2080 settimane di anzianità contributiva: cosa succede se mi fermo prima?
Caldo, siccità e affaire turbina: gas Ttf fa +170% in quest’estate rovente. Alla Germania servirà un miracolo per evitare la recessione
Quest'estate sta vedendo aggravarsi lo shock energetico in Europa con caldo ed emergenza siccità che stanno aggravando la situazione in paesi chiave
La Germania introduce la tassa sul gas, ecco quanto peserà e possibili effetti su economia
Si prospetta un inverno ancora più difficile del previsto per la Germania e la sua popolazione con il materializzarsi una nuova tassa sull'uso del g
Ethereum fa +100% dai minimi e rosicchia spazio al bitcoin. Ecco cosa sta spingendo la crypto più calda dell’estate 2022
Gli ultimi giorni, sotto la spinta delle attese di una Fed meno aggressiva sui tassi, ha favorito un nuovo rialzo delle criptovalute. Nei giorni scorsi il prezzo di Ether (ETH), il token originario della blockchain di ethereum, ha toccato quota a 2.000 dollari, livello che non vedeva da maggio scorso, ossia in aumento del 100% circa
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1

    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    989
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    164 Post(s)
    Potenza rep
    20389107

    2080 settimane di anzianità contributiva: cosa succede se mi fermo prima?

    é stato un anno strano e sto facendo alcune valutazioni, alcune anche di downshifting.

    Ho ancora molta strada prima di raggiungere le 2080 settimane necessarie ai fini del computo e del calcolo per l'anzianità contributiva di 40 anni.

    Qualora decidessi di smettere o di ridurre il lavoro - nel 2019 e 2020 ho moltiplicato le fonti di ricavo e le aumenterò nel 2021, automatizzandole sempre di più - ed essendo ancora "nel mezzo del cammino di nostra vita", mi ritroverei una anzianità contributiva di circa 800 settimane sulla gestione dei dipendenti.

    Non mi è chiaro a cosa vado incontro quando vorrò "andare in pensione" se, con tale sospensione o riduzione, ci sia anche un totale azzeramento dei versamenti all'Inps:
    A) perdo tutti i soldi versati
    B) solo al raggiungimento dei miei 75 anni (età anagrafica) avrò un assegno, per computo e calcolo, ponderato sulle 800 settimane


    Grazie

  2. #2
    L'avatar di FogOnLine
    Data Registrazione
    Feb 2014
    Messaggi
    12,443
    Mentioned
    83 Post(s)
    Quoted
    5553 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da nonalias Visualizza Messaggio
    é stato un anno strano e sto facendo alcune valutazioni, alcune anche di downshifting.

    Ho ancora molta strada prima di raggiungere le 2080 settimane necessarie ai fini del computo e del calcolo per l'anzianità contributiva di 40 anni.

    Qualora decidessi di smettere o di ridurre il lavoro - nel 2019 e 2020 ho moltiplicato le fonti di ricavo e le aumenterò nel 2021, automatizzandole sempre di più - ed essendo ancora "nel mezzo del cammino di nostra vita", mi ritroverei una anzianità contributiva di circa 800 settimane sulla gestione dei dipendenti.

    Non mi è chiaro a cosa vado incontro quando vorrò "andare in pensione" se, con tale sospensione o riduzione, ci sia anche un totale azzeramento dei versamenti all'Inps:
    A) perdo tutti i soldi versati
    B) solo al raggiungimento dei miei 75 anni (età anagrafica) avrò un assegno, per computo e calcolo, ponderato sulle 800 settimane


    Grazie
    Le condizioni di pensionamento sono anche molto diverse in base a età, tipologie di lavoro, etc...

    Se sei dipendente la cosa migliore è usare il simulatore di pensione futura dalla propria area personale INPS. E' possibile impostare l'età a cui si vuole cessare l'attività lavorativa e valutare sia l'età della pensione che l'assegno. Se hai solo contribuzione dipendente dovrebbe avere già tutti i dati contributivi.

    Ovviamente, la simulazione vale finché non cambiano le regole.

    La mia pensione futura: simulazione della propria pensione

  3. #3

    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    2,706
    Mentioned
    9 Post(s)
    Quoted
    609 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da nonalias Visualizza Messaggio
    é stato un anno strano e sto facendo alcune valutazioni, alcune anche di downshifting.

    Ho ancora molta strada prima di raggiungere le 2080 settimane necessarie ai fini del computo e del calcolo per l'anzianità contributiva di 40 anni.

    Qualora decidessi di smettere o di ridurre il lavoro - nel 2019 e 2020 ho moltiplicato le fonti di ricavo e le aumenterò nel 2021, automatizzandole sempre di più - ed essendo ancora "nel mezzo del cammino di nostra vita", mi ritroverei una anzianità contributiva di circa 800 settimane sulla gestione dei dipendenti.

    Non mi è chiaro a cosa vado incontro quando vorrò "andare in pensione" se, con tale sospensione o riduzione, ci sia anche un totale azzeramento dei versamenti all'Inps:
    A) perdo tutti i soldi versati
    B) solo al raggiungimento dei miei 75 anni (età anagrafica) avrò un assegno, per computo e calcolo, ponderato sulle 800 settimane


    Grazie
    Anzianità di 800 settimane nel 2021 sono 15 anni di lavoro, significa che sei nel contributivo puro, no? Cioè dovresti avere il primo accredito contributivo dopo il 1995. Con 15 anni di contributi puoi andare in pensione a 71 anni (71 anni di adesso, che rivalutati all'aspettativa di vita probabilmente per te saranno 75 anni). Versando ulteriori 5 anni di contributi potrai andare in pensione 67 anni (67 anni di adesso, con rivalutazione probabilmente per te saranno 71 anni)... ma solo avendo raggiunto un montante contributivo pari a 160000 euro (160000 euro di adesso, la soglia sarà più alta quando andrai in pensione).

