Accertamento IMU TASI persona deceduta - Pagina 2
Ferrari ed Enel chiudono ai nuovi top di sempre, banche superstar del Ftse Mib nel giorno di UBI
Piazza Affari non si ferma più. Anche la terza settimana del mese è iniziata sotto i migliori auspici con il  Ftse Mib che oltrepassa il muro dei 25mila punti per …
Nexi pregusta un 2020 da prima della classe sul Ftse Mib, Citi non ha dubbi: Italia abbraccerà rivoluzione pagamenti digitali
Nuovo strappo al rialzo a Piazza Affari per il titolo Nexi. Il titolo aggiorna nuovamente i massimi storici oltrepassando nell’intraday anche quota 16 euro con un balzo giornaliero di oltre …
Ubi Banca sforna piano ambizioso e nuovi tagli, titolo gioisce ed euforia contagia anche Bper e Banco. Massiah: M&A ci sarà ma timing incerto
Ubi Banca è il best performer del Ftse Mib con un progresso del 5,8% a 3,5 euro. Il titolo veleggia sui massimi dall’autunno 2018 con un saldo di quasi +30% …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #11

    Data Registrazione
    Nov 2016
    Messaggi
    994
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    465 Post(s)
    Potenza rep
    15080688
    Citazione Originariamente Scritto da Alfredo51 Visualizza Messaggio
    Questa è fresca:

    07/01/2020 - Ravvedimento operoso Decreto Fiscale 2020.
    Con la conversione in Legge del Decreto Fiscale 2020 (pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 24/12/2019) viene esteso ai tributi locali il ravvedimento lungo oltre l'anno dopo la scadenza, già disponibile per i tributi erariali.
    Quindi oltre che con il normale ravvedimento operoso come di seguito illustrato, adesso è possibile effettuare versamenti per imposte dopo un anno (e fino a due anni) con una sanzione pari al 4,29% (1/7 della sanzione) e dopo due anni con una sanzione del 5% (1/6 della sanzione). Il ravvedimento lungo è possibile solo se la violazione non sia stata già contestata.

    Ma, in realtà, nel mio comune era già arrivato a settembre (a tutti gli iscritti al sito) l'avviso online relativo al ravvedimento dei tributi locali del 2014.
    Grazie Alfredo51 ..... mi pare una buona notizia!

  2. #12

    Data Registrazione
    Jan 2020
    Messaggi
    5
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    3 Post(s)
    Potenza rep
    0

    Per esperienza diretta

    Se non hai rifiutato l'eredità temo che dovrai pagarli

  3. #13

    Data Registrazione
    Nov 2016
    Messaggi
    994
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    465 Post(s)
    Potenza rep
    15080688
    Citazione Originariamente Scritto da AndreaSept1969 Visualizza Messaggio
    Se non hai rifiutato l'eredità temo che dovrai pagarli
    Voglio assolutamente pagare la quota di mia mamma

    Il problema è che non è stato notificato nulla agli eredi, ma solo (individualmente) ai 3 fratelli di mia mamma.

    Inoltre l'appartamento in cui viveva a Padova è stato da noi venduto ad un parente e, nonostante abbiamo lasciato il nome sul campanello e sulla cassetta postale, non c'è traccia di raccomandate.

    Il Comune NON risponde alle mail ed al telefono risponde una centralinista che afferma che il telefono dell'ufficio tributi è guasto da mesi.

    Si tratta di un comune montano della Calabria.

    Nel prossimo 730 dichiareremo tutto, prendendo i dati dalle misure catastali, ma per IMU e TASI non sappiamo tra l'altro come stanno le cose.

    Due dei tre immobili sono RUDERI ed abbiamo anche un documento del 1973 col quale il Comune ci informava che, a seguito di un alluvione, gli immobili sarebbero stati messi in sicurezza dal Genio Civile e che pertanto non sarebbero più stati nelle nostre disponibilità fino a fine lavori.

    Dovremmo incaricare un tecnico per un declassamento degli immobili ad "immobili collanti" (categoria catastale F2) e questo lo faremo, nonostante i costi da sostenere ed il valore insignificante degli immobili.

  4. #14

    Data Registrazione
    Nov 2016
    Messaggi
    994
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    465 Post(s)
    Potenza rep
    15080688
    Mi sorge un dubbio

    Nel caso la notifica sia stata inviata a mia madre deceduta il 12.03.2019 al suo ultimo domicilio e la casa sia stata venduta il 12.06.2019 con successione del 06.04.2019, la notifica è valida oppure no?

    Noi eredi non abbiamo ricevuto nulla nè personalmente (pro quota) né impersonalmente (come eredi).

    I fratelli di mia mamma hanno ricevuto l'accertamento per la loro parte ed ovviamente pagheranno.

    Io ed i miei fratelli saremmo anche disposti a pagare, ma non sappiamo in che modo.

    E poi il 2014 dovrebbe essere andato definitivamente in prescrizione.

    Meglio attendere oppure notificare al comune l'avvenuto decesso di mia mamma?

    Non dovrebbero già saperlo, visto che la denuncia di successione è stata già presentata 9 mesi fa?

  5. #15

    Data Registrazione
    Feb 2015
    Messaggi
    357
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    158 Post(s)
    Potenza rep
    3289904
    Citazione Originariamente Scritto da Riccardo.M Visualizza Messaggio
    Mi sorge un dubbio

    Nel caso la notifica sia stata inviata a mia madre deceduta il 12.03.2019 al suo ultimo domicilio e la casa sia stata venduta il 12.06.2019 con successione del 06.04.2019, la notifica è valida oppure no?

