenzione di moltissimi. In alcune zone d'Italia questa estate i comportamenti, anche al chiuso, erano molto simili a quelli degli altri anni, niente mascherine e contatti stretti. Probabilmente sarebbero state sufficienti maggior attenzione (mascherine-distanza-areazione ) ed un minimo di isolamento e tracciamento, ma proprio poca roba, per evitare restrizioni forti delle libertà e gran parte dei morti. Però qui politici, giornalisti, virologi, commentatori han sempre dato messaggi equivoci. (qualcuno suggeriva di contagiarsi per raggiunger l'immunità di gregge, altri facevano appunto il confronto coi fulmini o l'influenza; altri ancora suggerivano che sostanzialmente tutti quei morti fossero morti con covid e non per covid; poi c'era la linea alla messora-byoblu che suggeriva fosse tutta una montatura e così via). Un'attenzione netta e continua delle persone si ottiene solo con messaggi precisi e coerenti in quella direzione, da parte della politica, dei virologi, del giornalismo. Naturalmente non voglio alcuna dittatura del pensiero, ogni popolo è libero di scegliersi i suoi rappresentanti e di seguire i propri giornalisti, pagandone però le conseguenze. Questo va quindi ben tenuto presente: la necessità di imposizioni restrittive è inversamente proporzionale all'attenzione che si riesce ad ottenere dalle persone. L'idea di dover fare tutto il possibile per evitare la diffusione dovrebbe esser trasmessa anche ai vari enti che governano.

    3) senza una maggior attenzione delle persone e senza una maggiore e diffusa volontà di contenere la diffusione, è difficile pensare a scenari particolarmente positivi. Viceversa con maggior attenzione ad evitare il contagio da parte dei cittadini, con eventuali lockdown, meglio se localizzati, ed un minimo di tracciamento ed isolamento e controllo alle frontiere, ci saremmo allineati ad altri paesi asiatici ed oceanici. Ma se l'80% del paese non lo vuole (politica ed istituzioni comprese), è difficile farlo, si può provare a promuovere quella strada, ma è difficile

  5. #835
    L'avatar di Paolo1956
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Messaggi
    5,770
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    1579 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Sì, dunque,
    Federico è un ragazzo intelligente, se solo fosse un po' meno narciso potrebbe fare di più.

    Detto questo l'argomento non mi convince. In soldoni:

    - se chiudi la gente in casa aumenta la probabilità di contagio intrafamiliare. Vero.

    Ma è vero?

    Se io Paolo sono positivo e sto 24 h al giorno chiuso in casa ho più probabilità di contagiare mia moglie che se ci sto solo 8h. Ovvio. Però se esco ho più probabilità di contagiare altri.

    Viceversa, se sono negativo e anche mia moglie è negativa, stando chiusi in casa noi siamo un nucleo che è certamente indenne. Se usciamo, magari uno si contagia e poi contagia anche l'altro.

    Cioè. ci sono due fenomeni diversi che sono in concorrenza: nel momento in cui chiudi la gente in casa aumenti le probabilità di contagio intrafamiliare ma diminuisci quelle di contagio extra. All'inizio prevale il primo effetto, dopo una diecina di giorni prevale il secondo. A occhio eh, poi si potrebbero fare dei modellini...

    Poi, certo, all'inizio sono stati fatti errori grossolani, come chiudere in casa le persone positive assieme ai familiari, non porre abbastanza attenzione ai nonni, etc. etc.

    Quanto alla protezione delle RSA, che fa il paio con le bolle, teoricamente non fa una grinza. Puoi proteggere i siti nucleari, le crociere covid-free, gli Stati Maggiori delle FFAA, etc. etc., ma si tratta fondamentalmente di situazioni militarizzate (nel senso delle procedure). Ma l'avete mai visto il personale delle RSA? Ma di che state parlando?

  6. #836

    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    13,049
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    1310 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Nel caso della chiusura delle scuole, lo studente infetto che non va più a scuola evita di chiudersi in classe tutti i giorni con altre 20 persone circa; evita all'ingresso ed all'uscita di ammassarsi con altri al bar o nei dintorni della scuola. Inoltre quanti saranno gli studenti che vanno a scuola coi mezzi pubblici? diciamo un 33%; e sui mezzi pubblici si è a distanza ravvicinata con...facciamo 5 persone all'andata e 5 al ritorno (non so bene, ma credo che i mezzi pubblici siano ancora particolarmente affollati negli orari di punta e vi saran pure studenti che ne prendono più di uno per andare a scuola). 20 persone in aula, altri coi quali si è a distanza ravvicinata nell'intervallo; 10/3 nel pullman, moltiplicato però per il numero di giorni durante il quale si va a scuola da infetti, numero che può esser elevato poichè soventi i ragazzi sono infetti asintomatici. Insomma secondo me a ragionamento il numero di contatti ravvicinati evitati chiudendo le scuole è elevato.
    Ed in ogni caso far i ragionamenti del video, proponendo solo e regolarmente l'aumento di contatti a casa, senza neppure considerare la diminuzione di altri contatti è un errore.

  7. #837
    L'avatar di Blacksmith.
    Data Registrazione
    Apr 2016
    Messaggi
    5,524
    Mentioned
    71 Post(s)
    Quoted
    3635 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Paolo1956 Visualizza Messaggio
    Qui: Nel recinto di Ernesto: analisi asinine, o forse no - YouTube

    una vecchia gloria della sezione, stranamente a volto scoperto, che parla anche di covid
    Critiche ingenerose.