  4. #4

    Data Registrazione
    Dec 2020
    Messaggi
    395
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    294 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da tobyy Visualizza Messaggio
    Anzianità di 800 settimane nel 2021 sono 15 anni di lavoro, significa che sei nel contributivo puro, no? Cioè dovresti avere il primo accredito contributivo dopo il 1995. Con 15 anni di contributi puoi andare in pensione a 71 anni (71 anni di adesso, che rivalutati all'aspettativa di vita probabilmente per te saranno 75 anni). Versando ulteriori 5 anni di contributi potrai andare in pensione 67 anni (67 anni di adesso, con rivalutazione probabilmente per te saranno 71 anni)... ma solo avendo raggiunto un montante contributivo pari a 160000 euro (160000 euro di adesso, la soglia sarà più alta quando andrai in pensione).
    scusa vedo che sei un esperto, senza polemica alcuna, (da capra che sono io in materia) stai per caso scrivendo che oggi non vale la pena versare alcun contributo?

  5. #5

    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    2,706
    Mentioned
    9 Post(s)
    Quoted
    609 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da vando Visualizza Messaggio
    scusa vedo che sei un esperto, senza polemica alcuna, (da capra che sono io in materia) stai per caso scrivendo che oggi non vale la pena versare alcun contributo?
    Non sono un esperto, sono informazioni di base che puo' trovare chiunque sul sito dell'INPS.

    Ho risposto alla domanda di nonalias: secondo la normativa attuale, se ci si ferma a 15 anni di anzianita' i contributi versati non vengono persi, non c'e' nessun azzeramento dei contributi. Ma versando contributi per 5 anni in piu' si puo' ottenere la pensione 4 anni prima (ma dipenda anche dalla somma dei contributi, non solo dal numero di anni in cui sono stati versati).

    Poi decidera' lui se valga o meno versare altri contributi, che poi significa decidere se valga o meno la pena continuare a lavorare dato che se si lavora i contributi vanno versati. Dipende dalla situazione personale, per la maggior parte delle persone la scelta e' obbligata perche' se non lavora non ha i soldi per campare.

  6. #6

    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    2,706
    Mentioned
    9 Post(s)
    Quoted
    609 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da FogOnLine Visualizza Messaggio
    Le condizioni di pensionamento sono anche molto diverse in base a età, tipologie di lavoro, etc...

    Se sei dipendente la cosa migliore è usare il simulatore di pensione futura dalla propria area personale INPS. E' possibile impostare l'età a cui si vuole cessare l'attività lavorativa e valutare sia l'età della pensione che l'assegno. Se hai solo contribuzione dipendente dovrebbe avere già tutti i dati contributivi.

    Ovviamente, la simulazione vale finché non cambiano le regole.

    La mia pensione futura: simulazione della propria pensione
    Sempre che il simulatore funzioni. A me e' da quasi un anno che da errore dicendo che il sistema e' in manutenzione.

  7. #7

    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    989
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    164 Post(s)
    Potenza rep
    20389107
    Grazie.

    Si, sono iscritto all'inps dal 2003, prima come gestione separata poi come dipendente.

    Dunque, ho capito che:
    1) se ho versato per almeno 15 anni in qualsiasi gestioen (gestione separata o gestione dipendenti), non perdo quello che ho versato.
    2) se non verso alcun altro contributo dopo questi 15 anni, al momento delle pensione il calcolo del trattamento si baserà su quanto versto (sistema contributivo puro).

    Mi sono perso qualcosa?

  8. #8

    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    2,706
    Mentioned
    9 Post(s)
    Quoted
    609 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da nonalias Visualizza Messaggio
    Grazie.

    Si, sono iscritto all'inps dal 2003, prima come gestione separata poi come dipendente.

    Dunque, ho capito che:
    1) se ho versato per almeno 15 anni in qualsiasi gestioen (gestione separata o gestione dipendenti), non perdo quello che ho versato.
    2) se non verso alcun altro contributo dopo questi 15 anni, al momento delle pensione il calcolo del trattamento si baserà su quanto versto (sistema contributivo puro).

    Mi sono perso qualcosa?
    Corretto. Naturalmente sono tutti ragionamenti fatti a normativa corrente, non possiamo sapere quale sarà la normativa in tema di pensioni tra 20 o 30 anni.

  9. #9

    Data Registrazione
    Mar 2012
    Messaggi
    566
    Mentioned
    13 Post(s)
    Quoted
    405 Post(s)
    Potenza rep
    32766417
    Citazione Originariamente Scritto da tobyy Visualizza Messaggio
    Sempre che il simulatore funzioni. A me e' da quasi un anno che da errore dicendo che il sistema e' in manutenzione.
    è molto strano, io consulto il link regolarmente per verificare versamento contributi da parte del datore di lavoro e ha sempre funzionato. anche adesso funziona.
    sembra una cavolata ma ti suggerisco di provare da cellulare per vedere se un problema del broswer del pc.

  10. #10
    L'avatar di alphaomega
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    470
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    224 Post(s)
    Potenza rep
    21277029
    Citazione Originariamente Scritto da tobyy Visualizza Messaggio
    Sempre che il simulatore funzioni. A me e' da quasi un anno che da errore dicendo che il sistema e' in manutenzione.
    In effetti prova a svuotare la cache memory, oppure prova da un altro pc

Accedi