PEC con allegato firmato digitalmente, data certa opponibile a terzi?
Ermenegildo Zegna scalda i motori per la Borsa: con nuovi investitori quotazione entro fine anno
 Sempre più investitori credono nel progetto di quotazione a Wall street, annunciato lo scorso 19 luglio, del gruppo italiano di moda Ermenegildo Zegna il cui primo giorno di contrattazione è …
Stellantis accelera sulla mobilità connessa ed elettrica: oltre 30 mld di investimenti entro il 2025
Stellantis accelera sulla mobilità connessa. Il gruppo guidato da Carlos Tavares punta nel giro di qualche anno a trasformare i suoi veicoli dalle attuali strutture elettroniche a una piattaforma software …
Effetto Fauci e mossa People’s Bank of China, rinnovata euforia Borse non fa i conti con cambio scenario che detterà la Fed
L’euforia torna ad avere la meglio sui mercati dopo una settimana sulle montagne russe in virtù dell’incertezza legata al reale impatto della nuova variante Omicron. Wall Street ieri ha visto …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1

    Data Registrazione
    Aug 2010
    Messaggi
    305
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    32 Post(s)
    Potenza rep
    5388218

    PEC con allegato firmato digitalmente, data certa opponibile a terzi?

    Ciao a tutti,

    vorrei chiedere se c'è qualche esperto nel campo PEC/firma digitale, devo inviare un contratto firmato digitalmente via PEC (tra due privati, NO aziende), ho pensato di creare il documento, esportare un PDF, firmarlo digitalmente con la firma usa e getta di Namirial, inviarlo poi via PEC al destinatario, e lui farà la stessa cosa.

    Ciò che interessa maggiormente è rendere la data di questo documento opponibile a terzi. Ora io ho letto varie cose riguardo al certificato della PEC, che dura 2-3 anni, e che il gestore PEC dopo 30 mesi cancella i registri interni (log). La nostra necessità è rendere il documento con data certa per eventuali controlli fiscali (non ricordo se il termine di prescrizione è 5 o 6 anni per i controlli fiscali). Purtroppo ho molta confusione in merito a questi certificati e non ho ben capito come far valere lo scambio di questi documenti nel tempo.

    Vi ringrazio anticipatamente per l'aiuto.

  2. #2
    L'avatar di FogOnLine
    Data Registrazione
    Feb 2014
    Messaggi
    10,576
    Mentioned
    64 Post(s)
    Quoted
    4346 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    La questione è legata alla scadenza dei certificati legati alle PEC che hanno una durata limitata.

    Per "estendere" la validità e certificare la validità bisogna marcare temporalmente PEC ed eventuali allegati.

    Questo si fa con le marche temporali. Il servizio di marcatura temporale si acquista (chi ha necessità di operare su un gran numero di documenti le acquista a "pacchetti").

    Aruba so per certo che fornisce il servizio di marcatura temporale ma, certamente, ci sono altri provider che offrono lo stesso servizio, informandosi sulla durata della marca fornita, perché prima della scadenza i documenti vanno "rimarcati" per estenderne la validità.

  3. #3
    L'avatar di skymap
    Data Registrazione
    Jul 2003
    Messaggi
    18,871
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    826 Post(s)
    Potenza rep
    42949691
    A proposito di una firma digitale con chiavetta cns, ha più validità legale un pdf in chiaro con il logo firma stampato che riporta la scadenza del certificato e il nome dell'ente certificatore oppure la criptatura in pdf7m che identifica l'identità e poi estrae il file pdf contenuto da chi una chiavetta cns?

    Ho visto entrambi i metodi e non capisco se uno è meglio dell'altro.

  4. #4
    L'avatar di FogOnLine
    Data Registrazione
    Feb 2014
    Messaggi
    10,576
    Mentioned
    64 Post(s)
    Quoted
    4346 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Penso tu ti riferisca alla firma digitale in formato PAdES o CAdES.

    Il primo formato è applicabile solo ai PDF e non modifica l'estensione del file, mentre il secondo è in lina di principio applicabile a file con qualsiasi estensione e, dopo firma, l'estensione viene modificata.

    Che io sappia, ambedue hanno analoga validità, probabilmente molti dei sw di firma applicano PAdES di default se il file è PDF e CAdES negli altri casi.

  5. #5
    L'avatar di skymap
    Data Registrazione
    Jul 2003
    Messaggi
    18,871
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    826 Post(s)
    Potenza rep
    42949691
    Citazione Originariamente Scritto da FogOnLine Visualizza Messaggio
    Penso tu ti riferisca alla firma digitale in formato PAdES o CAdES.

    Il primo formato è applicabile solo ai PDF e non modifica l'estensione del file, mentre il secondo è in lina di principio applicabile a file con qualsiasi estensione e, dopo firma, l'estensione viene modificata.

    Che io sappia, ambedue hanno analoga validità, probabilmente molti dei sw di firma applicano PAdES di default se il file è PDF e CAdES negli altri casi.
    Sì, mi riferivo a quello e ai pdf in particolare dove spesso la PA e anche privati richiedono la firma da CNS su documentazione varia.

    Grazie

  6. #6

    Data Registrazione
    Aug 2010
    Messaggi
    305
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    32 Post(s)
    Potenza rep
    5388218
    Citazione Originariamente Scritto da FogOnLine Visualizza Messaggio
    La questione è legata alla scadenza dei certificati legati alle PEC che hanno una durata limitata.

    Per "estendere" la validità e certificare la validità bisogna marcare temporalmente PEC ed eventuali allegati.

    Questo si fa con le marche temporali. Il servizio di marcatura temporale si acquista (chi ha necessità di operare su un gran numero di documenti le acquista a "pacchetti").

    Aruba so per certo che fornisce il servizio di marcatura temporale ma, certamente, ci sono altri provider che offrono lo stesso servizio, informandosi sulla durata della marca fornita, perché prima della scadenza i documenti vanno "rimarcati" per estenderne la validità.
    E se invece la marca temporale insieme alla firma digitale viene apposta all'allegato? La data della trasmissione diviene opponibile a terzi?

    Riepilogo: invio PEC con allegato contratto firmato digitalmente e marcato temporalmente (durata 20 anni marca temporale), salvo le ricevute di consegna complete con all'interno l'allegato. Funzionerebbe?

  7. #7
    L'avatar di FogOnLine
    Data Registrazione
    Feb 2014
    Messaggi
    10,576
    Mentioned
    64 Post(s)
    Quoted
    4346 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da vinci91 Visualizza Messaggio
    E se invece la marca temporale insieme alla firma digitale viene apposta all'allegato? La data della trasmissione diviene opponibile a terzi?

    Riepilogo: invio PEC con allegato contratto firmato digitalmente e marcato temporalmente (durata 20 anni marca temporale), salvo le ricevute di consegna complete con all'interno l'allegato. Funzionerebbe?

    Tieni conto che ho ricevuto delle PEC (anche prive della firma digitale) il cui certificato scadeva a meno di due mesi dalla ricezione (colpa del gestore PEC, ovviamente). Se avessi dovuto conservare validamente quella PEC avrei dovuto apporre entro un mese una marca temporale altrimenti, qualche mese dopo, nell'aprirla, avrei scoperto che il certificato era scaduto.

    Ovviamente una conservazione "a norma" dipende dall'importanza dei documenti di cui si parla e da cosa si intende certificare.
    Bisognerebbe chiedere a qualcuno che ne sa più di me se non marcare temporalmente la PEC può costituire un limite per provare la trasmissione.

Accedi