    Il voto in comunicazione è zero, vengono fatti ragionamenti con il senno di poi e vengono dati numeri in libertà...

    Ma vengono affermate grandi verità:
    - l'Italia è stato il peggior paese al mondo
    - tuttora non si da peso al (potenzialmente enorme) numero di asintomatici che mai hanno fatto tamponi
    - nella maggior parte delle RSA non si rispettano le più elementari norme igienico-sanitarie
    - quelli che per i primi sei mesi della pandemia hanno ripetuto in continuazione che le mascherine non servivano andrebbero crocifissi, sbudellati e dati in pasto ai cani (non necessariamente in quest'ordine).

  8. #838

    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    13,049
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    1310 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da Paolo1956 Visualizza Messaggio
    Se io Paolo sono positivo e sto 24 h al giorno chiuso in casa ho più probabilità di contagiare mia moglie che se ci sto solo 8h. Ovvio. Però se esco ho più probabilità di contagiare altri.

    Viceversa, se sono negativo e anche mia moglie è negativa, stando chiusi in casa noi siamo un nucleo che è certamente indenne. Se usciamo, magari uno si contagia e poi contagia anche l'altro.

    Cioè. ci sono due fenomeni diversi che sono in concorrenza: nel momento in cui chiudi la gente in casa aumenti le probabilità di contagio intrafamiliare ma diminuisci quelle di contagio extra. All'inizio prevale il primo effetto, dopo una diecina di giorni prevale il secondo. A occhio eh, poi si potrebbero fare dei modellini...
    secondo me nel caso delle scuole prevale dal principio il calo della trasmissione: 50 contatti in meno evitando la scuola e pochi contatti in più a casa, contatti a casa che in buona parte avrebbero comunque causato infezione. Naturalmente può esser comunque considerato un errore il chiuder le scuole nei modi della scorsa primavera.
    Di mogli non ne sono esperto, ma suppongo che dormendovi assieme sia relativamente raro che le ore in più passate in casa durante il giorno facciano la differenza tra il causare ed il non causare il contagio. Anche se ogni tanto sarà capitato.
    I dati per una verifica precisa di tutto ciò probabilmente mancano e coi ragionamenti è facile dir un po' di tutto ed il contrario.

  9. #839
    L'avatar di cammello
    Data Registrazione
    Jan 2005
    Messaggi
    4,682
    Mentioned
    10 Post(s)
    Quoted
    719 Post(s)
    Potenza rep
    42949689
    Citazione Originariamente Scritto da piof Visualizza Messaggio
    secondo me nel caso delle scuole prevale dal principio il calo della trasmissione: 50 contatti in meno evitando la scuola e pochi contatti in più a casa, contatti a casa che in buona parte avrebbero comunque causato infezione. Naturalmente può esser comunque considerato un errore il chiuder le scuole nei modi della scorsa primavera.
    Di mogli non ne sono esperto, ma suppongo che dormendovi assieme sia relativamente raro che le ore in più passate in casa durante il giorno facciano la differenza tra il causare ed il non causare il contagio. Anche se ogni tanto sarà capitato.
    I dati per una verifica precisa di tutto ciò probabilmente mancano e coi ragionamenti è facile dir un po' di tutto ed il contrario.
    non so da voi, ma qui a scuole chiuse i ragazzi si incontravano nelle piazze e giardini senza tanti problemi; e dubito arrivassero dalle lande vicine a piedi.
    Magari non si affollavano tutti alla stessa ora sui mezzi pubblici ma se lo scopo era di evitare i contatti tra nuclei familiari estranei, il chiudere le scuole qui non penso abbia portato a nulla di significativo.

    C

  10. #840

    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    13,049
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    1310 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da cammello Visualizza Messaggio
    non so da voi, ma qui a scuole chiuse i ragazzi si incontravano nelle piazze e giardini senza tanti problemi; e dubito arrivassero dalle lande vicine a piedi.
    all'aperto non ci si contagia

    Citazione Originariamente Scritto da cammello Visualizza Messaggio
    Magari non si affollavano tutti alla stessa ora sui mezzi pubblici ma se lo scopo era di evitare i contatti tra nuclei familiari estranei, il chiudere le scuole qui non penso abbia portato a nulla di significativo.

    C
    battute a parte, certo che la chiusura, fatta in quel modo, è probabilmente stata difettosa; però perlomeno chi ne discute dovrebbe presentare anche la riduzione dei contatti al chiuso nelle scuole, non solamente la fetta della realtà più comoda per accreditare una precisa idea.
    Concordo con chi sostiene che l'effetto della chiusura delle scuole possa esser stato deludente; non concordo con chi crede sia tra le cause essenziali dell'esplosione dei contagi

    *********
    in generale resto dell'idea che arrivati a fine febbraio 2020 senza alcuna organizzazione e con scarsità di mascherine, le scuole andassero chiuse: ammassare gruppi di 20 persone circa in stanze chiuse per ore, ed al mattino nei mezzi pubblici era cosa da evitare. Non vi erano più tempo e modo di riorganizzarle, in pochi giorni

Accedi