    Noi eredi non abbiamo ricevuto nulla nè personalmente (pro quota) né impersonalmente (come eredi).

    I fratelli di mia mamma hanno ricevuto l'accertamento per la loro parte ed ovviamente pagheranno.

    Io ed i miei fratelli saremmo anche disposti a pagare, ma non sappiamo in che modo.

    E poi il 2014 dovrebbe essere andato definitivamente in prescrizione.

    Meglio attendere oppure notificare al comune l'avvenuto decesso di mia mamma?

    Non dovrebbero già saperlo, visto che la denuncia di successione è stata già presentata 9 mesi fa?
    Ti dò la mia opinione.
    Il 6 aprile del 2019 (al più tardi...) l'AdE ha ricevuto la comunicazione del decesso. Per regola, qualsiasi notifica inviata dopo 30 giorni dalla comunicazione del decesso (quindi dal 6 maggio) deve essere indirizzata agli eredi, non più al De Cujus. Ma, se la notifica fosse stata inviata entro quel termine, voi l'avreste ricevuta, dato che la casa a quella data era ancora in vostro possesso. Oltretutto, se ai tuoi zii la notifica è stata inviata alla fine del 2019, è supponibile che anche quella indirizzata a tua madre sia stata inviata direttamente a lei (erroneamente) al vecchio indirizzo e che sia stata respinta al mittente in quanto indirizzata a persona deceduta.

  6. #16

    Data Registrazione
    Feb 2015
    Messaggi
    357
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    158 Post(s)
    Potenza rep
    3289904
    Ma è anche vero che ci provano e ci riprovano fino all'esaurimento...

  7. #17

    Data Registrazione
    Nov 2016
    Messaggi
    994
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    465 Post(s)
    Potenza rep
    15080688
    Citazione Originariamente Scritto da Alfredo51 Visualizza Messaggio
    Ti dò la mia opinione.
    Il 6 aprile del 2019 (al più tardi...) l'AdE ha ricevuto la comunicazione del decesso. Per regola, qualsiasi notifica inviata dopo 30 giorni dalla comunicazione del decesso (quindi dal 6 maggio) deve essere indirizzata agli eredi, non più al De Cujus. Ma, se la notifica fosse stata inviata entro quel termine, voi l'avreste ricevuta, dato che la casa a quella data era ancora in vostro possesso. Oltretutto, se ai tuoi zii la notifica è stata inviata alla fine del 2019, è supponibile che anche quella indirizzata a tua madre sia stata inviata direttamente a lei (erroneamente) al vecchio indirizzo e che sia stata respinta al mittente in quanto indirizzata a persona deceduta.
    Grazie Alfredo51

    La penso anche io come Te

    L'accertamento (pro quota) è stato inviato ai miei zii il 31.12.2019 e ricevuto pochi giorni dopo.

    Penso che qualsiasi notifica inviata a mia mamma oppure "impersonalmente" agli eredi sia da considerare nulla (vedi sentenza Corte di Cassazione).

    Anche le sanzioni non dovrebbero trasmettersi agli eredi.

    Attendo notizie dal Comune, che finora ha fatto orecchie da mercante alla mia richiesta di sapere se è stato inviato l'accertamento oppure no.

    Probabilmente si muoveranno il prossimo mese di dicembre per l'accertamento IMU del 2015.

  8. #18

    Data Registrazione
    Feb 2015
    Messaggi
    357
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    158 Post(s)
    Potenza rep
    3289904
    Purtroppo molti Uffici Comunali operano a seconda di come si svegliano gli impiegati la mattina...
    A parte la notifica relativa al 2014, di cui ho parlato non so se in questa o in altra discussione, ed avverso la quale ho già presentato un'istanza di annullamento in autotutela, aspetto per la fine di quest'anno un'altra "sorpresa" relativa alla TARI 2015. Senza spiegare, posto direttamente quello che risulta al Comune nel mio Estratto Conto TARI:

    Tributo Imp. Dovuto Imp. Pagato
    TARI/2015/177771 652,00 470,00

    E, più sotto, la specifica:
    Tributo Tipo rata Data scadenza Imp. Dovuto Imp. Pagato Data pagamento
    TARI/2015/177771 ACCONTO 30/04/2015 182,00
    TARI/2015/177771 ACCONTO 30/04/2015 350,00 350,00 11/04/2015
    TARI/2015/177771 RATA 02/11/2015 120,00 302,00 29/10/2015

  9. #19

    Data Registrazione
    Feb 2015
    Messaggi
    357
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    158 Post(s)
    Potenza rep
    3289904
    Ho postato una tabella e l'incolonnamento è venuto errato.
    In sostanza, in alto sostengono che dovevo pagare 652 euro e che ne ho pagati, invece, 470.
    Sotto, nella stessa pagina (!), dicono che dovevo pagare Euro 182 + 350 + 302 e che, comunque, ne ho pagati effettivamente 652 (che è l'importo corretto). Inoltre, Non si capisce perché mi hano calcolato due rate di Acconto (182 + 350) ed una di Saldo (120), quando, in realtà, mi spettava di pagare 350 di Acconto e 302 di Saldo (così come ho fatto!)...

Accedi